Jump to content

mikcr93

Utenti Registrati
  • Posts

    75
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by mikcr93

  1. Si indubbiamente è tanto anche per le mie tasche.. ho qualche dubbio che sia un conservato.. mantenuto troppo bene secondo me ? comunque non sono molto amante dei conservati, a meno che non siano quasi perfetti.. Dei dati matricolari così differenti tra loro sai dirmi qualcosa?
  2. non ne ho idea di come abbia fatto.. comunque quanto lo paghereste un restaurato fatto bene? perche sotto 9-10 mila non trovo niente..
  3. si sto provando ora a caricarle.. mi sai dire qualcosa riguardo i dati matricolari?
  4. Buonasera a tutti vespisti! Da qualche tempo sto cercando (disperatamente) una vespa rally 200 da restaurare, ho sparso un po la voce su vari siti web e mercatini di fb e qualcosa è uscito fuori. Mi è stata proposta una rally 200 da restaurare con targa e doc originali; molto sana di carrozzeria e decisamente da rivedere di motore e mancante di alcuni pezzi, tipo sella, coperchio filtro aria e copriventola, centralina sostituita con modelli recenti (tipo ceab). Il dubbio che ho è, oltre al prezzo richiesto (5700) è che il blocco motore sia stato sostituito e chiedo il vostro aiuto per capirlo. Mi sembrava di aver letto in qualche discussione che il num telaio e num motore debbano differire di poche centinaia di numeri, mentre qui ho num telaio vse 1t 21*** e num motore vse1m 12**. Secondo voi è stato sostituito? il proprietario mi dice che è originale.. La vespa ha inoltre il quadro commutatore nello sterzo con una spia verde vicino, scritta anteriore corsivo e pare non abbia il pulsante sotto la sella. Secondo voi il motore è il suo originale? il prezzo è onesto? Grazie a tutti coloro che risponderanno
  5. No è impossibile montarlo al rovescio in quanto il commutatore ha uno spinottino che lo obbliga ad essere fissato in una sola posizione. Se ci fai caso nel manubrio, in particolare a sinistra del foro di alloggiamento del commutatore, c'e un forellino piu piccolo in cui va ad inserirsi lo spinottino presente sul commutatore stesso. Comunque il problema alla fine l'ho risolto, era il devioluci che mi faceva contatto. In particolare era la levetta del clacson che nella nuova produzione( fatta un pò di m****) è fatta un po storta rispetto l'originale e una volta montata in posizione andava a toccare i contatti sotto.
  6. Buonasera a tutti vespisti! Dopo una lunga assenza dal forum torno a chiedere il vostro prezioso aiuto. Da circa un anno sono un felice possessore di una gs 150, modello vs5 ; sono in dirittura d'arrivo con il restauro: la vespa è stata rimessa in moto e gira molto bene, ma si è presentato un grattacapo con il commutatore del quadro che mi sta facendo impazzire. Immagino che piu o meno tutti saprete che il commutatore in questione ha 5 posizioni: Parcheggio- tutto spento- marcia diurna- marcia notturna con posizioni- marcia notturna con fari. Ora, se la chiave si trova in posizione parcheggio si accende solo la posizione anteriore (dovrebbe accendersi anche la posteriore?) , se in Marcia diurna la vespa si accende e procede regolare, ma nessun fanale è acceso (nemmeno lo Stop si accende) , se invece durante la marcia o comunque a veicolo acceso sposto la chiave in Marcia notturna con posizioni la vespa si spegne e non funziona nessun fanale. Specifico che in fase di restauro è stata cambiata la bobina interna allo statore che ricarica la batteria ( era stata messa una bobina AT interna, tipo farobasso) con una nuova, la bobina AT esterna è nuova, il commutatore del quadro e il devioluci sono entrambi nuovi, come anche tutto l'impianto elettrico. Al momento monta il raddrizzatore originale, che verrà poi sostituito con il ponte a diodi. Quale potrebbe essere la soluzione? Vi è mai capitata una cosa del genere?
  7. Ho provato ma ancora nessun segno di vita..
  8. Buonasera a tutti! vorrei chiarire con i piu esperti, o comunque con chi ne sapesse piu di me, riguardo un problema che ho con la mia vm1. Ho appena concluso il restauro, finito con il rimontaggio dei pezzi ed ora mi trovo al fatidico momento della prima accensione, ma che purtroppo ancora non è avvenuta! Infatti, per quanto ci abbia provato non arriva corrente alla candela. Ho revisionato per intero tutto lo statore, smontato bobina e magneti e sostituito gran parte dei fili perche ormai tutti logori, avendo cura di isolarli per bene per evitare che scaricassero a massa. Ho cambiato le puntine ma niente, messa bobina nuova ma ancora niente.. La candela è ovviamente nuova; ho controllato che non fosse interrotta la presa dell'alta tensione; controllato il condensatore che pare funzionare.. Non so piu dove mettere le mani.. Aiutatemi
