Jump to content
VR News
  • IMAGES HOSTING
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.

giocippo

Utenti Registrati
  • Content Count

    12
  • Joined

  • Last visited

  • Points

    14 [ Donate ]

Community Reputation

0

Personal Information

  • Città
    Ferrara

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. non c'è dubbio che siano delle comodità e visto che per il PX erano previsti li reputo perfettamente in linea con quel modello, la mia frase si lega al fatto che come tutte le componenti hanno bisogno di una manutenzione e più cose ci sono, più guasti possono sorgere. Solo la presenza di una batteria si porta dietro tutte le relative conseguenze. Un PX senza questi accessori è più semplice ed esposto a meno inconvenienti. P.S. personalmente non accenderei mai una Vespa col tastino, il kick-start è irrinunciabile in una Vespa d'epoca 🙂
  2. ciao, ma l'ultima delle tre è un conservato? Se così fosse sarei orientato anche su di lei, pazienza per la targa non originale, almeno non è la targa europea che stona... Non si può mai sapere chi ha fatto il restauro e come, a meno che ovviamente i proprietari non ti documentino tutto il restauro con dettagli relativi. inoltre, senza miscelatore e senza ELESTART non avrai mai problemi! 😃
  3. ciao a tutti, meravigliosa la descrizione di paletti, anch'io ritengo quella della miscela un rito (ognuno ha le sue malattie...) a 17 anni quando presi la patente per la vespa (PX 125 ARCOBALENO del 1986 SENZA MISCELATORE CONSERVATO fino all'ultima vite) andavo in bici 😂 al distributore (SHELL) più vicino a casa e mi facevo mettere dal benzinaio 5 litri nella tanica, poi tornavo a casa e in garage aggiungevo nella tanica l'olio facendo la miscela, scuotevo bene, poi con l'imbuto versavo e partivo con la vespa. Una procedura lunga, scomoda e che - nonostante diverse taniche cambiate - mi faceva sempre sgocciolare parecchio sulle mani e per terra mentre travasavo. poi sono cresciuto, ho cominciato a usare parecchio la vespa anche per giri lontani e ora faccio tutto al distributore self, mai avuto problemi, anzi solo comodità. questo il metodo personalissimo. Premessa: faccio miscela al 2,5% usando olio bardahl sintetico e viaggio sempre con me con pezzi da 5€. Oltre alla comodità, evito di usare carte che nella maggioranza dei self ti fanno una pre-autorizzazione di 100€ per vedere se hai effettivamente i soldi dentro e che può risultare molto scomodo nel prosieugo del viaggio (magari se è una prepagata con una somma limitata dentro e la pre-autorizzazione si prolunghi prima che i soldi ritornino disponibili). Chiudo sempre il rubinetto 300 metri prima di arrivare al distributore, spengo, cavalletto, guardo il prezzo della benzina. Esempio: 1,519€ . Calcolatrice del telefono 😄: 5€ diviso 1.519 € = 3,291 . Farò quindi un po' più di 3 litri di benzina. Poi: 3291 ml (cioè i 3 litri espressi in milli-litri) diviso 100 ml [= 32,91] per 2,5 (percentuale di olio) = 82 ml di olio necessari circa. in altre parole, quantità di benzina in ML diviso 100 per percentuale di olio desiderata. Nel bauletto ho sempre documenti della vespa, bottiglia di olio, misurino in ml e carta. Tiro fuori il misurino graduato e metto circa 80 ml, nel caso sempre un po' di più perché non scende mai tutto. Apro serbatoio e verso l'olio. Solo dopo di queste operazioni vado alla macchinetta automatica, inserisco i 5€ e seleziono la pompa. Torno e con molta usta senza mai premere a fondo la pistola verso la benzina che si va a miscelare con l'olio già versato. Chiudo tutto, ripongo tutto e prima di partire metto la vespa giù dal cavalletto e scuoto bene l'amato mezzo per miscelare ancora. Infine, ecco la malattia, rimetto la vespa sul cavalletto (io l'accendo solo sopra al cavalletto) e sempre con rubinetto chiuso la accendo, uno o due colpi leggeri di gas, quindi apro il rubinetto e parto. Sembra lunghissimo, lo so, ma con l'esperienza collaudata non impiego più di 3-4 minuti. Questa la procedura in self da chiuso. Cambia il discorso se c'è il personale. E qui potremmo parlare a lungo: alcuni benzinai presenti sul posto scelgono comunque di far praticare il self mediante macchinetta, altri si fanno dare i soldi del self a mano dopo che ti sei rifornito autonomamente. In questo secondo caso la pompa di benzina in modalità self da aperto è a tua completa disposizione e non hai il vincolo del pagamento precedente alla macchinetta. Quindi puoi mettere 1 litro, 3 litri, 6 litri e così via...
