Jump to content
VR News
  • IMAGES HOSTING
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.

Alan73

Utenti Registrati
  • Content Count

    13
  • Joined

  • Last visited

  • Points

    7 [ Donate ]

Community Reputation

0

About Alan73

  • Birthday 05/04/1973

Personal Information

  • Città
    Ravenna
  1. Il cilindro è un superstite anni 90 ex girato ora rettificato a 57.4 e in rodaggio. Scarico allargato e alzato, travasi invariati, testa piaggio adattata e squish rivisto attorno a 1.1 o 1.3, non ricordo. La terna 24/58 quarta corta e volano pinasco la provai tanti anni fà abbinata al malossi 132 aspirato al cilindro con 25 spalle piene e proma, e ricordo che andava benone, la quarta la prendeva bene e allungava pure. Con questa config ancora si deve slegare cmq la sensazione a pelle è che sia quasi corto di rapporti.. può anche essere che sia da ritardare un pò, non avendo la strobo sono andato un pò per tentativi, magari piu avanti ricontrollo meglio i parametri.
  2. Avendo motori corsalunga originali o poco più, Io sono rimasto alla soluzione monomolla, più economica però ammetto a volte rognosa da settare. Ho provato il kit 3 dischi + molla scura della surflex e ho avuto problemi con altezza e durezza.. provato il kit 4 dischi + molla zincata della newfren e ho avuto problemi di altezza e molla che si imbarla e si scentra, provate altre piu morbide e basse poi non tengono..la vecchia polini a sezione quadra non si trova piu, va bè. Poco tempo fà ho chiuso un blocco così assemblato: 130 polini 7t , phbl 24, campana polini 24-58 con i suoi dischi in alluminio, cambio originale con 4 corta, volano pinasco vecchio tipo, banana polini, sae 10-30 motul (mi pare transoil) già usato senza problemi su altre frizioni in ferro, beh, ho perso molto tempo dietro la frizione.. aprivo il gas e in prima e seconda nulla da dire, tiro la terza e comincia a slittare se apro piu di un tot, idem la quarta.. pensavo la causa fosse l' olio, leggo dell' 80-90, che non avevo mai usato in vita mia, e mi decido a provarlo.. svuoto, faccio il cambio e provo.. ebbene, mi slittava non solo in 3 e 4, ma anche in 1 e 2.. da ridere.. per un po mi smarona la cosa e lascio tutto lì dedicandomi ad altro, poi un giorno mi dico che voglio risolvere sta storia, prendere le botte da una frizione non mi và. Smonto di nuovo e analizzo la situazione: 1) alla base della campana noto degli impercettibili segnetti, quindi il cestello strisciava leggermente. Ho molato per bene la parte circolare inferiore centrale del mozzetto riducendone il diametro e appiattendone l' area immediatamente circostante. 2)i dischi polini che avevo montati nuovi non sembravano rovinati, però avevo l' impressione che nello slittare nelle varie prove si fossero leggerissimamente vetrificati, quindi li ho sostituiti con un altra serie nuova. 3)passando dal 10-30 all' 80-90 (ora non ricordo la marca)a parità di config lo slittamento era aumentato, però moltissimi dicono di trovarsi molto bene con quest' olio quindi perchè io no? decido di provare un altra marca e nello specifico mi consigliano il Pakelo 80-90 classic 70's, che acquisto. 4)varie prove con varie molle non avevano dato miglioramenti, quindi decido di provare una doppia molla vecchia che avevo trovato su un blocco di una vespa 125 comprata l' anno scorso. Ebbene, il lavoro al mozzetto+dischi nuovi+olio pakelo+doppia molla vecchia, alla fine alla prova su strada non slitta, va che è un piacere e pure morbida, difficile capire se la discriminante principale era una o piu di una, comunque sia adesso va bene.
  3. Buonasera, sono Alan73,un vecchio utente registrato anni fà; Volevo condividere un problema che ultimamente mi è capitato spesso nell' assemblaggio di frizioni monomolla small su motori 125 originali o al max 130 polini o malossi ( sia con campane normali in ferro che con quella in alluminio polini )... al momento di chiudere il pacco, ho avuto molti problemi a trovare una molla con le giuste caratteristiche di altezza e durezza, non troppo dura e non troppo alta, che permetta a pacco chiuso la giusta tolleranza e che non dia problemi di slittamento. Ne ho provate molte, di varie altezze e spessori; alcune arrivano a pacco senza lasciare tolleranza, altre si imbarcano irremediabilmente dopo un solo montaggio, altre ancora le ho molate per farle montare dritte sul cestello senza risultati apprezzabili. Vorrei confrontare la mia esperienza con le vostre parlando anche delle marche di monomolla che usate e come vi siete trovati. Grazie a chi risponderà!, Ciao.
  4. non saprei..hai controllato bene la centralina/bobina? potrebbe essersi staccato/scollegato qualche cosa oppure il filo che porta la corrente alla candela.. se è come nelle centraline px, prova a svitarlo, tagliarne un cm e riavvitarlo.. controlla anche il pick up se è collegato.. se non risolvi prova a ricontrollare tutto andando per esclusione e con calma..magari se ci fosse qui sul forum anche qualche possessore di chetak esperto potrebbe dire la sua..
  5. ciao, ho provato a guardare questo post: premetto che non me ne intendo di modelli come il tuo, però se intendi quei 2 fori tondi a lato del dado centrale di fissaggio, non credo che servano per regolare il piatto bobine, piuttosto per bloccare il volano in fase di montaggio-smontaggio.
  6. Ciao,non conosco la chetak, è a puntine o accensione elettronica? il problema con gli statori è che con il calore del motore e con gli anni, i fili si cuociono e a volte basta semplicemente andarci a mettere le mani e qualche filo si spezza. Spesso si interrompono internamente alla guaina e da fuori non si vede nulla.. i punti piu critici sono dove ci sono pieghe e curve secche. Prova a ricontrollare tutte le connessioni dei fili dallo statore e la bobina..se non ne vieni a capo ti direi di ricablare lo statore con fili nuovi.. in bocca al lupo!!
  7. Alan73

