Jump to content
VR News
  • IMAGES HOSTING
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.


  • Posts

    • A valvola intendo come da immissione originale con la spalla dell’albero che regola i tempi di aspirazione della miscela di carburante aspirata dal motore 
    • Molto buono...stai dicendo che posso montare tranquillamente un 177 senza nient'altro?...adeguando ovviamente i rapporti e i getti... Molto buono anche perché credo che con 250€ forse uno lo trovo di gt. Comunque sto controllando di continuo un pó tutto...poi più avanti forse chiederò sul gruppo del vespa club (anche se i px arcobaleno sono rari?)... sarebbe molto brutto se trovassi un affare adesso perché non ho i soldi... però credo che già dal prossimo settembre dovrei essere pronto. Si l'importante é che la carrozzeria sia perfetta insieme alla verniciatura...anche perché non mi posso permettere interventi troppo complicati. Si vedrà...poi quando arriverà l'offerta giusta chiederò sul forum "melacompro". Grazie mille per questa piccola chiacchierata...se qualcuno vuole dirmi la sua non esiti a scrivere...anche perché c'è ancora tempo per questo progetto
    • Sui prezzi quella e una bella domanda, visto che ultimamente sono sempre più folli. Trovarlo magari lo trovi anche, certo e che dovrai aver pazienza e cercare. Anche perché nel momento in cui arriva una buona offerta, son sempre pronti tutti a prenderla al volo. Io la mia la trovai per caso su bakeka.it, guardo ogni giorno subito.it, marketplace di Fb...per quella cifra dovresti trovarli messi già a posto almeno di carrozzeria, controlla bene però che sia verniciato bene e non ci siano bolle su pedana e curvatura dello scudo dove finisce lascia dalla ruota anteriore. A livello di modifiche certo che sì, a suo tempo Polini 177 era un must quasi. Se cerchi ci sono molti che consigliano il DR177 P&P, affidabile e quasi ingrippabile, perde qualcosa in termini di prestazioni rispetto a Polini o similari, ma senza fare lavori e uno dei più quotati. Io lo presi con già un Polini 177 montato e ho lasciato quello, e sicuramente sprecato montato P&P. Carburatore rimasto il 20 pari e ho adattato i getti. Nel mio caso avendo un motore di un prima serie, avevo i rapporti corti e ho cambiato il pignone della frizione con un 23 denti per avere il motore meno tirato. Alternativa puoi sempre montare il 150 originale Piaggio essendo uguali i carter, ma non aspettarti stravolgimenti epocali. Le modifiche le puoi fare a volontà volendo, dipende cosa vuoi tirare fuori dal motore. Inviato dal mio Mi Note 10 utilizzando Tapatalk
    • Ciao a tt, lo stelo forcella dal mozzo  non esce dalla sede ... avete qualche idea? grazie
    • Ciao, Vorrei rinfrescare un pò la verniciatura del mio PX 200  ho inserito il numero di telaio nel database ma la ricerca colore ma ha avuto esito negativo Vespa PX200 Arcobaleno del 1986  così a occhio mi sembra grigio Titanio ma vorrei esserne sicuro un grazie a chi potrà aiutarmi saluti Valter

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation since 08/21/2020 in all areas

  1. 2 points
    Buongiorno, dopo 4 anni di utilizzo settimanale, la Vespa Visitors cammina ancora bene e ne giriamo alcune altre in zona, elaborate alla stessa maniera, solo sul gruppo termico.
  2. 2 points
  3. 2 points
    Io nelle large ne metto sempre non meno di 300cc.
  4. 1 point
    Molto buono...stai dicendo che posso montare tranquillamente un 177 senza nient'altro?...adeguando ovviamente i rapporti e i getti... Molto buono anche perché credo che con 250€ forse uno lo trovo di gt. Comunque sto controllando di continuo un pó tutto...poi più avanti forse chiederò sul gruppo del vespa club (anche se i px arcobaleno sono rari?)... sarebbe molto brutto se trovassi un affare adesso perché non ho i soldi... però credo che già dal prossimo settembre dovrei essere pronto. Si l'importante é che la carrozzeria sia perfetta insieme alla verniciatura...anche perché non mi posso permettere interventi troppo complicati. Si vedrà...poi quando arriverà l'offerta giusta chiederò sul forum "melacompro". Grazie mille per questa piccola chiacchierata...se qualcuno vuole dirmi la sua non esiti a scrivere...anche perché c'è ancora tempo per questo progetto
  5. 1 point
    Prova a rimontarci il filtro originale e vedrai che il problema sparisce quasi del tutto.Ad un determinato range di giri dal venturi del carburatore esce benzina nebulizzata che va a depositarsi sulle pareti del filtro polini condensandosi poi in basso.
