Jump to content


Anatomia del miscelatore (Vespa 125 PX 2001)


Recommended Posts

Buongiorno, 

apro questa nuova discussione in seguito a intervento fatto su un altro 3d (https://www.vesparesources.com/topic/73252-px-150-e2-perdita-di-olio-sul-lato-dx/page/2/?tab=comments#comment-1173812) legato ad una perdita di olio riscontrata sul mio PX 125 (2001, con freno a disco). in breve, la suddetta perdita perdita sembra provenire dalla scatola carburatore, in particolare dalla zona del miscelatore....questo sconosciuto...A prescindere dal fatto che sia proprio lui il colpevole, ho iniziato ad interrogarmi sul suo funzionamento. Grazie al Forum e a qualche video online, credo di aver raggiunto ora un buon grado di conoscenza a riguardo,  e mi piacerebbe condividerlo con voi, sia mai che poi torni utile a qualcuno...

Vorrei iniziare condividendo una sorta di rivelazione avuta dopo aver spremuto le meningi attorno al percorso dell'olio miscela all'interno di quella scatolina, ovvero: due flussi di olio (motore e miscela) si trovano a convivere in modo molto ravvicinato (senza mai toccarsi, in teoria) in uno spazio relativamente ridotto (quello della scatolina dell'ingranaggio pompante del miscelatore appunto). Spiego meglio con la foto sottostante. Sotto vedete le lavorazioni della scatola carburo, una volta rimosse tutte le componenti del miscelatore, vale a dire ingranaggio pompante, molla, sferetta, molla e fermo in plastica (questi tre elementi costituiscono la valvola di chiusura del circuito olio miscela). Le frecce rosse si riferiscono al percorso che fa l'olio miscela appunto, e il discorso fila abbastanza. L'olio, richiamato dall'ingranaggio pompa entra nel foro A, viene indirizzato nella parte bassa (non visibile in foto) della scatola carburatore, e fuoriesce spinto sempre dallo stelo della pompa, attraverso il foro B. Qui il reflusso è impedito dalla sferetta e dalla molla che alloggiano nel foro B stesso, e passa quindi nel foro adiacente sfruttando lo scasso (canalina) ricavato sul coperchio del miscelatore (cerchiato in rosso nella seconda foto). L'olio segue poi il percorso tracciato dall'altro scasso ricavato sull'altra faccia della scatola carburatore, con un cammino forzato tra quest'ultima e la guarnizione, tra carter motore e scatola carburo.

E cosa centra in tutto questo l'olio motore?? 

Lo stelo che trasferisce il moto dell'albero motore (dopo opportune conversioni del rapporto) all'ingranaggio pompa, ha un solco elicoidale lungo la sua sezione centrale (foto 3), che presumibilmente serve a richiamare olio dal carter motore e a trasferirlo (effetto ascensore) all'interno della scatolina miscelatore: e' necessario che l'ingranaggio pompa infatti venga lubrificato in modo che l'attrito tra il pattinino e il piano inclinato dell'ingranaggio, sia attenuato. Ecco che quindi dal foro C, ho ingresso di olio motore nella scatola del carburatore!! Questo mi ha sconvolto...Il tutto rimane, o dovrebbe rimanere, opportunamente isolato dal circuito olio miscela e dall'esterno, grazie alla guarnizione della scatolina miscelatore e dalla tenuta dello stelo dell'ingranaggio pompa. Si ma, dove va a finire tutto quest'olio motore? ecco che entra in gioco il foro D, in comunicazione con il carter motore, da una parte, e che affaccia su un opportuno foro di passaggio ricavato sul coperchio della scatolina miscelatore (cerchio verde in foto 2), dall'altra. Questo circuito parallelo, quindi, dovrebbe favorire il flusso di olio motore all'interno della scatolino miscelatore mentre viene condotto il pompaggio di olio miscela verso il carburatore! Tutto questo è affascinante....ma è corretto? Ho sbagliato nella mia interpretazione??
Vi prego di correggere qualsiasi castroneria abbia involontariamente riportato. 

Ultima chiosa: siccome la guarnizione tra scatola carburatore e carter, in prossimità del foro D, è abbastanza risicata (vedi foto 4), potrebbe verificarsi il trafilaggio di olio motore dalla zona scatola carburatore?? Questo potrebbe esser quello che mi ha fuorviato nell'analizzar il problema della perdita, poiché la goccia che vedevo non aveva il colore dell'olio miscela ma dell'olio motore!

