Jump to content


Consiglio colore PX 150


operbico
 Share

Recommended Posts

Ciao a tutti, ho girato un bel pò e non sono riuscito a trovare nulla, va bene anche un link, ho un px 150 arcobaleno con miscelatore, ho fatto un restauro meccanico perfetto, semicarter nuovi

vorrei tirarla a lucido. Al momento ha il suo colore di fabbrica, un blu scuro. Che opzioni di colori ci sono per lasciarla originale?

il telaio è un vlx1t serie 6 ed è stata immatricolata ad aprile 1985.

Ho trovato alcune tabelle in giro, ma sono poco chiare o incomplete

Mi dareste un grande aiuto perchè la spesa che devo affrontare è grossa quindi devo essere sicuro altrimenti faccio prima a fare un colore non originale che mi garba a me e tanti saluti

Grazie mille

Link to comment
Share on other sites

Il 1/10/2021 at 19:25, operbico dice:

Ciao a tutti, ho girato un bel pò e non sono riuscito a trovare nulla, va bene anche un link, ho un px 150 arcobaleno con miscelatore, ho fatto un restauro meccanico perfetto, semicarter nuovi

vorrei tirarla a lucido. Al momento ha il suo colore di fabbrica, un blu scuro. Che opzioni di colori ci sono per lasciarla originale?

il telaio è un vlx1t serie 6 ed è stata immatricolata ad aprile 1985.

Ho trovato alcune tabelle in giro, ma sono poco chiare o incomplete

Mi dareste un grande aiuto perchè la spesa che devo affrontare è grossa quindi devo essere sicuro altrimenti faccio prima a fare un colore non originale che mi garba a me e tanti saluti

Grazie mille

https://codicicolori.com/motori-e-colori/codici-colori-vespa

 

CIAO,che uso ne farai e hai altri PX?

Perché se con la Vespa ti vuoi solo divertire,senza seguire le noiose e inutili etichette (possibilmente solo dopo averla iscritta al registro storico),falla il colore che piace a te.

 

Personalmente il mio caro px200e del 1983  con la sua livrea di color sabbia 3002M,con 3 o 4 modifiche diventa uno dei colori più belli,tuttavia dopo il secondo incidente subito,forse è arrivato il momento di cambiare.

Nel 1980 durante una gita in 3à media,al ritorno da Roma,abbiamo fatto diverse tappe in Toscana,non ricordo se fossimo a San Geminiano oppure a Siena,visi una vespa 125 et3 gialla con tanto di adesivi con Bob Marley e la scritta coca cola,tutti rigirosamente in nero,Da allora ho nella testa la Vespa gialla,ora a 55 anni non posso più tergiversare,infatti il mio caro vecchio 200 diventerà giallo come la Suzuki swift

Link to comment
Share on other sites

Grazie a entrambi.

Sul libretto risulta che la vespa blu cobalto è stata immatricolata ad aprile 1985 quindi non so se fare riferimento ai colori del 1984 o direttamente quelli del 1985, le guide fanno riferimento all'anno e non al telaio

La vespa la uso tutti i giorni. Voglio fare un lavoro definitivo, ho cambiato i semicarter e li ho messi nuovi originali, potevo elaborarla ma ho deciso di lasciare tutto originale per evitare fastidi meccanici, in più i carter sono nuovi e mi dispiaceva scavarli.

Non so magari anche elaborata non succede niente, ma per come ci vado io è meglio cosi considerando che la frenata della vespa è una delle peggiori insieme alla tenuta di strada.

Per il colore mi sarebbe piaciuto quell azzurro bellissimo che mi pare hanno quelle col disco. Tuttavia visto che il mezzo è originale continuo su questa strada.

Mi piacciono antracite metallizzato e nero

Allora vado di 1985 giusto?

Grazie

Link to comment
Share on other sites

1984 VLX1T 605008 630926
1985 VLX1T 630927 653685

Per la colorazione originale è meglio seguire il dato, quando lo si trova, di produzione e non di immatricolazione.

Per un fatto di originalità io consiglio sempre di usare il colore originale quando lo si riesce a stabilire, quindi ti consiglirei di rifarla dello stesso blu.

Il colore originale è poi quasi d'obbligo se si deve iscrivere il mezzo ad un registro storico, vuoi che sia per un valore aggiunto o per poter assicurarlo e poterlo usare in regioni e/o comuni che hanno blocchi alla circolazione.

Link to comment
Share on other sites

Cita

Che opzioni di colori ci sono per lasciarla originale

Visto il lavoro certosino ed ovviamente oneroso che stai affrontando la risposta è solo una: il colore originale con cui usciva il veicolo. 

Condivido sul fatto che sia uno dei Blu meno riusciti (ho un PX MY con il blu millennium che adoro e che trovo essere uno dei colori più belli per il PX) ma anche con queste premesse al posto tuo opterei per il suo Blu originale.

 

Di vespe decenti o passabili i garage di tutta italia sono pieni; ma le vespe ben conservate o restaurate a regola d'arte son sempre meno... 

