Jump to content

Toivonen

Utenti Registrati
  • Posts

    179
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Everything posted by Toivonen

  1. Ciao, ho provato a rivedere tutti i topic di restauro di Vespa 50 ma non ho trovato foto del logo, nemmeno su VOL Vediamo se @Omobono Tenni riesce a recuperare una foto della sua, dice di aver visto il logo Beh rara è una parola grossa
  2. ciao, abbiamo visto le foto di Alfred ma non abbiamo trovato, per i periodi che ci interessano, info. La mia è una Unificata dell'ottobre '65, e non siamo riusciti a trovare online foto di loghi quadri sulla forcella
  3. ragazzi buonasera, scusate se uppo topic vecchio ma il tema è quello. Volevo chiedere, conoscete uno verniciatore davvero di qualità? Ricordo anni fa di averne utilizzato uno, se non erro Max Meyer, per sverniciare i cromodora di una uno turbo, applicato... classico sistema, la vernice si gonfiava e poteva essere rimossa comodamente e senza nemmeno graffiare. Sono andato in ferramenta e ho acquistato uno "sverniciatore forte" tale marca Fidea, volevo rimuovere la vernice su alcuni cerchi in modo da vedere di far riaffiorare il logo piaggio, ma... niente di niente. Non rimuove nulla di nulla. Mi sono allora recato da un rivenditore (che mi aveva fatto la vernice a campione per la Vespa), mi ha detto che non ne ha perché come per la nitro non sono più in produzione. Quindi... avete comprato recentemente uno verniciatore davvero efficace e che consigliereste? tra l'altro...c'è un punto dove la vernice (orrida) della mia vespa, apposta su quella originale, pare stia mollando... ho provato con un po' di cif e sembra mollare... quindi, prima di andare in sabbiatura e nuova verniciatura di restauro, volevo fare il tentativo della morte, non vorrei che saltasse fuori la sua vernice originale e tutto cambierebbe
  4. buonasera ragazzi, con il buon amico Alberto Special Elite stavamo discutendo di una riparazione in proiezione restauro della mia 50 N unificata del 1965, hanno messo una staffa in corrispondenza di uno dei fori per il parafango. Leggevamo che le forcelle della produzione N dovrebbe vedere cambiamenti tra il '63 e il '65 (ma non si specifica, appunto, se per '65 si intende la 50 "Nuova", quella dai 3 colori sportellino piccolo, o se si riferisce ad un generico periodo di produzione, quindi sportellino E unificate. Al netto di questo... le forcelle hanno il logo Quadro? abbiamo difficoltà a trovar foto in rete (abbiamo trovato una dove ci dovrebbe essere, si vede male, ma dovrebbe essere di una 125 nuova) e in un topic abbiamo trovato anche che quelle a logo quadro (le 50, non le forcelle) non hanno il logo che compare con l'introduzione del logo esagonale 8e qui ci sono, abbiamo anche verificato "in casa"). Avete qualche info in più? anche a riguardo dei diversi cambiamenti (si legge di differenze di lunghezza, di differenze su lunghezza e larghezza della fessura per il bloccasterzo, e poi ci sono le forcelle 90 e 50 ss che non abbiamo capito a cosa serva un piccolo supporto sotto il "piatto" dove si fissa il parafango, e son ancora diverse). Grazie!
  5. Puoi postare i documenti che citi? qui un elemento trovato online sarei sempre più propenso per il ‘N’ per ‘NUOVA’ per (e dalla) la gamma ‘64-‘66, poi la ‘N’ a indicare ‘NORMALE’ dall’arrivo della L Lusso in poi
  6. la Vespa 50 è già "N" prima del lancio della lusso, quindi "N" non sta per normale (come sarebbe stato logico) al momento del suo primo utilizzo.
  7. potresti postare il listino di cui parli? qualcuno di voi ha altre bolle di collaudo?
  8. Eccola. Quindi l’Unificata era già ‘N’ prima dell’arrivo della ‘L’. Sui depliant con ‘L’ già presente si parla ancora di ‘Vespa 50’ senza dicitura. per tagliare la testa al toro bisognerebbe avere un documento di collaudo o similare, insomma uno di quelli che prevedeva il timbro, per un veicolo di telaio inferiore al primo Unificato (92877). Se in quello dovesse essere ‘Vespa 50’ allora la ‘N’ nasce con la 50 Unificata (e starebbe più per ‘Nuova’ che per ‘Normale’, imho)
  9. la Unificata è stata introdotta prima, la mia è stata prodotta a ottobre ed è 99xxx, considerando l'introduzione dell'aggiornamento omologazione, alcune foto trovate in rete, la stima della produzione mensile e il primo telaio Unificato 92877 l'Unificata (quindi, in questa sede viene aggiunta "N" e quindi sta per "Nuova"?) nasce a fine maggio (il 26) 1965
  10. ecco, questo sarebbe un contributo importante 114000 è già un telaio 1966, ma incompatibile con settembre e quindi la L non esisteva. Riesci a recuperare una foto?
