Jump to content



Restauro Vespa 125 Primavera, Prima Serie 1968


Recommended Posts

1 ora fa, t5rosso dice:

ciao gianluca, i paraolio in viton sono marroni i blu sono in nbr, cif ferrigno fa il kit paraolio in viton specifico per smal sono corteco e il prezzo buono, il cuscinetto che stai montando di sicuro funziona , la mia non era una critica ma solo nel rispetto dell originalita', anche io ho fatto fatica a trovarli , ora li devo cercare di nuovo visto che di 10 me ne e' rimasto uno,ciao fulvio t5rosso

Grazie mille del consiglio! Ho trovato un kit in Viton bgm su scooter center, ho ordinato quello! Si impara sempre a stare qui...è questa è una nozione preziosa! Peccato che sulla GL e VBB ho messo dei normali paraoli in gomma...

Per quanto riguarda la questione cuscinetto del mozzo ruota, ho consapevolmente scelto il cuscinetto schermato a tenuta stagna, e non ho tolto la schermatura interna, per 4 motivi:

1- Tenuta migliore dell'olio motore e resistenza quindi al trafilaggio lato piatto ganasce (come avete fatto giustamente notare voi)
2- Resistenza a infiltrazione di polvere (stando vicino alla ruota e alle ganasce...di solito quei cuscinetti si trovano sempre impiastricciati...)
3- La schermatura interna l'ho mantenuta perchè i cuscinetti schermati a tenuta stagna, vengono già venduti con la loro lubrificazione interna, definita dal costruttore a vita (ne parlano anche sul sito che mi hai indicato tu luigi!): un grasso (al litio se non erro) ad alte prestazioni. Questa accortezza di fabbricazione dovrebbe permettere al cuscinetto di lavorare sempre alla migliore delle condizioni. Il togliere la schermatura lato carter, significherebbe vanificare l'effetto di questa lubrificazione "studiata apposta, di fabbrica" in favore di una, molto meno controllata...e forse meno efficace.   
4- Resistenza all'infiltrazione, lato interno carter motore, della limatura di ferro che immancabilmente si viene a creare con le parti in movimento. Sicuramente avete presente quell'effetto "glitterato" dell'olio motore con alle spalle 4000 km....!

Ultima chiosa sul cuscinetto a rulli, di banco: confesso che mi spiace aver perso in originalità scegliendo quello scomponibile con solo boccola sull'albero,  ma sono sicuro di non avere lesinato sulla qualità ed affidabilità del componente.

Gianluca 

Link to post
Share on other sites
  • Replies 192
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Buonasera a tutti! Parto da questa considerazione: non so restare con le mani in mano....e con il portafogli pieno ?. Da poco si è concluso il restauro della Vespa 150 GL (qui), uno dei mode

non temere di aprirlo ,non e' cromato ma in acciaio inox , ne ho aperti e sistemati diversi. per i punzoni li puoi fare con delle spine in accio c40 ,non servono teperati in quanto gli occielli sono p

O per dirla alla Facebook, "si svita avvitando"

Posted Images

affidabilità cuscinetto banco è certa sono molti anni che si montano quelli.

 

spero che non l'hai montato in classe C3 il cuscietto schermato, sai che quello stagno si scalda di piu?

si cambia l'olio durante il rodaggio per tener puliti i carter non per passione, lo sporco  non entra dalla zona tamburo ma dal carter interno, se  cambi regolarmente l'olio non trovi il cuscinetto in questione sporco. la mia vespa del 79 non ha mai perso una goccia da quella parte, dall'asse selettore cambio si, hai messo la boccola in bronzo?

