Jump to content
VR News
  • IMAGES HOSTING
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.


Echospro

Originalismo ed "Elaborazionismo" attraverso il tempo

Recommended Posts

MODERATOR

Ciao a tutti
Innanzitutto vi chiedo di perdonarmi la licenza poetica del titolo.
Scrivendo qua e la in VR ho incrociato la tastiera con un giovane utente che mi ha fatto notare e riflettere su di un particolare: chi oggi elabora il motore o l'estetica della vespa non è il ragazzo giovane ma è la persona con una certa maturità (nemmeno troppa mi sa :crazy: :mrgreen:).
Anzi, il giovane tende all'originalità del mezzo ed in genere sono persone della generazione prima, genitori dei suddetti ragazzi, gente che ha vissuto da sbarbato gli anni 70/80/90 e che ha preso il virus della malattia più bella del mondo: truccare la vespa.
Questo perchè sono convinto che questo "ferrovecchio", compagna di tante avventure, ha un'anima, e che quest'anima rispecchia a pieno quella del proprietario.
In parole povere le modifiche riflettono il proprietario (o chi per esso) e se si  osserva una vespa si capisce già com'è chi la possiede ancor prima di conoscerlo personalmente.

E del fascino della vespa ne dite?
C'è chi pensa che i moderni scooter abbiano lo stesso appeal ...... forse si, ..... forse non riesco a vederlo solo perchè sono nato troppo prima, ma il telaio tubolare coperto dalla plastica non mi trasmette nulla.

Adesso, senza cadere nei soliti stereotipi da vespista fondamentalista ottuso vi chiedo: 
Vespa elaborata od originale? E perchè?
Vi risulta che siano i giovani i più "originalisti"?
Cosa pensate dei moderni scooter? Hanno lo stesso fascino delle Vespa a marce?

A voi la tastiera e buona scrittura

Ciao
Gg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Gigi

Il mio parere è il seguente:

- Vespa con motore originale, non sopperterei rimanere a piedi. preferisco andare un po' meno veloce ma avere un'alta probabilità di giungere a destinazione. "Chi va piano va sano e lontano". Per l'aspetto estetico, il telaio: modifiche a mille, la mia come sai, l'ho ultra personalizzata, non sopporto essere uniformizzato.

-La percentuale di chi vuole mantenere l'originalità della Vespa è sicuramente a favore dei giovani, in primis perchè ora si bada all'estetica, al bello, si teme il giudizio altrui e propendono all'omologazzione, senza contare fantasia al minimo e zero voglia di sporcarsi le mani. Una generazione di soldatini. Ora acquisti un frullatore se vuoi correre, quando eravamo giovani noi (io lo sono tutt'ora) dovevi fare per forza modifiche.

-I moderni scooter? Mi fanno ribrezzo!

Vedendo il mio "rottame" chissà che bella opinione darò di me.

Ciao

Lux

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Echospro,
rientro nella categoria di quelli "troppo giovani per essere vecchi e troppo vecchi per essere giovani" .
Utilizzo la vespa anche per "procacciarmi da vivere" ,quindi preferisco sia affidabile piuttosto che veloce . Il discorso sarebbe molto più ampio : ad esempio una elaborazione soft fatta con tutti i crismi può essere affidabile quanto se non più di un originale ,ma andamo off-topic .
Oltre il fattore anagrafico ho notato anche dell'altro . Ovvero che la "voglia di smanettare sui motori" è proporzionale alla disponibilità di ricambi . Mi spiego . Chi ha la sua bella vespa con il suo motore ci pensa un bel po' prima di metterci le mani ,soprattutto se si tratta di operazioni irreversibili (allargamento dei travasi,lavorazioni valvola ,barenature etc) . Chi dispone invece di molti ricambi ,ivi inclusi motori di scorta, non dico ci vada a cuor leggero con le modifiche , ma quasi :mrgreen: .
Questo se si parla di tuning non proprio base .
Il famoso "P&P" invece a quanto pare va di moda indipendentemente dall'età anagrafica . Ho beccato diversi insospettabili vecchietti con il 75 sotto il ciclomotore :sbonk:.
A proposito di ciclomotori ..nel tema elaborazioni va considerata anche la base di partenza . Ciclomotori e 125cc sono le cilindrate più "bistrattate" dalle modifche per ovvie ragioni di "puuteenza" di partenza . Si potrebbe azzardare e scrivere che le elaborazioni decrescono con l'aumentare della cilindrata base .
L'enunciato viene però subito smentito : negli ultimi tempi a quanto pare nel mondo del tuning lo scopo è quello di alzare sempre di più l'asticella . Ecco quindi fioccare fior di proposte nell'ambito dei motori "big bore" .
Inizio a dilungarmi tanto per cambiare ..
 

