Jump to content
VR News
  • IMAGES HOSTING
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.


mago2t

I sogni son desideri.....

Recommended Posts

Ciao a tutti, mi chiamo Diego e restauro moto d'epoca per lavoro/passione :lol:, ma non sono qui per farmi pubblicità, anche perché non faccio restauri di Vespe e o scooter d'epoca. Tornando a noi, dopo molti anni di astinenza, almeno una ventina, sono tornato un felice possessore di Vespa. Ho acquistato da circa tre anni una VBB1T e facendo una visura della targa ho scoperto che era immatricolata motocarrozzetta. Questo modello, mi piace molto, sopratutto per il colore, che, a mio giudizio, si sposa meravilgiosamente con le sue linee :applauso:.

Ciò che dirò in seguito, sarà sicuramente oggetto di critiche furibonde, ma, bisogna avere il coraggio di portare avanti le proprie idee. Abito in una zona abbastanza in alto, con pendenze importanti, e per tale motivo, ho volutamente modificato un motore PX (il suo è stato completamente revisionato e conservato nel cellophan ;-)) nella parte posteriore, per adattare il mozzo a ganasce sovrapposte e poter montare il tamburo originale e quindi la ruota da 8. Inoltre, volendolo veramente utilizzare, ho preparato il motore utilizzando un kit 177 in ghisa della Pinasco, e l'accensione elettronica originale del PX. In tal modo, il mezzo oltre ad avere una potenza sufficiente per affrontare le salite ha anche un impianto a 12 volts stabilizzato.

Questa era la parte migliore :mrgreen: adesso viene il peggio, e cioé il sidecar. Viste le mie possibilità economiche, per l'acquisto del side, avevo pensato di rivolgermi alla ditta Fibercar che ne produce uno in vetroresina. Ciò che mi piace di quella azienda è che il telaio è fatto in acciaio al CrMo, il side mi piace meno, ma a quei soldi non si può pretendere di più. Inoltre sempre in considerazione della zona dove abito, un side in VTR pesa molto meno di uno in lamiera, e questo agevola il lavoro dei freni e del motore.

Da un bel po vi sto leggendo, e ho visto e imparato tantissime cose a me totalmente sconosciute, e quindi volevo approfittare del Vostro sapere, per portare avanti questo mio progettino per rendere il mezzo il più guidabile e sicuro.

La mia idea era quella di modificare il talaio (che ancora non ho acquistato) per poter registrare almeno la convergenza del ruotino del side abbastanza agevolmente, ed inoltre, costruendo un apposito sdoppiatore, dotare di freno anche il side, infine, sempre per migliorare la stabilità, ho visto in uno dei post un braccio aggiuntivo da imbullonare al posto del portaruota.

In generale, non ho ancora le idee chiare, ma in particolare, avrei bisogno di consigli proprio sul montaggio del side, tipo quanto devo disassare la ruota rispetto a quella posteriore, che campanatura usare etc.etc. tenete presente che il mio telaio, non presenta i buchi di aggancio del side, per cui il lavoro devo farlo ex-novo.

Si accetta di tutto, consigli -critiche-etc-etc

Grazie

Diego

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao benvenuto su VR

 

di side non ci capisco una mazza, ma il progetto mi sembra interessante.

metti un paio di fotine del side che vorresti adattare in modo da capire come potrebbe funzionare la cosa e vedrai che qualcuno ti rispondera.

 

hai dato un'occhiata ai lavori fatti dagli altri utenti?

ciao

gian

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Gian, al momento, non ho acquistato il side, le foto dello stesso si trovano facilmente in rete. Prima di acquistarlo, volevo appunto dei pareri da parte di persone competenti, questo per evitare di commettere errori grossolani e di fare acquisti errati. Ovvio, che sull'originalità, con quello che ho intenzione di fare, mi tocca per forza soprassedere, in compenso però, ciò che voglio fare è per un uso personale e non per fare una malsana replica da abbindolare a qualcuno. Ho letto molti dei post sui side, e li trovo davvero interessantissimi, ma su alcune cose, non sono riuscito a chirirmi bene le idee...

