Jump to content
VR News
  • IMAGES HOSTING
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.


FlexoLuke

Trattoraccio in corsa 53!

Recommended Posts

Ciao ragazzi!
Mi perdonerete l'assenza ormai da anni sul forum, ma sono successe tante cose.

Come da qualche post in precedenza, nel mio arsenale vespistico c'è una bellissima 125 SL (una Primavera spagnola), che dopo il mio trasloco dalla spagna e 2 anni e mezzo (SI 2 ANNI E MEZZO!) di pratiche burocratiche, è tornata con me e riimmatricolata in italia.

Coi documenti a posto, mi decido finalmente di tirare giù il blocco motore con l'intenzione di fare un trattorone, per viaggi lunghissimi. Coppia a secchiate e il must è tirare 29/68 o più per la massima velocità di crociera a contagiri il più basso possibile, con massima affidabilità.

Sorpresa! Smontando il volano ci trovo un bel buco dove si innesta il cuscinetto dell'albero quadruplo e mi riaffiorano tutti i ricordi che avevo descritto in questa discussione:

Il cuscinetto era disintegrato e il quadruplo ballava dentro la sua sede di almeno 1cm. Nonostante ciò la vespa ha funzionato perfettamente, portandomi al lavoro tutti i giorni e in gita al weekend per quasi un anno. Inoltre è sopravvissuta al trasloco: tornare da Maiorca con bagagli appesi dappertutto, GUIDANDOLA! Più di 1000km solo lì! Che motore incredibile quello della Vespa!

Tra qualche imprecazione, faccio di necessità virtù: cambio carter! Ho optato per i SIP con banco ETS: ci investo qualche soldo, ma almeno starò tranquillo quando sarò lontanissimo da casa perdendo sonno se quella saldatura per chiudere il buco terrà. Ho fatto barenare la camera di manovella da DRT per alloggiare il loro albero c53 spalle d86, fullcircle da un lato, a valvola dall'altro.

Ora, sono in attesa dell'arrivo di questi ultimi e, dato che non ho mai fatto un c53, raccontarvela un po' su e magari carpire qualche accorgimento consigliato da Voi che sicuramente ne avete chiusi più di me. La configurazione è la seguente.

- Carter SIP ETS
- DR 130 di scatola
- Albero DRT gran turismo c53 d86 biella 97
- 29/68 rinforzata, frizione classica 3 dischi molla rinforzata
- Accensione elettronica non meglio identificata 12v, da circa 2kg
- Carburo 19 originale
- Polini banana o siluro faco (le ho tutte e due in magazzino)

L'idea sarebbe basettare in testa. Ho in giro una basetta da 1mm. Può andare? Su che squish mi devo tenere, nel caso?
Il DR va limettato per togliere le bave?
Avete altri consigli su come operare o cose a cui stare attento?

Vi ringrazio tantissimo per la Vostra attenzione!

PS: se volete vedere dell'horror posso postarvi le foto del disastro nel vecchio carter...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il DR ha talmente tanta tolleranza e uno squish talmente alto che volendo lo monti in C53 senza basettare nulla. Se hai già in mano il DR passa le dita nella canna e senti i bordi delle luci dei travasi: se sono "affilati" dacci una passata con la carta abrasiva telata, io uso la 120, in modo da stondarle un po' e fare in modo che non siano più affilate.

Per il resto direi tutto ok, solo magari penserei ad un PHBL22 (o giù di lì) che ti fa consumare qualcosa di meno oppure ad un SHBC20 della ETS.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, iena dice:

Il DR ha talmente tanta tolleranza e uno squish talmente alto che volendo lo monti in C53 senza basettare nulla.

Meglio di no. 

Il 4/4/2019 at 11:55, FlexoLuke dice:

- Carter SIP ETS
- DR 130 di scatola
- Albero DRT gran turismo c53 d86 biella 97
- 29/68 rinforzata, frizione classica 3 dischi molla rinforzata
- Accensione elettronica non meglio identificata 12v, da circa 2kg
- Carburo 19 originale
- Polini banana o siluro faco (le ho tutte e due in magazzino)

 

Quasi identico al motore fatto da me 4 anni fa. 

Inizialmente usai 29/68 con Sito Siluro. Due anni fa l'aggiornato con pignone da 28 e Siluro Sip Road.

Secondo me è un bel mulo da far tanto strada. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 ore fa, iena dice:

Se hai già in mano il DR passa le dita nella canna e senti i bordi delle luci dei travasi: se sono "affilati" dacci una passata con la carta abrasiva telata, io uso la 120, in modo da stondarle un po' e fare in modo che non siano più affilate.

