Jump to content
VR News
  • IMAGES HOSTING
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.


Gianluca102

Restauro Vespa 125 Primavera, Prima Serie 1968

Recommended Posts

io non uso i cavi in silicone perche troppo sensibili ai vapori di olio e benzina , a parita' di sezione hanno un isolante troppo grosso e per ultimo sono piu difficili da stagnare e la bagna non sempre e' perfetta, uso cavi di uso civile nok07 antifiamma e resistenti al calore. revisione circa un centinaio di statori all anno e mai avuto problemi. il condensatore con quel valore e' andato ,deve darti 0.32 microfarad e se lo scaldi un po' vedrai che il valore aumentera' ancora ergo e' in perdita di isolamento. i condensatori cea ( elettronici9 sono di buona qualita' e' gia' unpo' di tempo che meli autocostruisco vuotando i vecchi condensatori. t5rosso
Grazie per il tuoi aiuto, t5rosso!
Potresti dirmi che componenti elettroniche usi per riempire i condensatori?

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

dopo un'estate agrodolce torno a bomba sul restauro. 

Mi dedico al gruppo termico e alla preparazione dei carter (pulizia a fondo) per poi lasciarli alla rettifica per capire cosa si può fare per la camera di manovella e la valvola. 

Ho da chiedervi un qualche conferma. Levando tutte le incrostazioni sul pistone è comparso un 2M. alla base del pistone ho trovato poi impresso con penna elettrica la cifra 55,25 (o 55,26, non capisco bene). devo concludere che si tratta di una seconda maggiorazione del gruppo termico? (da manuale di officina piaggio trovo che il pistone della seconda maggiorazione per primavera dovrebbe essere 55,25). Consigliereste di procedere con la terza, o aspetto che in rettifica mi consiglino? 

 

IMG_20200822_144828.jpg

IMG_20200822_142935.jpg

IMG_20200822_142925.jpg

IMG_20200822_150006.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

fallo misurare in rettifica, senza esporti con l idea di rettificare, se non ovalizzato e in tolleranza ,se il pistone e' buono, andrei di lucidatura e fasce elastiche, meno allarghi piu' te ne resta per rettifiche successive. se il pistone non dovesse essere buono e il cilindro fosse ok andrei di lucidatura e pistone nuovo.t5rosso

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 ore fa, t5rosso dice:

fallo misurare in rettifica, senza esporti con l idea di rettificare, se non ovalizzato e in tolleranza ,se il pistone e' buono, andrei di lucidatura e fasce elastiche, meno allarghi piu' te ne resta per rettifiche successive. se il pistone non dovesse essere buono e il cilindro fosse ok andrei di lucidatura e pistone nuovo.t5rosso

chiarissimo! Esatto lascerò la parola a loro. Spero non ci saranno intoppi per quanto riguarda tutte le altre lavorazioni. Mi sto rivolgendo ad un centro rettifica blasonato, qui a Milano, lavorano su mezzi d'epoca e sembra possano fare tutte le lavorazioni di cui ho bisogno.Chissà a che prezzo....vi saprò dire.

Oggi, con i componenti arrivati con l'ultimo ordine, ho terminato la revisione dello statore. Grazie a tutti per i consigli in merito a cablaggi e componentistica varia. Quindi ricapitolando: condensatore CEAB, puntine EFFE (lo so che molti storceranno il naso, ma ho potuto trovare solo quelle...) e cavi (non silicone, ma con buona resistenza alle temperature) ottenuti dal contatto che mi hai suggerito tu Vol.! grazie mille! sono stati gentilissimi e fornirmi un campionario di diversi colori che mi servivano, for free!