Scusate se mi sono dilungato :) 

Gianluca

IMG_20201017_165737.jpg

IMG_20201017_182737 (1).jpg

287014-Ingranaggio-Comando-Miscelatore-Vespa-Px.jpg

IMG_20201017_160003.jpg

Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Gianluca102 dice:

Buongiorno, 

apro questa nuova discussione in seguito a intervento fatto su un altro 3d (https://www.vesparesources.com/topic/73252-px-150-e2-perdita-di-olio-sul-lato-dx/page/2/?tab=comments#comment-1173812) legato ad una perdita di olio riscontrata sul mio PX 125 (2001, con freno a disco). in breve, la suddetta perdita perdita sembra provenire dalla scatola carburatore, in particolare dalla zona del miscelatore....questo sconosciuto...A prescindere dal fatto che sia proprio lui il colpevole, ho iniziato ad interrogarmi sul suo funzionamento. Grazie al Forum e a qualche video online, credo di aver raggiunto ora un buon grado di conoscenza a riguardo,  e mi piacerebbe condividerlo con voi, sia mai che poi torni utile a qualcuno...

Vorrei iniziare condividendo una sorta di rivelazione avuta dopo aver spremuto le meningi attorno al percorso dell'olio miscela all'interno di quella scatolina, ovvero: due flussi di olio (motore e miscela) si trovano a convivere in modo molto ravvicinato (senza mai toccarsi, in teoria) in uno spazio relativamente ridotto (quello della scatolina dell'ingranaggio pompante del miscelatore appunto). Spiego meglio con la foto sottostante. Sotto vedete le lavorazioni della scatola carburo, una volta rimosse tutte le componenti del miscelatore, vale a dire ingranaggio pompante, molla, sferetta, molla e fermo in plastica (questi tre elementi costituiscono la valvola di chiusura del circuito olio miscela). Le frecce rosse si riferiscono al percorso che fa l'olio miscela appunto, e il discorso fila abbastanza. L'olio, richiamato dall'ingranaggio pompa entra nel foro A, viene indirizzato nella parte bassa (non visibile in foto) della scatola carburatore, e fuoriesce spinto sempre dallo stelo della pompa, attraverso il foro B. Qui il reflusso è impedito dalla sferetta e dalla molla che alloggiano nel foro B stesso, e passa quindi nel foro adiacente sfruttando lo scasso (canalina) ricavato sul coperchio del miscelatore (cerchiato in rosso nella seconda foto). L'olio segue poi il percorso tracciato dall'altro scasso ricavato sull'altra faccia della scatola carburatore, con un cammino forzato tra quest'ultima e la guarnizione, tra carter motore e scatola carburo.

E cosa centra in tutto questo l'olio motore?? 

Lo stelo che trasferisce il moto dell'albero motore (dopo opportune conversioni del rapporto) all'ingranaggio pompa, ha un solco elicoidale lungo la sua sezione centrale (foto 3), che presumibilmente serve a richiamare olio dal carter motore e a trasferirlo (effetto ascensore) all'interno della scatolina miscelatore: e' necessario che l'ingranaggio pompa infatti venga lubrificato in modo che l'attrito tra il pattinino e il piano inclinato dell'ingranaggio, sia attenuato. Ecco che quindi dal foro C, ho ingresso di olio motore nella scatola del carburatore!! Questo mi ha sconvolto...Il tutto rimane, o dovrebbe rimanere, opportunamente isolato dal circuito olio miscela e dall'esterno, grazie alla guarnizione della scatolina miscelatore e dalla tenuta dello stelo dell'ingranaggio pompa. Si ma, dove va a finire tutto quest'olio motore? ecco che entra in gioco il foro D, in comunicazione con il carter motore, da una parte, e che affaccia su un opportuno foro di passaggio ricavato sul coperchio della scatolina miscelatore (cerchio verde in foto 2), dall'altra. Questo circuito parallelo, quindi, dovrebbe favorire il flusso di olio motore all'interno della scatolino miscelatore mentre viene condotto il pompaggio di olio miscela verso il carburatore! Tutto questo è affascinante....ma è corretto? Ho sbagliato nella mia interpretazione??
Vi prego di correggere qualsiasi castroneria abbia involontariamente riportato. 

Ultima chiosa: siccome la guarnizione tra scatola carburatore e carter, in prossimità del foro D, è abbastanza risicata (vedi foto 4), potrebbe verificarsi il trafilaggio di olio motore dalla zona scatola carburatore?? Questo potrebbe esser quello che mi ha fuorviato nell'analizzar il problema della perdita, poiché la goccia che vedevo non aveva il colore dell'olio miscela ma dell'olio motore!

Scusate se mi sono dilungato :) 

Gianluca

IMG_20201017_165737.jpg

IMG_20201017_182737 (1).jpg

287014-Ingranaggio-Comando-Miscelatore-Vespa-Px.jpg

IMG_20201017_160003.jpg

ciao e grazie per la spiegazione dettagliata,così dovrebbero essere le discussioni.

