Jump to content
VR News
  • IMAGES HOSTING
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.

Gianluca102

Utenti Registrati
  • Content Count

    464
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2
  • Points

    424 [ Donate ]

Gianluca102 last won the day on April 23 2019

Gianluca102 had the most liked content!

Community Reputation

4

About Gianluca102

  • Rank
    VRista
  • Birthday 01/19/1988

Personal Information

  • Città
    Milano
  • Le mie Vespe
    Vespa PX 125, 2001
  • Occupazione
    Chimico

Recent Profile Visitors

1,432 profile views
  1. Ciao! Bella....una prima serie, sarà tra l'altro una dei primi numeri visto il fanale posteriore con tettuccio tipo GL. La conferma sarebbe stata data dalle scritte blu scuro e non cromate. Se hai modo vai a vederla di persona (se non l'hai già fatto)...vedo così dopo una rapida occhiata che ci son dei punti in cui le lamiere sono intaccate da bolli(parafango, sinistra) e andrebbe verificato se si tratta di difetti superficiali o difetti strutturali, magari legati ad un incidente che potrebbe aver compromesso altri parti. Facci sapere per quanto concludi, se l'affare va a buon fine! Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
  2. Ciao Gino! grazie, si si è un 3d che ho letto subito con molta attenzione, quando mi sono reso conto mi sarei dovuto dedicare alla parte burocratica. E' molto esaustivo ed è davvero ammirevole il lavoro titanico di raccogliere tutte le possibili casistiche! Il mio post riguardo agli step legati alla reiscrizione al PRA della Vespa radiata voleva essere solo un riassunto utile a me (e magari a qualcun'altro) a ricapitolare e a fissare in mente quello che era necessario fare nell'immediato. Gianluca
  3. Perfetto. Credevo fosse una gradazione media ....ecco le tabelle Champion. In base ai loro codici 86 è una gradazione esattamente a metà della scala del grado termico e M sta per la protrusione degli elettrodi. Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk Perfetto. Credevo fosse una gradazione media ....ecco le tabelle Champion. In base ai loro codici 86 è una gradazione esattamente a metà della scala del grado termico e M sta per la protrusione degli elettrodi. Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
  4. Confermo tutto originale. Carburatore 2017C , con getto max 100. Sul 2017D delle prime sprint c'era il 102, vero?? Candela champion P86M. Ma non conosco il grado termico...non son stato in grado di trovare tabelle comparative...ancora ... Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
  5. Questa mattina, oltre ad aver fatto le foto per FMI, mi son dedicato ad aggiustare la carburazione della Vespa, visto che non ne avevo avuto ancora modo...quindi giretto di circa 15 km in zona industriale, tirando (non troppo) le marce (dopotutto sarei in rodaggio visto la rettifica del cilindro...) E controllo della candela, aggiustamenti delle viti del minimo e carburazione, e via di nuovo da capo. Ho colto l'occasione per sistemare anche il problema legato al motore che rimaneva, a caldo, leggermente accelerato. Era un problema di carburazione troppo magra che portava a tenere su di giri il motore. Alla fine, ho raggiunto direi un risultato soddisfacente, per ora, avvalorato da una candela che sembra essere del colore giusto. Che ne dite? Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
  6. Capito...quindi il problema non era tanto la correttezza di aver una marmitta che non fosse nera (prevista dal mezzo originale) quanto la qualità (cromatica) della marmitta "ricambio" montata...proverò a sottomettere comunque la foto con la marmitta di Pascoli, vedrò come si comportano..nel caso farò come hai fatto tu....grazie mille Luca! Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
  7. Io ho la stesa marmitta di cui parli: repro virata oro...indicata da pascoli come adatta per gl del 64....poi non so....quindi Luca ti hanno negato l'iscrizione e hai dovuto sostituire la marmitta con una sito nera? Che se non sbaglio è quella che monti ora, giusto? Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
  8. molto chiaro! sembra davvero avere un bell'aspetto! Ma che dici se con bisturi molto affilato si procedesse a ritagliare molto precisamente attorno ai ribattini della scritta in modo da far ben aderire l'adesivo allo scudo? I ribattini in questo modo attraverserebbero l'adesivo, e casualmente capitando in zone in cui non vi sono i tratti rossi della scritta, non si noterebbe nemmeno che non hanno l'adesivo poggiato sopra!
  9. Grazie mille, anche per capire la posizione corretta. Immagino che in questo senso i ribattini della scritta possano dare un buon riferimento per l'applicazione dell'adesivo, no? Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
