Jump to content
VR News
  • IMAGES HOSTING
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.

jomusy

Utenti Registrati
  • Content Count

    12
  • Joined

  • Last visited

  • Points

    100 [ Donate ]

Community Reputation

0

Personal Information

  • Città
    Giaveno
  • Le mie Vespe
    50R
  • Occupazione
    ingegnere civile

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Si è lui. Ho già tolto fodero e molla e il tappo ha due buchi per chiave a compasso. Ok allora procedo ad occhio. Userò il motul 10w che uso per forcella moto
  2. Ehi extreme, mi hai già convinto a non fare restauro e tentare conservato ed ora mi vuoi far sabbiare? Sei veramente terribile 😜 Dai prima provo su un cerchio e vedo il risultato... Per quantitativo olio ammortizzatore posteriore mi sai dire qualcosa?
  3. Ho usato un termine in maniera impropria...in realtà non farò nessuna fosfatazione, ma pulirò e bloccherò ruggine delle parti citate con soluzione di acido fosfatante (remox) per poi passare a verniciatura. Inviato dal mio MI 3W utilizzando Tapatalk
  4. Grazie per tutti i consigli, non conosco Fidoil, mi documenterò... Per bloccare ruggine sto usando Remox Per ammortizzatori mi sai dire qualcosa? Il telaio è 756*** e dalla scheda omologazione dovrebbe montare V5A2M. In realtà monta un V5A1M, ma probabilmente riesco ad averne uno in prestito per collaudo. Inviato dal mio MI 3W utilizzando Tapatalk
  5. Buongiorno a tutti, come accennato nel mio primo post di presentazione, dopo aver dato una bella lavata alla vespa e smontato tutto ho deciso di tentare a fare un restauro conservativo, tanto a decappare e cataforesizzare si fa sempre in tempo. Dopo confronto con alcuni utenti del forum purtroppo ha capito che la realtà mi obbliga a dover trovare un motore V5A2M per poter superare il collaudo di reimmatricolazione e quindi mi sono già attivato. In questa fase mi preoccuperò solo di telaio e ciclistica e vi chiederò consigli. Dopo lo smontaggio procederò con fosfatazione di cerchi, tamburi, forcella, mollone ammortizzatore posteriore, carterino coprivolano e bulloneria varia arrugginita. Procederò quindi con la verniciaura delle parti grigie con fondo bicomponente catalizzato, mentre tutte le parti giallo positano saranno trattate con CIF, previo passaggio di fosfatante sulle zone con ruggine superficiale. Adesso dovrò far fare delle piccole riparazioni al telaio (zona posteriore pedana), nei prossimi giorni posterò foto con dettagli e per cui chiederò indicazioni. Nel frattempo procederò con la revisione dell'ammortizzatore posteriore. Mi sapete dire che colore deve avere il corpo ammortizzante, gradazione e quantità olio da inserire? Quello anteriore lo terrò dentro una scatola per una eventuale futura iscrizione FMI, ma sicuramente lo sostituirò con qualcosa di decente. A tal proposito avete qualche consiglio? Di seguito la vespa dopo l'esplosione!
  6. Vai al supermercato e compra uno di questi Inviato dal mio MI 3W utilizzando Tapatalk
  7. Buongiorno gente, dopo una regolata alle puntine, una spruzzata di WD40 sullo statore e aver infilato una siringata di miscela dal foro candela, il motore è subito partito e pertanto ho deciso di non toccarlo (per il momento) e di dedicarmi solo alla carrozzeria per poter fare il collaudo prima possibile. Ruggine ce n'é ma è solo superficiale per fortuna. A questo punto, man mano che pulirò deciderò se optare per un conservato, adottando il metodo CIF (ho scoperto qui sul forum che il signorhood l'ha quasi brevettato) che mi ha già dato risultati incoraggianti in passato, o se procedere con restauro totale; quindi prossimamente metterò un post nella sezione dedicata. Vorrei mettere una sella biposto di fedele riproduzione di quella originale, montata come optional all'epoca, ma con chiave. Sul web non sono riuscito a trovare però l'oggetto del desiderio. Sapete se esiste una cosa del genere e in tal caso potete darmi il contatto o il link? Inoltre avrei bisogno di reperire gli esplosi con i relativi codici ricambi, avete un riferimento? Infine vi chiedo ancora un consiglio per trattare la ruggine, con quale prodotto pensate possa avere ottimi risultati? Fertan, Rimox o altri? Grazie
  8. Anch'io lo pensavo dopo aver letto la discussione sulla 50R presente sul forum e in effetti mi aspettavo di trovare un V5A2M, ma devo dissentire. Di non originale su questa vespa c'è solo la sella (che originariamente era identica, ma gialla) e cilindro e pistone. La sella fu cambiata dopo una caduta perchè rovinatasi e poi sostituita con quella della 50L di un cognato di mio nonno (che a sua volta aveva messo una lunga sulla sua) e la termica rifatta da me ai tempi dell'adolescenza per dagli più brio. Mi viene da pensare che siamo di fronte ad un caso particolare, assemblato con pezzi disponibili all'occorrenza: telaio di una seconda produzione (anche se l'omologazione stampata è IGM 3308 OM), motore di una prima produzione, sella monoposto e portapacchi della 50L.
  9. ecco altre due foto per commenti. Passerò dopo alle sezione officina perchè devo farla partire e devo studiare...
  10. Il motore è un V5A1M, pertanto dovrebbe essere una 50R prima serie. Mi potete dare conferma?
  11. Si, grazie. La denuncia dai carabinieri ovviamente l'ho già fatta. Quindi solo l'anno è possibile inserire in presenza di certificato piaggio? Chiederò il certificato alla piaggio. Mizzica ma a livello di oneri a Pisa sono quasi diventati Giapponesi!!!! Maledetti ladri. Mia nonna ha subito un furto e probabilmente il librettino era dentro un vecchio portafogli di mio nonno che è stato trafugato. Inviato dal mio MI 3W utilizzando Tapatalk
  12. Buongiorno a tutti, sono Domenico e scrivo dalla provincia di Torino, nella vita faccio l'ingegnere civile e da sempre ho la passione per le 2 ruote, sono un endurista (poco) praticante. Da pochi giorni ho ricevuto la vespa 50R del 1971 mio defunto nonno (telaio V5A1T - 7562**) che dovrò riportare agli antichi splendori; vi leggo da parecchio e sono sicuro di poter contare sul vostro aiuto per riuscire nell'impresa, purtroppo per me il tempo è tiranno e pertanto prevedo tempi lunghissimi, ma per fortuna la base di partenza è "decente". Ecco la prima foto della fanciulla, appena disimballata, gli darò una bella lavata e una controllata al seriale del motore per assicurarmi essere una seconda serie. Purtroppo è andato smarrito il librettino verde e per l'immatricolazione dovrò trovare un sistema per dimostrare al collaudatore in che mese è stata messa su strada per la prima volta. Se avete suggerimenti ben vengano. Mia nonna ha trovato le cambiali di pagamento che sono di Settembre 1971, che non hanno oggi alcun valore legale, ma storicamente potrebbero essere documenti probatori, che ne dite?
  13. jomusy

    jomusy

×
×
  • Create New...