Vai al contenuto
VR-News
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.
  • IMAGE HOST

Marben

Utenti Registrati
  • Numero contenuti

    17.173
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    80
  • Points

    422 [ Donate ]

Marben è il vincitore del Gennaio 28

Marben Ha avuto il maggior numero di like!

Reputazione Forum

263 ha una reputazione eccezionale

3 Seguaci

Su Marben

  • Livello
    Moderatore
  • Compleanno 17/08/1988

Informazioni Personali

  • Città
    Robecco sul Naviglio
  • Le mie Vespe
    VNB5, ET3, P120X senzafrecce, P150X senzafrecce, 50L, PX150 Euro2, 2x Bajaj Classic SL
  • Occupazione
    Tecnico

Visite recenti

4.677 visite nel profilo
  1. Marben

    Velocità e chilometraggio di fantasia

    Il problema oggetto di questo post è stato trattato all'interno di questa discussione.
  2. Marben

    Mafalda ha schiavettato?

    La n. 43 è una rondella che funge da battuta per la guaina; la n. 41 (a dispetto del disegno dovrebbe essere solo una) è una rondella di spallamento dell'ingranaggio. Sono ricercatezze tecniche previste all'origine, ma la loro assenza non pregiudica il funzionamento del complesso e, peraltro, credo sia difficile reperirle oggi nei kit in vendita (sulla cui qualità si potrebbe parlare a lungo). Limitati dunque alla sostituzione dell'ingranaggio e vedi come va. Per il grasso, va bene quello al litio così come va pure bene quello comune per cuscinetti che poi era quello adottato all'epoca. Gli ingrassatori sono pensati per funzionare con appositi erogatori a stantuffo, che dunque spingono il grasso con una certa pressione. Visto che stai intervenendo direttamente, abbonda col grasso all'interno del mozzo prima di ricollocare gli organi del rinvio.
  3. Marben

    Mafalda ha schiavettato?

    L'ingranaggio è appunto errato e questo spiega l'errore di misura del tuo tachimetro. Per inciso: molto più precisi ed affidabili i vecchi strumenti rispetto ai nuovi, alquanto dozzinali e non solo nella misura. Devi solo sostituire l'ingranaggio con uno a 9 denti, badando che l'innesto sia compatibile con la tua trasmissione (se è quella giusta, il quadro è da 2,7 mm). L'albero ruota, che reca sullo stelo l'elicoide per la trasmissione del moto al rinvio, è sicuramente del tipo corretto. Per il getto, se già hai un 104 non andare oltre. Buona strada!
  4. Marben

    Mafalda ha schiavettato?

    Alfonso, non mettere una candela più calda. Mi pare che la tua abbia un aspetto più che soddisfacente. Anzi, forse farei una prova aggiungendo due punti al getto del massimo, giusto per tranquillità. Ad ogni modo è normale che la candela si presenti un po' bagnata se è stata rimossa dopo diversi minuti di funzionamento al minimo. Tanto più che il motore non si è spento, si conferma adeguata. Semmai se riscontrassi malfunzionamenti legati alla tendenza ad imbrattare, allora potresti valutare di metterne una più calda. Per la verità su questi motori ho sempre usato Bosch W5 o equivalenti senza mai sentire la necessità di cambiare il grado termico. Per il contachilometri, assicurati di non avere nel mozzo un rinvio per ruote da 8". Stacca la trasmissione dal lato ruota, quindi svita il bussolotto che tiene l'ingranaggio del rinvio, che estrarrai insieme con l'anello dell'ingrassatore. L'ingranaggio quanti denti ha? Nove oppure undici?
  5. "Ad occhio" la sede è perfettamente circolare. Io credo sia solo una lavorazione eccentrica, che peraltro trova spiegazione in come erano realizzati questi carter. Mentre nei carter large più recenti veniva praticato il foro e poi inserita la bussola-astuccio (la quale ha la semplice funzione di prevenire il danneggiamento della sede, impiegando un materiale più duro dell'alluminio), in quelli più vecchi veniva annegata nella fusione una massa in ottone e poi questa veniva lavorata. Il posizionamento della massa di ottone era imperfetto ma nella tolleranza necessaria affinché ospitasse adeguatamente la sede. Fai le verifiche che ti sono state suggerite, per tranquillità, ma il fatto stesso che lo smusso originale sia ancora visibile ed omogeneo mi porta a pensare che la sede non abbia subito alcuna deformazione.
  6. Marben