  11. edit, mi era venuto un dubbio... sono andato a controllare e... almeno con un telaio range 140xxx c'era un riconoscimento interno "N" il range 140, considerando che la produzione Vespa 50 1966 termina con 155460, dovrebbe essere compatibile con una produzione da settembre '66 in poi (quindi con "L" introdotta), e avrebbe imho senso la differenziazione in "N" (e allora sarebbe "Normale" e "L" "Lusso". certo, se avessimo documentazione di questo tipo PRECEDENTE al settembre '66 dovremmo trovare altra spiegazione, ma io mi sentirei di sposare questa tesi.
  12. ragazzi, buonasera e grazie a tutti per la partecipazione. Tutto quello che avete postato... l'avevo già incontrato. Ed è quello su cui io ho basato ciò che vi ho riportato in testa al post. Volevo sapere se "N" fosse riportato da qualche parte in documentazione UFFICIALE Piaggio, perché non mi risulta. Il sito del museo, come notato dal forumista, non è affidabile, per Vespatecnica la mia Vespa 50 Azzurro Chiaro Unificata del '65 non dovrebbe esistere e i forum sono utili ma non molto concordi. Mi permetto di aggiungere che l'introduzione della Unificata può essere fatto risalire, con buonissima approssimazione, all'aggiornamento dell'omologazione scarico del 26 maggio '65. Nel pratico, faccio un riassunto, abbiamo: 1 Una "Vespa 50", presentata a settembre '63. Questa possiamo chiamarla "Prima serie", per capirci è solo in verde, ha forcella cerchi e copriventola in tinta e scritta a ribattini. 2 Una "Vespa 50" produzione fine '64/maggio '65-telaio 92876, possiamo chiamarla "Seconda Serie", è quella sempre a sportellino piccolo, lievi differenze, tre colori con la verde che ha però i dettagli in alluminio come le altre) 3 Una "Vespa 50" telaio "Unificata" dal maggio '65 telaio 92876. Molti dicono che questa sia la "N", ove "N" sta per "Nuova". Non ho però alcun riferimento su documentazione Piaggio 4 Con l'arrivo della "L" versione Lusso alcuni cominciano a chiamare la "Vespa 50" "N" per indicare la versione "Normale". Anche qui, non ho nessun riferimento su documentazione Piaggio. Poi Arrivano R e Special. Nella pratica comune si indicano come "N" (e in tal caso... "N" di "Nuova"? "Normale"? BOH!) le "Vespa 50" faro tondo tutte, escluse le "Lusso", dal lancio del '63 fino all'introduzione della R(oltre ovviamente a S, SS et similia).Ma sui documenti Piaggio si trova solo "Vespa 50" e V5A1T I Depliant della "prima serie" chiamano la vespa "Vespa 50", stessa cosa i depliant della "seconda serie" e stessa cosa i depliant della Unificata, che però identifica la versione "Lusso". Quindi chiedevo se ci fosse qualcosa che non conosco. Io... a fronte di quanto detto su sarei più orientato a chiamare "N", pur nella consapevolezza che Piaggio non l'ha mai chiamata così, le "Vespa 50" "Unificata" a partire dall'introduzione della L, leggendo in quel "N" non tanto un "Nuova" quanto un... "Normale". Quindi N e L, "Normale" e "Lusso". Se qualcuno ha documenti che possano essere utili a formulare una ricostruzione ovviamente è il benvenuto.