Share this post


Link to post
Share on other sites
MODERATOR

ma la vespa in questione ha i documenti in regola? perche' in caso contrario la potrai immatricolare solo con tuv ed un esborso superiore ai 1000 euro.:ciao:

Share this post


Link to post
Share on other sites

No, la Vespa è una radiata d'ufficio, e quindi mi tocca fare la trafila della fiche fmi storica e relativa reiscrizione del mezzo. Quello che dici tu è vero nel caso in cui la Vespa non è mai stata immatricolata come Sidecar. Sono abbastanza ferrato in materia, in quanto ho reimmatricolato diversi mezzi. Ti aggiungo che, anche nel caso in cui non è mai stata immatricolata sidecar, se sei disposto a rinunciare alla targa originale, si riesce a fare lo stesso.. c'è una procedura, prevista nella circolare Matteoli del 2010 che parla di mezzi di origine sconosciuta..

Edited by mago2t

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ci sono diversi casi da prendere in considerazione. Se il veicolo è radiato ma sei in possesso di tutti i documenti è un conto. Se il veicolo è radiato e non hai nessun documento è un'altro. Poi, purtroppo, ci sono le motorizzazioni di mezzo, le quali si comportano in modo totalmente diversa l'una dall'altra! Secondo la circolare di Matteoli del 10 ottobre del 2010. Qualora non ci sia un regolare passaggio di proprietà da parte dell'ultimo effettivo intestatario del mezzo, l'unico modo per reiscrivere il mezzo è quello di rivolgersi ad uno dei registri storici contemplati nella stessa circolare. Vado a memoria, FMI, ASI, FIAT, e un altro.. che non ricordo. La prassi è sempre la stessa, e cioé devi ottenere una Fiche dove sono indicati i dati di omologazione del mezzo, che va di fatto a sostituire il certificato di conformità originale e che ti permette di reimmatricolare il mezzo. Se invece hai tutti i documenti e riesci a farti fare il passaggio dall'ultimo propretario, allora puoi evitare la trafila e procedere con la "semplice" reiscrizione del mezzo, pagando gli ultimi tre bolli e effettuando il collaudo/revisione presso la motorizzazione. Poi ci sono altri metodi... poco ortodossi non contemplati da nessuna legge in vigore. Considera che 600 euro non son pochi. Per una reimmatricolazione fai da te, le spese sono 100 euro per la fiche circa 100 per il collaudo stampa del nuovo libretto e targa nuova e altri 90 per la prima intestazione al PRA...

Share this post


Link to post
Share on other sites
MODERATOR

hai in mano il cronologico? dico questo perche' affermi di non avere fori sulla pedana per cui il mezzo non è mai stato motocarrozzetta e molte visure recitano sidecar per errore.

Share this post


Link to post
Share on other sites
hai in mano il cronologico? dico questo perche' affermi di non avere fori sulla pedana per cui il mezzo non è mai stato motocarrozzetta e molte visure recitano sidecar per errore.

 

A dire il vero, non saprei, in quanto la vespa era davvero marcia sotto e quindi ho acquistato il fondo nuovo, poi il resto lo ha fatto il carrozziere. Considera che il mezzo era verniciato già da un paio di anni e solamente da un paio di settimane sono riuscito a metterci le mani e a rimontarlo!! Anche i motori li avevo preparati allora, tant'è che al primo giro senza side sono andato dritto, perché avevo dimenticato il paraolio del mozzo :mrgreen:... Vista la modifica ne ho dovuto trovare uno ad hoc. Per quanto riguarda la parte docs all'epoca, tramite agenzia avevo fatto una visura (che neanche trovo più) e da quest'ultima risultava motocarrozzetta e non motociclo. Visto che ormai la VBB è finita (mi è rimasto da collegare solo l'impianto elettrico) mi sono riattivato e ieri ho chiesto in agenzia una visura nuova, e se risulta motocarrozzetta, allora faccio il crono che mi servirà per la procedura FMI che faccio di solito.

Per rispondere a Stagnutti, io di questa moto ho solo la targa originale e basta, e qui dalle mie parti, o fai la procedura che ti ho descritto o il mezzo su strada non ce lo metti. Beati voi che ci riuscite... anche se 600 euro per me sono uno sproposito..

Share this post


Link to post
Share on other sites
STAFF

Tieni comunque presente che la sigla del motore del PX è ben diversa dalla sigla del motore della VBB e questo in fase di collaudo verrà fuori.

A buon intenditor, poche parole.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questo lo avevo messo in conto, infatti il suo motore originale è pronto per essere montato. Tanto per la trafila ci vorranno almeno tre mesi, e nel frattempo, ho ritenuto opportuno montarla in configurazione definitiva per fare tutte le prove necessarie. Come dicevo all'inizio del post, sui side non ho nessuna esperienza, e so che trovare il miglior compromesso tra guidabilità, stabilità e sicurezza, non sarà una passeggiata :-(. Cambiargli il motore, per fare il collaudo è lavoro di un paio di orette..

