Jump to content
VR News
  • IMAGES HOSTING
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.

ma1ese

Utenti Registrati
  • Content Count

    26
  • Joined

  • Last visited

  • Points

    0 [ Donate ]

Community Reputation

0

About ma1ese

  • Birthday 02/07/1940

Personal Information

  • Città
    roma
  1. ma1ese

    ma1ese

  2. Con molto piacere! Il filo nero va a massa, e il rosso su un filo qualsiasi di fase, uno di quelli che portano corrente a una lampadina qualsiasi. Nessun filo in uscita: il regolatore funziona in parallelo non in serie. Una volta in funzione la corrente dovrebbe essere reglolata in tutto l'impianto.
  3. Me lo dovevi dire che la sera fai il flipper con tutte le luci accese... ci mancava che adesso ti mettevi a rifare tutto, mi riferivo a quelli come TarroPx che ancora lo devono fare e che vogliono mettersi a saldare un vespatronic... Grazie del permesso, comunque mi pare di capire che sei poco interessato a nuove soluzioni... Gai`fatto, basta una vespa o devo chiedere aiuto alla paiggio? Ma non credo che le pubblichero`... un diodo... come se poi fosse la pubblicazione de secolo...
  4. Hai ragione, allora basta un filo piu` lungo che arrivi alla chiave... Sta finezza non ce l'hanno neanche i px my... Per tenere sotto carica una batteria da 9 A/h basta 1Ampere, al massimo per sfruttare tutta la potenza a pieno carico, ma visto che c'e` un acumulatore a che serve?
  5. Sinceramente non capisco quella modifica allo statore e il raddrizzatore nuovo quando poi la batteria si attacca solo a vespa spenta (col rischio di scordarsi le luci acese...) Se vi serve questo basta un diodo e un filo, oltre alla batteria ovviamente... con risparmio di tempo e denaro...
  6. Adesso non vi metterete mica a tirararmi gli aeroplanini di carta?!
  7. Visto che dopo la risposta di pasqualo non hai piu` postato non so quanto te ne possa fregare, ma se vuoi seriamente regolare a "orecchio" quella vite, oltre che ai vari metodi esoterici pocedi cosi`: inizia con i classici 2,5 giri da tutta avvitata, poi metti in moto e regoli i giri al minimo con la vite della ghigliottina, cerca di memorizzare a orecchio il numero di giri (comprare uno stroboscopio mi pare troppo) fai scaldare, e a motore caldo controlla che il numero di giri siano gli stessi che a motore freddo, se sono piu` alti avvita di un quarto di giro, se sono bassi svita, attendi qualche secondo che il motore si assesti e ricontrolla (sempre a orecchio) vai avanti cosi` fino a quando non sei contento, o fino a quando non ti sei stufato, in quel caso rimetti a 2,5 giri e vivi felice...
  8. devi impostarlo su volt altenata una punta sul filo della corrente e l'altro a massa, e controllare che non superi i 6V o 12V a seconda dei volt dello zener che hai meso... tieni il tester lontano dal motore, altrimenti le scariche della candela lo mandano in tilt mica su tutte...
  9. Dici che i miei sono dictat quando la verita`che non dovevo discutere era che 15 anni fa le vespe erano 0 solo perche` TU non le conoscevi, dici che sono arrogante solo perche` non mi allineo al tuo modo di pensare... mi dispiace, ma tra i miei tanti difetti, l'ipocrisia mi manca... Credo sia triste doversi allineare alle verita` del moderatore per paura di essere bannati...
  10. Mi pare di capire che a molti di voi piace solo se e` "'old stile", quindi la vespa vi piace perche` fa retro`?! e io che pensavo aveste buon gusto ..... Ps fratelbigio, quello si` che e` stile
  11. Credo sia un luogo comune restauratore=pataccaro, secondo me sei troppo prevenuto.
  12. Mi pare di essere l'unico a volerla gia` restaurata, ma che senso ha prendersi il rudere per poi portarlo dal carrozziere?
  13. Di nicchia dici? Secondo me la tua testimonianza non fa altro che darmi ragione, e cioe` che la moda per le vespe vintage gia` c'era almeno 28 anni fa, altrimenti, correggimi se sbaglio, non avresti mai pagato qualcuno per andare a prendergli qualcosa dalla me**a...
  14. Quello che e` cambiato rispetto a 15 anni fa sono i mezzi di comunicazione Obiettivamente che alcuni sono disposti a pagare tot per una vespa, non e` argomento di discussione, soprattutto tra chi non ha interessi per la vespa, ne tantomeno e` argomento da TG, quindi tuo padre non poteva sapere quanto valevano quelle vespe, e a nessuno sano di mente sarebbe saltato in mente di fare un'indagine di mercato per scoprire quale fosse il vero valore di quelli che lui considerava rottami, e il robivecchi se anche l'avesse saputo si sarebbe guardato bene dal dirlo se tuo padre avesse avuto l'officina al centro di Milano, ti assicuro che le cose sarebbero andate diversamente, sarebbe stata la gente a chiedergli quanto voleva per quei rottami. Se ci fai caso le storie dei soliti vespisti hanno sempre come elementi: una decina di anni fa, un fienile e un contadino, e di come l'hanno turlupinato dandogli pochi centesimi per una rally perfettamente conservata (e vanno pure orgogliosi quando lo raccontano), ti e` mai capitato di sentire di come hanno fregato una farobasso per un tozzo di pane a un meccanico di Milano? Oggi invece di un indagine di mercato basta un click, e la gente prima di buttare via un paio di mutande usate controlla su ebay se valgono ancora qualcosa. Non metto in dubbio che 15 anni fa per te le vespe erano solo ferrivecchi, ma ti assicuro che non era cosi` per tutti...
×
×
  • Create New...