piccola divagazione: il mese scorso, con un mio amico (Vespa Primavera '78), ci siamo imbarcati nella scalata al Mottarone (una cima tra i laghi Maggiore e D'Orta, 1500 metri SLM). La scalata si è interrotta tra i tornanti della salita alla vetta a causa del distaccamento del cavo rosso dal condensatore della sua Vespa. Purtroppo non potevamo intervenire li nell'immediato e quindi abbiamo dovuto rinunciare al conquistare la tanto agognata cima. Nei giorni successivi mi son offerto di dare un occhio allo statore della Primavera del mio amico e, trovandolo alquanto disastrato,  ho deciso de revisionarlo a fondo: ricablato e cambiato condensatore con quello CEAB. Questo per dirvi che ho in qualche modo testato, con esito positivo, il condensatore CEAB anche su motori primavera, oltre che sul motore large frame della GL. Sui 20 km fatti con la Primavera del mio amico, non ha perso un colpo. Il motore sembra esser anche più regolare e l'accensione è precisa e avviene sempre alla prima spedivellata.  Altra recensione positiva da aggiungere a quelle già presenti che riguardano questi condensatori. Certo bisognerà testarlo sul lungo termine....

Gianluca

 

IMG_20200823_104350.jpg

IMG_20200823_104355.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

di quel tipo di condensatori , da me realizzati , ne ho diversi in circolazione se ceab ha usato componenti di qualita' di sicuro non ci saranno problemi.t5rosso

Share this post


Link to post
Share on other sites
di quel tipo di condensatori , da me realizzati , ne ho diversi in circolazione se ceab ha usato componenti di qualita' di sicuro non ci saranno problemi.t5rosso
Time Will tell!

Ragazzi devo chiedervi un parere: oggi discuterò in rettifica il da farsi sui carter...val la pena menzioni anche l'imboccolamento della sede del selettore marce? Voglio dire: è un lavoro che consigliereste di fare di default, a prescindere dai chilometri del motore, o è qualcosa che forse per il momento è meglio rimandare....? Considerate che il motore ha 15000km scarsi....non sono molto esperto, ma confermate che nel caso, la sede in cui inserire la boccola sarebbe quella dove esce il perno su cui si infila la puleggia delle marce giusto? E non quella cieca, in asse con il bullone di ritegno del selettore....

Grazie mille dell'aiuto.

Gianluca

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

si è quella passante, si imboccola se consumata, il perno viene tirato dai cavi delle marce e appogia nella zona anteriore, verso i due registri e a lungo andare consuma ovalizzando i carter, se il consumo è eccessivo, oltre al gioco(di poca importanza secondo me) può creare perdite di olio in quanto l'OR lavora male, ho visto che alcuni fanno fare una seconda sede or sul perno del selettore montando 2 OR, visto anche chi nella zona sotto crea una sede per inserire un paraolio, ma se è presente troppo gioco causa usura a poco servono. imboccolare con una bronzina secondo me migliora se il lavoro viene fatto bene lo farei anche senza problemi di gioco , sarebbe stato giusto metterle da mamma piaggio, ma bisogna tenere i costi di produzione bassi, e non creare un oggetto eterno, questa filosofia è valida da sempre.

piccola nota, regolare bene i cavi marce è difficile, devono avere un minimo gioco per non tenere in tiro il selettore contro il carter creando attrito e usura, i cavi devono scorrere bene nelle guaine senza essere frenati da sporcizia o guaine danneggiate, devono restere piu rettilinei possibile, e aver un minimo gioco, devono lavorare in tiro solo quando si innesta una marcia, poi restare liberi, non in tensione, è la molla e le 2 sfere a tener la crociera in posizione non i cavi, va prestata attenzione e calma nel regoare i cavi marce, e ripetere il tutto dopo poco, quando si assesta il tutto, i tagiandi iniziali a veicolo nuovo servono non solo a cambiare olio, vanno verificati i bloccaggi dei vari bulloni, il gioco forcella, la regolazione dei cavi etc etc.