    Restauro vespa VNA 1957

    No, sulla GL non va. Negli esplosi la vedi perché il catalogo si riferisce a vari modelli di Vespa 150.
  7. Marben

    Decal rodaggio

    Alfonso, la tua SV è delle ultime, niente decal.
  8. Marben

    Restauro Vespa 150 GL 1963

    Al di là della mera verniciatura, ti raccomanderei la revisione totale della forcella. Con questi componenti non si scherza.
  9. Marben

    Getti Polini 177

    Sì, però sui carter Sprint di norma il piano non copre il terzo travaso. Inviato dal mio Siemens S62
  10. Marben

    Di dove è questo volano

    Su una large precedente al 1977, in abbinamento ad uno statore elettronico a 6V (quello del P200E senza frecce) o 12V (versioni con frecce). Naturalmente nel caso di uno statore a 12V bisogna intervenire su varie parti dell'impianto sulla falsa riga di quello tipico PX. Inviato dal mio Siemens S62
  11. Marben

    Benzina nella marmitta vba1t

    Forse intendi il corpo del selettore del cambio, quello che in Piaggio definiscono "supporto comando cambio" e che, col normale utilizzo, si riempie d'olio, che passa attraverso il cuscinetto a rulli dell'albero del cambio. Se si verifica una perdita da quel punto, cerca anzitutto di individuare il punto esatto: pulisci bene e tieni d'occhio la situazione. Può essere che sia sufficiente sostituire la guarnizione in carta, così come questo può non bastare. Magari il piano è irregolare. In tal caso un sigillante o del bicomponente potrebbero essere d'aiuto (il condizionale è d'obbligo). Controlla bene che non ci siano crepe, sia sul carter, sia sul supporto-selettore. Quanto alle perdite di miscela, se la ritrovi nella marmitta il principale indiziato è lo spillo: è quel piccolo pezzo di ottone appeso al galleggiante che termina con una punta conica in gomma. Sostituiscilo, prediligendo un ricambio con la punta in gomma rossa, a garanzia di compatibilità con le moderne benzine. Se questo non si rivelasse sufficiente, controlla il galleggiante: deve, come è ovvio, galleggiare e non sono ammissibili abbondanti infiltrazioni di liquido al suo interno. Il suo movimento deve essere libero. La sostituzione dei getti non ha senso, perché i getti non si usurano se non vengono manomessi. Anzi la loro sostituzione può rivelarsi imprudente se non si montano pezzi di sicura provenienza. Quelli presenti in buona parte dei kit in commercio, quelli che "ti danno tutto" sono per la verità quasi sempre farlocchi e la misura che riportano (se la riportano!) può non essere attendibile. Se il tuo motore è in configurazione originale, rimonta i getti originali ed andrai sul sicuro.
  12. Marben

    Di dove è questo volano

    È un brevetto USA, ma si ritrova sui volani normalmente montati sui modelli per il nostro ed altri mercati. Da metà anni '80 sino ai primi anni 2000.
  13. Marben

    Di dove è questo volano

    Si direbbe proprio che è un volano per accensione elettronica PX modificato trapiantando un cono tipo pre-PX. Se vedo bene, internamente si notano le teste esagonali. Inviato dal mio Siemens S62
  14. Marben

    Ciao a tutti da teopanz

    Ciao Teo, leggendo il tuo nick prima di aprire la tua discussione non ho potuto fare a meno di pensare ad Enzo... e ci avevo azzeccato. Benvenuto su VR, un abbraccio a tutta la famiglia.
×