  6. 1 point
    Chi parte da quelle cifre ahimè sa quello che fa . A meno di illuminazioni tardive non sperare in forti sconti . E ti ripeto che se la tua intenzione è il restauro ti stai tuffando in un mare parecchio salato . Per quanto riguarda le "dichiarazioni " del venditore ha già dato prova di essere una (mezza) volpe . Buona Caccia
  7. 1 point
    Grazie Fede, la targa BO piace anche a me............una BONA in garage non mi dispiacerebbe La franchezza è una cosa che apprezzo tantissimo, non mi ha affatto disturbato, anzi, se avessi voluto solo conferme non avrei postato qui. P.S.: Prego........ho letto 58 ma capito 68..........pensa come sono messo ora capisco, io sono adolescente e tu uomo fatto
  8. 1 point
  9. 1 point
    Vespa Sprint 1967 GT : Pinasco 177 Ghisa 2 travasi. Getti Carburatore : 160-"BE3 Modificato" -116(filtro originale) / 120(conetto e filtro polini sottosella), Minimo 50/160 e vite aria (ottonata) svitata 2,5 giri, ghigliottina 6823.01. Frizione : DRT 7 molle Rapporti : 23/67 Scaldate/Grippature : No Se si , dopo quanti km : xxxxx Marmitta/Espansione: Megadella 1.4 Candela grado 8 Anticipo 19 gradi (con la strobo) Note Opzionali : Consumi 30Km/l. Tanta, tanta coppia. Velocità rilevata con gps: 104 km/h con filtro originale e 107 Km/h con conetto e filtro polini(sottosella) Cilindro Pinasco montato P&P con carburatore SI 20/20D con testa lavorata per allargare i passaggi della benzina perchè in quarta marcia a velocità massima non ne arrivava abbastanza , motore con 52000 Km mai aperto. Partendo da Venezia ho fatto il passo dello Stelvio, Lago di garda e quest'anno il giro delle Dolomiti e mai un problema.
  10. 1 point
  11. 1 point
    Sono una tegola coi computer... Comunque lo staff ha sistemato. Grazie per la rapida soluzione.
  12. 1 point
    Finalmente è arrivato il carburatore, compreso di collettore, bocchettone e filtro aria, nuovo. Cambiato il getto 74 con 80 e viaaa. Forse metterò l'82 che è il getto usato quando è stata fatta la prova una settimana fa ... Un grazie di cuore a Psycovespa per l'aiuto pratico e morale e a tutti quelli che comunque con consigli, esperienze e commenti mi hanno aiutato in questo parto molto lungo Buona vespa a tutti PS: non preoccupatevi, non sparisco mica ora, qualche problemino continuerò ad averlo
  13. 1 point
    Ciao, ringrazio tutti per i suggerimenti. La mia era una semplice domanda, nel senso che avendo disponibile una testata 125, se potevo montarla in maniera provvisoria, per poter far ripartire la vespa e portarla in officina (poco distante), per poi eseguire un restauro. So benissimo che una testata si può trovare a 30 euro, o che si può portare in rettifica quella che ho, ma montare quella che avevo al momento disponibile, era per non chiamare il carroattrezzi e spostare la vespa da solo!
  14. 1 point
    regà, alla fine l'ho presa. quest'inverno mi tirerò su le maniche e la rimetterò in sesto 🤑
  15. 1 point
    Dovresti fare qualche altra foto ma a me non sembra particolarmente compromesso.... ovvio che devi mettere in conto che il costo di ripristino che si definisca tale (ma varrebbe anche su un telaio perfetto) supererà il valore effettivo della vespa, ma questo è risaputo e chi restaura una pk 50 lo fa per il puro gusto. P.S. : a me quello sembra un volano alleggerito Pinasco che da solo vale più della vespa....
