Jump to content
VR News
  • IMAGES HOSTING
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.

GiPiRat

Utenti Registrati
  • Content Count

    21,752
  • Joined

  • Days Won

    48
  • Points

    321 [ Donate ]

Everything posted by GiPiRat

  1. Carlo, mi sa che le tue previsioni più fosche sono esatte, perché la stessa norma è stata introdotta in Italia, mi pare da 3-4 anni fa, anche per scoraggiare la pratica, soprattutto al nord, di avere vetture importanti con targa estera intestate a prestanomi. Io stesso ho dovuto intestare temporaneamente un'auto di mia sorella a mia madre, perché l'auto veniva usata a Lecce soprattutto per lei, mentre mia sorella è residente a Roma. Ciao, Gino
  2. Di andare nel forum giusto: https://www.vesparesources.com/forum/51-tuning-smallframe/ 😉 Ciao, Gino
  3. Con il codice d'omologazione, la sigla del telaio e l'anno di produzione, non scappi, ci sono tutte le caratteristiche tecniche che servono ad identificare un modello. Basta consultare la giusta scheda d'omologazione, ed in motorizzazione le hanno tutte, anche se le tirano fuori solo quando decidono loro. Ciao, Gino
  4. E' anche questione di "peso", gli altri registri storici sono di marca (Lancia, Fiat, Alfa Romeo) ed hanno un numero d'iscritti che è una frazione di ASI ed FMI, oltre a non avere, evidentemente, una dirigenza all'altezza. Ciao, Gino
  5. Sembrerebbe proprio di sì, ma non ne avevo mai dubitato. Sai che polverone si sarebbe sollevato? Comunque, anche se in ritardo rispetto all'ASI, anche FMI ha fatto il suo. 😉 Ciao, Gino
  6. Come già scritto, visto che hai il vecchio libretto: niente collaudo! Checché ne dicano all'ACI e, persino, alla motorizzazione! Ciao, Gino
  7. GiPiRat

    Presentazione

    Benvenuti ad entrambi! Ciao, Gino
  8. O ritrovano il certificato per ciclomotore della vespa, oppure la denuncia di smarrimento la fanno loro! Ciao, Gino
  9. Della targa (per i ciclomotori si chiama "contrassegno") non te ne fai nulla, è di proprietà dell'intestatario del contrassegno stesso. Nei ciclomotori la targa NON segue il veicolo al cambio di intestatario del mezzo. Sarebbe stato molto meglio avere il certificato per ciclomotore (libretto) o, almeno, una denuncia di smarrimento dello stesso fatta dal venditore. Ora chi ti assicura che quella vespa non sia rubata? Con tutto il contrassegno? Per il resto, leggi attentamente il primo post di questo topic: Ciao, Gino
  10. Te lo consiglio. Come hai ben osservato, in caso di incidente e controllo, sarebbero guai. Ciao, Gino
  11. Da quel che ho sentito, il 3 giugno dovrebbero riaprire regolarmente, naturalmente con le consuete accortezze da coronavirus. Comunque, visto che hai un appuntamento, approfittane. Ciao, Gino
  12. Devi rivolgerti al PRA che, anche se dovesse coabitare con la sede provinciale dell'ACI, ha sportelli distinti. La tua pratica è di competenzaa del PRA, che la assoverà senza costi aggiuntivi, al contrario di qualsiasi agenzia o delegazione ACI. Ciao, Gino
  13. E le delegazioni ACI hanno in genere costi leggermente più alti delle agenzie di pratiche automobilistiche private, con le quali, almeno, puoi contrattare. Non confondete ACI con PRA, il primo gestisce il secondo, ma sono due entità ben distinte. Scusami, ricordami il tuo caso: ti mancano i documenti? Per questo devi andare in motorizzazione? Ciao, Gino
  14. Il presidente dell'ACI lo conosco personalmente, ed è una brutta gatta da pelare, è di Lecce ed è stato il presidente della locale ACI oltre che del club ASI di Lecce, non per niente io ero iscritto all'ASI di Brindisi. 😁 Ciao, Gino
  15. Marco, lo dico da anni: sono tutte manovre per non far chiudere il PRA e, di conseguenza, togliere un'enorme fetta di potere all'ACI. In primis, il CdP si può PRETENDERE cartaceo come una volta, e non possono impedirti di volerlo, in secundis, hai perfettamente ragione, la semplificazione NON ESISTE, se mai il contrario! Per finire, tutto questo avvalora il mio convincimento che la presenza di targhe e documenti originali non serva assolutamente ad aumentare il valore di un veicolo storico, se non di una percentuale infinitesima. Speriamo che ASI la spunti, FMI non pervenuta. Ciao, Gino
  16. Version 1.0.0

    17 downloads

    Catalogo Ricambi per Vespa P125X e P200E del 1977 con aggiunta variante per Vespa PX125-150E e PX200E del 1982. File .PDF
  17. Vero, ma chi le importava in Italia da Svizzera e Germania provava ad immatricolarle come ciclomotori, com'erano, in effetti, in quei paesi, e qualcuno ci è pure riuscito! Ciao, Gino
  18. Mi pare che tu abbia capito il problema: le omologazioni intervenute DOPO l'approvazione delle misure UE dai vari Stati, valgono per tutti i paesi comunitari, quelle precedenti no e, comunque, si tratta di omologazioni differenti perché, all'epoca, le normative delle varie nazioni sui ciclomotori potevano essere molto differenti (guarda il caso della Francia e della vespa 50 a pedali). Se importo una 50 S o 50SS in Italia, dove all'epoca non erano omologate, o lo faccio come motociclo, oppure devo ridurre la potenza per farle rientrare nei limiti della legge italiana (sempre che la Piaggio dia il nulla osta, e non è detto). Ciao, Gino
  19. Non è che ci sia molta vernice da conservare e dubito che persino l'ASI accetterebbe un conservato su queste basi (con FMI non ci provare neanche!). Naturalmente puoi sempre provare a parlarne con un esaminatore ASI, ma dubito che possa darti un parere senza vedere il risultato finale e, quindi, ti metteresti nelle condizioni di dover fare il lavoro 2 volte, con i relativi costi che, a mio avviso, su una VBB1 non valgono l'impresa. Ciao, Gino
  20. In download trovi le schede tecniche omologative, con i codici d'omologazione. Ciao, Gino
  21. Se devi aspettare, forse allora ti conviene andare direttamente al PRA per fare un estratto cronologico. Ciao, Gino
  22. Hai provato a fare la visura online al PRA? Eccoti il link: https://iservizi.aci.it/VisureInternet/#/ Occhio che il veicolo potrebbe non apparire per varie ragioni e, comunque, fidati solo se dice che è radiata d'ufficio o demolita dal proprietario, tutto il resto potrebbe non essere certo, infatti una visura normale non ha valore legale, solo un estratto cronologico lo ha. Ciao, Gino
  23. No, nessun problema neanche con FMI, i motori si rompono e vanno sostituiti, l'importante è che la sigla sia quella giusta. Prima del 1959, probabilmente, avrebbero aggiornato il numero seriale, ora non si mette proprio. Ciao, Gino
×
×
  • Create New...