 

 

Link to comment
Share on other sites

59 minuti fa, Omobono Tenni dice:

Di vespe decenti o passabili i garage di tutta italia sono pieni; ma le vespe ben conservate o restaurate a regola d'arte son sempre meno... 

 

 

ciao,non è detto che se uno fa la Vespa color fucsia non sia restaurata a regola d'arte.Sono d'accordo a non cannibalizzarla,tuttavia se ne fai un uso quotidiano,mentre nello stesso tempo il mercato ti offre degli accessori i quali aumentano le sicurezza tua e del mezzo,non puoi usufruirne perché non è previsto.

E ma la Vespa deve essere così come era...........

 

Va bene,però 40 anni fa c'era una densità di traffico almeno 1/4 di quanto ce n'è ora,esempio su un prearcobaleno c'è il piatto ganasce normale,non frena niente.Basterebbe montare il piatto ganasce anteriore dell'arcobaleno, per avere un mezzo decisamente più sicuro.

Ma non si può,perché non è previsto

 

Se buchi a 90 kmh rischi di morire,ora ci sono i tubeless,perché non montarli al posto delle ruote con la camera d'aria.

 

No non si può perché non è previsto

 

 

Tutte queste regole compreso il colore,vengono dettate da un gruppo di persone,le quali la Vespa non la usano mai,la tengono chiusa in una teca,per poi forse sfoggiarla in qualche evento,ma solo dopo averla scaricata da un furgone.

Credo che le persone che guidano una Vespa tutti i giorni,quelli che portano in giro testimoniando cosa sia e come si usa una Vespa,siano le più appropriate per stabilire certe regole,ora assurde,ripeto la Vespa non deve essere modificata nella sua struttura sia come carrozzeria e sia come telaio,ma per il resto..................

 

D'altra parte chi usa la Vespa non è una persona socialmente omologata,o mi sbaglio

Link to comment
Share on other sites

20 ore fa, paletti dice:

ciao,non è detto che se uno fa la Vespa color fucsia non sia restaurata a regola d'arte.Sono d'accordo a non cannibalizzarla,tuttavia se ne fai un uso quotidiano,mentre nello stesso tempo il mercato ti offre degli accessori i quali aumentano le sicurezza tua e del mezzo,non puoi usufruirne perché non è previsto.

E ma la Vespa deve essere così come era...........

 

Va bene,però 40 anni fa c'era una densità di traffico almeno 1/4 di quanto ce n'è ora,esempio su un prearcobaleno c'è il piatto ganasce normale,non frena niente.Basterebbe montare il piatto ganasce anteriore dell'arcobaleno, per avere un mezzo decisamente più sicuro.

Ma non si può,perché non è previsto

 

Se buchi a 90 kmh rischi di morire,ora ci sono i tubeless,perché non montarli al posto delle ruote con la camera d'aria.

 

No non si può perché non è previsto

 

 

Tutte queste regole compreso il colore,vengono dettate da un gruppo di persone,le quali la Vespa non la usano mai,la tengono chiusa in una teca,per poi forse sfoggiarla in qualche evento,ma solo dopo averla scaricata da un furgone.

Credo che le persone che guidano una Vespa tutti i giorni,quelli che portano in giro testimoniando cosa sia e come si usa una Vespa,siano le più appropriate per stabilire certe regole,ora assurde,ripeto la Vespa non deve essere modificata nella sua struttura sia come carrozzeria e sia come telaio,ma per il resto..................

 

D'altra parte chi usa la Vespa non è una persona socialmente omologata,o mi sbaglio

Il tema del restauro e l'analisi del significato del termine nella sua applicazione pratica è molto vasto e in questo contesto rischia di allontanarsi dal punto nodale del discorso. A grandi linee una definizione approssimativa del termine può riconoscere il restauro come un'attività legata alla manutenzione, al recupero, al ripristino e alla conservazione dell'opera nel suo stato originale. 

Alla luce della specifica osservazione dell'autore che riporto ["ho fatto un restauro meccanico perfetto, semicarter nuovi vorrei tirarla a lucido. Al momento ha il suo colore di fabbrica, un blu scuro. Che opzioni di colori ci sono per lasciarla originale?"] mi sento di suggerire un restauro nella sua accezione più rigorosa e cioè il ripristino del mezzo in modo rigoroso e filologicamente corretto alle sue condizioni di origine e ciò proprio perché mi sembra maggiormente inerente allo spirito con il quale il proprietario si sta approcciando nel ripristino del mezzo. 

La mia premessa non per forza si scontra con il tuo punto di vista, che in gran parte condivido. Anche io ad esempio ho un PX 150 MY che uso prevalentemente per passeggiate e viaggi parzialmente modificato per renderlo più adatto a questo utilizzo allungando i rapporti (+1 dente di pignone), migliorando l'erogazione (marmitta semi espansione megadella) e migliorando la sicurezza con ammortizzatori più rigidi (yss) e e freni migliori (disco polini flottante e pinza SIP).    Tuttavia, si tratta di modifiche facilmente reversibili ben diverse dal cambio integrale del colore del mezzo con uno diverso dall'originale :)     

Poi sia ben chiaro, il bello della Vespa (ma di tutti i mezzi in generale) è che faccia battere il cuore a chi lo possiede ! :) 

Link to comment
Share on other sites

28 minuti fa, Omobono Tenni dice:

Il tema del restauro e l'analisi del significato del termine nella sua applicazione pratica è molto vasto e in questo contesto rischia di allontanarsi dal punto nodale del discorso. A grandi linee una definizione approssimativa del termine può riconoscere il restauro come un'attività legata alla manutenzione, al recupero, al ripristino e alla conservazione dell'opera nel suo stato originale. 

