Jump to content


Patentino per Vespa 50


Marco F
 Share

Recommended Posts

Buongiorno a tutti.

Mia figlia e’ prossima ai 14 anni e vorrebbe poter guidare la mia Vespa 50 special dell’ 81 ,perfettamente restaurata e circolante.

Come si svolge l’esame di guida ? Potra’ sostenerlo direttamente con la Vespa ?

Grazie

Link to comment
Share on other sites

5 ore fa, Marco F dice:

Buongiorno a tutti.

Mia figlia e’ prossima ai 14 anni e vorrebbe poter guidare la mia Vespa 50 special dell’ 81 ,perfettamente restaurata e circolante.

Come si svolge l’esame di guida ? Potra’ sostenerlo direttamente con la Vespa ?

Grazie

Premesso che credo sia più proficuo guardare su internet poiché molti utenti del forum hanno da molto ottenuto la patente con normative diverse da quelle attuali mi limito a riportarti alcune informazioni che potrebbero giovarti:

Per esercitarti alla guida e per essere formato in modo responsabile, il primo passo è ottenere l’autorizzazione a esercitarsi alla guida, il cosiddetto “Foglio Rosa”. Potrai fare tutto in autoscuola: dopo il superamento dell’esame di teoria, potrai iniziare a esercitarti. Per sostenere l’esame di guida invece deve trascorrere almeno un mese e un giorno dal superamento dell’esame di teoria.

L’autorizzazione vale sei mesi, durante i quali potrai sostenere la prova pratica per un massimo di 2 volte. Se la prima prova non va bene, è necessario che trascorra almeno un mese e un giorno per sostenerne una seconda.

Potrai effettuare le esercitazioni con i nostri istruttori o da solo, purché in luoghi poco frequentati. Se ti stai esercitando su veicoli a più di due ruote, omologati per il trasporto di un altro passeggero, dovrà essere con te un istruttore La Nuova Guida o una persona che abbia conseguito la patente da almeno 10 anni (età massima 65 anni). In questo caso, i ciclomotori a 3 o 4 ruote dovranno circolare con l’apposita lettera “P” di Principiante.

Non può conseguire il patentino:

  • chi ha già conseguito una patente di guida, anche se è sospesa o scaduta;
  • chi ha avuto particolari tipi di revoca della patente di guida (per uso di stupefacenti, guida in stato di ebbrezza, mancanza dei requisiti morali, ecc.);
  • una cilindrata pari o inferiore a 50 cc e non può superare i 45 km orari di velocità per costruzione. 

I DOCUMENTI

Le nostre autoscuole ti guideranno anche sotto l’aspetto burocratico e documentale. Per cui niente paura, il nostro staff ti spiegherà ogni cosa e ti aiuterà a procurarti tutti i documenti necessari, come ad esempio il certificato medico che deve essere rilasciato da uno dei medici previsti dall’ art.119 del Codice della Strada.

ESAME PRATICO

L’esame pratico di guida per la patente AM consiste di due fasi: 

- la prima consiste nell'esecuzione di talune manovre, da svolgersi in area appositamente 
attrezzata: manovre diverse a seconda che la prova sia sostenuta su ciclomotore a due ruote, o su ciclomotore a tre ruote o su quadriciclo leggero. (In tale fase il candidato, a prescindere dal tipo di veicolo utilizzato, è da solo alla guida)

- la seconda, cui si accede solo se si è superata la prima, verifica la capacità di guida del 
candidato nei traffico. In tale fase sul veicolo, diverso dal ciclomotore a due ruote, è presente una persona in qualità di istruttore, in possesso dei requisiti di cui all'articolo 122, comma 2, CdS.
 

