Jump to content

Psycovespa77

Utenti Registrati
  • Posts

    5,783
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    53

Psycovespa77 last won the day on May 8

Psycovespa77 had the most liked content!

2 Followers

About Psycovespa77

  • Birthday 07/26/1977

Personal Information

  • Città
    Santa Croce sull'Arno(Pi)
  • Le mie Vespe
    special 1975-special 1978-special 1982-pk50s 1984-pk 50s 1983-pk 125s 1984-50l 1967
  • Occupazione
    Pellaio

Recent Profile Visitors

5,888 profile views

Psycovespa77's Achievements

Contributor

Contributor (5/14)

  • Dedicated Rare
  • Conversation Starter Rare
  • Very Popular Rare
  • Reacting Well Rare
  • First Post Rare

Recent Badges

135

Reputation

  1. Si.Carter e biella son gli stessi per ape e vespa 50.I cilindri sono in comune per tutte e due i mezzi.
  2. Io ci farei qualche km per vedere realmente come stanno le cose. Poi,se il problema persiste e si rendesse necessario aprire un altra volta,posso suggerirti di usare guarnizioni siliconiche per i carter che tolgono eventuali lievi problemi di accoppiamento e trafilatura. Poi prendi il calibro e misura l'albero nel punto dove lavora il paraolio confrontandolo con un altro, negli anni me ne son capitati fuori quote. Tutto questo premettendo che usi miscela non vecchia e senza troppo olio.
  3. Come sempre un lavoro meticoloso e ben fatto. Complimenti!
  4. Se trovi altri motori 2t quando vai a portar via il ferro,mettimeli da parte che almeno ho una valida scusa con la moglie per passare a trovarti Torniamo al motore.Finora ho preso il necessario per accoppiare i carter,devo solo portarli in rettifica per alcuni controlli e poi a tempo debito li chiudo. Finora ho curato la parte meccanica ma senza corrente per la candela ed i fari non si va molto lontano.Da quanto si evince dai fianchetti laterali del caballero,di serie quel motore monta un accensione elettronica ducati.Perfetta per le mie esigenze ma... questo è quel che ci ho trovato montato capirete la mia dlusione quando,aperto il carterino,ci trovo questo rottame marcio. e prima di fare le foto l'ho anche ripulito un pò...ruggine e ossido dappertutto.Da buttare. L'altro donatore invece aveva un accensione con volano in acciaio pari al nuovo e perfettamente funzionante.Però io volevo l'accensione elettronica...non le puntine.Potevo accontentarmi di un elettronica usata a buon prezzo oppure una di modelli successivi rv3-4,am6 e tanti altri con ottimi risultati e spesa contenuta?Stavolta no,non mi accontento di rattoppare l'ennesima accensione come ho sempre fatto con le vespe e allora prosciughiamo tutto il budget destinato a campana frizione e marmitta in favore di questo gioiellino Accensione a rotore interno mvt per minarelli p6.Rotore in titanio da 250grammi,anticipo fisso(cambiando modulko si trasforma in variabile con pochi euro)55w disponibili per impianto luci,lavora sia con rotazione destra che sinistra,limitatore di giri attivabile in caso di bisogno e anche un altra cosa.In caso si danneggino irreparabilmente rotore e statore,li spedisci al produttore e con soli 100 euro te li rimandano nuovi.Spero di non doverne aver bisogno.
  5. Vediamo cosa viene fuori alla fine.😁 Facendo qualche prova di ingombro,sembra che un phbh30 c'entri preciso preciso come ingombri...in alternativa phbh26.
  6. Gli ammortizzatori originali sono degli IMCA comuni a molti tuboni dell'epoca.Belli si ma utili come un culo senza il buco,in compressione sono decenti ma in rilascio non hanno freno.Ho provato a cambiare olio e controllare usura e completezza del sistema ma il risultato era sempre lo stesso.Per fortuna che,anche se malmessi,il caballero donatore montava degli splendidi,incrostati e rugginosi marzocchi ag.Completamente scarichi,senza olio,steli rugginosi e con terra all'interno.Provo a salvarli,mi son detto e dopo un paio di ore di lavoro sulla meccanica interna cambiando solo qualche or,scaldando i paraolio per ammorbidirli