Jump to content



INFO Vespa PX200E VSX1T 1983


Recommended Posts

6 ore fa, paletti dice:

Hai 3 alternative, la prima il cofano ganci esterni che non va bene, la seconda quello con i ganci interni che va bene a prescindere se è del 1981 o 1983,la terza gettati da un grattacielo

 

La depressione dilaga ragazzi ... ci siam persi il paletti :D Lo dicevano in tanti che le restrizioni sociali avrebbero avuto effetti collaterali

Edited by Kalimero
Link to post
Share on other sites
  • Replies 67
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Sicuramente il dado che hai cerchiato in rosso va serrato: si nota una fuoriuscita di olio miscela. Tuttavia converrebbe smontare il carburatore e provvedere ad una pulizia generale con sostituzi

Porto la mia esperienza, è solo un caso singolo, e non è detto che non sia diverso per altri modelli, ma per la mia PX dell'86, quando chiesi il certificato d'origine, questo non riportava alcuna indi

Si, ha un'aspetto vissuto, ma almeno saprai com'era prima del restauro! Per me (dando per scontato che hai effettuato tutti i controlli di rito su telaio documenti ecc.) non hai fatto un cattivo affar

Posted Images

6 ore fa, Kalimero dice:

La depressione dilaga ragazzi ... ci siam persi il paletti :D Lo dicevano in tanti che le restrizioni sociali avrebbero avuto effetti collaterali

ciao, mi domando una cosa,ma come si fa a perdersi in questo modo?

Carissimo Toscana,come da foto allegata la differenza tra il pxe prearcobaleno e l'arcobaleno sono:

1)Piatto ganasce anteriore

2)sella 

3)faro posteriore

4)nasello

5)coprimanubrio e strumentazione

6)bloccasterzo

7)bordoscudo

8)colore cavalletto

9)tappetino centrale

10)paraspruzzi postriore

11)bauletto

12) manopole

13) forse la cresta parafango anteriore

14) targhetta cofano sx

15)targhetta scudo anteriore

16) leve al manubrio

17) serbatoio carburante

 

credo di aver elencato tutte le differenze tra i due modelli,

 

Poi c'è il cambio e la crociera che finalmente non farà più saltare le marce

 

Per trovare i cofani del 1983 devi avere la fortuna di trovarli come fondo di magazzino,oppure da quei rottamai che hanno capito il giro e te li fanno pagare delle cifre spropositate.A mio avviso se hai una Vespa del 1983 prearcobaleno e ti accorgi di avere un cofano di una MY ma con le targhette giuste per il pxe prearcobaleno,mi chiedo quale è il problema.

 

La Vespa bisogna godersela,ricordando che era un mezzo radicalmente utilitario,costruito rincorrendo l'assoluta economia.

 

 

pxe  lato sinistro.jpg

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Come vi avevo anticipato, nonostante la mia Vespa sia a ganci INTERNI, temo che il vecchio proprietario ci abbia montato il cofano destro della versione a ganci ESTERNI.

Gradirei una conferma da voi che siete sicuramente più esperti del sottoscritto.

Allego foto.

Grazie.

IMG_20210428_135914-min.jpg

Link to post
Share on other sites
Adesso, Toscana dice:

Non capisco il senso

ionicoionicoionicoionicoionico..............................................

 

Ciao,il vecchio proprietario per aver fatto anche quella boiata dei cofani, fa parte della famiglia dei ionicoionico..........

 

Link to post
Share on other sites

Adesso però dovendo cercare il cofano per ganci interni adatto alla mia Vespa come faccio a prendere quello giusto dal momento che dal 1981 al 2017 sono state prodotte Vespe PX con ganci interni? Volevo sapere se i cofani sono rimasti sempre esattamente uguali oppure se nel tempo siano state apportate modifiche seppur anche minime.

