Jump to content

Omobono Tenni

Utenti Registrati
  • Posts

    96
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Omobono Tenni last won the day on January 14 2021

Omobono Tenni had the most liked content!

Personal Information

  • Città
    Palermo
  • Le mie Vespe
    Vespa 50 n 1967; PX MY 151 2006
  • Occupazione
    Avvocato

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

Omobono Tenni's Achievements

Explorer

Explorer (4/14)

  • Conversation Starter Rare
  • Dedicated Rare
  • First Post Rare
  • Collaborator Rare
  • Week One Done Rare

Recent Badges

2

Reputation

  1. Per me, (e qualcuno più preparato saprà confermare o smentire) a logica finché la lancetta può ancora spostarsi il contachilometri soffre solo della maggiore usura data dal girare più velocemente degli ingranaggi, roba pertanto di poco conto. La mia 50n presumibilmente con questa campana ed i 75cc. allungava in discesa sino agli 80km/h segnati dal tachimetro (nel mio caso un veglia con fondo 80). Al posto tuo la userei un po' prima di ordinarne un secondo per capire come ti trovi e quante volte sono realmente le occasioni in cui vai alle più alte velocità. E' più probabile che lo cambierai più per preservare il suo originale ed avere uno strumento in grado di misurare le velocità più alte.
  2. Per qualche tirata sporadica ogni tanto oltre la velocità massima segnata dal contachilometri io non cambierei nulla. A maggior ragione se cambi un prodotto originale con uno replica di qualità più bassa made in india Come va con la rapportatura ? tienici aggiornato se il consiglio si è rivelato corretto per le tue esigenze
  3. Non avendo trovato nulla di specifico mi permetto di aprire un topic apposito di discussione: Dovendo sostituire il lamierato della pedana alla mia Vespa 50n unificata del 1967 ho un dubbio su cosa acquistare su internet. Premesso che sto cercando di prendere qualcosa di qualità guardando prevalentemente cosa propone SIP, LVDue, Mauro Pascoli ed altri siti della stessa tipologia mi ritrovo però pedane dalle diverse lunghezze. Per fare l'esempio di SIP trovo lamierati pedane prodotti da REPRO di lunghezza 525mm; Premium quality di 530mm; Carlucci di 600mm. Inizialmente, nella mia poca dimestichezza sull'argomento, pensavo fosse la differenza tra la N unificata e la N allungata ma, la differenza fin troppo marcata tra i diversi prodotti mi fa ipotizzare che quelli di 530 e di 600mm siano volutamente un po' più lunghi per lasciare al carrozziere la possibilità di trovare il giusto punto dove effettuare il taglio e adattare i lamierati. Confermate il mio dubbio ? Avete qualche prodotto tra questi citati (o tra altri non menzionati) da raccomandarmi per la comprovata qualità ?
  4. Molto meno. Dipende da quali componenti monti e se ti fai da solo la manutenzione oppure ti affidi ad un meccanico. Considera che per il cambio una confezione di olio Motul HD 80W90 minerale costa circa 9 euro e ti dura almeno tre sostituzioni (consiglio di farlo ad ogni inizio estate a prescindere dai chilometri). La candela ti costa circa 4€ e puoi sostituirla ogni 2 anni con quel chilometraggio (e la vecchia la pulisci e te la porti dietro in caso di emergenze) Un paio di gomme Michelin s83 (le preferisco alle Pirelli trovandole il giusto e super collaudato compromesso su di un mezzo originale) costano circa 60/80 euro la coppia compresa la camera d'aria e le sostituirei per sicurezza ogni 2 anni. Le ganasce freno vanno da 18 a 40 euro la coppia dipende cosa monti e con quel chilometraggio le cambierai ogni 2 anni circa (usandola in città altrimenti su strada freni anche meno in rapporto con i chilometri fatti). Insomma a conti fatti ci saranno anni in cui spenderai pochissimo ed altri in cui sarai costretto a spendere qualche centinaio di euro. Inoltre su di un mezzo datato se non interamente revisionato ogni 4-5 anni devi mettere in conto (non significa che devi sostituirli sicuramente, ma è possibile) qualche spesa straordinaria come sospensioni o qualche riparazione elettrica Un meccanico poco pratico o poco onesto, così come un utilizzo non sempre rispettoso del mezzo (impennate, tirate a freddo, salti, sterrato e chi più ne ha più ne metta) possono far lievitare i costi di manutenzione ma questo è un discorso generico che vale dalla bicicletta alla nuova Bugatti