PRIMA FASE - CON IL CICLOMOTORE A DUE RUOTE

Le prove della prima fase sono le seguenti:

  • Slalom
  • Otto
  • Passaggio in corridoio stretto
  • Frenatura

In questa prima fase, sarà verificata la tua abilità tecnica nell’affrontare un percorso, delimitato dai coni, in un appropriato spazio chiuso. Le manovre che l'allievo dovrà effettuare sono:

Slalom
Il candidato dovrà effettuare il percorso lasciando alternativamente da una parte e dall'altra ciascuno dei 5 coni, e scostandosi da essi il meno possibile. I coni saranno disposti in linea retta con una distanza di 4 metri l'uno dall'altro.
Quali sono le penalizzazioni? 
a) Abbattere uno o più coni; b) Saltare un cono, omettendo di svolgere il percorso che parzialmente deveavvolgerlo; c) Allontanarsi eccessivamente dai coni; d)Mettere un piede a terra; e) Impiegare un tempo eccessivo; f) Coordinare in modo irregolare la guida dimostrando scarsa abilità.

Otto

Il candidato dovrà descrivere un otto, quanto più possibile regolare, avvolgente i 2 coni posti inizialmente e collocati all'interno della zona delimitata dai 10 coni aggiunti. I 2 coni saranno disposti alla distanza di 8 metri con intorno, alla distanza di 3,5 metri, altri 5 coni, in modo che formino fra di loro con altri 2 coni, angoli di 60 gradi.

Quali sono le penalizzazioni? a) Abbattere uno o più coni; b) Disegnare un otto irregolare; c)Mettere un piede a terra; d) Impiegare un tempo eccessivo; e) Coordinare in modo irregolare la guida dimostrando scarsa abilità.

Passaggio in corridoio stretto

Il candidato deve percorrere il corridoio a bassa velocità. I coni saranno posti a 50 cm tra di loro fino a formare un corridoio lungo 6m e largo quanto la massima larghezza della moto all'altezza dei coni, più 30cm.

Quali sono le penalizzazioni? a) Abbattere uno o più coni; b) Mettere un piede a terra.

Frenatura

Il candidato, partendo da un rettilineo lungo 25 m, deve passare ed arrestare il veicolo in modo che la ruota anteriore superi il primo allineamento, ma non il secondo.

Quali sono le penalizzazioni? a) Arrestare il motoveicolo con la ruota anteriore che non ha superato il primo allineamento; b) Arrestare il motoveicolo con la ruota anteriore che ha superato il secondo allineamento; c) Coordinare in modo irregolare la guida dimostrando scarsa abilità.

SECONDA FASE - LA PROVA NEL TRAFFICO 

Il candidato eseguirà, in condizioni normali di traffico ed in tutta sicurezza, le seguenti operazioni:

a) partenza da fermo: da un parcheggio, dopo un arresto nel traffico, uscendo da una strada secondaria;

b) guida su strada rettilinea, esaminando il comportamento del candidato nei confronti dei veicoli che provengono dalla direzione opposta, anche nell'eventualità di circolazione in spazio limitato;

c) guida in curva;

d) incroci, esaminando la capacità del candidato di affrontare e superare incroci e raccordi;

e) cambiamento di direzione: svolta a destra ed a sinistra; cambiamento di corsia;

f) sorpasso/superamento: esaminando la capacità del candidato di sorpassare altri veicoli (se possibile), di superare ostacoli (ad esempio vetture posteggiate), di essere oggetto di sorpasso da parte di altri veicoli (se del caso);

g) elementi e caratteristiche stradali speciali (se del caso), quali ad esempio: rotonde; passaggi a livello; fermate di autobus/tram; attraversamenti pedonali; guida su lunghe salite/discese; gallerie;

h) rispetto delle necessarie precauzioni nello scendere dal veicolo. In tale seconda fase, l’esaminatore utilizza un sistema di comunicazione audio con il candidato, verificando che tale sistema sia dotato di vivavoce attivo, sia in chiamata che in ricezione, in modo permanente.

La durata della prova di guida nel traffico è di 25 minuti.

VEICOLI IMPIEGATI PER L'ESAME PRATICO DELLA PATENTE AM 

La prova pratica di guida può essere sostenuta su:

  • ciclomotori a due ruote (categoria L1e);
  • ciclomotori a tre ruote (categoria L2e) e quadricicli leggeri (categoria L6e) se omologati per il trasporto di un passeggero oltre al conducente.