  16. 1 point
    Come vite va bene la tua, bisogna tagliare la molla lasciandola circa 1,5-2 cm
  17. 1 point
    Il filtro originale Piaggio della T5 è ottimo, meglio di quello di SIP, che lo vende (non so se è ancora così) con la parte filtrante in fibra che si intasava subito. Per montarlo su di un carburatore SI serie D o serie E occorre rialzare il coperchio, infatti la T5 monta il 24 serie G che ha il venturi più corto. Ciao Gg
  18. 1 point
    Grazie per il tuo e il vostro aiuto. Inviato dal mio Redmi Note 8 Pro utilizzando Tapatalk
  19. 1 point
  20. 1 point
    Sono 30 anni per la storicità "d'ufficio" poi ogni anno FMI pubblica una lista di moto che diventano storiche a 20 anni. Il problema è che non esiste alcun modello di PX che sia "in regola" per una libera circolazione con le normative vigenti. Inoltre la manutenzione di un PX anni '90 rispetto a quella di un PX anni '80 è pressoché identica. Boh, io mi adopererei per portarmi a casa la Vespa che ho in Sardegna. Magari approfittandone per un bel lungo viaggio: imbarco in Sardegna, sbarco a Livorno e risalita fino in Piemonte. Gli Appennini sono interessanti da fare in Vespa.
  21. 1 point
    Villa san giovanni -> traghetto dall'altra sponda si fanno ottimi acquisti , e l'offerta non manca di certo Valuta di spostarti di regione, per una spesa importante / buon affare ne vale la pena.
  22. 1 point
    Avrebbero cambiato manubrio e bauletto? Non credo , hanno cambiato la scritta e basta , mettendo quella dell’arcobaleno . Fidati. L’arcobaleno parte dal 1984 poi. La zona accoppiamento telaio, critica se c’è ruggine , è quella in foto
  23. 1 point
    Ma un bel bgm 200 non lo monta piu nessuno?Sono stato l'unico fesso? Rodaggio?Assestamenti?Cosa sono?A che servono?
  24. 1 point
    Ciao Razos Ci siamo conosciuti a Siena qualche mese fa, ricordi? Eravamo io e Lore^ , abbiamo anche fatto qualche km insieme in vespa. Ancora andava alla grande il mio p200e! Il mio caso è diverso perché il mio non era certo un motore mai aperto... Si tratta del terzo cilindro che monto, e i vari cuscinetti,albero,paraoli, frizione ecc. Li ho già fatti 2 volte! Ed è la prima volta che mi capita questo calo prestazionale La causa deve essere per forza o il cilindro (che forse non è uguale al vecchio...bo avrò sbagliato a misurarli...) O lo scarico. Comprerò questa benedetta megadella e proverò...
  25. 1 point
    Questa storia dei motori "mai aperti " prestanti con successivo decadimento dopo una revisione rientra nella categoria "Leggende" , eppure non è affatto la prima volta che si legge di questo argomento ..probabilmente nemmeno l'ultima . Le (poche) motivazioni trovate non sono mai riuscite ad essere esaustive , in linea generale ne elenco qualcuna : -montaggio in fabbrica non paragonabile ad uno "casalingo" semi-professionale -qualità media della componentistica moderna (cuscinetteria,leghe metalliche etc) - "equilibrio" delle componenti interne perso 'per sempre' alla prima apertura del blocco . Questo punto andrebbe definito con terminologia più specifica ma al momento non riesco a fare di meglio . Detto grossolanamente : l'assestamento generale del "primo" motore a livello di cuscinetti nelle loro sedi ,dilatazioni delle parti metalliche , giochi radiali/assiali . Insieme e globalmente determinano (anche ) la resa del motore e si tratta di un equilibrio che nessuna revisione potrà emulare in toto ( per variazioni infinitesimali di tanti parametri,che però nel complesso ... )
  26. 1 point
    Complimenti Daniele.. è bellissima![emoji106] Inviato dal mio ONEPLUS A5010 utilizzando Tapatalk
  27. 1 point
    Lascialo così,appena hai l'occasione prova un'altra marmitta per vedere cosa cambia
  28. 1 point
    Tutti quelli delle small dal 66 all'84 indipendentemente dalla cilindrata ma hanno un costo.L'ideale sono i carter del pk 50s v5x1m che hanno collettore a due fori come quelli special e si trovano ancora a prezzi ragionevoli.