  5. Perdonami ma è una domanda poco sensata alla quale non è per nulla facile dare una risposta esaustiva. Ti spiego le motivazioni: Parli genericamente di "Vespa", e pertanto di un mezzo che va dal 46' al 2017 (permettetemi di escludere gli scooter... non me ne vogliate) e quindi di un mezzo che nella migliore delle ipotesi ha già 5 anni sulle spalle (e conosco molte persone in grado di distruggerle dopo pochi anni) e che mediamente si attesta sui 30 anni di vita. Con la necessaria approssimazione diciamo che partendo da un mezzo in perfetta efficienza (mezzo recente utilizzato con cura o interamente restaurato) possiamo dire che il costo di manutenzione è molto basso e si attesta al mero materiale di usura: 1) gomme 2) freni 3)candela 4) pulizia/revisione carburatore periodica 5) sostituzione olio cambio periodica 6) sostituzione liquido freni (modelli con freno a disco) o ingrassaggio cavi 7) sostituzione periodica batteria (se prevista) 8 ) sostituzione lampadine. Questi interventi, peraltro non necessariamente annuali se si utilizza poco il veicolo hanno una spesa veramente esigua. Con l'avanzare dei chilometri l'usura ti porterà alla sostituzione dei tamburi, del disco se previsto, delle sospensioni, dei cerchi se ovalizzati o se presentanti ruggine e della revisione del miscelatore se previsto. Gli interventi straordinari sono i più disparati e provenienti generalmente da guasti di componentistica datata (es. impianto elettrico se mai sostituito), o guasti meccanici. Ultimo discorso quello delle elaborazioni: qui si apre un mondo anche perché un'elaborazione fatta con criterio coniugata ad uno stile di guida rispettoso del mezzo non sempre porta svantaggi. Altrimenti (e spesso questa seconda ipotesi è la regola) si rischiano frequenti problemi. Sul costo effettivo della manutenzione basta che cerchi su internet i prezzi delle varie componenti da me citate (ovviamente presenti in diverse tipologie e prezzi) cui aggiungere un doveroso costo di manodopera del meccanico nel caso decidessi di non provvedere personalmente.
  6. Oggi al sud splende il sole (anche se ha piovuto molto per i nostri standard) e volendo sarebbe anche possibile per i più temerari un bagno mentre al nord italia nevica forte !
  7. Brutta situazione... hai tutto l'inverno per pensarci su... Ad inizio estate da un normale 75cc. con 18/67 finiremo con un 130 spinto da 45cv Prenditi il tempo che ti serve e fai il lavoro una volta sola... ma bene Partendo da questa corretta affermazione sappi che esistono in vendita alberi motore con corse alternative a quelle classiche. Sempre restando sulla corsa "corta" del 50cc. (e relativa cuffia "bassa") vi sono in commercio degli alberi motore corsa 43 o 45 mentre, su corsa "lunga" troviamo la corsa 53 fino credo a 56. Su internet trovi molto in merito ai vantaggi ed agli svantaggi di questo aumento di corsa che comunque, nel tuo caso, non ha molto senso effettuare.
  8. Sulle plastiche scolorite, dopo un'accurato lavaggio, sono solito utilizzare i prodotti Sintoflon Restore e Plastic Dress. Il primo ridona elasticità alle plastiche (viene assorbito e risulta molto efficace per preservare le guarnizioni) e lucentezza al colore ma tende ad andare via con l'acqua e l'utilizzo mentre il secondo forma una ottima patina protettiva che dura diversi mesi/anni a seconda dell'utilizzo. Molto più economici (ma con risultati peggiori) sono i prodotti spray rinnova plastiche per cruscotti.
  9. Occhio perché tutta la stampa (anzi, la scansione) soffre di un viraggio tendente al giallo tipico del procedimento di degrado ed ossidazione delle carte fotosensibili. Anche la tua pelle ha infatti una tonalità tendente al giallo o sintomo di viraggio oppure di un tuo cattivo stato di salute
  10. un copia-incolla della definizione su google ti aiuterà a riconoscerla
  11. ho riscontrato un rumore simile revisionando un motore di Piaggio Bravo assemblato alla "ammiocuggino". In pratica la gabbia a rulli della testa di biella era sbagliata ed al minimo lo spinotto del pistone ballava. Non credo sia il tuo problema però controlla questa eventualità