    Alan73

  8. Grazie a tutti per il benvenuto, ciao.
  9. Salve Dario, anch' io ti consiglio di cimentarti nel restauro, magari fallo con calma, prenditi il tuo tempo,e vedrai che ti darà soddisfazione vederla rinascere giorno dopo giorno, pezzo dopo pezzo; la pk e successive small è un modello di vespa che divide: è figlia degli anni 80 e ne condivide certi canoni estetici di quei tempi, linee squadrate, a molti non piace, questione di gusti; a mè personalmente è sempre piaciuta, ma quando ero un ragazzo ho avuto anche diverse altre small non pk, che ho comunque amato e apprezzato, perchè la vespa è sempre la vespa
  10. Salve Poeta, In effetti dispongo di un volano 50s elestart cono 19, già usato saltuariamente in passato; molto leggero, però restano alcuni dubbi sulla portata di aria, visto che ha meno alette del 125..però in questo caso se prendo un albero cono 19 ho piu scelta tra i volani a mia disposizione. Come scarico c' era questa: molto comoda per la ruota di scorta ma limita molto..ho letto sui forum che la sito plus è meglio.. ma la originale piaggio tipo pk 125 xl sia leggermente ancora migliore, non saprei in che cosa però, e nemmeno dove trovarla. Oppure ho una proma, che sarebbe perfetta, ma non passa inosservata all' udito Il motore lo lascio tranquillo senza stravolgimenti cosi non ho problemi alle revisioni biennali. Ho comunque altri carter con su un malossi già chiuso, chissà che prima o poi non lo rimetta in moto. La pks è tua o la fai per amici?
  11. Ciao a tutti, questo inverno nei ritagli di tempo preparerò il motore di un pk 125. Dal momento che l' albero originale piaggio con cono 19 si è rovinato nella sede della chiavetta ed è anche sbiellato ho due scelte. 1) albero cono 19 nuovo e il suo volano 125 da circa 3 chili 2)albero cono 20 e volano 125 XL cono 20 che è tornito di fabbrica e pesa un pò meno Su un 125 originale quale può essere la scelta migliore per allungarne la durata?
  12. Ciao, dopo la sabbiatura tutte la imperfezioni del telaio saranno facili da notare; nel punto piegato se è la pedana puoi raddrizzarlo anche da solo usando 2 martelli uno sopra e uno sotto, dando dei colpetti e verificando di riportare la planarità, mentre se la piega è nello scatolato centrale un carrozziere può tirare su la botta agevolmente. Eventuali buchi si possono riprendere con punti di saldatura o piccoli riporti di lamiera che poi andranno pareggiati e levigati. Così facendo forse spenderai qualcosina in piu ma la qualita complessiva del lavoro di preparazione alla verniciatura sarà migliore, e non avrai bisogno di applicare pesanti strati di stucco per nascondere le imperfezioni.
  13. Ciao a tutti mi chiamo Alan, ho 43 anni e la mia passione per la vespa è nata "quasi per sbaglio"...a 14 anni mi piaceva da matti un enduro 50 ma costava troppo così mio nonno mi regalò una vespa 50 L che poi cominciai a smontare, modificare, rompere..insomma, da allora è cominciato tutto. Mi piace leggere i forum e a volte, quando capita, smonto e rimonto qualche vespa. Con questo saluto tutti gli appassionati e vi auguro la buonanotte.
×
×
  • Create New...