  29. 1 point
  30. 1 point
    Complimenti.... bellissima, mi ricorda il mio restauro. Nonostante abbia diverse vespe, è quella che in assoluto uso più delle altre... Ciao
  31. 1 point
    Nel senso che non è solo il rapporto a fare fede, ma anche la dimensione del getto in funzione del freno aria. Ti faccio un esempio: un 55/160 ha come rapporto 0,34375, ma anche un 5,5/16 ha lo stesso rapporto, però la differenza di portata tra un foro da 55 centesimi ed uno da 5,5 centesimi è un tantino differente. Questo è un esempio estremizzato, ma per far capire l'importanza di gestire i rapporti per ingrassare/smagrire senza considerare la reale quantità di benzina che passa tra i getti. Il SI è un mondo difficile ...... Ciao Gg
  32. 1 point
    il 52/140 è leggermente più grasso del 55/160, ma attenzione alla portata. Ciao Gg
  33. 1 point
    Tu sai.... Vero?? Che metterà i piedi sulle coppe... e tu sarai felice di vederle graffiate.. AUGURIIIIIII
  34. 1 point
    Congratulazioni a te e alla santa che ti sopporta ! Benvenuta alla piccola ! Anche io sono diventato papà di una bimba quest anno , in marzo per l’esattezza , tranquillo non capirai più niente , ma è normale 😉
  35. 1 point
    E se vuoi stare ancora piu tranquillo,cambia la biella al tuo albero piaggio.
  36. 1 point
    Va bene, grazie mille sperando che questo problema si risolva del tutto 🤞🤞
  37. 1 point
    Grazie per il vostro aiuto. Ho fatto nuovamente la prova con la lampadina e al minimo reggeva tranquillamente, il tester era sempre ballerino poi ad un tratto si è staccato il negativo e continuava a segnare numeri a ca##o. Quindi penso che forse il colpevole sia lui anche perche se arrivavano 180V la lampadina saltava subito, invece reggeva senza problemi, a conferma ieri con tutto il sistema montato funzionavano lici frecce etc senza fulminare nulla. Forse il tester non regge la vespa??? Inviato dal mio Redmi Note 8 Pro utilizzando Tapatalk
  38. 1 point
    Sella singola mod. Piaggio 152357 (direi con targhetta Piaggio, ma attendi altre conferme) Edit: come optional a richiesta era disponibile la sella lunga cod. 152365 colore blu scuro con bordino grigio e cinghietta semirigida in plastica. Fanale posteriore cod. 91419 Per cercare i ricambi ti consiglio di scaricare i cataloghi presenti nell'area download. per la tua dovrebbe essere questo: Catalogo Ricambi Vespa Sprint, Super, GT, Rally180 ma sono molto utili anche alcuni siti che permettono di filtrare i ricambi per modello, i due più comodi che io conosca sono: https://www.ricambi-v.it/search# e http://www.lavespa.it/Accessori_restauro_ricambi_vespa_epoca_Milano_Tavole_scelta.asp?lingua=italiano&id_modello=49&nome_modello=Vespa 125 GT - VNL2T il secondo è molto caro ma di facilissima consultazione, perchè puoi cercare il tuo modello, visualizzare gli esplosi, ingrandire le sezioni che ti interessano e cliccare sui pallini per vedere i ricambi disponibili (spesso originali usati o nos) con foto dettagliate. Questo ti consente di orientarti molto bene nella scelta che poi puoi operare acquistando su altri siti o nelle fiere. Ciao
  39. 1 point
    Ciao a tutti sono Lorenzo,sono di Milano, mi scuso per non essermi presentato nella sezione apposita ma qui : La mia Vespa è del 1966 e credo sia una 50N.La tengo in campagna dai miei nelle colline del reggiano dove la comprai nel 2005 anche perché a Milano non ho il box e in strada durerebbe quanto un gatto sull Aurelia! Volevo dare una sistemata e un po di brio al motore . grazie in anticipo per le dritte che mi darete. saluti Lorenzo
  40. 1 point
    Io lo cambio ogni 5000/6000 km, di più non mi fido, anche perché ogni tanto una goccina la perde e non vorrei rischiare di farlo calare troppo [emoji23] a inizio stagione gli ho dato una rabboccata e l'ho portato a livello, ma come ha detto Paolo non conviene stare a elemosinare più di tanto considerato il costo dell'olio abbastanza irrisorio. Manuel Inviato dal mio Mi 9 Lite utilizzando Tapatalk
  41. 1 point
    Questa andrebbe vista di persona (magari con l'aiuto di un meccanico): https://www.subito.it/moto-e-scooter/vespa-125-primavera-1975-alessandria-349217555.htm Se è in perfetto stato come sembra, io offrirei 4000€ max, ma lo so, le quotazioni sono folli ...