  13. Cari amici forumisti, buongiorno a tutti. Sono possessore di una Vespa 50 Unificata del 1965, da sempre in famiglia (qualcuno ricorderà le mille peripezie). Siccome è un mezzo al quale sono legatissimo in maniera affettiva, ed essendo sciaguratamente stata "restaurata" nel '92 (ero troppo piccolo, ne avrei fatto un conservato), ho allestito un Dossier per un ripristino a condizioni di fabbrica (adesso manca solo l'ultimo step... i fondi per il carrozziere). Nel frattempo me la godo ogni giorno. Detto questo, nel corso della mia avventura (sono 20 anni che voglio ripristinarla, ma solo da uno è di nuovo operativa in strada) ho ovviamente dovuto "studiare" la storia del modello e dei suoi dettagli. Ma c'è una cosa che ancora proprio non mi è chiara. Si usa (e abusa :D) del termine "N" accanto alla Vespa 50 faro tondo, quella che nasce nel '63 e da lì in poi, quella che vede l'affiancarsi della "L" prima e la sostituzione con la "R" poi, fino all'arrivo della "Special". Nel corso del tempo ho trovato diverse informazioni, tutte discordanti tra loro: 1) la Vespa 50 sportellino piccolo (da qui in poi la indico con sp) del '63 si chiama ufficialmente "Vespa 50", non "Vespa 50 N" 2) la Vespa 50 sp del '63 si chiama "Vespa 50 N" dove "N" significa "Normale" 3) la Vespa 50 sp del '63, primo anno di produzione da settembre '63 fino a fine '64 (disponibile solo nel colore verde, con scritta Vespa 50 con ribattini) è la "Vespa 50 prima serie" 4) la Vespa 50 sp che arriva a fine '64 (model year '65), quella che vede l'arrivo del rosso e del grigio ametista tra i colori disponibili, è la "seconda serie" (classificazione non ufficiale, per comodità, conseguenza della definizione, anch'essa non ufficiale, di "Vespa 50 prima serie" dei punti 1 e 3) 5) la Vespa 50 "unificata" che arriva a fine maggio '65, con i cambiamenti che ben conosciamo (sportellino grande, carter larghi ecc.) è lei la vera "Vespa 50 N", dove "N" sta per "Nuova", e da qui in poi tutti i telai V5A1T non "L" sono "N" Ora, a prescindere pubblicazioni varie, Vespatecnica, sito della Piaggio e compagnia bella... ma la verità qual è? Io, dopo tutto, sarei orientato a definire "N" proprio la Vespa 50 a partire dai telai "Unificato", e quindi a leggere quella "N" come "Nuova", ma a tutt'oggi mi risulta che NESSUNA documentazione interna Piaggio del tempo abbia mai usato, per i telai non "L", non "R", non "Special" dicitura diversa da "Vespa 50", riferendo invece molto più spesso a "V5A1T". Avrebbe avuto senso iniziare a usare la denominazione "N" come "Normale" proprio all'introduzione di una versione "L" (quindi dopo l'arrivo della versione a telaio unificato), ma... Quindi vi chiedo... avete qualche info, documento alla mano da poter postare, di come stiano le cose?
  14. con il transoil 10w40 mi slittava la frizione e avevo addirittura difficoltà di innesto della pedalina a freddo. Ho cambiato con un 15w40 ma minerale e il problema è scomparso.
  15. Buonasera a tutti e bentrovati ragazzi alla fine ho aperto, fatta revisione completa e, invece di cambiare le fasce/che poi cambi il pistone/che con quello che spendi bla bla… ho messo il gt nuovo, nuovamente 102 DR quindi praticamente ho tutto nuovo, marmitta sito inclusa ho già fatto 5000 km, la vespa va benissimo, dopo un po’ di punta massima ridotta sono tornato ai 76/78 di gps in posizione eretta, in Base al vento, comunque mai meno di 72 (ho visto 82 con vento a favore), ma con una progressione di cui sono molto contento, la vespa nonostante abbia una carburazione grassoccia (87 di Max, prima avevo l’85) riprende bene anche dal rapporto superiore e basse velocità. tutto okay quindi, ma… c’è una cosa che non me la fa godere in tranquillità quando sono sui 70 indicati (da quella velocità in poi nel rapporto superiore), ma anche nei rapporti inferiori ad alti giri (è che non tiro mai prima e seconda a quei giri, essendo molto elastica non ne ho bisogno), SOLO se chiudo il gas sento un rumore metallico tipo ziiin ziin. Se riapro il gas, o appena il regime scende, scompare completamente. Non lo fa in nessun altro frangente. siccome ho paura che sia detonazione (se lo fa a velocità sugli 80 indicati l’impressione che si ha è di un elettroshock, un po’ di questi rumori e poi lo scoppiettio normale), e quindi