Jump to content
VR News
  • IMAGES HOSTING
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.

querida-presencia

Utenti Registrati
  • Content Count

    568
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    10
  • Points

    288 [ Donate ]

querida-presencia last won the day on December 25 2019

querida-presencia had the most liked content!

Community Reputation

25 diventerà presto famoso

1 Follower

About querida-presencia

  • Rank
    VRista Senior
  • Birthday 10/31/1964

Personal Information

  • Città
    Bologna
  • Le mie Vespe
    VLB1T 150 Sprint Veloce del 1977
  • Occupazione
    Impiegato

Recent Profile Visitors

3,703 profile views
  1. Dovrebbe esserci anche il Polini in ghisa che costa quasi come il Pinasco Alu, non ho notizie per quanto riguarda performances o feedbacks in generale sul Polini (magari cercando si trova). In compenso sul Pinasco ho trovato ben due colleghi entusiasti, uno VNB (alu) l'altro VBB (ghisa), in entrambi i casi nessun problema di scaldate o grippate, gente che macina molti di km anche (in un caso soprattutto) di montagna e spesso in coppia. Con questo chiudo perchè non vorrei condizionarti nella scelta, in ogni caso credo che un occhio ai rapporti dovrai darlo. Ciao
  2. Dicono che si trattasse di tolleranze troppo strette che in seguito sono state risolte, ma sono voci raccolte in giro non esperienze mie dirette. Un collega di club dovrebbe averlo montato sulla sua VBB, proverò a chiedere come si trova.
  3. Correggetemi se sbaglio, il DR 177 ha 3 travasi, il tuo motore è a 2 travasi, ho letto in giro che alcuni lo montano ugualmente tappando il terzo travaso con una guarnizione e ribassando il cilindro per compensare lo spessore aggiuntivo ma questo è forse proprio ciò che intendevi tu per "pasticciare". Per carter VBB esiste il Pinasco 177 che è 2 travasi, costa di più ma lo monti credo senza altri sbattimenti, ci aggiungi un 20/20, adegui il massimo, una padella fatta a modo, regoli l'anticipo e potresti essere a posto.
  4. Perchè escludi l'opzione dell'aumento di cilindrata cambiando solo il gruppo termico e lasciando invariato o quasi tutto il resto? Non credo che tra blocco motore e GT DR più tutto il resto andresti a spendere meno di quanto costerebbe un Pinasco 177 2 travasi e soprattutto non so se alla fine la differenza prestazionale tra le due soluzioni sia tale da giustificare l'esborso e tutto il lavoro. Sbaglio? Ciao
  5. Nessun cambiamento a parte il GT e l'adeguamento del getto del massimo. Ma il mio motore aveva poche migliaia di km dall'ultima revisione. L'ho usato così ma forse imprudentemente. Ti spiego, credo che montare una frizione rinforzata sia meglio, quindi mettere in cantiere almeno un anello di rinforzo o una campana rinforzata sia consigliabile anche in un montaggio P&P, i cavalli di quel GT anche P&P si sentono. Fatto sta che dopo circa un mese dal ritorno al GT originale ho avuto un problema alla frizione, non l'ho identificato nel senso che non ho notato danni evidenti ma a quel punto l'ho revisionata ed amen........scusa se ho omesso questo dettaglio ma ci sono almeno due discussioni interessanti su questo GT attualmente in corso e da quelle puoi dedurre tutte le informazioni necessarie sia su come configurarlo P&P sia sul potenziale che potrai ricavare in futuro lavorandolo un po'. Tu sei nella condizione ideale, a carter aperti, per poter valutare le condizioni dei componenti e decidere che step fare, fermo restando che credo abbia già cantierato la revisione del parastrappi e della frizione oltre al cambio di tutti i cuscinetti e paraoli, se così non è te lo consiglio assolutamente. Questo non lo so, per sicurezza ho preferito non rischiare. Ciao