ma non ti preoccupare, non sono critiche sul tuo operato, sono solo considerazioni, non  sei il primo che monta il cuscinetto stagno e non sarai l'ultimo, e non ti darà nessun problema quella scelta, alcuni non sapendo la differenza tra i 2 tipi di schermature montano quella x polvere pensando di aumentare la sicurezza di perdite olio da quel lato.... almeno tu hai preso quello stagno, sempre per parlare, quella zona non è immersa nell'olio, che ha un livello piu basso, ma viene bagnata per squotimento, e facendo attenzione vedrete che la tenuta del paraolio originale la fa sul colletto del tamburo.... ma non è sicura in quanto l'olio una volta superato il cuscietto potrebbe incanalarsi nel millerighe e uscire, li non ha nessuna guarnizione, se tra piano del cuscinetto e il tamburo che vanno in battuta,  non è ben pulito o sono presenti delle ammaccature potrebbe trovare una via di fuga...

Edited by luigi139
Link to post
Share on other sites
Il 1/2/2021 at 07:53, luigi139 dice:

affidabilità cuscinetto banco è certa sono molti anni che si montano quelli.

 

spero che non l'hai montato in classe C3 il cuscietto schermato, sai che quello stagno si scalda di piu?

si cambia l'olio durante il rodaggio per tener puliti i carter non per passione, lo sporco  non entra dalla zona tamburo ma dal carter interno, se  cambi regolarmente l'olio non trovi il cuscinetto in questione sporco. la mia vespa del 79 non ha mai perso una goccia da quella parte, dall'asse selettore cambio si, hai messo la boccola in bronzo?

ma non ti preoccupare, non sono critiche sul tuo operato, sono solo considerazioni, non  sei il primo che monta il cuscinetto stagno e non sarai l'ultimo, e non ti darà nessun problema quella scelta, alcuni non sapendo la differenza tra i 2 tipi di schermature montano quella x polvere pensando di aumentare la sicurezza di perdite olio da quel lato.... almeno tu hai preso quello stagno, sempre per parlare, quella zona non è immersa nell'olio, che ha un livello piu basso, ma viene bagnata per squotimento, e facendo attenzione vedrete che la tenuta del paraolio originale la fa sul colletto del tamburo.... ma non è sicura in quanto l'olio una volta superato il cuscietto potrebbe incanalarsi nel millerighe e uscire, li non ha nessuna guarnizione, se tra piano del cuscinetto e il tamburo che vanno in battuta,  non è ben pulito o sono presenti delle ammaccature potrebbe trovare una via di fuga...

Ciao! ma no figurati, mica le considero critiche! sono ben lieto di ascoltare e, se riesco, applicare (così come ho fatto da quanto frequento questo Forum) tutti i vostri suggerimenti! Ti ringrazio ancora per i preziosi suggerimenti! 
Ad ogni modo, la sede del perno selettore cambio non l'ho fatta re-imboccolare per un motivo: la sede originale e il perno sono in ottime condizioni (il motore ha girato davvero poco). Smontando il coperchietto del selettore cambio, non ho trovato una goccia di olio. Mi son limitato quindi a usare un o-ring con sezione maggiorata: per sicurezza.

Per proseguire, dopo che non ho dormito la notte per incubi relativi ai paraoli non adatti, ho deciso sotto vostro consiglio di installare paraoli in Viton (grazie t5rosso). Per curiosità sono andato a vedere le tabelle delle resistenze chimiche dei materiali e ho visto che le gomme NBR (copolimero nitrile-butadiene) sono comunque riportate avere una buona resistenza ad alcol etilico. Il problema subentra quando le temperature superano i 60 gradi. Cosa possibile in quella zona... Il Viton dovrebbe essere una garanzia fino ai 120 gradi. Ma queste sono sofisticherie da chimico...(quale sono io).

Detto cio' oggi mi appresterò a chiudere il blocco. Seguiranno foto. 

Già che sono approfitto per farvi una domanda (un post senza una domanda a voi è un post sprecato!). Volendo apportare la modifica leva lunga al carterino della frizione, devo prendere qualche accortezza a livello del pacco frizione? Ovvero, posso lasciare inalterato numero di dischi e tipo di coperchietto (cioè il suo spessore) sul quale fa forza il nottolino? So che se faccio la modifica leva lunga quello che deve sicuramente cambiare è il supporto cavi che reca su di se anche il registro del cavo frizione, ma nei kit di conversione leva corta -> leva lunga, già viene incluso....ma credo nulla di più, giusto?