Per il resto direi tutto ok, solo magari penserei ad un PHBL22 (o giù di lì) che ti fa consumare qualcosa di meno oppure ad un SHBC20 della ETS.

Buona idea! E' il primo DR che monto. Limo anche un po' i bordi delle 3 unghiate? La testa e lo scarico meritano una scartavetrata? Sulla testa ci sono 3 o 4 "pallini" da scarto di fusione...

Per il carburatore, per ora vorrei provare questo dato che è l'unico che mi rimane, ma in futuro non escludo un 20 o 22 più moderno!

12 ore fa, coni500 dice:

Meglio di no. 

Quasi identico al motore fatto da me 4 anni fa. 

Inizialmente usai 29/68 con Sito Siluro. Due anni fa l'aggiornato con pignone da 28 e Siluro Sip Road.

Secondo me è un bel mulo da far tanto strada. 

Fantastico! Ti sei trovato bene? Ti è durato tanto?

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, iena dice:

Tu cosa hai basettato? In testa?

Si in testa 1mm. Quella non è una testa che può lavorar con squish spinti. Bisognerebbe lavorarla rifacenso la banda di squish.

 

3 ore fa, FlexoLuke dice:

Fantastico! Ti sei trovato bene? Ti è durato tanto?

Il motore va molto bene e attualmente gira ancora e girerà ancora per molti anni. 😀

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao ragazzi!
Piccolo-grande aggiornamento:

Finalmente sono riuscito a trovare il tempo di operare e oggi ho chiuso i carter.

Questi carter nuovi mi hanno fatto davvero sudare per inserire i cuscinetti, nonostante le ingenti quantità di pistola termica. Saranno le tolleranze strette?
Per il resto della chiusura mi sono imposto di usare il meno possibile di "ragionier mazzuolo": ho tirato in sede l'albero con spessori, finchè potevo, poi il resto con i carter.

Problemi:
Ho notato che il kit DR, mi è arrivato con un pistone d59, che ovviamente non entra... Mi toccherà lamentarmi col venditore.
A carter chiusi l'albero motore gira davvero a fatica. E' normale? Sarà perchè è tutto nuovo? Spero non sia il paraolio lato frizione, e se fosse si consuma col tempo il giusto per non fare attrito, o mi tocca riaprire? Non sembrerebbe fare rumori di sfregamento metallo-su-metallo.

Altra cosa... il ragnetto della frizione ha delle vistose saldature dove si collega con l'imbocco che calza sul quadruplo: è normale o è stata riparata?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Calma e gesso.

Butta olio attorno all'albero in modo che cuscinetti e paraolio siano bene unti. Non fare girare troppo a secco.

Se hai "tirato" dentro l'albero chiudendo i carter, all'inizio è abbastanza normale che giri a fatica. Meno lo sarebbe se restasse molto duro anche dopo un paio di accensioni e qualche minuto di funzionamento.

I ragnetti sono bruttissimi a vedersi. Ma sono fatti così.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao iena! Grazie per la tempestiva risposta!

Dovrebbe essere lubrificato a dovere, ma domani provvederò a ungere ancora meglio. WD40 magari?
Se tocca leggermente il paraolio è un problema? Non sono sicuro di essere riuscito a inserirlo fino in fondo, avevo paura di danneggiarlo se avessi insistito col tampone. Stiamo parlando di decimi di sporgenza al massimo cmq.
Ho letto in giro che dare qualche colpetto col martello di gomma ai 2 coni dell'albero, può assestare e far girare meglio, è valido?
Spero solo che non sia un pezzo di sigillante o guarnizione che interferisce con la rotazione... gulp...

Grazie di nuovo! 😀

Share this post


Link to post
Share on other sites

Prima di scappare da casa, non ho resistito e ho dato 3 o 4 colpetti di martello di gomma un po' di olio, e tac! ora scorre benissimo!

Si continua col montaggio! 😀

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se la tua attenzione è rivolta anche ai consumi io ti consiglio un carburatore della serie ph anzichè sh per il semplice fatto che hanno più regolazioni che si traduce in una carburazione più di fino e di conseguenza meno sprechi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 26/6/2019 at 09:59, Mincio82 dice:

Se la tua attenzione è rivolta anche ai consumi io ti consiglio un carburatore della serie ph anzichè sh per il semplice fatto che hanno più regolazioni che si traduce in una carburazione più di fino e di conseguenza meno sprechi.

Grazie per il consiglio! Lo terrò di sicuro in considerazione.

Volevo aggiornarvi sui lavori. Tutti i componenti periferici sono installati, sono stato bloccato dalla ricerca di un paraolio per albero 25mm che è stato un po' rognoso da trovare, e dal pistone sbagliato che menzionavo prima: il venditore ha smesso di rispondermi alle mail quando gli ho inviato indietro il pistone sbagliato. 😡😡 🤬🤬 Non ho lasciato che una truffetta del genere mi scoraggiasse e mi sono preso un pistone nuovo da un altra parte.

