Jump to content
VR News
  • IMAGES HOSTING
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.

Omobono Tenni

Utenti Registrati
  • Content Count

    12
  • Joined

  • Last visited

  • Points

    13 [ Donate ]

Community Reputation

0

Personal Information

  • Città
    Palermo

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Penso ad una ipotesi stupida nella sua semplicità ma non sempre di facile intuizione. Può essere che il getto che ti ritrovi è stato rialesato negli anni per delle elaborazioni ? Ti ritroveresti un getto apparentemente originale che non funziona come tale.
  2. Avverto, ovviamene in modo minimo ma pur sempre rilevabile, una migliore detonazione in camera di scoppio che si traduce in una maggiore regolarità del mezzo in tutte le fasi. Anche gli scoppi in rilascio sono più avvertibili. Io lo uso su moto da corsa ben più potenti, ma trovandomelo in garage non disdegno nell'aggiungerlo alla vespa in occasione di lunghi viaggi o gite fuoriporta magari in montagna.
  3. Ho un PX Millennium 150 originale con modifiche minime al motore quali: Marmitta megadella al posto della normale Aumento getto massimo di qualche punto per via della marmitta Pignone con un dente in più e relativi rapporti di poco più lunghi (ho ottenuto solo vantaggi) Candela punta preminente con elettrodo all'iridio La differenza nell'erogazione la sento sia quando in estate uso l'olio Bardahl KTS competition con octane booster (in inverno usandola prevalentemente in città o per brevi passeggiate preferisco il più classico bardhal VBA) sia quando metto ulteriormente un octane booster della sintoflon con le giuste proporzioni in occasione di lunghi viaggi. I vantaggi li avverto onestamente, avendo soprattutto più coppia e medi (allunga anche meglio ma il 150 originale non può far miracoli). Non userei tali benzine ogni giorno, anche perché si parla di piccoli vantaggi inutili in città a fronte del prezzo maggiore della benzina. Ma in occasione di qualche giro più lungo partire con un pieno con 100 ottani male non fa.
  4. Non lo so ma comunque non credo essendo minime le differenze tra i due carburatori. Del resto il filo è già di suo un minimo più lungo proprio per evitare problematiche di questo tipo e poi va regolato per ogni mezzo.
  5. Ricorda che la condotta del 16/10 non si adatta anche al 16/16 perché entrerebbe aria. I carburatori di nuova concezione cambiano nella loro struttura e consentono una carburazione più accurata a fronte di consumi minori. Le condotte sono invece universali sia per i nuovi che quelli più vetusti.
  6. Ogni carburatore va accoppiato al suo collettore ed alla sua scatola filtro. Attento che il 16/16 entra nel collettore del 16/10 ma in modo troppo "comodo" con conseguente aspirazione di aria. Tra le versioni più moderne dei due carburatori se dovessi propendere per il 19 valuta la sua versione "racing" color nero. Questo modello, a fronte di una differenza di prezzo minima, ha la comodità di poter sostituire velocemente i getti. Per il resto non noterai differenze rispetto a quello non racing.
  7. Posso farti il mio esempio. Monto su motore completamente originale dei pezzi 75 polini (non racing) con carburatore 16/10 e marmitta originale piaggio IGM. Posso dirti che con questa configurazione la vespa si nota che è soffocata, poiché va bene ai medi ma manca di bassi e di allungo e questo sia per la marmitta che per il carburatore piccolo. Per me non è mai stato un problema, del resto raramente vado oltre i 60 di tachimetro (superati i 60 la vespa procede lentamente sino agli 80 di tachimetro). Secondo me la risposta alla tua domanda è piuttosto soggettiva e ti spiego il perché: entrambi i carburatori da te citati andranno bene con le dovute regolazioni sia con la termica diametro 47 che con quella 50, tu prediligi contenere i consumi (16/16) ed aver tutto sommato un buon equilibrio oppure andare di poco ancora meglio (19/19) aumentando i consumi ? (sia chiaro che i consumi aumenteranno ma non in modo fastidioso o improponibile) Anche la rapportatura gioca un ruolo fondamentale poiché in presenza di rapporti molto corti con il 19 consumeresti molto di più a fronte di miglioramenti irrisori. Qualunque sarà la tua scelta, i modelli phbg sono da preferire per entrambi poiché più moderni ed evoluti rispetto agli shb. Anche io sono indeciso sui due modelli di carburatore per la mia 50N cui vorrei montare una termica 85cc con campana 18/67 portata a 19/67 e ruota da 10" al posto di quella da 9"