Cita

Vespa elaborata od originale? E perchè?

Vespa originale
Motivi :
-affidabilità
-durata nel tempo
-consumi

Perchè non elaborata ?
Motivi :
-mancanza di conoscenze ed attrezzature

-mancanza di un numero di ricambi "adeguato"
-costi maggiori totali per una elaborazione fatta bene paragonati ad una revisione standard di motore originale

Cita

Vi risulta che siano i giovani i più "originalisti"?

A quello scritto prima aggiungo che oltre al fattore anagrafico ,al fattore "disponibilità ricambi" ,al fattore "cilindrata di partenza" c'è da valutare il mezzo in se . Vedere una Special elaborata è discretamente comune , un Px elaborato mediamente comune , una Struzzo elaborata ..molto poco comune :mrgreen:

Cita

Cosa pensate dei moderni scooter?

Moderni,sicuri,in alcuni casi molto tecnologici : ottimi mezzi di trasporto , niente più

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bel post ... E mi. hai fatto rivenire in mente i bei trascorsi , spensierati anni  dei  miei primi approcci con la Vespa...all"inizio pulizia e cura , poi man mano personalizzazone , e sogno di qualche km/h orario i piu " con gli espedianti e ...., a volte fallimentari ... E.....Il sogno dei gruppi pinasco,  peccato aver perso il fantastico catalogo  ,che per molti di noi furo un cult e sogno.

Ho ancora un datato, ma affidabile gruppo per primavera et3 in Alumminio , Un gruppo per PX 175 dell"epoca...

Personalmente apprezzo si a l"originalita , e anche elaborazioni , 

Per il discorso automatiche ,Mi piacciono e apprezzo le vespe di ultima generazioni, funzionali e pratiche  e soprattutto comode

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah..., che i giovani odierni non "trucchino" la vespetta... non so' quanto sia vero, io vedo che le Special pompatissime con elaborazioni stratosferiche (che hai tempi erano pura utopia), ce ne sono. Certo, non come negli 80's/90's (dove ti giravi c'erano ragazzi tra vespe, ciao Fifty,scooter e moto di ogni sorta) , oggi è una nicchia nella nicchia del mercato vespa d'epoca. Oggi poi l'adolescente medio pensa ad altro, non al "motorino"... appena avevi 14 anni era una assillo continuo ai genitori... poi a giugno se promosso...ti appiccicavi alla vetrina dei concessionari in città (spariti pure questi, quasi) a sbavare sullo scooter... o nel piazzale dell'usato... ricordo quello vicino casa... che lungo il muro aveva una trentina di vespini... le prime della fila erano rigorosamente Special faro quadro, con l'immancabile verniciatura metalizzata (colori più in voga, da mazzetta fiat😁...bordeaux, verde, e il blu (quello Subaru però, che era figo😆), il copristerzo del px e il faro et3, come minimo avevano il 102cc il 19 e la proma/polini ...😄 . Le altre erano delle povere faro tondo... ma erano da "vecchietto"... e non le c***vi...mmh.. apprezzavi meno😆

Pensiamo poi solo a cosa ci offriva il mercato dell'elaborazione all'epoca, e questo scatenava la fantasia, con trapianti di cilindri motociclistici sotto quel telaio tagliuzzato, del vespino in particolare.😄 Oggi ci sono cataloghi infiniti... puoi sbizzarrirti a più non posso...portafoglio permettendo.

Io, diciamo che apprezzo tutto. dall'originalità minuziosa fino alla elaborazione più tamarra...😅 ... e alcuni mie mezzi spiegano bene questa mia bipolarità😄

Gli scooter, quelli per cui avevo un debole...si lo ammetto... ormai son d'epoca pure loro.. e comunque hanno i loro pro, come ovvio che sia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti

Faccio parte della categoria "giovani", avendo 19 anni.

