Jump to content


Vespino capriccioso


Recommended Posts

Ti sei spiegato Enrico. Cercavo di instillarti il dubbio di aver sbagliato ;-) così riprovi ...

Se trovo volano e statore, ma soprattutto volano di un PK, passo all'elettronica, magari a 12V e saluto le puntine. A quel punto sostituirò il fatidico paraolio con la speranza di risolvere il capriccio del mio vespino.

A presto

Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Omobono Tenni dice:

Posso chiederti come mai ?  Comprendo la stragrande maggioranza dei condensatori attuali facciano schifo ma come mai non hai optato per un Ceab specifico per il tuo modello ?  

Problemi di carburazione a parte come ti trovi con l'85 polini ? Sto valutando una configurazione simile alla tua però allungando i rapporti ancor di più. 

Avevo sostituito il condensatore che avevo su da "sempre" con uno da circuito stampato e posizionato all'esterno. Andava bene se non che al toccarlo si è spezzato il piedino a cui avevo saldato il faston per un attacco, diciamo comodo. Ero dal pisano nel tentativo di risolvere qualche problemino, così mi ha proposto il condensatore della Uno (come ha fatto notare prima). Bello robusto e pesante rispetto ai soliti. Avevo notato i Ceab e forse l'avrei provato, ma ormai ho su questo e va bene.

L'85 non mi dispiace. Io ho allungato mettendo cerchi da 10'' e il pignone da 19. Inoltre ho sostituito le 3 marce con le 4. Ecco, non impenni, ma ha un'andatura piacevole. Tira abbastanza per una vespa (intendo per la sicurezza che può offrire) e una volta ho raggiunto gli 80 km/h. Essendo ancora in rodaggio non sforzo troppo e comunque non ero interessato ad una velocità massima alta. Se decidessi di passare al 102 cambierei forcella.

Ti invito a venire a provarlo volentieri. Sia mai che tu abbia possibilità di venire "su".

Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Kalimero dice:

Avevo sostituito il condensatore che avevo su da "sempre" con uno da circuito stampato e posizionato all'esterno. Andava bene se non che al toccarlo si è spezzato il piedino a cui avevo saldato il faston per un attacco, diciamo comodo. Ero dal pisano nel tentativo di risolvere qualche problemino, così mi ha proposto il condensatore della Uno (come ha fatto notare prima). Bello robusto e pesante rispetto ai soliti. Avevo notato i Ceab e forse l'avrei provato, ma ormai ho su questo e va bene.

L'85 non mi dispiace. Io ho allungato mettendo cerchi da 10'' e il pignone da 19. Inoltre ho sostituito le 3 marce con le 4. Ecco, non impenni, ma ha un'andatura piacevole. Tira abbastanza per una vespa (intendo per la sicurezza che può offrire) e una volta ho raggiunto gli 80 km/h. Essendo ancora in rodaggio non sforzo troppo e comunque non ero interessato ad una velocità massima alta. Se decidessi di passare al 102 cambierei forcella.

Ti invito a venire a provarlo volentieri. Sia mai che tu abbia possibilità di venire "su".

Ti ringrazio per il messaggio :)  

Il bello della vespa è che le possibilità di configurazione sono così tante che ognuno con la giusta dose di ponderazione può riuscire a ritagliarsi il mezzo ideale. 

Personalmente posseggo da oltre 20 anni una 50n unificata adesso in procinto di restauro integrale. Finora la vespa ha sempre avuto montato un gruppo termico 75 + ruote da 10 + collettore maggiorato (ma con marmitta igm), per il resto tutto originale ma salvo grandi salite è come se fosse monomarcia peraltro con una terza piuttosto corta.

Ebbene, se esternamente l'imperativo è ottenere un restauro fedele (mi sono anche procurato la cuffia originale con lo stemma rettangolare e provvederò alla rimozione della bobina esterna per tornare all'impianto originale con componentistica ceab); dal punto di vista meccanico vorrei una rapportatura più lunga che mi permetta piccoli giri e raduni fuoriporta senza il fiato corto della 18/67 (anche con i correttivi del pignone e delle ruote). 

Ma si sa... la coperta o è troppo corta o è troppo lunga e non si possono allungare i rapporti senza una maggiore potenza e soprattutto coppia... da qui l'idea della cilindrata 85cc (comprendo e rispetto chi mi propone un salto diretto verso la cilindrata 102 ma... vorrei provare personalmente) da abbinare ad una rapportatura poco utilizzata: campana 24/61 accorciata con pignone da 21 (o 22) ed ulteriormente rivista nel salto marcia seconda/terza tramite un cluster 16/20.  Dai freddi calcoli da foglio excel dovrebbe risultare un mezzo con una seconda marcia molto sfruttabile abbinata ad una terza non troppo lunga da non poter esser tirata.  Un azzardo molto dispendioso ? forse si, ma dietro a questi discorsi si cela il tanto amore che ho per questo mezzo e la grande voglia di ottenere qualcosa di godibile ma non troppo elaborato.   

Ulteriori dettagli: albero motore anticipato e carburatore da 19. 

 

Tornando al tema principale della vespa "capricciosa", se il problema si presenta solo a caldo è indubbiamente figlio della dilatazione termica che fa entrare aria da qualche parte. Prima di fasciarsi la testa è comunque scelta saggia controllare collettore e innesto carburatore in modo molto scrupoloso. Se non si ha la soluzione è sempre meglio andare per step iniziando dall'intervento più semplice e meno invasivo per finire solo all'ultimo a dover riaprire il blocco. 