  12. Ti consiglio di informarti sulla questione frecce. Da un lato non si devono togliere le mani dal manubrio mentre per altro verso devi segnalare il cambio di corsia. Tutto si risolve facilmente se non ti trovi addetti alla motorizzazione ottusi ed eccessivamente fiscali.
  13. Premesso che credo sia più proficuo guardare su internet poiché molti utenti del forum hanno da molto ottenuto la patente con normative diverse da quelle attuali mi limito a riportarti alcune informazioni che potrebbero giovarti: Per esercitarti alla guida e per essere formato in modo responsabile, il primo passo è ottenere l’autorizzazione a esercitarsi alla guida, il cosiddetto “Foglio Rosa”. Potrai fare tutto in autoscuola: dopo il superamento dell’esame di teoria, potrai iniziare a esercitarti. Per sostenere l’esame di guida invece deve trascorrere almeno un mese e un giorno dal superamento dell’esame di teoria. L’autorizzazione vale sei mesi, durante i quali potrai sostenere la prova pratica per un massimo di 2 volte. Se la prima prova non va bene, è necessario che trascorra almeno un mese e un giorno per sostenerne una seconda. Potrai effettuare le esercitazioni con i nostri istruttori o da solo, purché in luoghi poco frequentati. Se ti stai esercitando su veicoli a più di due ruote, omologati per il trasporto di un altro passeggero, dovrà essere con te un istruttore La Nuova Guida o una persona che abbia conseguito la patente da almeno 10 anni (età massima 65 anni). In questo caso, i ciclomotori a 3 o 4 ruote dovranno circolare con l’apposita lettera “P” di Principiante. Non può conseguire il patentino: chi ha già conseguito una patente di guida, anche se è sospesa o scaduta; chi ha avuto particolari tipi di revoca della patente di guida (per uso di stupefacenti, guida in stato di ebbrezza, mancanza dei requisiti morali, ecc.); una cilindrata pari o inferiore a 50 cc e non può superare i 45 km orari di velocità per costruzione. I DOCUMENTI Le nostre autoscuole ti guideranno anche sotto l’aspetto burocratico e documentale. Per cui niente paura, il nostro staff ti spiegherà ogni cosa e ti aiuterà a procurarti tutti i documenti necessari, come ad esempio il certificato medico che deve essere rilasciato da uno dei medici previsti dall’ art.119 del Codice della Strada. ESAME PRATICO L’esame pratico di guida per la patente AM consiste di due fasi: - la prima consiste nell'esecuzione di talune manovre, da svolgersi in area appositamente attrezzata: manovre diverse a seconda che la prova sia sostenuta su ciclomotore a due ruote, o su ciclomotore a tre ruote o su quadriciclo leggero. (In tale fase il candidato, a prescindere dal tipo di veicolo utilizzato, è da solo alla guida) - la seconda, cui si accede solo se si è superata la prima, verifica la capacità di guida del candidato nei traffico. In tale fase sul veicolo, diverso dal ciclomotore a due ruote, è presente una persona in qualità di istruttore, in possesso dei requisiti di cui all'articolo 122, comma 2, CdS. PRIMA FASE - CON IL CICLOMOTORE A DUE RUOTE Le prove della prima fase sono le seguenti: Slalom Otto Passaggio in corridoio stretto Frenatura In questa prima fase, sarà verificata la tua abilità tecnica nell’affrontare un percorso, delimitato dai coni, in un appropriato spazio chiuso. Le manovre che l'allievo dovrà effettuare sono: Slalom Il candidato dovrà effettuare il percorso lasciando alternativamente da una parte e dall'altra ciascuno dei 5 coni, e scostandosi da essi il meno possibile. I coni saranno disposti in linea retta con una distanza di 4 metri l'uno dall'altro. Quali sono le penalizzazioni? a) Abbattere uno o più coni; b) Saltare un cono, omettendo di svolgere il percorso che parzialmente deveavvolgerlo; c) Allontanarsi eccessivamente dai coni; d)Mettere un piede a terra; e) Impiegare un tempo eccessivo; f) Coordinare in modo irregolare la guida dimostrando scarsa abilità. Otto Il candidato dovrà descrivere un otto, quanto più possibile regolare, avvolgente i 2 coni posti inizialmente e collocati all'interno della zona delimitata dai 10 coni aggiunti. I 2 coni saranno disposti alla distanza di 8 metri con intorno, alla distanza di 3,5 metri, altri 5 coni, in modo che formino fra di loro con altri 2 coni, angoli di 60 gradi. Quali sono le penalizzazioni? a) Abbattere