un pò,una lisciata agli steli e un pò di olio idraulico...chiudo e provo.Non credevo che funzionassero,viste le condizioni ma contro ogni mio pronostico funzionano da dio.Giusta leggera frenatura in compressione ed in estensione frenano come dio comanda.La membrana in gomma che separa il gas dall'olio è ancor integra dopo quasi 50 anni...mica la roba odierna.. Le foto seguenti sono dello smontaggio post controllo funzionamento.Sarà forse l'ultima cosa sulla quale spenderò tempo e denaro a tubone finito,il kit revisione comprensivo di steli nuovi viene circa 200 euro.Possiamo aspettare e usare gli IMCA per un pò. Il corpo ammortizzatore lo farò sabbiare e poi verniciare come in origine,come molle userò quelle degli IMCA gia verniciate. Vale la pena spenderci tanto quando si trovano repliche nuove a poco piu di 100 euro?Si,una volta revisionati per almeno altri 30 anni funzioneranno senza problemi.A volte,chi piu spende,meno spende.
  7. Si,proprio quello e versione con miscelatore. In ottime condizioni,non ha molti km. Qualcosa ci farò,quando l'ho messo in moto con proma e 19 girava veramente bene. È stato quello che mi ha riacceso la tubonite.
  8. @Kalimero Colpa tua che mi hai portato all'isola ecologica a recuperare tre motori di cui uno di tubone garelli... ti mando via vhatsapp le foto dell'ultimo arrivo in anteprima,poi lo posterò qui con calma.
  9. Ci sto lavorando e ci sto spendendo ma pian piano...a breve la triste storia degli ammortizzatori posteriori.
  10. La storia va avanti e prosegue. Il tubone omc era privo di impianto elettrico e quello del testi cricket benchè funzionante era fatto di pezzi e aggiunte varie. visto che alla fine si trattava di 3 fili di numero e che non si trova come ricambio...ovviamente me lo costriusco da solo e come voglio.I cavi utiizzati sono gentilmente donati da impianti vespa pk-px in disuso.Ottima occasione per riciclare. e gia che c'ero,cavi con sezione doppia rispetto all'originale.Meglio abbondare,non si sa mai in futuro possa tornare utile. Un amico del forum,Gianni78 mi ha preparato i cuscinetti in nylon cosi mi semplifica le misurazioni pre montaggio. Altri acquisti.Due serie paraoli-or,gabbie a rulli primario e secondario cambio, due seriecuscinetti banco con gabbia in poliammide,biella con gabbia argentata per alti regimi,fascia per cilindro 50 e fascia di ricambio per l'80cc.Le guarnizioni le avevo gia prese tempo fa,ovviamente due serie.
  11. Domanda da profano non avendo visto le due marmitte intere,sei sicuro che una delle due non sia una proma cannone?Perchè alla fine esteticamente erano uguali,cambiava solo il sistema silenziatore.
  12. Ancora a trafficare con le vespe?Sul moderno e veloce non saprei che dirti,mi son fermato al polini in ghisa...E il suddetto polini è ancora lo stesso del VRaduno del 2013 che ancora funziona e non mi ha mai tradito.Il prblema piu grande nel fare motori abbastanza prestanti è l'affidabilità dei vari componenti;prendere roba buona non da gara ha un bel costo e a far sparire 1200-1300 euro è un attimo.Con i prezzi odierni,trasformare una 50 in 130 con un misero dr costa dai 600 ai 700 euro se ti accontenti e senza tante pretese.
  13. Nel frattempo,lavorando sul 50 mi son reso conto che alla fine lo userò solo per le revisioni biennali.Dove caxxo vado col 50 che peso quasi 100 kg? E allora vai che si spendono altri centoni per un bell'80 cc athena-eurocilindro in alluminio.Un pò grezzo di fusione ma come sempre il dremel tornerà utile. Lo scarico è gia vicino ai 190*,per ora mi limito a lavorare sull'aspirazione e rifinire meglio il tutto.
  14. Diciamo che il telaio non mi interessava all'epoca ed ha fatto una brutta fine. Il motore ho provato a venderlo un paio di volte...decine di chiamate inconcludenti,proposte assurde e perditempo a secchiate.
  15. Io ne ho metà. Ho il motore ma non il telaio 😅

Board Life Status


Board startup date: September 04, 2017 19:43:09
×
×
  • Create New...