Grazie

Link to post
Share on other sites
14 ore fa, Toscana dice:

Adesso però dovendo cercare il cofano per ganci interni adatto alla mia Vespa come faccio a prendere quello giusto dal momento che dal 1981 al 2017 sono state prodotte Vespe PX con ganci interni? Volevo sapere se i cofani sono rimasti sempre esattamente uguali oppure se nel tempo siano state apportate modifiche seppur anche minime.

Grazie

CIAO,hai 2 opzioni, puoi acquistarli usati oppure nuovi. Sta a te la scelta

Link to post
Share on other sites
5 ore fa, paletti dice:

CIAO,hai 2 opzioni, puoi acquistarli usati oppure nuovi. Sta a te la scelta

Beh questo già lo sapevo, la mia domanda era: dovendolo acquistare se mi rifilassero una scossa di un PX del 2013 (ho detto un anno a caso) è sicuro che andrebbe bene per la mia Vespa che è del 1983 oppure potrebbero esserci piccole differenze seppur la scocca sia compatibile?

Link to post
Share on other sites
  • Utenti Registrati
STAFF

Guarda, non mi pare ci siano differenze di rilievo, soprattutto sui cofani lato motore, forse i lamiera ti moderni sono di qualche decimo di millimetro più sottili.

Ciao, Gino 

Link to post
Share on other sites
  • Utenti Registrati
STAFF

Sono uguali, a parte piccole differenze costruttive (fori per targhette e fermi del cavo della freccia) che non inficiano posizionamento e fissaggio alla scocca.

Link to post
Share on other sites

Ho la Vespa che mi fa sempre la goccia di olio da sotto il carter. Ho aperto il coperchio del carburatore e sembrerebbe che perda da quel dado evidenziato nella foto, visto che non sono assolutamente esperto di meccanica volevo sapere se quel dado dovrebbe essere strinto oppure se sia un registro e quindi è normale che abbia un po' di gioco. Grazie.

 

PS: sono pienamente consapevole che la Vespa attualmente sia in stato pietoso e che abbia bisogno di una bella ripulita.

IMG_20210503_161632-min.jpg

Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Toscana dice:

Ho la Vespa che mi fa sempre la goccia di olio da sotto il carter. Ho aperto il coperchio del carburatore e sembrerebbe che perda da quel dado evidenziato nella foto, visto che non sono assolutamente esperto di meccanica volevo sapere se quel dado dovrebbe essere strinto oppure se sia un registro e quindi è normale che abbia un po' di gioco. Grazie.

 

PS: sono pienamente consapevole che la Vespa attualmente sia in stato pietoso e che abbia bisogno di una bella ripulita.

IMG_20210503_161632-min.jpg

ciao Toscana, ma come si fa ad avere l'interno della scatola carburatore  con quella morchia?:noncisiamo:

Io non le posso vedere le cose in questo modo, un minimo di rispetto ad un mezzo che ti porta in giro tutti i giorni. Allegata nella foto, vedi come sono all'interno le scatole del carburatore Si delle mie PX

interno scatola carburatore SI b.jpg

Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, paletti dice:

ciao Toscana, ma come si fa ad avere l'interno della scatola carburatore  con quella morchia?:noncisiamo:

Io non le posso vedere le cose in questo modo, un minimo di rispetto ad un mezzo che ti porta in giro tutti i giorni. Allegata nella foto, vedi come sono all'interno le scatole del carburatore Si delle mie PX

interno scatola carburatore SI b.jpg

Vespa acquistata da poco e che per il momento è ferma in quanto devo sistemarla, revisionarla e assicurarla.

 

Link to post
Share on other sites
  • Utenti Registrati
STAFF

Sicuramente il dado che hai cerchiato in rosso va serrato: si nota una fuoriuscita di olio miscela.

Tuttavia converrebbe smontare il carburatore e provvedere ad una pulizia generale con sostituzione delle guarnizioni.
Dici di non avere esperienza in questo genere di lavori, ma se hai qualche attrezzo ed un po' di manualità ti incoraggio ad operare una veloce revisione del carburatore e della pompa del mix.
Si trovano qui e nel web guide illustrate, mi limito a descriverti a parole le operazioni necessarie.