Come detto da  Razos, dipende anche dalla disponibilità. Sicuramente all'epoca trovare motori era più facile, oggi invece è più facile trovare componenti per le elaborazioni. 

Purtroppo assisto tra i miei coetanei ad un'elaborazione della vespa nella maggior parte dei casi solo per "apparire", cioè fanno un motore abbastanza potente (130,m1 ecc) salvo poi fare giusto qualche sgasata ai raduni o qualche sporadico giretto.

Io vedo la vespa sempre come un mezzo da usare tutti i giorni, non so, non riuscirei a costringere la mia a stare ferma sotto un telo o in un garage a prendere polvere.

Riguardo al tuning eestetico, sono abbastanza liberale, apprezzo sia l'originalità che quella tamarrata se fatta con criterio. Io stesso ho aggiunto al mio specialino dettagli neri sul rosso al posto degli originali grigi, fanalino posteriore bianco e nn rosso e coprivolano cromato. Mi piango solo le leve sportive rigate che ho dovuto togliere perché nn tirava bene la frizione.

Motoristicamente parlando, sono a favore dell'elaborazione ma apprezzo molto le "elaborazioni originali"

Un bel 121 et3 ottimizzato (nel quale mi sto cimentando), oppure un bel 90ss o 100 sport vitaminizzato a dovere. 

Parlo ovvio di small, escludo il 50 perché è più veloce una bicicletta.

Per come guido io i motori elaborati pesantemente nn avrebbero grande durata, in quanto una volta scaldata la vespa il gas è costantemente aperto al massimo. Forse forse con un m1 andrei relativamente più piano col gas, cavolo li il tempo di un respiro sei già a 100!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per quanto riguarda i "grandi", insomma coloro che l'hanno vissuta l'era della vespa da ragazzi, ho mio nonno e mio padre che sono patiti dell'originalità.

Ho poi uno zio , classe '1948, che ancora si diverte con la sua vespa 50R 130 polini a sverniciare scooter e 50ini vari, oltre a sfrecciare sugli stradoni a velocità ben oltre ogni buon senso

Share this post


Link to post
Share on other sites
MODERATOR

Belle letture :ok:
In realtà in ognuno di voi mi ritrovo con qualcosa dei tempi che furono "magici" per la vespa
Vero che trovavi i pezzi originali, addirittura intere vespa, a costo zero, ma dovevi avere tanta fantasia per elaborare un motore.
Cilindri 90 cc adattati, esperimenti con travasi e carburatori, per non parlare degli scarichi fatti in casa.
I primi cilindri che ho visto preconfezionati erano i 75 cc Polini ed i Pinasco, dove quest'ultima aveva il GT di punta: un 85 cc che ovviamente presi: era il 1978. E ve la ricordate la Pinasco bianca? 1980.
il cilindro l'ho montai di nascosto da mio padre sul vespino del 1966 regalato dal nonno, e mio papà invece girava con una GS che poi regalò a qualcuno.
Una volta funzionava così, la vespa era un mezzo di trasporto qualsiasi. Col senno di poi ..... Va beh
Questo amarcord per dire che ci si arrangiava per "migliorare le prestazioni" per poi nel fine settimana ingaggiare gare a non finire con tutti quelli che incontravi in vespa. Ed erano tanti!
Io non sono mai stato per l'originalità, la 200 dopo 3 settimane di vita aveva sotto l' 810 Pinasco, ma esteticamente non l'ho mai tamarrata, al contrario della 50 che montava radio e trombe con compressore (stile camion per intenderci)
Di tutto quello che ho scritto una cosa è sicura: tra la 50 e la 200 ho speso un fiume di soldi ...... :nono: ma ne è valsa la pena! 
Vero anche che i ragazzi di oggi, fortunatamente non tutti, non si sporcano le mani, anzi, piuttosto vanno a piedi, e questo è un peccato perchè la manualità che impari nello smontare e rimontare poi ti resta tutta la vita e per qualsiasi cosa.
Scooter? Lux, ti capisco. Ne o uno che ha usato mio padre con ben 286 Km alle spalle ..... non riesco ad usarlo, non è nel mio dna.
Sono in parola per venderlo .... sperem.