I ciclomotori a tre ruote ed i quadricicli leggeri devono essere dotati di retromarcia, al fine di consentire l'espletamento delle prove specifiche. 
I veicoli di categoria AM non devono essere necessariamente dotati di cambio di velocità manuale, fatta salva l'apposizione del codice 78 sulla patente conseguita con veicolo con cambio diverso da quello manuale. 

Qualora la prova venga sostenuta su veicolo con cambio diverso da quello manuale – sulla patente di guida, in corrispondenza della categoria AM, sarà annotato il codice UE armonizzato “78”: pertanto al titolare della patente.

MULTE E SANZIONI

Quando sei alla guida del ciclomotore puoi incorrere in multe e sanzioni. Fino alla sanzione accessoria del ritiro, della sospensione o della revoca e la decurtazione dei punti in tutti i casi in cui le stesse sanzioni sono previste per la patente di guida. In alcuni casi si incorre anche nel fermo amministrativo del ciclomotore per 60 giorni. Le sanzioni vengono applicate anche in caso di guida del ciclomotore senza patente o patentino o se affidi il veicolo (di cui hai la materiale disponibilità) ad una persona sprovvista di patentino (nel caso di ciclomotore).

 

Da quel che leggo pare si sia applicato anche per i 50cc le limitazioni della patente proprie di chi ha effettuato l'esame con un monomarcia. Pertanto è necessario che tua figlia superi l'esame della patente con la Vespa, o comunque con un ciclomotore dotato di cambio manuale. 

Link to comment
Share on other sites

  • Utenti Registrati
STAFF
7 ore fa, Marco F dice:

Buongiorno a tutti.

Mia figlia e’ prossima ai 14 anni e vorrebbe poter guidare la mia Vespa 50 special dell’ 81 ,perfettamente restaurata e circolante.

Come si svolge l’esame di guida ? Potra’ sostenerlo direttamente con la Vespa ?

Grazie

Come ha scritto omobono, se vuole guidare la vespa a marce DEVE fare l'esame con la vespa a marce. Occhio che, se la vespa non ha le frecce, dev'essere in grado di segnalare la svolta con le braccia.

Ciao, Gino

Link to comment
Share on other sites

15 ore fa, Marco F dice:

Grazie mille……ci alleneremo con le frecce a mano ! A dire il vero, e’ gia’ abilitata a mettere le frecce da passeggera quando la porto sulla Nuova 125…🤣

Ti consiglio di informarti sulla questione frecce. Da un lato non si devono togliere le mani dal manubrio mentre per altro verso devi segnalare il cambio di corsia. Tutto si risolve facilmente se non ti trovi addetti alla motorizzazione ottusi ed eccessivamente fiscali.   

Link to comment
Share on other sites

MODERATOR
Il 23/11/2021 at 12:24, Omobono Tenni dice:

Ti consiglio di informarti sulla questione frecce. Da un lato non si devono togliere le mani dal manubrio mentre per altro verso devi segnalare il cambio di corsia. Tutto si risolve facilmente se non ti trovi addetti alla motorizzazione ottusi ed eccessivamente fiscali.   

Ho effettuato l'A2 con un ktm 450 che veniva usato per gare da cross, quindi la mattina prima dell'esame abbiamo montato in fretta l'impianto elettrico e la targa, salvo accorgerci durante la guida in città che quando mettevo la freccia, sul lato anteriore veniva segnata quella giusta mentre nel posteriore veniva segnata l'inversa. Alla seconda sgridata in auricolare dell'esaminatore mi sono accostato per fargli vedere che mettevo la freccia giusta e mi ha fatto procedere con la segnalazione a mano, un po' problematica nelle uscite di rotatoria, quando una moto del genere ti chiede un colpo di gas secco per non spegnersi e relativo rischio di ritrovarsi in monoruota. 😄

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

Board Life Status


Board startup date: September 04, 2017 19:43:09
×
×
  • Create New...