Detto questo, qualcuno può darmi qualche consiglio su come montarlo?

Come ho detto all'inizio qualcosa mi pare di averla capita, per es. l'asse della ruota del side deve essere più avanti rispetto a quella posteriore della moto, questo permette di fare meglio le curve, ma qual'è il range utile? credo sui 4/5 cm ma mi piacerebbe avere conferma. Inoltre non si parla di campanatura, in quanto si fa riferimento a telai rigidi, che dovrebbero riportarla in automatico, e infine qual'è il range corretto per la convergenza? Infine, se ci sono trucchetti da seguire o altro, sarei ben felice di conoscerli.

Grazie ancora

Diego

Share this post


Link to post
Share on other sites

io intanto procedo.... ieri sono impazzito con l'impianto elettrico :testate: la cosa mi era stata descritta come banale, in realtà probabilmente lo sarebbe stato se fosse tutto originale.. Il mix tra VBB e motore PX invece è un suicidio, almeno elettricamente parlando. Dal punto di vista meccanico, al di là della ricostruzione col tig nella parte posteriore per modificare il mozzo da due a un piolo per montare le ganasce piccole, il resto è compatibile. Il motore monta senza problemi, a parte l'altezza dell'ammortizzatore che bisogna variare con il giusto distanziale filettato (ne esistono diverse misure). Il motore, come dicevo è stato totalmente revisionato e solo raccordato nei travasi per montare il kit in ghisa Pinasco, che, con la marmitta originale e ancora il 20/17 (sto aspettando il 20/20 da un amico :-)) senza fare nessuna modifica alla carburazione, si comporta egregiamente con una ottima coppia, fin dai bassi regimi, ma sopratutto è silenziosissimo, forse anche più dell'originale :Ave_2:. Davvero non me lo aspettavo.. Tornando all'impianto elettrico, forse riesco a risolvere con il devio della GL. So che esteticamente è un po diverso, ma è l'unico che ha l'impianto simile al PX elettronico ;-). Altra modifica che ho dovuto fare è stato montare il regolatore di tensione del px, che, essendo molto grande, ho dovuto posizionarlo all'interno del cofano di sx, forando il telaio per far passare i fili... foro che avrei comunque dovuto fare per i fili del side. Così, di buona lena oggi, ho smontato il cofano ho fatto un bel foro da 10 mm ho collegato i tre fili del fanalino posteriore in parallelo li ho inguainati e fatti passare anch'essi nel foro insieme a quelli del regolatore di tensione. Chiaramente ho isolato la carrozzeria con un passacavi in gomma a misura. AH! dimenticavo l'altro ieri ho acquistato il side, dovrebbe arrivarmi in settimana...

D

Share this post


Link to post
Share on other sites

non credo che sia necessario scriverlo :mrgreen::mrgreen:

per il motore px passi da un impianto NC a un impianto NA devi cambiare anche il pulsante dello stop sul freno ne vendono i più comuni ricambisti di adatti al tuo problema.

se guardi ci sono 2 discussioni che ti interesseranno, in officina e in tuning c'é chi ha fatto il tuo steso lavoro con i consigli per farlo passo passo...

altra informazione su scootrs trovi un impianto con devio già modificato per il tuo scopo.... massima resa, ma devi ordinarlo ed aspettarlo...

guarda bene negli altri forum una delle discussioni era stata aperta da gt1968 !!!

ciao

gian

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie Gian, sarò cieco, ma non riesco a trovare gli argomenti che mi hai segnalato. Oggi per puro caso mi sono imbattuto nella modifica da fare al devio. Cosa che avevo peraltro fatto. Infatti sono arrivato ad accendere correttamente tutte le luci e mi funziona anche il premi stop. Mi era rimasto il clackson appunto perché il pulsante originale è un NC e a me serviva un NA per mandare il bianco a massa. Ho visto che molti hanno risolto sollevando le due linguette di contatto, trasformando così il pulsante. Le modifiche che ho fatto al devio, riguardano la pista in rame inferiore, che ho dovuto tagliare per evitare che andasse tutto a massa. Non mi piace il fatto che per come è gestito l'impianto, bisogna accendere insieme agli abbaglianti/anabbaglianti anche le luci di posizione, ma questo credo sia irrisolvibile... Mi metteresti i links delle discussioni che hai citato?

grazie D

se riesco metto una foto di ciò che avevo fatto e che solo stamane ho trovato in rete.... a saperlo l'avrei cercata Sabato

gruppo int.jpg ed avrei evitato di impazzire..