  4. Bella! Se quel colore è il suo grigio chiaro di luna originale io non penserei mai a cambiarlo, sta molto bene così! Mi permetto solo di suggerirti, oltre alla parte meccanica, di cambiare bordo scudo e leve freno-cambio che così posticci non sono affatto belli (oltre che diversi dall'originale). Bell'acquisto
  5. Grazie per la risposta e per l'interessamento! Uso quel Bardahl perché consigliatomi da alcuni amici appassionati e da un grande collezionista che ho il piacere di conscere e perché dovrebbe essere uno dei migliori, ma effettivamente dopo aver fatto miscela e un po' di km vedo una macchia di olio sulla parte iniziale della marmitta che dopo un po' va via. Prima il meccanico (che ora ho abbandonato) mi dava un ELF semisintetico spacciandomelo per ottimo... 😠 vorrei restare su un sintetico 100%, magari provo un altro della linea Bardahl. Non ho mai capito la vera differenza tra il KTS e il KGR della Bardahl, ma in listino ne hanno anche altri due meno costosi
  6. il Q8 vicino a me ha la 100 ottani a 1,789€, che è un prezzo ottimo considerato che è un distributore di marchio. Non ho problemi a farla tanto la Vespa non consuma tanto, il mio dubbio è: usando un olio Bardahl che di per sè ha già l'octane booster (IN TEORIA una formula che contribuisce ad aumentare il numero di ottani) posso provare lo stesso a farla o possono sorgere controindicazioni? Avevo letto che una benzina con additivi come la 100 ottani potrebbe confliggere con l'olio stesso della miscela e causare problemi. C'è un fondo di verità?
  7. io ho una px 125 arcobaleno del 1986 perfettamente originale, senza una vite diversa da come è uscita dalla fabbrica. Uso olio Bardahl KTS competition 100% sintetico che ha anche - almeno è scritto sopra - l'octane booster. Faccio miscela al 2 e mezzo circa. Secondo voi ha un senso usare la 100 ottani perché sarei curioso di provarla o quantomeno sapere se può dare un qualche beneficio? Dalle mie parti c'è un solo distributore di 100 ottani, il Q8 con la sua hi-perform. Grazie
  8. Sì potrebbe essere l'ultima cosa da fare e poi credo sia giusto non farmi altri pensieri o insistere su questo colore strano. Evidenze di una destinazione estera non ce ne sono, nè sulla carrozzeria nè sugli attuali documenti, sarà stata una riverniciatura sbagliata. Credo si possa dire sia una bellissima rally 200 primissima serie 1972 con documenti originali persi ma perfettamente regolare dal punto di vista legale, documenti nuovi e... da riverniciare! 😂 magari con un bel rosso canyon proprio del 1972. Secondo voi quanto valore perde una vespa come questa senza targa originale ma con una di qualche anno dopo e con documenti nuovi e non più originali (p.s. e di un colore non proprio suo...)? Grazie ancora delle risposte
  9. Documenti alla mano è emerso questo: libretto originale non più presente, ha la carta di circolazione nuova in cui risulta come prima immatricolazione un generico 1972 e come immatricolazione cui si riferisce il documento attuale xx/xx/2015. È iscritta FMI. La targa attuale è una targa della provincia di Mantova del 1978. Nessun dato sulla targa originale (sigh..) nè sulla data completa di prima immatricolazione. Ho guardato, come mi avete detto, sotto il passaruota posteriore. Non mi sembra di aver visto una doppia serie di buchi come si diceva sopra... se avete voglia fatemi sapere, grazie!