 

Cita

così mi ha proposto il condensatore della Uno

Lungi da me dall'arrogarmi la competenza per opinare a priori tale scelta; chi avrà consigliato ciò avrà sicuramente le sue buone ragioni fatto sta che, da semplice osservatore, se per un verso solo il catalogo ceab presenta decine di condensatori diversi solo per le vespe (che a grandi linee sono tutte molto simili e comunque molto più del paragone con un'auto); per altro verso siamo sicuri che quello della  Uno (sicuramente fatto per durare) presenti una capacità in microfarad corretta per l'impianto della vespa ?  

non ho le competenze per affermarlo, ma il dubbio mi sovviene

Edited by Omobono Tenni
Link to post
Share on other sites
6 ore fa, Omobono Tenni dice:

... Se non si ha la soluzione è sempre meglio andare per step iniziando dall'intervento più semplice e meno invasivo per finire solo all'ultimo a dover riaprire il blocco. 

Di riaprire non se ne parla proprio! Almeno a breve ... Seguirò il consiglio di ricontrollare il collettore quando metterò mano a volano, statore e paraolio. Spero, ovviamente, di potermi fermare con questi controlli e sostituzioni. Facciamo gli scongiuri, va! 🤞

Lungi da me dall'arrogarmi la competenza per opinare a priori tale scelta; chi avrà consigliato ciò avrà sicuramente le sue buone ragioni fatto sta che, da semplice osservatore, se per un verso solo il catalogo ceab presenta decine di condensatori diversi solo per le vespe (che a grandi linee sono tutte molto simili e comunque molto più del paragone con un'auto); per altro verso siamo sicuri che quello della  Uno (sicuramente fatto per durare) presenti una capacità in microfarad corretta per l'impianto della vespa ?  

non ho le competenze per affermarlo, ma il dubbio mi sovviene

Sempre quando metterò mano alla zona e per altro toglierò il condensatore perché non più necessario, comunque misurerò la capacità e vi farò sapere.

 

Edited by Kalimero
Link to post
Share on other sites
Il 29/4/2021 at 21:11, Muto dice:

Ciao Psyco, è bello risentirti.

Enrico

Ciao Enrico.Ho poco tempo da ddicare al forum tra lavoro e 2 vespe in restauro da finire...

Per quel che riguarda i condensatori...non essendo maniaco dell'originalità,qualsiasi modifica che semplifica futura sostituzione e si dimostri funzionale ed affidabile va piu che bene.

Edited by Psycovespa77
Link to post
Share on other sites
  • 3 weeks later...

Buonasera a tutti.

Oggi ho ritirato la vespa dal meccanico.

Mi sembrava giusto informarvi della ENORME MINCHIATA alla quale era dovuta

l'aspirazione d'aria per cui stava accellerata di brutto.

E qui mi pare doveroso scusarmi con Kalimero per avergli invaso il suo topic con i miei problemi.

Allora, non la farò tanto lunga: l'aspirazione d'aria era dovuta, sentano signori sentano,

ai quattro dadi alla base del cilindro che erano non solo allentati, ma proprio svitati.

In pratica, il cilindro andava su e giu accompagnando la corsa del pistone.

Divertente eh?

Non so come cio sia potuto accadere ma tant'è.

Con 50 eurozzi mi sono tolto la paura e la vespa è ritornata il gioiellino a cui ero abituato.

Il Muto

Link to post
Share on other sites

Fantastico ... mi sto immaginando il tuo cilindro che sale e scende :risata:

Meglio così dai. Non devi scusarti di niente, hai tenuto vivo un argomento. Io non ho ancora fatto nulla, se non assistito ad altri capricci del mio vespino. Erano capricci dovuti all'alimentazione. Prima il tubo della benzina che si staccava, ora, forse il carburatore sporco. Non capisco come mai, visto che l'ho pulito in occasione di una controllata alla carburazione giusto qualche settimana fa. Tant'è che sto girando con l'aria tirata a metà :D

Sto aspettando tutti i pezzi per sostituire volano, statore e bobina con accensione elettronica e così sostituirò anche il famigerato paraolio ...

Speriamo bene! 🤞

Link to post
Share on other sites
  • 3 weeks later...

Eccoci nuovamente qui per proseguire nella saga dei capricci ...

dopo aver sostituito il paraolio lato volano e non aver notato alcun cambiamento decido di sostituire il carburatore SHB 19/19 con un 18/16 recuperato da un'Ape. Prima di fare ciò voglio dare un'occhiata al collettore per controllare che non ci siano segni di fuoriuscita che significherebbero anche infiltrazione d'aria! Ebbene  non era proprio pulito ... Tolgo la cuffia e si intravede un'ombra leggermente più scura del carter. Guardo un po' più in alto e la probabile causa della difficoltà di far scendere di giri il mio vespino in  tempi ragionevoli è lì che mi guarda!! :/

A voi le foto:

1600841225_Trafilamentocollettore2.jpg.a8e8e7833be5fb5ab79c98d2835ca871.jpg

692788010_Trafilamentocollettore.jpg.6db371f33df53a0ee39709941dad9896.jpg

405725413_Trafilamentocilindro85.jpg.8ff2b1b72a03227160c265c2c1e614e6.jpg

 

... e questa è la situazione dopo aver tolto la testa che con molta probabilità non avevo stretto bene :testate:

560795664_Treafilamentotesta85.jpg.b478d3496348c1de81920aa614e65570.jpg

Link to post
Share on other sites

Ciao Psycovespa! Gentilmente mi consigliavi di mettere la guarnizione metallica fra cilindro e testa ... Mi viene però in mente che FORSE non era prevista. Ho come il ricordo che solo nelle ultime versioni Polini proponeva una guarnizione metallica, sbaglio?

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Board Life Status


Board startup date: September 04, 2017 19:43:09
×
×
  • Create New...