Edited by mago2t

Share this post


Link to post
Share on other sites

allora

prima di tutto guarda i temi delle discussioni in rilievo in officina

sono un po nascoste, ma sono in assoluto le discussioni più valide....

 

Discussioni in Rilievo

 

tra le discussioni in rilievo trovi questa... http://www.vesparesources.com/discussioni-rilievo/30400-con-lo-stesso-volano-da-puntine-elettronica.html

 

e questa é la discussione di Luca del suo passaggio da puntine a eletronica... http://www.vesparesources.com/tuning-largeframe/48470-da-puntine-elettronico-con-qualche-dubbio.html

 

l'ultima é quella che ti interessa di più!

 

anche io sapevo della modifica al devio e per il clacson modifica anche il pulsante del freno...

 

ciao

gian

Share this post


Link to post
Share on other sites

:banana::banana::banana: Buongiorno a tutti, le banane indicano il mio attuale stato d'animo. Ieri per la prima volta mi sono fatto un giro di sera... Risolto tutto. Mi è bastato fare l'ultima modifica al pulsante trasformandolo da NC a NA collegando il filo bianco da un lato e una massa dall'altro et voilà finalmente funge tutto :mrgreen:

Non ho modificato il pulsante di stop, perché evidentemente devo avere quello giusto, altrimento non si spiega.. Comunque, se si vuole utilizzare davvero, la modifica delle luci è davvero importante. Con una lampada da 35/35 fa un fascio costante e bianchissimo fin dai primi giri, anche se premi lo stop, quasi non avverti il calo. Diverso è per il clackson che invece incide molto come assorbimento, ma a pensarci potrebbe essere utilizzato come lampeggiante :quote:

Comunque, un grazie a tutti quelli che si sono interessati.

Tanto non pensate di avermi tolto di mezzo così facilmente, adesso arriva la parte del sidecar...

to be continued :Lol_5:

 

Diego

Edited by mago2t

Share this post


Link to post
Share on other sites
ecco vedi di passarci qualche foto dei lavori fatti.:mrgreen:

 

:ciao:

 

Sarai servito, in realtà è sufficiente una sola foto che riguarda il lato posteriore del devio. Le modifiche sono state fatte tutte lì. Tra stare e domani, faccio la foto e cerco di spiegare i collegamenti necessari..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Prima di fare lo stesso errore che ho fatto con l'impianto elettrico, mi piacerebbe sapere se c'è qualche discussione inerente la ciclistica del side. Riportandomi all'inizio di questa discussione, la richiesta iniziale era appunto la volontà di apportare delle modifiche tecniche al side, che in particolare riguardavano il posizionamento corretto di quest'ultimo, sia la possibilità di montare un freno anche alla ruota del side... Ho provato a leggere sia nella sezione tuning che in quella dei side, ma non ho trovato nulla.. Qualche link?

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
STAFF

ciao e benvenuto.

 

la ruota del sidecar deve stare circa 20/22 cm più avanti della ruota posteriore.

per quanto riguarda la "convergenza" la puoi misurare fissando due aste di alluminio (o legno) alle ruote e deve essere "chiusa" di circa 2 - 3 cm e comunque è da provare.. quindi bisogna armarsi di cannello e riscaldare la parte interessata del tubolare per modificare il tutto a piacere.. fare un gir ricontrollare ecc. ecc. finchè non trovi la convergenza giusta.

 

Questi dati li ho trovati in rete.. il mio progetto è per diversi motivi fermo ma non mi arrendo :-)

 

:ciao:

Share this post


Link to post
Share on other sites
ciao e benvenuto.

 

la ruota del sidecar deve stare circa 20/22 cm più avanti della ruota posteriore.

 

 

ogni telaio necessita della sua messa a punto, sulla mia le ruote sono disassate di 3-4 centimetri al massimo...

 

per la convergenza sto a 2-3 cm anche io...

 

ricorda che devi anche registrare la campanatura, se no ti ribalti

Edited by enricopiozzo

Share this post


Link to post
Share on other sites
STAFF

E infatti, mi sembrava eccessiva la misura fornita da Areoib. :boh:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...