Grazie per la chiacchierata
Gg
 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il giovane utente citato sono io.

 

 

11 ore fa, luxinterior dice:

in primis perchè ora si bada all'estetica, al bello, si teme il giudizio altrui e propendono all'omologazzione, senza contare fantasia al minimo e zero voglia di sporcarsi le mani. Una generazione di soldatini. Ora acquisti un frullatore se vuoi correre, quando eravamo giovani noi (io lo sono tutt'ora) dovevi fare per forza modifiche.

Quante banalità in 4 righe. Non è come dici.

Edited by Tsuga

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 ore fa, luxinterior dice:

Ora acquisti un frullatore se vuoi correre, quando eravamo giovani noi (io lo sono tutt'ora) dovevi fare per forza modifiche.

Davvero? Prova un neo's 4, zip 4t, scarabeo 4t e dimmi quanto corri. Ti batto io in bici

Edited by Tsuga

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Gigi, bella discussione 😃.

Personalmente propendo per l'originalità sia nell'estetica sia nel motore. Te lo dice uno che ha girato anni con paracolpi e retine parasassi su frecce e fanali, cavalletto e copriventola nero in puro stile anni '80. Quando ho deciso di restaurare la Vespa (per una grave apertura da ruggine al tunnel) ho voluto riportarla come al momento in cui mio padre la comprò in concessionaria perchè mi interessava, e mi intriga ancora adesso, sapere come si comportavano ciclisticamente e prestazionalmente queste Vespa appena uscite da Piaggio. 

Per quanto riguarda il motore, preferisco l'originale per evitare si stare con la preoccupazione di probabili guasti quando sono per strada, spesso nei lunghi tragitti verso i raduni e anche perchè non riesco a rinunciare al sound unico. Da premettere che sono un appassionato da sempre di meccanica in generale e dunque seguo con interesse le varie elaborazioni (ne ho fatta anche qualcuna per mezzi di amici, mai sulla mia). Per quel che riguarda la mia PX, faccio i soliti interventi di manutenzione ordinaria e non perchè mi piace sporcarmi le mani, come si diceva sopra.

Saluti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come se fosse assolutamente indispensabile fare quello che facevate voi da ragazzini..il mondo cambia, le persone pure, il modo di vivere anche..non è che se oggi a molti giovani non piace sporcarsi le mani con l'olio significa che siano "soldatini omologati privi di voglia e fantasia". Queste sono solo banalità e offese gratuite pronunciate per mancanza di conoscenza. Discorsi da bar che si estingueranno con la generazione che li pronuncia. Noi (e questa è una delle mie speranze più personali e forti) avremo l'intelligenza di avere più tatto e apertura con i nostri figli e i loro coetanei.

Detto questo oggi è molto più complicato elaborare, perchè le leggi sono degenerate (scooter come l'aprilia sr 50 che devono fare i 45 all'ora con strozzi e blocchi vari) e le punizioni/sanzioni molto più forti e spropositate (sia dalle forze dell'ordine che dai familiari).

P.S. Il 99,9% delle cose che fate voi padri sulle vostre vespe non le permettereste nemmeno da lontano ai vostri figli. O vorreste farmi credere che tutti i vostri figli girano con le megadelle, il quattrini mx4, il pinscone in alluminio e un motore 200 lamellare raccordato ai carter sotto la px 125 del nonno per andare a scuola?

Edited by Tsuga

Share this post


Link to post
Share on other sites

buonasera GIgi,bella discussione e spero che sia apprezzata.

Discorso lungo,articolato e forse si entra nel retorico.

Come  avevo già detto nei miei interventi in altre discussioni,in cui si cercava un perché della Vespa......

Per quanto riguarda i giovanissimi che si approcciano alla Vespa,in un mondo dove la vita  reale si sta declinando sistema di interazione virtuale,solo il fatto che questi sanno cos'è una Vespa a marce è una cosa positiva.

Le nuove generazioni prediligono l'oriignalità del mezzo?