IMG_20210206_091940.jpg

Link to post
Share on other sites

ciao Gianluca , ticonsiglio vivamente di passare alla leva lunga non c e' paragone di funzionamento,il pacco frizione rimane inalterato per fare la modifica servono il carterino completo di leva il nottolino in bronzo ( da evitare quelli economici in ottone) e la staffa guaine dato che ha un angolo di tiro diverso.t5rosso

Link to post
Share on other sites
43 minuti fa, t5rosso dice:

ticonsiglio vivamente di passare alla leva lunga non c e' paragone di funzionamento

raccolgo il consiglio! Piu persone mi hanno suggerito di fare questo upgrade (che è l'unico che mi concedo!).

Però non capisco una cosa: posso mantenere il carterino frizione originale con il suo perno (per intenderci quello che si carica dall'alto e non quello tipo ET3...), giusto? Dovrei munirmi solo del kit apposito tipo questo: https://www.ebay.it/itm/KIT-MODIFICA-LEVA-LUNGA-frizione-Vespa-50-125/293820810959?_trkparms=aid%3D1110006%26algo%3DHOMESPLICE.SIM%26ao%3D1%26asc%3D20160323102634%26meid%3Df641ab31a1354f288ff2cd4fbdaa3c95%26pid%3D100623%26rk%3D2%26rkt%3D5%26sd%3D183763942468%26itm%3D293820810959%26pmt%3D0%26noa%3D1%26pg%3D2047675%26algv%3DDefaultOrganic&_trksid=p2047675.c100623.m-1

Grazi per l'aiuto!

 

Link to post
Share on other sites

ho guardato , e' semplicemente ridicolo , sara' piu' tenera ma non variando il leveraggio che aziona il nottolino non avrai nessun miglioramento, quando avrai im mano il carterino et3 capirai immediadatamente perche' piaggio modifico' il tutto partendo da fino anni 80 inizio 81.t5rosso

Link to post
Share on other sites

potresti esagerare e passare a quello a cremagliera del pk, ho letto che migliora ulteriormente, ci va abbinato per forza il piattello con cuscinetto, ma non avendolo mai avuto ne provato non saprei darti un esperienza diretta,

a volte se compatibili trovi prezzi migliori su componenti ape..

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, luigi139 dice:

potresti esagerare e passare a quello a cremagliera del pk, ho letto che migliora ulteriormente, ci va abbinato per forza il piattello con cuscinetto, ma non avendolo mai avuto ne provato non saprei darti un esperienza diretta,

a volte se compatibili trovi prezzi migliori su componenti ape..

Io ho proprio provato la cremagliera su un'Ape. Avevo montato frizione a 12 molle. La tirava senza problemi ...

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

Buon giorno e buona Pasqua a tutti!

In questi giorni avrei voluto testare la messa in moto del motore appena assemblato. Avrei voluto...volendo montare la marmitta, una SITO nuova, mi sono accorto che e' impossibile far coincidere i fori della piastra di ancoraggio della marmitta, con i due prigionieri del collettore sul cilindro. Ad una più attenta analisi, ho notato che la piastrina saldata sul tubo lungo della marmitta (quello che va al padellino per intenderci) risulta essere più ruotata rispetto a quanto lo sia sulla marmitta originale. Allego le foto dalle quali si intuisce questo difetto. 
Questo mi rende impossibile il montarla. A qualcuno è mai capitato un problema simile con le marmitte sito per Small Frame? Ho già contattato il rivenditore da cui mi son procurato la marmitta chiedendo lumi....
Faccio notare che la piastra di affranco del padellino è invece correttamente posizionata sul padellino stesso e che quindi non sembra esser lei ad influenzare il montaggio della marmitta.