uno o più coni; b) Disegnare un otto irregolare; c)Mettere un piede a terra; d) Impiegare un tempo eccessivo; e) Coordinare in modo irregolare la guida dimostrando scarsa abilità. Passaggio in corridoio stretto Il candidato deve percorrere il corridoio a bassa velocità. I coni saranno posti a 50 cm tra di loro fino a formare un corridoio lungo 6m e largo quanto la massima larghezza della moto all'altezza dei coni, più 30cm. Quali sono le penalizzazioni? a) Abbattere uno o più coni; b) Mettere un piede a terra. Frenatura Il candidato, partendo da un rettilineo lungo 25 m, deve passare ed arrestare il veicolo in modo che la ruota anteriore superi il primo allineamento, ma non il secondo. Quali sono le penalizzazioni? a) Arrestare il motoveicolo con la ruota anteriore che non ha superato il primo allineamento; b) Arrestare il motoveicolo con la ruota anteriore che ha superato il secondo allineamento; c) Coordinare in modo irregolare la guida dimostrando scarsa abilità. SECONDA FASE - LA PROVA NEL TRAFFICO Il candidato eseguirà, in condizioni normali di traffico ed in tutta sicurezza, le seguenti operazioni: a) partenza da fermo: da un parcheggio, dopo un arresto nel traffico, uscendo da una strada secondaria; b) guida su strada rettilinea, esaminando il comportamento del candidato nei confronti dei veicoli che provengono dalla direzione opposta, anche nell'eventualità di circolazione in spazio limitato; c) guida in curva; d) incroci, esaminando la capacità del candidato di affrontare e superare incroci e raccordi; e) cambiamento di direzione: svolta a destra ed a sinistra; cambiamento di corsia; f) sorpasso/superamento: esaminando la capacità del candidato di sorpassare altri veicoli (se possibile), di superare ostacoli (ad esempio vetture posteggiate), di essere oggetto di sorpasso da parte di altri veicoli (se del caso); g) elementi e caratteristiche stradali speciali (se del caso), quali ad esempio: rotonde; passaggi a livello; fermate di autobus/tram; attraversamenti pedonali; guida su lunghe salite/discese; gallerie; h) rispetto delle necessarie precauzioni nello scendere dal veicolo. In tale seconda fase, l’esaminatore utilizza un sistema di comunicazione audio con il candidato, verificando che tale sistema sia dotato di vivavoce attivo, sia in chiamata che in ricezione, in modo permanente. La durata della prova di guida nel traffico è di 25 minuti. VEICOLI IMPIEGATI PER L'ESAME PRATICO DELLA PATENTE AM La prova pratica di guida può essere sostenuta su: ciclomotori a due ruote (categoria L1e); ciclomotori a tre ruote (categoria L2e) e quadricicli leggeri (categoria L6e) se omologati per il trasporto di un passeggero oltre al conducente. I ciclomotori a tre ruote ed i quadricicli leggeri devono essere dotati di retromarcia, al fine di consentire l'espletamento delle prove specifiche. I veicoli di categoria AM non devono essere necessariamente dotati di cambio di velocità manuale, fatta salva l'apposizione del codice 78 sulla patente conseguita con veicolo con cambio diverso da quello manuale. Qualora la prova venga sostenuta su veicolo con cambio diverso da quello manuale – sulla patente di guida, in corrispondenza della categoria AM, sarà annotato il codice UE armonizzato “78”: pertanto al titolare della patente. MULTE E SANZIONI Quando sei alla guida del ciclomotore puoi incorrere in multe e sanzioni. Fino alla sanzione accessoria del ritiro, della sospensione o della revoca e la decurtazione dei punti in tutti i casi in cui le stesse sanzioni sono previste per la patente di guida. In alcuni casi si incorre anche nel fermo amministrativo del ciclomotore per 60 giorni. Le sanzioni vengono applicate anche in caso di guida del ciclomotore senza patente o patentino o se affidi il veicolo (di cui hai la materiale disponibilità) ad una persona sprovvista di patentino (nel caso di ciclomotore). Da quel che leggo pare si sia applicato anche per i 50cc le limitazioni della patente proprie di chi ha effettuato l'esame con un monomarcia. Pertanto è necessario che tua figlia superi l'esame della patente con la Vespa, o comunque con un ciclomotore dotato di cambio manuale.

Board Life Status


Board startup date: September 04, 2017 19:43:09
×
×
  • Create New...