Assolutamente no,c'è una proporzione con motori pompati di 8 su 10

 

Cosa penso degli scooter in commercio in questi ultimi anni

SIcurezza,comodità e dinamica da un'altro sistema solare,purtroppo rispecchiano lo stile di vita virtuale,frenetico e consumista,omologando lo stile si è vanificata l'impronta che dava un marchio,destinado in breve tempo a diventare anonimo e in molti casi addirittura vetusto,mentre la vespa fa parte di rarissimi oggetti di  largo consumo con un'anima e senza tempo

Prefazione

La risposta al post dipende da molti fattori,l'uso che ne fai,avere la capacità di effettuare interventi sul mezzo,e/o avere un riferimento di fiducia nel caso le capacità proprie non ci sono,il tempo e la pazienza da dedicare al mezzo e per ultimo ma non per importanza,la disponibilità economica.Dico questo perché ci percorro dai 15 ai 20000 km all'anno,se ti fai prendere troppo dalle elaborazioni e la capacità di mettere mano è latente,devi appoggiarti ad una persona di fiducia,ammesso e concesso questa figura esista.

Devi sborsare una quantità di euro privo di ogni senso morale,ho degli esempi che in 18 mesi,il conto ha superato di gran lunga i 10.000 euro e dopo aver speso tutti quei soldi,era ancora appiedato.

Allora,iniziamo

Il fratello più piccolo di mia madre ha 10 anni in più di me e dai 1972 al 1976 faceva le gare di regolarità e chiaramento era il mio idolo,dopo aver imparatoad andare in moto a circa 7 anni,a 14 anni avevo una swm 50 rbs mk2,usandola sempre a manetta ero spesso a piedi con qualche grippata,allora mi ero rotto le scatole è a 16 anni ho scelto l Vespa,comoda ,di moda,con lo stereo ,piace alle fighette,ma  non va un ca,,o!E va be fa niete,basta motori elaborati,basta rotture  e schizzi di olio ovunque.

E così fu da maggio a fine settembre del 1983 fu veramente così,poi,una bella domenica stavo andando a Bereguardo,dove c'è il ponte delle barche sul fiume Ticino,con il mio px125E tutto addobbato come si usava nei primissimi anni 80,ero a manetta e a un cero punto ho sentito un rumore di ferraglia,una compagnia di Rozzano tutti con i Garelli vip 4.

Mi hanno letteralmente sverniciato.

Ho passato tutta la parte della giornata in paranoia,la notte lo stesso,pieno di rimorsi...................Il lunedì pomeriggio,ho portato la Vespa dal Meccanico dove ho acquistato la Vespa dicendogli testuali parole:

Deve volare senza se e senza ma!!

Due giorni dopo, mi chiamò e mi elencava 3 step,

1° Polini 175 senza fare nulla ai carter con frizione leggermente rinforzata,pignone da 21 marmitta Polini e carburazione adeguata

 

2° Polini 175 con lavorazione ai carter,albero limato con frizione con dischi e molle più resistenti,pignone da 21 ,arburatore da 24 e marmitta Polini

 

3° Polini 175 rifasato e ottimizzato con albero dedicato,carter raccordati,frizione denti dritti con primaria da  23/64 (mi sembra,ricordo che i rapporti erano molto lunghi rispetto agli altri) ,carburatore da 28 e marmitta Polini.

 

Superfluo il motivo che mi spinse a scegliere quest'ultima,sta di fatto che quelli nella  mia compagnia con il Laverda 125 LZ  con al Figaroli (espansione)  ,Zundapp wk125 ,Cagiva SST 125 ,Benelli 125 bicilindrico e ovviamente i 6 Px 125 e 2 et3 ,

MUTI!!!

Io ci avevo provato a fare il tranquillo,rispettando chi lo è ,ammirandoli  per la loro convinzione, ma questo modo di essere non mi appartieneva,mi piaceva troppo farfe la sparata in tengenziale  di frodo,piuttosto che partire al semaforo e andare in giro a vanvera con la compagnia andando più veloce degli altri................

Poi è arrivato come tutti il momento della patente B,il servizio militare,congedatomi a luglio del 1986,la Vespa l'ho spogliata di tutti gli accessori che avevo montato e l'ho usata  sino ad ottobre e l'ho messa da parte,in primavera del 1987 l'ho venduta dandola come caparra per una Yamaha 600 TT.......................................................

