Jump to content
VR News
  • IMAGES HOSTING
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.

senatore

Utenti Registrati
  • Content Count

    31,286
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    32
  • Points

    586 [ Donate ]

senatore last won the day on November 24

senatore had the most liked content!

Community Reputation

89 ha di che essere orgoglioso

2 Followers

About senatore

  • Rank
    Staff
  • Birthday 07/11/1953

Personal Information

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Allora vuol dire che non hai letto per nulla quanto dice Gino riguardo la procedura per reimmatricolare i mezzi di origine sconosciuta. Cerca nel forum Pratiche e ti renderai conto che sapere il vecchio numero di targa non ti servirà a nulla.
  2. Scusa, ma ammesso che tu riesca a conoscere il numero di targa (cosa che ritengo assai difficile!) con il quale è stata immatricolata la vespa, cosa credi di poter fare dopo?
  3. Io, mi limiterei a cambiare i pezzi vecchi con quelli nuovi, ma identici, altrimenti viene stravolto il restauro. Non si può pretendere di avere il comfort e la sicurezza di un mezzo recente mentre si è alla guida di un mezzo degli anni '50. Comunque io, negli anni '80 e parte degli anni '90, utilizzavo regolarmente una vespa degli anni '50 senza problemi di sorta. Basta solo sapersi accontentare e sapere quali sono i limiti del mezzo di cui si è alla guida e questo concetto vale per tutto.
  4. I supporti inferiori mi sembra siano uguali, mentre il superiore prevede che si possa montare solo l'ammortizzatore e non anche la molla, questo perchè ammortizzatore e molla sono coassiali. A questo punto, senza cambiare alcun supporto, potresti montare l'ammortizzatore con molla coassiale, anche se non capisco il motivo di tutto sto strovolgimento.
  5. Non puoi cambiare l'inclinazione, dovresti cambiare anche i supporti sia superiore che inferiore dell'ammortizzatore. Infatti, se guardi anche l'inferiore, nemmeno lui consente di montare paralleli sia la molla che l'ammortizzatore.
  6. Vedi, il progresso e l'innovazione, vanno di pari passo con tutto, anche per le vespe. All'inizio, c'era il cambio a bacchetta, poi modificato a fili per ovviare a determinati inconvenienti; la forcella, nelle 98, era al contrario, cioè sulla parte destra del veicolo, e passò poi a sinistra con le prime 125 e da allora è rimasta sempre così (sulle vespe); la sospensione posteriore, prima era completamente inesistentente, poi montarono molla e ammortizzatore separati e, dopo un bel po' di anni, passarono a renderli coassiali e da allora son rimasti così. E lo stesso dicasi per tanti altri particolari. Tutto ciò per migliorare il mezzo. Lo stesso accade ancora oggi, con tutti i veicoli. Le prime serie, sono spesso oggetto di miglioramenti successivi, perchè solo dopo ci si rende conto di "errori" oppure nascono nuove idee e/o materiali più consoni, e la vespa non è certo sfuggita a queste "regole". Nel caso della sospensione posteriore della vespa con ammortizzatore e molla non coassiali, è normale che gli stessi non seguano la stessa direzione per il funzionamento, essendo fissati l'ammortizzatore e la molla in due punti diversi e non affiancati. Se osservi il supporto in alluminio dove vengono fissati la molla e l'ammortizzatore te ne renderai subito conto. Inoltre, non avendo la molla una guida interna, in compressione si arcua per adeguarsi alla corsa dell'ammortizzatore che risulta invece molto più obbligato della molla a seguire una direzione.
  7. L'ammortizzatore non è fissato direttamente al telaio della vespa, ma ad un supporto in alluminio, tramite silent block e poi tale supporto viene fissato al telaio della vespa. Non mi sono mai posto il problema della errata inclinazione, perchè quello e solo quello è il corretto montaggio. Venendo alla foto che hai postato, sei certo che l'ammortizzatore sia già montato correttamente?
  8. In una delle vespe, quella senza il portapacchi anteriore, sul paragambe c'è un cartellino attacato alla vespa con il nastro adesivo nero. Sul cartellino c'è scritto " E' in visita turistica". Chissà perchè?
  9. C'è qualcosa che non mi torna. Da quel che ne so io, la Super 125 dovrebbe montare un contachilometri con fondoscala 100 non 110. Per quanto riguarda poi i pezzi in foto, quella rottura, quando il tutto è montato, non si vede. Un po' di Attack e via.
  10. Invece io, anni fa, ho assemblato un motore 200 partendo dai carter e mettendo all'interno ciò che "trovavo" di volta in volta. Era con l'avviamento elettrico e lo mantenni montando il primo motorino d'avviamento che mi capitò a tiro e veniva da un My 150. Nessun problema.
  11. Tranquillo, è normale che si giri. Prova allora a tenere dritto il manubrio quando metti la vespa sul cavalletto e senti se accelera anche così.
  12. Quando la metti sul cavalletto e la vespa si accelera, il manubrio resta dritto o si gira?
  13. Curioso il fatto che una Giulietta TI (capovolta) sia andata a fermarsi accanto ad una Giulia TI. Al centro della foto.
  14. Da non credere: https://www.malpensa24.it/vespe-rubate-garage-busto-venivano-esportate-illegalmente/
×
×
  • Create New...