Comunque ho risolto così,via il mix,il grano filettato nel foro dell'alberino e una piastrina nella scatola del carburatore

IMG_0415.JPG

Link to post
Share on other sites

ciao,quando il 200 era stock avevo il miscelatore,poi quando ho fatto il primo step con il Pinasco 225 ho deciso di eliminare completamente  il sistema  del miscelatore e i suoi componenti   "la mia è una scelta "opinabile",ma quello che non c'è non si rompe.

Si è vero che il mix sei al 3% quando sei a full gas,a poco più del 1% quando sei al minimo in pratica hai la lubrificazione ottimale senza mai esagerare in tutti i contesti,(invece io la faccio sempre al 2,5% sul 125 stock e 3% sul 221 mhr lamellare),si è vero che quando devo fare rifornimento a differenza del veloce  pit stop di chi ha il miscelatore,devo stare li tutte le volte con il misurino e tutte le attenzioni del caso,MA,tutto questo fa parte del flashback negli 80s che mi fa rivivere la Vespa px.

 

La foto allegata  il meccanismo del mix era già stato eliminato, avevo tenuto solo il leveraggio nella scatola (in seguito eliminato coma da foto precedente),il carburatore è un  no mix,la scatola è quella per il mix,l'ho tenuta perché è più voluminosa

carburatore Si 24 con scatola mix.jpg

Link to post
Share on other sites
8 ore fa, Kalimero dice:

Complimenti Gianluca, queste sono le discussioni migliori :ok:

Indipendentemente dal guasto, analisi,ragionamenti, soluzioni, ecc

Grazie

Grazie Kalimero! Apprezzo davvero tanto i tuoi complimenti! Spero questa discussione torni utile. 
Nel primo messaggio ho dimenticato di dire che per ovviare al problema del trafilaggio di olio motore dalla scatola carburatore, ho inserito, sotto alla guarnizione verde spessa (che non ho sostituito dato il suo buono stato e la sua buona fattura) una in carta più sottile, sperando possa fare meglio spessore in quella zona, attorno all'alberino, dove la guarnizione originale è più sottile... vediamo se cambia qualcosa...! Vi tengo aggiornati!

Link to post
Share on other sites
Il 21/10/2020 at 12:55, Gianluca102 dice:

Buongiorno, 

apro questa nuova discussione in seguito a intervento fatto su un altro 3d (https://www.vesparesources.com/topic/73252-px-150-e2-perdita-di-olio-sul-lato-dx/page/2/?tab=comments#comment-1173812) legato ad una perdita di olio riscontrata sul mio PX 125 (2001, con freno a disco). in breve, la suddetta perdita perdita sembra provenire dalla scatola carburatore, in particolare dalla zona del miscelatore....questo sconosciuto...A prescindere dal fatto che sia proprio lui il colpevole, ho iniziato ad interrogarmi sul suo funzionamento. Grazie al Forum e a qualche video online, credo di aver raggiunto ora un buon grado di conoscenza a riguardo,  e mi piacerebbe condividerlo con voi, sia mai che poi torni utile a qualcuno...

Vorrei iniziare condividendo una sorta di rivelazione avuta dopo aver spremuto le meningi attorno al percorso dell'olio miscela all'interno di quella scatolina, ovvero: due flussi di olio (motore e miscela) si trovano a convivere in modo molto ravvicinato (senza mai toccarsi, in teoria) in uno spazio relativamente ridotto (quello della scatolina dell'ingranaggio pompante del miscelatore appunto). Spiego meglio con la foto sottostante. Sotto vedete le lavorazioni della scatola carburo, una volta rimosse tutte le componenti del miscelatore, vale a dire ingranaggio pompante, molla, sferetta, molla e fermo in plastica (questi tre elementi costituiscono la valvola di chiusura del circuito olio miscela). Le frecce rosse si riferiscono al percorso che fa l'olio miscela appunto, e il discorso fila abbastanza. L'olio, richiamato dall'ingranaggio pompa entra nel foro A, viene indirizzato nella parte bassa (non visibile in foto) della scatola carburatore, e fuoriesce spinto sempre dallo stelo della pompa, attraverso il foro B. Qui il reflusso è impedito dalla sferetta e dalla molla che alloggiano nel foro B stesso, e passa quindi nel foro adiacente sfruttando lo scasso (canalina) ricavato sul coperchio del miscelatore (cerchiato in rosso nella seconda foto). L'olio segue poi il percorso tracciato dall'altro scasso ricavato sull'altra faccia della scatola carburatore, con un cammino forzato tra quest'ultima e la guarnizione, tra carter motore e scatola carburo.

E cosa centra in tutto questo l'olio motore?? 