Passati  35 anni e ricompro la Vespa,quata volta un PX200E con  l targa MI65,uguale a quella del mi vecchio PX 125,l'ho tenuta originale per 6 mesi e poi............................

E poi come sempre non ho resistito ed ho iniziato con un 225 Pinasco a Valvola,poi unPinasco 215 lamallare al cilindro,un Malossi mhr 228 a valvola,un 221 Malossi mhr a valvola e per ultimo quello attuale un 221 Malossi Mhr con carter Malossi ad aspirazione lamellare con pacco boyesen e Keihin pwk 35.

Però questa volta ho rimesso in sesto il px125e del 1982,acquistato ad agosto 2018 senza neanche sapere se partiva e messo in un'agolo bel box,poi a fine novembre del 2019 intanto che avevo il 200 completamente smontato in attesa del'arrivo dei carter Malossi,ci ho messo mano,smontato e bonificato il serbatoio compreso sfiati del tappo,rubinetto benzina e tubo  in gomma nuovo,smontato pulito e revisonato carburatore,candela nuova.3à pedalata si è messa in moto,da allora ho percorso 4000 km e la sto usando tutti i giorni,nonostante i 38 anni,i 30000 km e il fermo di 29 anni,più la uso e il motore sembra più vivace.

Ho il 200 che in 2à va come questo in 4à a manetta,MA,da quando il 125 ho iniziato ad usarlo,ho scoperto una nuova dimensione di vivere la Vespa,come diceva l'altro giorno l'amico utente Francesco vespista la lentezza,rotondità e pastosità del motore originale,ha un suo perché e ti fa vedere il mondo in un'altra dimensione.

 

Quindi per concludere,la Vespa non è una moto,ma un'oggetto come diceva Gigi riespecchia il nostro modo di essere e la nostra personalità,ma sopratutto ogno volta che salgo in sella e parto,mi immergo in un flashback riportandomi nei primissimi anni 80.

Pur avendo 3 automobili,io vado sempre in giro con la Vespa,estate e inverno,meno quando piove,se per qualsiasi motivo non posso usare la Vespa,pur avendo a disposizione le auto,mi sento a disagio,quando arriva il  momento di andare in ferie con la famiglia,sto male per 15 giorni e appena torno a casa con il sorriso a 32 denti, appena ho finito di scaricare le valigie,prendo la Vespa e mi sparo un giro da 20-30 km stringendo le manopole e accarezzandogli il coprimanubrio.

La Vespa è parte integrante della mia vita,non riesco ad immaginare la vita senza di lei.

Swm 50.jpg

Garelli Vip 4 80s.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 ore fa, Tsuga dice:

Il giovane utente citato sono io.

 

 

Quante banalità in 4 righe. Non è come dici. 

Cosa ti fa pensare che il giovane utente citato sei tu? 

Rispetta il pensiero altrui. 

Non permetto a nessuno di giudicare il mio pensiero e decidere se è giusto o sbagliato ciò che dico. Tanto meno ad uno sbarbato. 

Edited by luxinterior

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 ore fa, Tsuga dice:

Davvero? Prova un neo's 4, zip 4t, scarabeo 4t e dimmi quanto corri. Ti batto io in bici

Non perdo tempo a provare frullatori. Per favore evita di replicare ai miei commenti, non ho ulteriore tempo da perdere. 

Un consiglio che mi permetto di darti: rispetta chi è più anziano di te, le nostre idee si estingueranno a breve con la nostra generazione. 

Porta pazienza, magari per ingannare il tempo asciugati la bocca dal latte. 

Edited by luxinterior

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non roviniamo una bella discussione trasformandola in uno scontro generazionale, vi prego.

Io ho atteso quasi 40 anni per coronare il mio sogno di quindicenne, i casi della vita, tre annii fa finalmente l'ho realizzato e da allora, un po' per necessità un po' per curiosità e per mettermi alla prova, non ho più smesso di giocarci nè intendo smettere.

A marzo di quest'anno,  il primo giorno dopo di lockdown, ho passato la mia prima revisione con la manutenzione fatta interamente da me.

Verrà il tempo, spero, anche per un restauro integrale e "filologico"....ma ..... don't stop me now don't stop me now 'cause I'm having a good time, having a good time.....