  42. 1 point
    Benvenuto nel forum! Presentati per favore nell'apposita sezione (in Piazzetta). Per quanto attiene alla tua richiesta, per l'uso che vuoi fare della Vespa i due modelli si equivalgono. Se intendi fare la manutenzione da solo, sappi che nel PX questa è più agevole in quanto hai più posto a disposizione (= il motore è più facilmente accessibile), mentre nel Primavera devi intervenire in spazi più angusti. Non so se può essere un criterio di scelta. Di converso, rispetto al PX il Primavera ha l'innegabile vantaggio di essere meno sbilanciato stante la maggiore centralità del motore. In un caso o nell'altro non puoi sbagliare: sono tutt'e due delle bellissime Vespe. Per quanto riguarda i prezzi, questi dipendono non solo dalle "buone condizioni", ma anche dall'anno e dal Km'aggio. Guarda un po' i prezzi su Subito per dei mezzi che ti sembrano interessanti e toglici un 20-30% dato che, in genere, sono sempre contrattabili. Quando trovi qualcosa che ti piace, segnalala nella sezione "Melacompro" per avere il parere dei vari forumisti.
  43. 1 point
    Ottimo Kaliningrad, son contento. Cari saluti.
  44. 1 point
    Prima di spiegare bene come spurgare l'aria dal circuito freni è bene che tu sappia che l'olio non è comprimibile, mentre l'aria lo è. Per cui, sapendo che la pompa dei freni azionata tramite la leva sul manubrio, spinge l'olio attraverso il tubo fino alla pinza, potrai ben capire che se c'è aria all'interno questa viene compressa e i pistoncini che dovrebbero spingere la pastiglia contro il disco rimangono dove sono o comunque non riescono ad esercitare pressione sufficiente sul disco in modo d poter frenare. Quando rilasci la leva del freno, la pompa richiama l'olio e i pistoncini per effetto di risucchio rientrano nei cilindri facendo indietreggiare anche le pastiglie. Per togliere l'aria hanno predisposto la pinza con uno spurgo posto sul punto più alto della stessa. Continuando ad azionare la pompa e togliendo olio dal circuito tramite questo spurgo, prima o poi, se ci sono bolle d'aria all'interno del circuito, queste finiscono lì e possono venire espulse sempre tramite lo spurgo. Quindi azionando la pompa con la leva e tenendola tirata, imponi una pressione costante all'interno del circuito. Apri la vite di spurgo e la pressione fa sì che olio ed eventualmente aria esca dal foro dello spurgo. Capisci bene che è importante non mollare la leva del freno, altrimenti, con lo spurgo aperto faresti entrare aria nel circuito nel momento del rilascio. È quindi molto importante chiudere la vite PRIMA di rilasciare la leva del freno. Questa operazione, pompare - tenere la leva tirata - aprire lo spurgo - richiudere lo spurgo - rilasciare la leva, va ripetuta fintanto che vedi uscire bollicine d'aria dallo spurgo. Se ciò che esce da 'sto spurgo lo convogli in un recipiente in cui c'è olio e immergi il tubicino nell'olio stesso, sarai facilitato nella "lettura" di quanto esce dallo spurgo. Come al solito è più difficile da spiegare che da fare, ma come ti consigliavo già prima, cerca qualche tutorial che sicuramente con immagini e video ti sarà tutto più chiaro Buon lavoro
  45. 1 point