  9. Forse ho trovato il problema.. stamattina ho ritirato fuori i paraoli e avendo conservato (fortunatamente) anche gli originali, ho fatto una prova delle misure. Ebbene è risultato che quelli nuovi hanno uno spessore di circa 1.2mm contro i 0.8 mm degli originali. ora li ho limati entrambi portando la misura a 0.9-1mm, li ho puliti e rimontati e sembra che ora l'albero giri libero. I carter li ho rimontati provvisoriamente e fissati solo con 5 viti, poi vi aggiornerò quando l'avrò chiuso definitivamente. Grazie comunque a tutti per l'aiuto!
  10. Tu mi consigli di cambiarlo.. probabilmente è la cosa migliore da fare, ma se poi non risolvessi il problema?
  11. Non credo sia la biella.. ho notato che la spalla lato frizione è piu vicino al carter mentre la spalla lato accensione c'e piu spazio libero. Secondo me striscia qualcosa sul lato frizione, ma non capisco cosa. - - - messaggi uniti in automatico dal sistema - - - infatti ho fatto in questo modo, e non capisco cosa gli impedisce di girare libero. domani provo a controllare i paraoli poi faccio sapere.
  12. Ok per i paraoli poi controllo bene lo spessore.. Si è stato "ridotto" il diametro, ovviamente a malapena, giusto per facilitare l'inserimento dei cuscinetti.
  13. no le battute non le ha tornite, solo la sede dove poggia il cuscinetto. Perdonami l'ignoranza, che intendi per quote? Le misure? Cosa devo controllare in particolare dei paraoli?
  14. Allora aggiorno la situazione: ho riportato l'albero dal tornitore e praticamente ha rettificato le sedi dei cuscinetti in modo che i cuscinetti entrassero meglio, li ho rimontati ed ho provato a richiudere. Va meglio ma ancora forza troppo, specialmente in un punto. Quindi non ho capito se fosse piegata la spalla dell'albero che così facendo va a strisciare da qualche parte.. ma ritogliendolo non vedo segni di strisciamento evidenti.. Ho provato anche a mettere due guarnizioni, per fare piu spessore, ma il risultato è praticamente lo stesso.. ora, non sò se provare a fare piu spessore oppure buttare via il tutto e prenderne uno nuovo.. non sò piu dove mettere le mani..
  15. Si i paraoli sono con la gomma blu montata su un supporto in acciaio giallognolo, ma non mi sembra di aver letto la marca corteco. Comunque gli stessi li ho montati anche tempo indietro sulla vnb e fino ad ora non ho avuto problemi. Il problema con l'albero è proprio riuscire a capire se è stato fatto un buon lavoro.. perche mi sembra strano che non gira per niente..
  16. Per Poeta: per la spesa non ti so dire il costo preciso, comunque per la rettifica del cilindro piu il pistone, la biella e il reimbiellaggio ho speso 170€. Considerando che solo la biella viene 60€ mi era sembrato un prezzo abbastanza buono. Per quanto riguarda l'albero motore ne ho trovati a circa 120€ su ebay, ho contattato il venditore e mi ha detto che vengono prodotti da Fa Italia, che dici saranno buoni? Altrimenti ci sono i tameni a 180€ circa.. Per t5rosso: si, sapevo che andavano infilati i cuscinetti direttamente nell'albero e così ho fatto. L'unica cosa che mi è sembrata un po strana è il fatto che i cuscinetti entrassero nella sede del carter senza riscaldare. Ovvero riesco anche ad inserirli a mano purche siano perfettamente perpendicolari al pezzo. Cioè entrano precisi precisi. Per i paraoli mi sembra un po strano che vadano a toccare ma comunque devo ricontrollare meglio.
  17. Per Poeta: purtroppo non ho le tue stesse conoscenze in materia e non avendo mai reimbiellato un albero, non sapevo che potesse dare questi problemi o comunque compromettere l'affidabilità. Il tornitore da cui mi servo è in tipo in gamba, lavora bene e non ho mai avuto problemi di alcun genere. Mi consigliò di cambiare solo la biella ma onestamente non mi ha accennato ai guai a cui potrei incorrere con questo genere di riparazione. Per Volumexit: l'albero è completamente bloccato, non gira in nessun modo. Ho provato a battere come dici tu, anche perche una spalla è piu lontana dalla parete carter rispetto l'altra ( ovviamente la differenza è molto poca ma comunque visibile), ma non è cambiato niente.. è rimasto sempre bloccato..