 

Ciao

Edited by querida-presencia

Share this post


Link to post
Share on other sites
MODERATOR

State bboni 
Cerchiamo rimanere in un atmosfera rilassata.

53 minuti fa, querida-presencia dice:

Non roviniamo una bella discussione trasformandola in uno scontro generazionale

Esattamente

CIao
Gg
 

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, luxinterior dice:

Non perdo tempo a provare frullatori. Per favore evita di replicare ai miei commenti, non ho ulteriore tempo da perdere. 

Un consiglio che mi permetto di darti: rispetta chi è più anziano di te, le nostre idee si estingueranno a breve con la nostra generazione. 

Porta pazienza, magari per ingannare il tempo asciugati la bocca dal latte. 

Non era una critica diretta a te, ma a un certo modo di ragionare delle persone dell'età dei miei genitori (45/50 anni) e oltre che fanno gli stessi discorsi gratuiti sulle nuove generazioni usando parole poco belle (come quelle che hai scritto tu) senza motivazioni o argomenti. E lo fanno spessissimo, anche davanti a figli/nipoti senza il minimo tatto. Quella sulle idee non era indirizzata a te o a una persona in particolare (non ti ho citato infatti e ho scritto sotto, ho solo ripreso il concetto molto comune che hai espresso) ma è un mio pensiero personale che è maturato da una serie di eventi che mi sono successi e che ho visto su alcuni amici e conoscenti coetanei, uno in particolare davvero brutto che mi ha fatto riflettere profondamente e mi ha spaventato. 

3 ore fa, luxinterior dice:

Cosa ti fa pensare che il giovane utente citato sei tu? 

Rispetta il pensiero altrui. 

Non permetto a nessuno di giudicare il mio pensiero e decidere se è giusto o sbagliato ciò che dico. Tanto meno ad uno sbarbato. 

Il giovane utente citato sono io perché il giorno prima di questa discussione Echospro ha parlato con me di questa cosa in un'altra, ho anche inserito il link prima per chi volesse leggerlo. Chiediglielo pure se non ti fidi.

Detto questo non (pre)giudicare se non vuoi essere giudicato. Se critichi devi anche accettarle (mi sembra corretto no?)

Ti chiedo scusa se ti sei sentito offeso, la mia era solo un'opinione riguardo a quello che hai scritto (giovani soldatini, svogliati, senza fantasia, senza voglia di sporcarsi le mani ecc...) che tutt'ora non condivido affatto, perchè è una banalizzazione che sfocia nel pregiudizio (la famosa "di tutta l'erba un fascio" che si sente nei discorsoni). Ma noi in passato ci eravamo già "conosciuti" virtualmente (mi avevi risposto in un vecchio post sulla mia vespa mi sembra) e non mi eri sembrato una cattiva persona (ne ti considero ora). Spero che sia tutto ok adesso.

P.S. i nuovi scooter 50 4t fanno veramente pena. E' più pericoloso girare ne traffico con quelli che in bici. Zero accellerazione, velocità e sprint al sorpasso. Le case li pubblicizzano come a bassissimo consumo..per forza non vanno niente! Noto comunque (per riagganciarmi al post) che in generale i ragazzi che hanno le vespe (escluse le 50) effettivamente le elaborano molto meno delle persone di mezza età.

ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

A volte noto in alcuni giovani e non solo, saccenza e arroganza, soprattutto mancanza di rispetto. 

Ci siamo capiti male, succede comunicando dietro un display, non si afferrano i toni; per quanto mi riguarda contribuiscono anche gli anni

Nessun problema. 

Se vuoi che ci scambiamo l'età sono disponibile. 😉

Ciao Lux 

Share this post


Link to post
Share on other sites
44 minuti fa, luxinterior dice:

A volte noto in alcuni giovani e non solo, saccenza e arroganza, soprattutto mancanza di rispetto. 

Ci siamo capiti male, succede comunicando dietro un display, non si afferrano i toni; per quanto mi riguarda contribuiscono anche gli anni

Nessun problema. 