Il seguente inghippo è che c'è poca tolleranza tra il fondo del pistone e lo "scalino" sui carter. Dovrò far tornire o tagliare di 2mm circa il pistone onde evitare picchiettamenti.

Il tempo è poco e gli ostacoli sono tanti, ma a passo di tartaruga tutto procede! Ad agosto mi aspettano 1000km: spero di farcela!

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Appuntamento col tornitore preso! Farò accorciare il pistone di 2mm e riporterò lo "svaso" sulla base.

Mi anticipo e vi chiedo consiglio: c'è qualche metodo particolare per centrare la basetta in testa? O infilo tutto com'è?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 12/7/2019 at 21:41, Psycovespa77 dice:

La poca distanza,quanto sarebbe?Giusto per capire...

 

Girando l'albero va in tensione lo spinotto del pistone al pmi e riesce a completare il giro giusto per la tolleranza che ha lo spinotto. Non mi ispirava molta confidenza onestamente, con le dilatazioni termiche non si sa mai... faccio male?

Era una cosa che DRT mi aveva avvertito che sarebbe potuta succedere in corsa 53 coi carter sip...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Aggiornamento!

Il motore è chiuso e pronto a essere acceso. Mi manca solo costruirmi un biberon per avviare il motore sul cavalletto e fare i primi controlli del caso. Vi terrò aggiornati!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragazzi, E' VIVO!

Acceso sul cavalletto, partito alla seconda spedalata! Minimo regolare e pronto a salire di giri!
Anche se tutte le gite che avevo in mente ad agosto sono saltate a causa del lento sviluppo del motore, al sentirlo rombare mi sono un po' commosso!
Prossimi step: adattare meglio la marmitta (il foro carter pk non combacia con quello della marmitta), riordinare i collegamenti elettrici, tarare di fino l'anticipo con la strobo (20 gradi vanno bene?).

Alcune cosine da chiedervi:
Per tenere il minimo devo praticamente avvitare la vite al massimo e non ho più gioco. Si può tagliare la molletta di ritorno della vite?
A "occhiometro" vado bene con getto 80? Giusto per le prime prove e rodaggio.
Come candela in futuro può andare b7hs o w22fs? O per schilometrare per ore e ore alla volta è meglio qualcosa di più freddo?

Grazie mille per tutti i consigli finora! 👍

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 ore fa, FlexoLuke dice:

Per tenere il minimo devo praticamente avvitare la vite al massimo e non ho più gioco

Non è propriamente normale questa cosa. Probabilmente hai problemi di carburazione. Qual è il tuo setup completo attuale sul carburatore?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 2/9/2019 at 09:50, iena dice:

Non è propriamente normale questa cosa. Probabilmente hai problemi di carburazione. Qual è il tuo setup completo attuale sul carburatore?

Il setup attuale è min 42, max 85. Può andare per iniziare?

Per la storia del minimo, mi sento stupido: avvitavo A MANO fino in fondo, con un cacciavite ero a un paio di giri dal fine corsa. Cioè quello che pensavo fosse tutto aperto era invece un sano metà corsa... SORRY 🤣

Share this post


Link to post
Share on other sites

EDIT: mi sono confuso, effettivamente per tenerlo acceso devo avvitarlo tutto fino in fondo... Sotto foto. Sarà problema di anticipo?

https://imgur.com/a/QZfmG5f

Nella foto c'è anche il dettaglio di or ora: mi si è ribaltato il motore in marcia dal cavalletto e ha picchiato per terra, rovinando e piegando 3 alette del volano... Spero di non aver fatto ulteriori danni con questa sfortuna. Già mi sono ustionato un dito cercando di ritirarlo in piedi...

Share this post


Link to post
Share on other sites
23 minuti fa, iena dice:

Non vedo nulla ... Ma forse è un problema del mio PC

 

Perdon, riprovo.

Qui la vite del minimo:
https://imgur.com/Qier9h1

Qui il danno alla ventola:
https://imgur.com/HIkzFpE

Ora oltre alla preoccupazione della carburazione, spero di non aver fatto danni meccanici con questa caduta...

Share this post


Link to post
Share on other sites

In effetti la vite è parecchio avvitata. Ma il registro del titolo del minimo come l'hai regolato? L?hai svitato di almeno 1,5 giri?

Il volano non pare avere danni particolari. Magari smontalo e picchiettalo ascoltando con un cacciavite ascoltando come "suona" per assicurarti che non abbia crepe o rotture

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...