Alla luce della specifica osservazione dell'autore che riporto ["ho fatto un restauro meccanico perfetto, semicarter nuovi vorrei tirarla a lucido. Al momento ha il suo colore di fabbrica, un blu scuro. Che opzioni di colori ci sono per lasciarla originale?"] mi sento di suggerire un restauro nella sua accezione più rigorosa e cioè il ripristino del mezzo in modo rigoroso e filologicamente corretto alle sue condizioni di origine e ciò proprio perché mi sembra maggiormente inerente allo spirito con il quale il proprietario si sta approcciando nel ripristino del mezzo. 

La mia premessa non per forza si scontra con il tuo punto di vista, che in gran parte condivido. Anche io ad esempio ho un PX 150 MY che uso prevalentemente per passeggiate e viaggi parzialmente modificato per renderlo più adatto a questo utilizzo allungando i rapporti (+1 dente di pignone), migliorando l'erogazione (marmitta semi espansione megadella) e migliorando la sicurezza con ammortizzatori più rigidi (yss) e e freni migliori (disco polini flottante e pinza SIP).    Tuttavia, si tratta di modifiche facilmente reversibili ben diverse dal cambio integrale del colore del mezzo con uno diverso dall'originale :)     

Poi sia ben chiaro, il bello della Vespa (ma di tutti i mezzi in generale) è che faccia battere il cuore a chi lo possiede ! :) 

ciao,non fa una piega!

Quello che volevo dire è che la Vespa deve rimanere tale e quale senza modifiche nella linea,il passo degli assi,il sistema frenante (se nasce con i tamburi,ci deve rimanere)però montando il piatto ganasce arcobaleno su un modello precedente,faro alogeno perché no,cerchio tubeless idem.Vedi se la usi tutti i giorni,queste modifiche ne vanno per la sicurezza mia e delle altre persone.

Se invece la Vespa la tengo chiusa in una teca,la uso solo per le manifestazioni rievocazione storiche ecc ecc,i miglioramenti non servono,logicamente si tiene la Vespa così come è uscita di fabbrica

Link to comment
Share on other sites

22 ore fa, paletti dice:

Credo che le persone che guidano una Vespa tutti i giorni, quelli che portano in giro testimoniando cosa sia e come si usa una Vespa, siano le più appropriate per stabilire certe regole, ora assurde, ripeto la Vespa non deve essere modificata nella sua struttura sia come carrozzeria e sia come telaio, ma per il resto..................

Piccolo OT sulla falsariga di quanto detto da paletti .... guardate per curiosità come hanno "attualizzato" questa Rally:

https://www.sip-scootershop.com/de/blogs/klassik-szene-blog-vespa-lambretta_1380/post/vespa-rally-200-street-custom-by-sip-scootershop_6274

 

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Omobono Tenni dice:

Preparatori/ricambisti come SIP stanno dando alla Vespa molto più di quanto faccia da un po' di anni a questa parte la Piaggio stessa.

ciao,più che altro mi lascia un po perplesso il fatto che ,dei tedeschi mettono in piedi delle aziende del genere,mentre noi come pecoroni andiamo a spendere i soldi da loro.

Quelle aziende sarebbe stato naturale trovarle in Italia

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, paletti dice:

ciao,più che altro mi lascia un po perplesso il fatto che ,dei tedeschi mettono in piedi delle aziende del genere,mentre noi come pecoroni andiamo a spendere i soldi da loro.

Quelle aziende sarebbe stato naturale trovarle in Italia

Me lo sono sempre chiesto anch'io.....

Link to comment
Share on other sites

21 ore fa, paletti dice:

Quelle aziende sarebbe stato naturale trovarle in Italia

Non con la nostra politica in merito alle omologazioni.

L'Italia ha certamente le competenze per farlo ma non il potenziale mercato. In germania è normale vedere Vespe o Lambrette completamente snaturate con prestazioni (accelerazione, frenata ecc...) adeguate ai veicoli dei nostri giorni.

In Italia invece ci si preoccupa di fare i vespini 102 anziché 130 per passare "inosservati" alle forze dell'ordine...

 

E' un problema anche culturale: i tedeschi sono sempre stati più rigorosi nei controlli ma anche più permissivi su altri aspetti (vedi le autostrade senza limiti di velocità e le possibilità di omologazione di veicoli unici). In Italia si è generalmente più permissivi (soprattutto da parte dell'operatore al momento del controllo) ma la normativa risulta generalmente più severa. 

Edited by Omobono Tenni
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

Board Life Status


Board startup date: September 04, 2017 19:43:09
×
×
  • Create New...