ho paura di fare un buco nel pistone, ho registrato con telefono in tasca (in seconda, si capisce, credo, nel rapporto più lungo è uguale solo che dura di più). Secondo voi è qualcosa dalla trasmissione, o è detonazione? non ho idea di quanto sia l’anticipo, chi l’ha fatto mi ha detto ‘normale, solo un po’ anticipato) ricordo, 102 DR, albero originale leggermente anticipato, 19.19 getto Max 87 (il min credo sia quello di serie col quale è venduto), scatola filtro di serie pk, padellino sito omologato. Motore, paraoli, cuscinetti, guarnizioni tutto nuovo, crociera nuova (e ho la 22/63) uso benzina Q8 alto numero di ottani, olio malossi full sintetico (ogni 2.2 litri di carburante metto miscela come se fosse per 3 litri) candele originali Piaggio (con elettrodi picchiettati e abbassati ben oltre gli 0.6, se no la vespa… non parte) ho provato a ingrassare con due quarti di giro la vite miscela ma non cambia niente, se non alterare una carburazione altrimenti perfetta (a minimo poi si imbroda) ecco il file https://www.filemail.com/d/ijnwnighsostcsw
  16. anzitutto grazie per il contributo l'immatricolazione è ovviamente indicativa (in realtà... anche la stampigliatura nel motore non è che indicativa, ma sicuramente è un dato di certezza), perché ovviamente c'è discrepanza tra produzione e immatricolazione, ma... sono comunque dati utili. Bisognerebbe raccogliere n dati da poter poi confrontare per arrivare ad una discreta approssimazione
  17. @Vespa979 ci eravamo sentiti per il discorso unificata siccome ho aperto il motore... la mia N Unificata del 1965, telaio 991xx e motore 992xx, ha il punzone della produzione motore 10/65, quindi, considerando i numeri del primo e dell'ultimo telaio prodotti nel 1965 forse il 26 maggio '65, nuova omologazione scarico, potrebbe essere verosimile come data di nascita della N
  18. come da titolo, costruendo il dossier per il restauro della mia (purtroppo mio padre non si ricorda e il pezzo originale è andato perduto, adesso ho il contachilometri) e dovendomi porre il problema di acquistare (anche se non lo monterò) il tappo in questione, mi son venuti dubbi su come fossero. Ho sempre trovato "tappo verniciato" ma in realtà, almeno su tutti i conservati che ho visto, il tappo mi sembra in finitura colorata già nella plastica, non verniciato. Mi è venuto il dubbio che i tappi fossero di plastica colorata e basta, rossa per la rossa e grigia per azzurra e ametista, verde per la verde... MA (dubbio numero 2), tutti i tappi che ho visto in realtà, se visti dall'interno, hanno una colorazione tipica che ricorda quella del verdino delle prime N, con la porzione superiore che è un grigio/crema (non ho visto tappi di rosse conservate). Giusto stamane ho visto su un gruppo Facebook di vespe conservate una 50 N ametista del '64, in questa il tappo appare verniciato (colore vernice tappo identico a quello della carrozzeria, identico!) ma sul bordino lo stesso sembra avere la vernice saltata e, udite udite, mi pare di intravedere proprio quel colore verdino della "plastica viva" di cui sopra. qualche feedback in tal senso? Grazie!
  19. si. le vespa che si vedono nel depliant della unificata hanno marmitta a cannellino alto (almeno la rossa)
  20. Ciao, si con un amico (ciao Alberto) avevamo pensato a questa cosa dell’ omologazione dello scarico (scoprendo che ci dovrebbero essere unificate con marmitta a cannellino alto, come le precedenti). Nessuno ha il depliant riportato su? quello della '65 ma ancora a sportellino piccolo reca "UP 113/65" che deduco sia un codice per "ufficio pubblicità" o qualcosa di simile
  21. ciao, non saprei, la mia è una 99xxx, ho visto seriale 97500 immatricolati ai primi di gennaio '66, e un 124XXX del 24/06. Direi che la mia è stata comunque prodotta a fine '65, in quanto tempo avrebbero potuto fare 7000 esemplari?
  22. ma questo lo so volevo vedere se sul depliant ci fosse qualche riferimento al mese ma in quello non si riesce a leggere. Ho la foto di un altro depliant '65 dove ancora sono sportellino piccolo ma c'è un numero a tre cifre prima del 65, in quello della unificata sembra essere a 2 e potrebbe essere il mese ma non riesco a leggere dall'immagine postata

Board Life Status


Board startup date: September 04, 2017 19:43:09
×
×
  • Create New...