Per il carburatore SI si trova un kit originale Dellorto che si adatta a tutti i carburatori di questa famiglia. A questo devi aggiungere lo spillo conico, del tipo a sezione quadrata (non triangolare), preferibilmente con punta in gomma rossa, a garanzia di compatibilità con i carburanti moderni.

Viste le condizioni della tua, direi che è saggio sostituire la guarnizione in gomma sul bordo della scatola del carburatore: probabilmente tutta quella sporcizia che si vede in foto è dovuta all'inesistente tenuta fra scatola e coperchio.

Per scatola carburatore e coperchio pompa miscelatore la via più breve è acquistare una serie di guarnizioni motore completa (per PX 200), anche di concorrenza, da cui prelevare la guarnizione del coperchio pompa e le due che vanno l'una sotto, l'altra sopra la scatola, tutte in carta.

Il filtro si smonta svitando le due viti a taglio: si lava in benzina pura e si tratta con un miscela benzina-olio (Piaggio indica al 10%) da spennellare sulla maglia filtrante.

Il carburatore si smonta mediante bussole a brugola (se il motore anni '90 o successivi) oppure mediante normale bussola esagonale da 11 mm.
Prima di rimuoverlo devi chiudere il rubinetto benzina, quindi svitare la vite esagonale (chiave 10 mm) che ferma il beccuccio del tubo benzina.
Fatto questo puoi estrarre il carburatore per poterlo pulire sul banco e procedere alle semplici operazioni di revisione.

Per quanto riguarda il gruppo miscelatore, devi staccare il tubo di mandata olio; appena sfilato, inserisci subito un tondino o una vite, altrimenti l'olio fluirà per caduta.

Rimuovi a quel punto la scatola svitando l'unica vite a testa a taglio, che trovi sotto alla guarnizione di base del carburatore.

Avendo "fatto spazio" puoi procedere ad una pulizia sommaria del carter motore, nelle parti accessibili, avendo cura di chiudere il foro del valvola (sotto al carburatore) per evitare l'ingresso di qualsiasi corpo estraneo in camera di manovella.

Troverai un alberino con la parte superiore dentata: questo comanda la pompa del miscelatore: anche qui presta attenzione affinché non entri sporcizia nella sua sede (e da qui all'interno del vano del cambio).

Con la scatola carburatore sul banco, puoi procedere alla sua pulizia: svitare le tre viti a taglio del coperchio pompa miscelatore. Al di sotto troverai l'ingranaggio pompante del miscelatore. Esso ha il piano superiore inclinato. Assicurati che non abbia solchi o strani segni di usura.. Sfilalo e, con esso, togli anche la molla sottostante ed il rasamento (rondella) di ottone che trovi fra la molla e l'ingranaggio.

Vicino alla sede del pompante troverai un foro praticato in direzione obliqua e, al suo interno, un piccolo cilindro di plastica di colore chiaro. Con una piccola vite autofilettante puoi estrarre questa bussola; sotto di essa troverai una molla sottilissima (attento a non perderla) ed una sfera. Metti questi tre pezzi (bussola di plastica - molla - sfera) in un luogo sicuro.

A questo punto puoi procedere col lavaggio della scatola, che puoi effettuare  in mancanza di ausili specifici - con benzina e pennello.

Quando avrai rimosso tutta la morchia, fai un ulteriore lavaggio con benzina pulita, infine soffia con aria compressa in tutti i fori/passaggi.

Siamo pronti per rimontare il gruppo del miscelatore.
Nel passaggio "obliquo" inserisci, nell'ordine: la sfera d'acciaio, la piccola molla, la bussola di plastica chiara; quest'ultima premila bene in sede.

Oliatore alla mano, versa qualche goccia d'olio nella sede dell'ingranaggio pompante; posiziona la molla e quest'ultimo, ricordando che fra i due pezzi deve esserci il rasamento (rondella) di ottone.