  18. Ciao di nuovo a tutti! Premetto che ho cercato un po nel web ma non ho trovato risposte soddisfacenti.. vengo al dunque: sto continuando il (lento) restauro della mia vm1 del 53, ho revisionato tutto il blocco, sostituito tutti i cuscinetti, rettificato il cilindro ed ho fatto anche reimbiellare l'albero motore. Il problema l'ho trovato quando sono andato a richiudere i due semicarter, ovvero se serro tutte le viti l'albero motore è totalmente bloccato. Non gira in nessun modo.. L'albero gira solo se i due semicarter non sono stretti con le viti. Da cosa può dipendere? È possibile che il tornitore abbia fatto un lavoro coi piedi? Oppure non sia in asse? I cuscinetti e paraoli sono entrambi nuovi.. Non mi era mai capitato e onestamente non sò dove mettere le mani. Aiutoo!
  19. Ciao a tutti! Aggiorno il topic nel caso qualcuno si trovasse nella mia stessa situazione. Fortunatamente sono riuscito ad ottenere l'estratto cronologico senza recarmi ad Alessandria, li ho contattati tramite email (persone gentili e disponibilissime!) e hanno inviato al pra di perugia l'estratto che avevano negli archivi. Nel frattempo mi è arrivato anche il certificato di origine da mamma Piaggio, i quali mi hanno certificato che il telaio è stato appunto sostituito con il famoso v9t. Detto ciò, tramite conoscenti di un motoclub locale, sono riuscito a mettermi in contatto con un esaminatore fmi (che poi mi seguirà nell'iscrizione al R.S) a cui ho spiegato dettagliatamente la mia situazione e dopo aver verificato tutti i documenti con la sede principale di Roma mi ha confermato che la vespa è di sicura iscrizione fmi. Questa l'email dalla sede di Roma:" E' STORICAMENTE RISAPUTO CHE LA PIAGGIO, NEGLI ANNI 50/60, FORNIVA SIA TELAI CHE CARTER MOTORI MARCHIATI RISPETTIVAMENTE V9T E V9M. PERTANTO LA PUNZONATURA PRESENTE SUL TELAIO è CORRETTA ED AUTENTICA E, DI CONSEGUENZA, NON VI SARA' NESSUN PROBLEMA A RIMETTERE IN STRADA IL MEZZO. CORDIALI SALUTI" Non resta che procedere con il RESTAURO!
  20. Quindi, ricapitolando: io dovrei andare alla motorizzazione di Alessandria e richiedere un estratto cronologico ( o copia del foglio di prima immatricolazione)? Non vorrei fare confusione.. Altro chiarimento: nell'estratto cronologico io cosa vedo in particolare? Tutto? Quindi dalla prima immatricolazione, eventuali cambi di proprietà, aggiornamenti libretto,ecc?
  21. Nel caso sia cartaceo e di conseguenza ci vogliano alcuni giorni per la risposta, che tu sappia, il documento può essere spedito? Oppure va per forza ritirato a mano?
  22. Già.. come se fosse facile convincerli.. Resta 'solo' di trovare il tempo per fare un viaggetto ad alessandria e vedere cosa ne viene fuori.. Ah! domanda banale: ovviamente il risultato dell'ispezione non lo forniscono in 'tempo reale', ma ci vogliono alcuni giorni, vero?
  23. Finalmente buone notizie ragazzi! (o almeno spero!!) Ci sono stati dei sviluppi da parte di Piaggio, i quali, tramite visura sono riusciti a ricollegare il telaio v9t e quello montato precendentemente. Riporto l'email: ' ... Come era già intuibile, nella visura è infatti riportato il numero telaio 7xx, poco conta che non ci sia il prefisso, questo infatti era più spesso riportato sul libretto. Quel numero anche senza prefisso non offre possibilità di fraintendimenti. Questo documento risale al 06 Giugno 1961 , giorno in cui la moto fu iscritta al PRA. A mio avviso il telaio fu sostituito nel 58 e per questo in data 25.07.1958 fu anche aggiornato il libretto di circolazione. ll primo libretto di questa moto era infatti stato rilasciato dalla Prefettura già nel Gennaio del '53 in occasione della targatura. La targa 27xxx per la provincia di Alessandria coincide infatti ai primi giorni del '53. Alla luce di tutto questo le confermo che il certificato di Origine può essere rilasciato specificando che il telaio d'origine VM1T 13608 è stato sostituito con il telaio V9T * 796 *.'' Alla luce di tutto ciò, avendo il certificato di origine, credete ci saranno problemi per l'iscrizione al registro storico fmi?

Board Life Status


Board startup date: September 04, 2017 19:43:09
×
×
  • Create New...