vedo che lavori con calma e precisione, bravo continua così

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, luigi139 dice:

si è quella passante, si imboccola se consumata, il perno viene tirato dai cavi delle marce e appogia nella zona anteriore, verso i due registri e a lungo andare consuma ovalizzando i carter, se il consumo è eccessivo, oltre al gioco(di poca importanza secondo me) può creare perdite di olio in quanto l'OR lavora male, ho visto che alcuni fanno fare una seconda sede or sul perno del selettore montando 2 OR, visto anche chi nella zona sotto crea una sede per inserire un paraolio, ma se è presente troppo gioco causa usura a poco servono. imboccolare con una bronzina secondo me migliora se il lavoro viene fatto bene lo farei anche senza problemi di gioco , sarebbe stato giusto metterle da mamma piaggio, ma bisogna tenere i costi di produzione bassi, e non creare un oggetto eterno, questa filosofia è valida da sempre.

piccola nota, regolare bene i cavi marce è difficile, devono avere un minimo gioco per non tenere in tiro il selettore contro il carter creando attrito e usura, i cavi devono scorrere bene nelle guaine senza essere frenati da sporcizia o guaine danneggiate, devono restere piu rettilinei possibile, e aver un minimo gioco, devono lavorare in tiro solo quando si innesta una marcia, poi restare liberi, non in tensione, è la molla e le 2 sfere a tener la crociera in posizione non i cavi, va prestata attenzione e calma nel regoare i cavi marce, e ripetere il tutto dopo poco, quando si assesta il tutto, i tagiandi iniziali a veicolo nuovo servono non solo a cambiare olio, vanno verificati i bloccaggi dei vari bulloni, il gioco forcella, la regolazione dei cavi etc etc.

vedo che lavori con calma e precisione, bravo continua così

grazie mille Luigi per la chiarezza e il dettaglio tecnico che mi tornerà utile quando si tratterà di registrare i cavi del cambio. Ne parlerò con gli esperti in rettifica. Il foro a me non sembra ovalizzato, dopotutto è un motore che ha macinato pochi chilometri....magari un comparatore saprà dare la conferma. Non mi dispiacerebbe averlo imboccolato...
 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ennesima doccia fredda.

Sono ora di ritorno dal rettificatore. Il lavoro alla camera di manovella "non s'ha da fare".
A suo dire gli interventi per ripristinare il buco passante sul semicarter lato volano e la valvola di immissione su semicarter lato frizione, comprometterebbero lo stato della camera stessa. Si dovrebbero eseguire delle saldature che deformerebbero  le geometrie... Il suo consiglio è sigillare il buco con buona pasta epossidica (non si tratta di zona di contatto o frizionamento) e tirarla, carteggiandola, bene in piano con il colletto della camera di manovella. Se non si vuole fare lo stesso sulla valvola di aspirazione, optare per un pacco lamellare...di cui so poco e nulla....(lo avevo sempre sentito menzionare in riferimento ad elaborazioni). sapreste aiutarmi a riguardo...?

Quindi demoralizzato, gli ho lasciato solo il GT da lucidare e pallinare. L'albero, per fortuna, e buono e non sarà necessario toccarlo. Mi ha poi consigliato un buon saldatore per la riparazione del passante del bullone per chiusura carter....ma che ho fatto di male per avere tutti questi problemi con le camere di manovella....? non c'è stata volta che non abbia trovato delle camere in condizioni quantomeno....accettabili....

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

 mi sfugge il buco passante lato volano, la valvola la si recupera senza problemi con la saldatura, hai foto con carter pulito?

il collettore lamellare polini è nato per le valvole rovinate senza dover saldare nulla, non è fatto bene ma fa il suo sporco lavoro, le prestazioni calano di un inezia.

io cercherei di recuperare la valvola, poi non mi sembra cosi distrutta! con una piccola saldatura va a posto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, luigi139 dice:

 mi sfugge il buco passante lato volano, la valvola la si recupera senza problemi con la saldatura, hai foto con carter pulito?

il collettore lamellare polini è nato per le valvole rovinate senza dover saldare nulla, non è fatto bene ma fa il suo sporco lavoro, le prestazioni calano di un inezia.

io cercherei di recuperare la valvola, poi non mi sembra cosi distrutta! con una piccola saldatura va a posto.