  8. Per quanto concerne i colori delle guaine ? Pensavo di metterle tutte color grigio, ma volevo conferme sulla coerenza rispetto all'originale. Comprendo che parliamo di dettagli, ma un restauro corretto lo si vede in questo.
  9. Da questo scatto si notano anche le strisce pedana errate rispetto quelle sue originali solo di gomma.
  10. Purtroppo, pur avendo ridotto al massimo possibile la qualità, non riesco momentaneamente ad inviare ulteriori immagini.
  11. La Vespa sino a poche settimane fa si presentava così (appena riesco a ridurre la qualità caricherò altre foto). Il bilanciamento del bianco di questo scatto la fa sembrare molto più azzurra del reale come tonalità e già so che il bordo scudo andrebbe rimosso (così come la cornice faro) ed il telaio della sella verniciato. Inoltre in questa foto monto le ruote con gomme da 10" ed il cavalletto è quello grande. Attualmente si presenta invece completamente smontata poiché (al contrario di come le foto possono lasciar intendere) era stata verniciata più volte e non bene (vernice spaccata in alcuni punti e carrozzeria molto stuccata). grazie per la precisazione. Ho sia i cerchi da 10 che quelli da 9 (con gomme Superga con disegno antico del battistrada). Per l'iscrizione ovviamente monterei quelli da 9 salvo poi decidere se tenerli o sostituirli con gli altri. ho un cavalletto acquistato una decina di anni fa nuovo da 16mm e mai usato. Al momento monto uno più grande e verniciato di nero. Non ricordo se è FA Italia o altra marca. E' grigio zincato ruvido e non verniciato, per questo avevo dubbi. faro e luce posteriori non sono originali, bensì acquistati anch'essi nuovi una decina di anni fa. Non sono Siem, per questo chiedevo in proposito.
  12. Un saluto a tutti gli utenti di questo prezioso forum. Mi chiamo Guglielmo e posseggo una Vespa 50 n unificata del 1967 che mi sto accingendo a restaurare. L'obiettivo è ottenere un restauro filologico del mezzo, preservando le parti originali e sostituendo le restanti con componenti coerenti. L'unica differenza che vorrei concedermi sarebbe quella relativa al gruppo termico di diametro 47 e (forse) i cerchi per la modifica delle gomme da 10", considerato che non amo il comportamento del mezzo con le gomme piccole. Per quanto concerne il colore, il numero di telaio 171. . . mi "impone" (ed anche senza imposizione l'avrei fatta così) il verde chiaro codice finale max meyer 303. Nessun dubbio inoltre per il codice di grigio da utilizzare per cerchi, forcella e copri volano. Ho già provveduto ad ordinare il bloccasterzo neiman con chiavi e serratura copri bloccasterzo marchiate, così come acquisterò prossimamente lo scarico a "padellino" con omologazione IGM 4109. I miei dubbi per quanto riguarda il restauro sono i seguenti: 1)Posseggo il cavalletto di diametro più piccolo adatto per questo mezzo e lo stesso si presenta di un grigio zincato grezzo. Va verniciato grigio o lasciato così ? 2)Per i fari monta sia all'anteriore che al posteriore i siem. Il fanalino posteriore giusto è quello (siem) che presenta la cornice grigia alla parte catarifrangente ? 3)Monta il clacson cromato bachel Genova con guarnizione color grigio chiaro ? 4)Di che colore vanno le guaine dei fili ? sono Grigie o nere ? 5)L'omologazione IGM, con relativo stemma rettangolare, era sempre presente sul filtro dell'aria del carburatore (16/10) ? 6)La vite di fissaggio delle leve al manubrio è a taglio cromata o a croce e zincata ? Lo stesso dubbio permane per la vite laterale di chiusura parafango. 7)Vi sono altre parti oltre quelle elencate che devono presentare il codice omologazione IGM ? Se si quali e quale codice ? 8)So che la 50 N rispetto alle altre monta un parafango leggermente diverso rispetto alle serie successive. Non possedendolo qualcuno conosce delle buone repliche ? In alternativa pensavo di prendere uno con disegno classico di buona fattura su sip o tramite Mauropascoli. 9)Meglio sulla sella singola la scritta aquila Aquila Continentale o Aquila Made in Italy ? 10)Per la scritta adesiva sul verde chiaro è preferibile quella di colore blu chiaro o blu scuro quasi nero ? Come telaio siamo ante ottobre 1967. 11)I tachimetri rifatti con fondo scala a 60km/h sono tutti della stessa qualità o ve ne sono di migliori ? Grazie mille a chiunque vorrà aiutarmi p.s. qualsivoglia ulteriore suggerimento è ben accetto !
×
×
  • Create New...