  6. Buongiorno a tutti, questa estate ho montato uno Stelvio sui mei carter Sprint Veloce e l'ho usato per tutta la stagione dei raduni divertendomi un casino. Montato di scatola senza aprire i carter e senza lavorazioni, carburatore SI20 originale, getto massimo 110, squish come da manuale usando una delle guarnizioni fornite nel kit, Megadella per motore originale (non ricordo la sigla) che avevo già da prima e che ho mantenuto. Divertente (l'ho già detto?), elastico, mai brutale ma occhio al polso, godibilissimo sia in pianura che sui saliscendi delle nostre belle colline, viaggiando sempre da solo ma sono convinto che anche in coppia non avrebbe battuto ciglio; finita la stagione dei raduni ed in previsione della prossima revisione l'ho smontato per tornare alla configurazione originale. Visto che ho altri carter già aperti e puliti ho deciso di farmi un motore turistico con qualche lavorazione non estrema per sfruttarlo meglio, passata la revisione con il motore originale vorrei essere pronto alla sostituzione. Non ha mai scampanellato, neanche al minimo come alcuni dicono avvenga, mai scaldato, dopo averlo smontato era praticamente come nuovo. La rapportatura originale (nel mio caso 22/67 cambio 57/54/48/44, poi rivelatosi 21/67 ma questa è un'altra storia....) è corta e sul nuovo motore passerò ad una coppia primaria Polini DD 23/64. Non conosco il DR se non per quanto ho letto in giro ma secondo la mia opinione i due GT non sono confrontabili, lo Stelvio costa di più ma da anche molto di più già montato P&P con l'aggiunta di un potenziale ulteriore che con il tempo può venir voglia di sviluppare e fare esprimere. Ciao a tutti
  7. La prova della scintilla che hai suggerito non sempre è esaustiva, nel mio recente problema che tu dovresti ricordare facendo quella prova avevo scintilla ma la vespa non partiva lo stesso quando rimontavo la candela. Sostituita la bobina at montata nuova un anno e 3000 km prima con una d'epoca la vespa è ripartita, purtroppo nuovo non è sempre sinonimo di efficiente. Il forum è pieno di esperienze diverse in fatto di candele e gradi termici, anch'io uso candele grado 7, che la qualità Ngk non sia sempre adeguata è un fatto noto tuttavia è proprio il comportamento della MIA vespa a cambiare radicalmente tra una NGK ed una Denso a parità di gradazione termica, potrà non convincerti come spiegazione perchè empirica e non "tecnica" ma la mia intenzione non era proporre soluzioni quanto piuttosto condividere una esperienza abbastanza simile. Ciao
  8. Il kit ha un range di funzionamento che copre sia i 6v che 12v, in cc o ca indifferentemente, non sono kit diversi per le varie applicazioni ma UNO SOLO. Lo installi ed Amen, non ci sono settaggi da fare salvo rispettare lo schema dei cavi. Non mi risulta che sia reperibile su altre piattaforme, io ne ho acquistati diversi per me ed amici sempre su Aliexpress, arrivati sempre integri e funzionanti, in 3 o 4 settimane dalla data dell'ordine, pagato con Paypal. Non c'è un minimo di acquisto, puoi comprarne anche uno solo, io non ho pagato tasse alla consegna e funziona bene anche il servizio di tracking offerto da Aliexpress. Ovvio che la mia esperienza anche se ripetuta non può rappresentare una garanzia assoluta. Un collega di club ne ha presi due e lo abbiamo installato insieme sulla sua ET3 durante le feste, il secondo lo ha tenuto di scorta. Qualcuno ha riferito di aver trovato qualcosa di simile in un negozio cinese, io ne ho girati diversi a Bologna, Forlì e Ravenna, quindi non proprio paeselli, senza trovarli.