  10. Ciao Vito! ravvivo il 3d per chiederti su come ti sei comportato con i ribattini sporgenti, potresti postare foto del lavoro fstto?...l'adesivo sottile di Pascoli copre i ribattini lasciando bolle, o ha un buon grado di adesione anche alle sporgenze? Altra domanda: La presenza dell'adesivo è condizione necessaria al passaggio dell'esame dei registri storici (FMI) che tu sappia?? Ti ringrazio molto
  11. Buonasera a tutti! Vorrei brevemente trattare ora la questione incartamenti necessari per riportare la GL in strada... Di fatto non volevo aprire un post dedicato per non creare ulteriore confusione, e poichè credo di avere le idee abbastanza chiare (grazie al forum e ai suoi iscritti), le quali richiedono solo una finale conferma. La situazione documentale è la seguente: sono in possesso della carta di circolazione, targa, foglio complementare e copia dell'estratto cronologico (ho inoltre condotto una Consultazione ACI come ulteriore verifica dell'assenza di gravami o altro). Infine, inserendo i dati del motoveicolo (targa e telaio) nel motore di ricerca messo a disposizione dal Ministero dell'Interno (qui il link https://www.crimnet.dcpc.interno.gov.it/crimnet/it/veicoli/request.php), non ottengo nessun risultato. Alla luce di ciò mi sento pronto a procedere oltre. Quello che ora mi si pone di fronte sarà, in ordine (correggetemi se sbaglio): - compilazione della scrittura di compravendita, autenticata con bollo (16 euro?), con il venditore (nel mio caso proprietario non intestatario). - iscrizione della vespa ad un registro storico (FMI) tramite la procedura online B, 120 euro (per veicoli radiati muniti di targa e libretto). Riguardo a questo punto, non essendo intestatario del mezzo, ma solo proprietario, la scrittura di compravendita fungerà da certificato di proprietà, corretto? Sarebbe l'unico documento attestante la proprietà del mezzo che posso fornire all'ente certificatore... - Una volta ricevuto il certificato di rilevanza storica, procedere con la reiscrizione al PRA, contestualmente alla quale dovrò di nuovo presentare, oltre alla copia del certificato di iscrizione FMI, la scrittura privata attestante la proprietà (non essendo intestatario), il pagamento dei tre bolli maggiorati....e chi più ne ha più ne metta... Questo quello che per sommi capi dovrò fare...dimentico qualcosa....?
  12. Ti ringrazio! Aiuti preziosissimi tutti i vostri, Francesco!
  13. Grazie deca! È un modello di cui mi sono innamorato subito, non solo per l'eleganza, ma anche per l'introduzione di "innovazioni" meccaniche e non solo che l'hanno resa un po' come un modello spartiacque nel mondo Vespa degli anni 60! Ti auguro un'ottima fine d'anno e un sereno 2020!! Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
  14. In verità no...erano con le luci di posizioni spente...non credo dipenda dalle caratteristiche del diodo Schottky che ho utilizzato. Allora di questo potrei preoccuparmi relativamente poichè, in marcia, di notte, avrò il commutatore sulla posizione di alimentazione delle le luci anteriore posteriore e conta km in alternata, e la batteria andrà a esser scaricata solo utilizzando lo Stop (e il clacson) il resto del tempo si beccherà il suo ampere di corrente di ricarica. Tra l'altro, sto trascurando il fatto che non so la corrente che va a produrre il volano magnete, nella vera e propria marcia, potrebbe essere effettivamente molto più vicina ai 2 ampere di cui parli, Fulvio.... Si Si! mi avevano già consigliato di adottare questa tecnica. Per ora la tengo staccata totalmente, e la conservo in casa, all'asciutto. Ogni tanto ne monitoro la tensione per valutare l'entità dell'autoscarica e nel caso la connetto al mantenitore di carica. Grazie!
  15. Fatto qualche prova. Vediamo se riesco ad essere chiaro: ho collegato la batteria come in foto 1, e misurato la tensione in continua a valle del raddrizzatore a motore spento, leggo 6,7 v. Tensione di carica della batteria. A motore acceso, leggo effettivamente una tensione continua maggiore, 7,86. In questo stato sto caricando effettivamente la batteria. Anche spontando il punto di lettura a valle del fusibile leggo ancora la stessa tensione (7,94). Per controprova ho effettuato una lettura in tensione alternata da multimetro: leggo zero (foto 4). Ora le letture di corrente. A motore spento con luci di posizioni accese, ho assorbimento di circa 1 A (foto 5), mentre invece a motore acceso ho una erogazione che va da 250 mA al minimo, all'ampere se accelero un pochino (non a tutto gas), e queste son le ultime due foto...a parte la corrente un po bassa di carica, direi che allora tutto funziona correttamente...no? È da attribuire alla fase magnetica? Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
×
×
  • Create New...