    Innanzitutto sincerati che la vaschetta dell'olio sia piena. Se riesci a posizionare il manubrio in modo che stia fermo puoi snche lasciarla aperta. Poi devi farti dare una mano. Uno tira la leva del freno due o tre volte e tiene tirato. Mentre la leva non deve assolutamente muoversi, l'altro apre la vite delli spurgo e la richiude dopo qualche secondo. Per evitare che tu abbia olio per freni ovunque (attento perché è corrosivo, ovvero intacca la vernice, dovresti mettere a mo' di cappuccio un tubicino allo spurgo. Così facendo convogli aria e olio in un recipiente. Una volta richiusa la vite di spurgo si può rilasciare la leva del freno e si ripete l'operazione finché non si vedono uscire più bollicine dallo spurgo. Ora sono in giro e non ho molto tempo. Ti consiglio di cercare un tutorial soprattutto per capire cosa stai facendo. Una volta compreso non è difficile. Se non risponde nessun altro, dopo pranzo posso scrivere quslcosa di più esauriente. Per far rientrare meglio i pistoncini, svita di mezzo giro la vite dello spurgo e cerca di farli rientrare tutti e due contemporaneamente. Fatto ciò, riavviti lo spurgo, riposizioni la pinza e inizi lo spurgo.
  46. 1 point
    Per verificare se è la ghigliottina basta osservare, a motore spento, se ruotando completamente la ghigliottina, senti che si incastra, facendo ritornare a vuoto la manopola, cioè senza resistenze dovute al ritorno della molla della ghigliottina.
  47. 1 point
    A me non è mai capitato che si bloccasse il filo nella guaina anche perché c'è la molla di ritorno della ghigliottina del carburatore che è bella dura e quindi ritorna chiusa se molli il gas (se è tutto ben lubrificato anche lato manubrio). In genere se rimane accelerata "per colpa del carburatore" è perché la ghigliottina si incastra rimanendo aperte perché il carburatore è storto (essendo in alluminio se si stringono troppo i prigionieri si "imbarca" ovvero essendosi deformato, fa scorrere la ghigliottina in certi tratti e la fa bloccare in altri, spesso quasi alla massima apertura). Per verificare se è la ghigliottina basta osservare, a motore spento, se ruotando completamente la manopola, senti che la stessa non tornando in posizione di riposo autonomamente, se la ruoti indietro, ritorna a vuoto, cioè senza resistenze dovute al ritorno della molla della ghigliottina. Questo se non vuoi smontare. Se invece togli coperchio scatola filtro e filtro aria del carburatore, azionando il gas, si vede subito se fa resistenza, ma credo che te ne saresti accorto anche guidando.
  48. 1 point
    Grazie Vol, non avevo capito la domanda. Non parlo inglese, per cui dovrete tradurglielo. Il PCB in ottone è stato realizzato partendo dall'originale che è stato steso in piano e scannerizzato. Con un programma di grafica vettoriale ho disegnato i contorni e esportato nel formato proprietario della mia taglierina. Ho tagliato il PVC adesivo, spellicolato e incollato sulla "carta di Spagna", ovvero lamina di ottone da 0,2 mm di spessore. Con l'acido ho inciso la lamina, naturalmente coprendo interamente la faccia inferiore della lamina. Una volta ottenuto il PCB l'ho messo dentro una pouche per plastificatrici, quelle da ufficio con cui plastifichi i tesserini, documenti, ecc. Dopodiché ritagliata al necessario, forata con l'attrezzo per fare i buchi nelle cinture dove serviva e infine, aperti i contatti con il bisturi da modellismo, in modo da togliere solo la plastica di sopra e lasciare il resto chiuso. Ho commesso un solo errore: non ho tenuto conto dello spessore della pouche nelle pieghe e 180°. Poco male, si fa presto a saldare una striscia d'ottone nei contatti, anzi, forse si ingrossano un po' per fare contatto meglio. Questo è tutto.
  49. 1 point
    Ha chiesto come si fanno gli stampati in rame. Vol.
  50. 1 point
    Per fare una prova pensi basterebbe sfilare il manicotto dalla parte della scatola del carburatore?
×
×
  • Create New...