  9. Sono l'ultimo a poter entrare in disamine tecniche complesse, ma ho avuto una esperienza del tutto simile alla tua con la mia Sprint Veloce ed è per questo che sto seguendo questa discussione. Nel mio caso il problema (c'è un mio thread della fine del 2018 che lo racconta) era elettrico è durato qualche mese poi la vespa smise di funzionare del tutto e dovetti prendere di petto la questione, risolsi cambiando statore e condensatore. Anche se il tuo problema si presenta ai bassi regimi secondo me non è detto che dipenda dalla carburazione al minimo, comunque sul mio SI20/20D originale come il tuo (quindi con getto del minimo senza freno aria) la vite posteriore è regolata a 2 (due) giri e mezzo. Fai anche una prova con una candela più fredda, su questo argomento troverai vari orientamenti e comportamenti diversi tra mezzi del tutto simili, io ho sempre usato candele del grado termico 7 anche se la mia tollera male le NGK, gradisce poco le Champion e preferisce di gran lunga Denso o Bosch, la Vespa è femmina. Un consiglio che diedero anche a me all'epoca è: se la candela è nuova la sua lettura rischia di portarti fuori strada. Scusa se ho aggiunto legna al fuoco del dubbio. Ciao
  10. Non c'è di che, assolutamente, non farti scrupolo di chiedere ancora se avrai dubbi da chiarire. Rileggendo le tue risposte tu parli di impianto a 12V ma credo, scusandomi in anticipo se sto sbagliando, che salvo modifiche successive i PX senza frecce prime serie uscivano con l'impianto a 6V praticamente identico a quello della mia Sprint Veloce (ed altre large di fine anni 70). Lo schema elettrico dovrebbe essere questo: https://www.vesparesources.com/files/file/210-schema-elettrico-vespa-p125x-p150x-senza-frecce/ quindi anche i collegamenti che vanno fatti tra i cavi dell'impianto e quelli che escono da quel kit sono gli stessi. Ti confermo però che anche se l'impianto è stato portato da 6V a 12V e convertito da CA a CC potresti comunque usare quello steso kit senza variazioni di sorta, in questo caso però verificando lo schema dei collegamenti. Ciao
  11. Voi che siete pratici probabilmente non lo fate, io che l'ho fatto per la prima volta in questa occasione ho preferito fare tutto per bene e lavorare con tutta comodità al banco con ammo e distanziale nelle mani, tra le altre cose ho anche approfittato per montare la paratia sotto serbatoio che era assente, cambiare il tubo benzina passando al tubo nero trecciato ed aggiungere un filtrino in carta non avendo il decantatore. Grazie comunque per il suggerimento, la prossima volta proverò a farlo senza smontare. Ciao
  12. Si bruciano. I led e la corrente alternata non vanno d'accordo, non sono un tecnico ma il kit serve perché incorpora un alimentatore / trasformatore ed una ventola di raffreddamento, ed è per questo che funziona e dura. Tutte le lampade led che ho montato collegate direttamente all'impianto si sono bruciate subito o non son durate più di qualche km. Ciao
  13. Scusa la franchezza ma secondo me o non l'hai letta bene o non l'hai capita. Il kit di cui si parla è per l'anteriore, funziona sia a 6v che a 12v, funziona sia in corrente alternata che in corrente continua, non serve che sia installata una batteria, non serve modificare l'impianto elettrico perché praticamente plug & play, fa luce alta e luca bassa........costa come una pizza+birra (da asporto)....... alcuni di noi lo montano da anni e funziona...... Come ho scritto prima se hai dei dubbi spiega quali sono nel dettaglio e ne parliamo. Di altre luci si parla in un'altra discussione che trovi linkata ma sono digressioni dal tema principale che è lo stesso, faro anteriore led. Fai tu, leggi tutto con calma e fai le tue valutazioni. Ciao
  14. Dunque, ho fatto un tentativo di ri-acquisto proprio adesso e mi è comparso lo stesso messaggio di errore. I casi quindi sono due secondo me: - hai già fatto il tuo acquisto e quindi il sistema ti impedisce di ripeterlo; - forse non è possibile acquistarlo se non sono ancora trascorsi i 365 gg di validità dell'acquisto precedente. Beninteso le mie sono ipotesi essendo una funzionalità che non ho mai usato prima. Ciao
×
×
  • Create New...