Lo stelo che trasferisce il moto dell'albero motore (dopo opportune conversioni del rapporto) all'ingranaggio pompa, ha un solco elicoidale lungo la sua sezione centrale (foto 3), che presumibilmente serve a richiamare olio dal carter motore e a trasferirlo (effetto ascensore) all'interno della scatolina miscelatore: e' necessario che l'ingranaggio pompa infatti venga lubrificato in modo che l'attrito tra il pattinino e il piano inclinato dell'ingranaggio, sia attenuato. Ecco che quindi dal foro C, ho ingresso di olio motore nella scatola del carburatore!! Questo mi ha sconvolto...Il tutto rimane, o dovrebbe rimanere, opportunamente isolato dal circuito olio miscela e dall'esterno, grazie alla guarnizione della scatolina miscelatore e dalla tenuta dello stelo dell'ingranaggio pompa. Si ma, dove va a finire tutto quest'olio motore? ecco che entra in gioco il foro D, in comunicazione con il carter motore, da una parte, e che affaccia su un opportuno foro di passaggio ricavato sul coperchio della scatolina miscelatore (cerchio verde in foto 2), dall'altra. Questo circuito parallelo, quindi, dovrebbe favorire il flusso di olio motore all'interno della scatolino miscelatore mentre viene condotto il pompaggio di olio miscela verso il carburatore! Tutto questo è affascinante....ma è corretto? Ho sbagliato nella mia interpretazione??
Vi prego di correggere qualsiasi castroneria abbia involontariamente riportato. 

Ultima chiosa: siccome la guarnizione tra scatola carburatore e carter, in prossimità del foro D, è abbastanza risicata (vedi foto 4), potrebbe verificarsi il trafilaggio di olio motore dalla zona scatola carburatore?? Questo potrebbe esser quello che mi ha fuorviato nell'analizzar il problema della perdita, poiché la goccia che vedevo non aveva il colore dell'olio miscela ma dell'olio motore!

Scusate se mi sono dilungato :) 

Gianluca

IMG_20201017_165737.jpg

IMG_20201017_182737 (1).jpg

287014-Ingranaggio-Comando-Miscelatore-Vespa-Px.jpg

IMG_20201017_160003.jpg

Complimenti davvero, Gianluca.

Ottima guida per capire il funzionamento di un componente che dà tanta comodità quanto timore, se non si sa intervenire.

Buonanotte

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...
Il 22/10/2020 at 23:47, FrancescoVespista dice:

Complimenti davvero, Gianluca.

Ottima guida per capire il funzionamento di un componente che dà tanta comodità quanto timore, se non si sa intervenire.

Buonanotte

Grazie mille!
Sai, con l'arrivo della brutta stagione mi son deciso a dedicare un po di tempo alla mia PX 125 2001, sulla quale aveva un po di timore ad intervenire...di fatto l'avevo comprata da una rinomata officina di milano (ormai 5 anni fa)  e non avevo mai osato prima d'ora metterci mano poiché ritenevo troppo rischioso, in base alle mie competenze, agire su un mezzo leggermente più sofisticato rispetto a quelli sui quali avevo messo le mani sinora...dopotutto funzionava tutto bene. Ma i piccoli problemi sorti durante le gite estive mi hanno spinto a fare il "grande" passo.

Accanto alla perdita di olio, sulla quale sto intervenendo passo passo escludendo le possibile cause, si è affiancato anche un problema all'impianto frenante anteriore. Un ticchettio di sfregamento tra il disco e le pastiglie. Proprio ieri sono riuscito a smontare il mozzo ruota anteriore e ho verificato che il disco è leggermente imbarcato, oltre che leggermente consumato (ho fatto la prova su ripiano di marmo). A cosa può esser dovuto l'imbarcamento del disco? a urti? A un non perfetto allineamento dell'azione dei due pistoncini dell'impianto frenante?
Ad ogni modo ho deciso di sostituire il disco con uno nuovo originale piaggio, già ordinato, vedrò se il problema si risolve o no.

Scusate la digressione out topic, per quanto riguarda il miscelatore, dopo aver revisionato e rimontato il tutto, ho fatto un bel 3 litri di miscela (come suggerito da libretto), per scongiurare grippate, e ho quindi rimesso in moto la Vespa, facendola girare un po'. Purtroppo non ho ancora provato su strada. Una bollicina di aria si è affacciata all'imbocco della cannuccia che va al miscelatore, all'interno del tubo in gomma. Verrà smaltita con il tempo e con il motore in funzione. Dopo qualche minuto con il motore acceso, nulla da segnalare: nessuna perdita di olio...vi saprò dire. 

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Board Life Status


Board startup date: September 04, 2017 19:43:09
×
×
  • Create New...