Se vuoi che ci scambiamo l'età sono disponibile. 😉

Ciao Lux 

Sono contento che sia tutto ok adesso, mi fa piacere 
Si non credere che io pensi che i coetanei siano tutti bravi anzi .. diciamo che purtroppo le teste di rapa ci sono in ogni età e penso che sarà sempre così .. spero però che andando avanti la società diventi mano a mano migliore almeno nella tendenza media delle persone ..
Fine discorso filosofico/generazionale 

ciao 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 22/4/2020 at 01:12, Echospro dice:

C'è chi pensa che i moderni scooter abbiano lo stesso appeal ...... forse si, ..... forse non riesco a vederlo solo perchè sono nato troppo prima, ma il telaio tubolare coperto dalla plastica non mi trasmette nulla.

Mi soffermo solo su questa parte.

Mi è capitato di guidare qualche scooter moderno, dal classico Scarabeo 125 a qualche Zip 50 2T fino ad un "non so cosa" 250cc 4T

Beh, diciamo che sono due mondi neanche paragonabili. Con uno scooter moderno tieni i 100Km/h che neanche te ne accorgi e quando tocchi i freni lo scooter si ferma. Hanno una maneggevolezza che la Vespa si sogna, una stabilità invidiabile e sono estremamente comodi. Qualche anno fa ho fatto quasi 200Km in giornata in due su uno Scarabeo 125, abbiamo girato la provincia per promuovere un evento. Beh, a sera, quando ho visto i Km percorsi, non ci volevo credere. Mi sentivo come se avessi fatto il giro del quartiere.

In casa non ho nessun mezzo moderno, la cosa più nuova che ho è una Punto del 2003, ma mi rendo conto che la comodità dei mezzi moderni è inimmaginabile rispetto a quella dei nostri ferri, quindi non me la sento assolutamente di "denigrare" chi preferisce una GTS300 (che è un vero mostro) ad un PX. E soprattutto capisco chi, alla ricerca di un mezzo da tutti i giorni, preferisce spendere 1.500€ in concessionario per una Vespa LX 125 usata piuttosto che una cifra più alta per un PX stessa cilindrata, magari anche sa sistemare, che va di meno, non frena, consuma di più, ti fa puzzare i vestiti ...

Sarà che dopo gli "anta" sento il peso dell'età, ma una mentalità più aperta mi ha permesso di apprezzare cose che prima mi facevano schifo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, iena dice:

Mi soffermo solo su questa parte.

Mi è capitato di guidare qualche scooter moderno, dal classico Scarabeo 125 a qualche Zip 50 2T fino ad un "non so cosa" 250cc 4T

Beh, diciamo che sono due mondi neanche paragonabili. Con uno scooter moderno tieni i 100Km/h che neanche te ne accorgi e quando tocchi i freni lo scooter si ferma. Hanno una maneggevolezza che la Vespa si sogna, una stabilità invidiabile e sono estremamente comodi. Qualche anno fa ho fatto quasi 200Km in giornata in due su uno Scarabeo 125, abbiamo girato la provincia per promuovere un evento. Beh, a sera, quando ho visto i Km percorsi, non ci volevo credere. Mi sentivo come se avessi fatto il giro del quartiere.

In casa non ho nessun mezzo moderno, la cosa più nuova che ho è una Punto del 2003, ma mi rendo conto che la comodità dei mezzi moderni è inimmaginabile rispetto a quella dei nostri ferri, quindi non me la sento assolutamente di "denigrare" chi preferisce una GTS300 (che è un vero mostro) ad un PX. E soprattutto capisco chi, alla ricerca di un mezzo da tutti i giorni, preferisce spendere 1.500€ in concessionario per una Vespa LX 125 usata piuttosto che una cifra più alta per un PX stessa cilindrata, magari anche sa sistemare, che va di meno, non frena, consuma di più, ti fa puzzare i vestiti ...

Sarà che dopo gli "anta" sento il peso dell'età, ma una mentalità più aperta mi ha permesso di apprezzare cose che prima mi facevano schifo.

Complimenti per la chiarezza. Innegabili le tue affermazioni e molto oggettive. 

Quello che prende noi appassionati pazzi 😆 è l'amore per i difetti del mezzo che affettivamente apprezziamo, alcune volte più dei pregi.

Saluti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, FrancescoVespista dice:

Quello che prende noi appassionati pazzi 😆 è l'amore per i difetti del mezzo che affettivamente apprezziamo, alcune volte più dei pregi.

Non sai quanto sono d'accordo con te su questa affermazione 😄 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...