IMG_20210405_114932.jpg

IMG_20210405_115019.jpg

IMG_20210405_114743.jpg

Link to post
Share on other sites

Che delusione....a parte che quando si parla di marmitte sono poche le volte che ho trovato dei ricambi perfettamente fedeli all'originale. Bisogna sempre intervenire in qualche modo per adattarle...ad ogni modo ho scritto al ricambista chiedendo delucidazioni. Io purtroppo al momento non sono in Grado di modificare la marmitta....

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites

Il rivenditore mi ha risposto: che "è normale" e che quella marmitta venendo prodotta sia per Vespe 50 che per 125 primavera occorre si adatti ad entrambi i modelli e che quindi debba avere quelle caratteristiche di orientazione della piastra di fissaggio.

Suggerisce di avviare solo i tre bulloni di fissaggio e poi di stringere in modo uniforme....che gli rispondo visto che è IMPOSSIBILE anche soltanto pensare di infilare i due prigionieri del collettore al cilindro sulla piastrina della marmitta, visto che il padellino impatta subito la traversa del motore impedendo alla marmitta di eseguire anche solo un grado di rotazione verso l'alto???!

non ho parole....

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Gianluca102 dice:

Il rivenditore mi ha risposto: che "è normale" e che quella marmitta venendo prodotta sia per Vespe 50 che per 125 primavera occorre si adatti ad entrambi i modelli e che quindi debba avere quelle caratteristiche di orientazione della piastra di fissaggio.

...

Hahahaha, così invece di produrre un modello che vada bene almeno per una Vespa, ne producono uno che non va bene per nessunaaaaa :testate:

Madovesiamofiniti?????

 

1 ora fa, Gianluca102 dice:

...

non ho parole....

mi associo!

Ma ciò che fa più arrabbiare è il dover sottostare a risposte così idiote o a produttori di ricambi così "furbi"!

Link to post
Share on other sites
MODERATOR
2 ore fa, Gianluca102 dice:

Il rivenditore mi ha risposto: che "è normale" e che quella marmitta venendo prodotta sia per Vespe 50 che per 125 primavera occorre si adatti ad entrambi i modelli e che quindi debba avere quelle caratteristiche di orientazione della piastra di fissaggio.

Suggerisce di avviare solo i tre bulloni di fissaggio e poi di stringere in modo uniforme....che gli rispondo visto che è IMPOSSIBILE anche soltanto pensare di infilare i due prigionieri del collettore al cilindro sulla piastrina della marmitta, visto che il padellino impatta subito la traversa del motore impedendo alla marmitta di eseguire anche solo un grado di rotazione verso l'alto???!

non ho parole....

Gahata, io ho una sito sul primavera e non ha problemi di orientamento della piastra, s'altronde anche l'originale piaggio a meno dei numeri di omologazione sono uguali.

Vol.

Link to post
Share on other sites

io ho un padellino sito con omologazione x il 50cc(non esiste la sito con omologazione x primavera) e si monta perfettamente sul mio primavera anche con cilindro 130cc, quello che cambia tra 50 e 125  è la curva in alluminio

Link to post
Share on other sites
34 minuti fa, volumexit dice:

Gahata, io ho una sito sul primavera e non ha problemi di orientamento della piastra, s'altronde anche l'originale piaggio a meno dei numeri di omologazione sono uguali.

Vol.

 

20 minuti fa, luigi139 dice:

io ho un padellino sito con omologazione x il 50cc(non esiste la sito con omologazione x primavera) e si monta perfettamente sul mio primavera anche con cilindro 130cc, quello che cambia tra 50 e 125  è la curva in alluminio

Ergo: ricambista rimba e prodotto difettoso! Vabbeh, meglio così. Aveva dell'incredibile la versione del produttore che fa un ricambio che non serve :D

Edited by Kalimero
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Board Life Status


Board startup date: September 04, 2017 19:43:09
×
×
  • Create New...