  10. Ciao a tutti, Ho chiamato il servizio clienti Piaggio sezione Vintage (quello che rilascia le varie documentazioni storiche) e anche scritto una mail per poter sapere se con il numero di telaio potessero risalire alla specifica destinazione e/o colorazione con cui la Vespa è uscita di fabbrica. Ma mi hanno detto che non hanno questa tipologia di info così specifica: es. il telaio xyz di che colore specifico è uscito di fabbrica. Quello che possono comunicare è la gamma colori dell'epoca per quel modello, info però che tutti noi abbiamo già. Anche un famoso restauratore di Vespe emiliano mi ha confermato che una simile info non si può avere. Giovedì vedrò il proprietario sperando di avere qualche info in più dai documenti della Vespa e guarderò anche sotto il passaruota posteriore. Comunque io credo che per l'estero quel colore effettivamente abbia circolato. Oltre a quanto vi ho scritto nel primo messaggio, guardate per caso cosa ho trovato su instagram... Ammesso che questo arancio fosse stato davvero usato da Piaggio per l'estero (viste le diverse testimonianze che si trovano), forse sapere se anche l'esemplare di questo signore fosse anche lui di questo colore in origine o sia stato da lui riverniciato a caso è una richiesta troppo eccessiva... !? Vi aggiornerò, grazie come sempre ogni spunto è ben accetto
  11. Grazie a tutti, quando mi ricapita di andare a trovare il proprietario guardo sicuramente nel passaruota. Mi farò mostrare anche i documenti che magari aiutano. Altro dettaglio che non vi ho detto e che forse può indirizzarci verso la verità è che la Vespa, ripeto con telaio del 1972, ha una targa della provincia di Mantova del 1978 (controllato sul sito targhe italiane). Reimmatricolata per cambio provincia o perché proveniente dall'estero? 😜
  12. Ciao a tutti, sono nuovo del forum, mi chiamo Giovanni e sono un appassionato di vespe d'epoca come voi. Possiedo una PX conservatissima, ma vi scrivo perché potrei avere la possibilità di acquistare da un anziano collezionista una vespa rally 200 prima serie del 1972. Il telaio è fra le prime 3000 rally 200 prodotte (38xx), ha l'elettronica Femsa, spegnimento sottosella, targhette giuste, insomma la Vespa è bella e funziona anche bene. Il vero dubbio, che mi tormenta da diversi mesi ormai, riguarda il colore della Vespa. Cercherò di spiegarmi al meglio: l'attuale proprietario sostiene di averla acquistata diversi anni fa in una fiera di un colore scuro non meglio identificato e di aver poi notato un colore "arancione" sotto la pedana. Quindi confrontando questo colore con le palette-colori Max meyer di averlo identificato come un certo Arancio 907, codice 1.298.4907, che effettivamente esiste ed è il più simile al colore in cui la Vespa attualmente è verniciata. Lo stesso proprietario sostiene che si tratti di un esemplare prodotto per il mercato estero, in particolare quello tedesco, dove questo colore, non certo presente per il mercato italiano e diverso dal famoso Rosso Canyon 921, sarebbe stato disponibile. Questa operazione di identificazione del colore è stata fatta, diciamo, "ad occhio" e confrontando le palette-colori. Spulciando tra vari forum e discussioni ho effettivamente trovato un topic in un forum tedesco in cui si menzionano diversi colori per il mercato tedesco e in cui compare anche questo Arancio 907 (potete vedere il colore qui http://www.capuanocolori.it/cartellacolorivespa.html). La domanda è questa: sarà tutto vero? L'attuale proprietario ci avrà davvero azzeccato nel beccare questo arancio 907 e questo esemplare per il mercato tedesco (e se così fosse, chissà quale valore potrebbe avere la Vespa!) oppure quell'arancio che si intravedeva sotto la pedana altro non era che il rosso canyon del 1972 (colore tra l'altro che reputo bellissimo)? La Vespa è stata interamente riverniciata, dunque è difficile risalire a tracce sulla carrozzeria. Alla fine la domanda è: mettiamo che io la compri, ha senso tenere questo colore estero molto raro oppure, essendo stato verniciato "a caso", la devo rifare in arancio canyon, colore che sappiamo essere stato effettivamente presente per l'anno 1972? Personalmente sono un maniaco dell'originalità, quindi vorrei una Vespa perfetta in tutto. Vi chiedo, dunque, se vorrete aiutarmi, di darmi la vostra opinione, se avevate già sentito parlare di questo colore o se potete darmi qualsiasi informazione in tema. Vi ringrazio in anticipo e allego una foto della Vespa Giovanni
  13. giocippo

    giocippo

×
×
  • Create New...