Ungi bene anche la parte superiore dell'ingranaggio pompante, quello col pianto superiore inclinato. Io qui sono solito mettere una punta di grasso, per la verità.

Posiziona la nuova guarnizione. 
Puoi ora ricollocare il coperchio del pompante. È opportuno preassemblare il coperchio col raccordo del tubo dell'olio; quindi si infila il raccordo nel foro sulla scatola (ha un gommino a ciambella); infine si porta il coperchio nella sua posizione definitiva, bloccandolo mediante le tre viti con testa a taglio (che di norma hanno ciascuna una rondella antisvitamento).

Ora si può rimontare la scatola del carburatore sul carter motore; prima di posizionarla bisogna ovviamente montare la guarnizione in carta, meglio se un poco unta d'olio. Una volta posizionata la scatola, la si blocca serrando la vite con testa a taglio.

La scatola è ora pronta per accogliere il carburatore, che però deve essere opportunamente pulito e revisionato.

Per la revisione del carburatore non mi dilungo, rimandandoti a questo documento:

 

Prima di rimontare il carburatore opportunamente revisionato, devi posizionare la guarnizione che va fra scatola e carburatore. Presta attenzione che la guarnizione sia del tipo corretto per i carburatori con miscelatore: deve avere l'apposito foro di passaggio dell'olio:

image.png.fd8540aa302387579aba4f2dc67b555e.png

 

L'assenza di questo foro comporterà il grippaggio pressoché immediato del gruppo termico!!

Una volta posizionata la guarnizione, è possibile montare il carburatore. Visto che hai il miscelatore, è importante provvedere all'innesto del tirante dell'acceleratore (l'uncino che comanda la ghigliottina) nell'atto medesimo di appoggiare il carburatore nella scatola. Forzare l'uncino nella sua sede dopo aver serrato le viti del carburatore, comporterebbe necessariamente una deformazione del tirante, con rischio di fuoriuscita dell'uncino alla massima apertura dell'acceleratore.

A questo punto si possono inserire le due viti del carburatore, avendo cura di non eccedere nel serraggio. Disponendo di una chiave dinamometrica, io consiglierei di non eccedere i 16 Nm; andando a mano, meglio fermarsi appena la rotazione della chiave diviene appena contrastata. Trattandosi di una 200, il carburatore è un 24/24: è più delicato dei 20/20, è più facile deformarlo arrivando, nei casi più gravi, al bloccaggio della ghigliottina in posizione di aperto, che si significa avere il motore che può restare fortemente accelerato. Attenzione dunque!!

A questo punto si può nuovamente allacciare il tubo benzina col suo beccuccio: nel kit sono incluse due guarnizioni (rondelle) per questo particolare.

Infine, si può reinserire il tubo dell'olio sul raccordo che fuori esce dalla scatola. Meglio agire rapidamente, rimuovendo il tappo improvvisato e inserendo immediatamente il tubo di gomma sul tubetto metallico, così da fare in modo che si formi una bolla d'aria quanto più ridotta possibile. Una piccola bolla, tuttavia, ci sarà utile per accertare il corretto funzionamento del miscelatore.

Si rimonta il filtro aria già pulito e si posiziona il gommino della vite del minimo (spesso viene erroneamente incastrato nel foro del coperchio: va montato, invece, calzandolo sulla vite del minimo con la parte stretto verso il filtro). Si posiziona infine la nuova guarnizione in gomma fra scatola e coperchio.

Si rimonta, dunque, il coperchio della scatola, ovviamente da pulire anch'esso.

È bene fare un primo pieno di miscela al 2%, per ovviare ad una eventuale inefficienza iniziale del miscelatore (per eventuali bolle d'aria).
Avviando il motore, comunque, dobbiamo tenere d'occhio la bolla d'aria visibile nel tubo: dando gas dobbiamo vederla "correre" verso la scatola carburatore: questo è garanzia di corretto funzionamento della pompa del miscelatore, vuol dire che sta "tirando".

 

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Board Life Status


Board startup date: September 04, 2017 19:43:09
×
×
  • Create New...