Domani faccio foto del carter pulito così vi sarà piu chiara anche la posizione del foro sul carter lato volano. 

A detta loro la riparazione della valvola non valeva la candela: rischio di deformazione e lavorazione tediosa...e quindi troppo costosa....anche alle mie orecchie sembrava un qualcosa che si potesse fare...magari busso a qualche altra parrocchia. Per pacco lamellare Polini dici questo: https://www.zangheratti.it/it/collettore-lamellare-vespa-carburatore-shb19-19 ...giusto per curiosità non è che mi sto fasciando la testa prima di essermela rotta.

Non so, credo che nel Milanese qualcuno che fa questi lavori ci sarà... 

Share this post


Link to post
Share on other sites

in rettifica a padova dove vado io rifanno le valvole con ( stucco metallico) e poi barenano, giustamente la saldadura deformerebbe il carter e poche rettifiche si prendono la responsabilita'. qualcuna ne ho fatto fare e fino ad adesso nessun problema di durata.t5rosso

Share this post


Link to post
Share on other sites
in rettifica a padova dove vado io rifanno le valvole con ( stucco metallico) e poi barenano, giustamente la saldadura deformerebbe il carter e poche rettifiche si prendono la responsabilita'. qualcuna ne ho fatto fare e fino ad adesso nessun problema di durata.t5rosso
Questa è una soluzione che mi soddisferebbe: alla fine una riparazione con un materiale ad hoc e con metodi di rimozione del materiale in eccesso che siano sicuramente più precisi del mio occhio e della mia mano ...domani provo in un altro centro rettifiche...

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco qualche foto un po' più chiara, con carter puliti, delle condizioni di valvola e quant'altro. Nella quarta foto di intravede il forellino che interessa il carter lato volano....b5b5dc9d949d4bcde6dbfd58cc2b4853.jpg2e69df378c252d7e07a26f1109e4a7e1.jpgb9d98df69be3850a3df34ab548c93e5a.jpg50f46902fdf1185992bfa97edd525db1.jpg03a1904ac4f2a00e156cf9b7a682d1c3.jpg

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Forse l'ho combinata. Alla terza rettifica che visito, sul cui banco di accoglienza clienti faceva bella mostra un motore di una 50 special, mi dicono che il lavoro si può fare. Saldatura laser dei difetti in camera di manovella e quindi rilavorazione della valvola. Ho la loro parola (lo so che al giorno d'oggi potrei farmene bene poco) del fatto che si tratta di un lavoro che stressa molto poco le aree circostanti la zona di lavoro. Quindi gli ho lasciato tutto. Tempi di lavorazione, a causa del lavoro arretrato, di quelche settimana....non ho fretta....costo preventivato 150-200....lo so che è quasi il prezzo di un carter nuovo....ma non sarebbe un carter con numero 26000.

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

la saldatura laser se ben fatta non deforma in largo , ho salvato un albero cambio di una sei giorni sport originale con un pezzo nuovo pressato e saldato a laser sull albero da riparare.t5rosso

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 27/8/2020 at 20:43, t5rosso dice:

la saldatura laser se ben fatta non deforma in largo , ho salvato un albero cambio di una sei giorni sport originale con un pezzo nuovo pressato e saldato a laser sull albero da riparare.t5rosso

fidiamoci della saldatura laser e soprattutto di chi la farà...speriamo....

Con il motore smembrato e le sue componenti disperse per la Lombardia, mi dedico alla revisione del parastrappi e della frizione. La frizione a me sembra da sostituire in toto: ci sono più punti in cui la ruggine ha iniziato a galoppare...deve esser rimasta a lungo in motore senza olio (notare il sughero "stampato" sui dischi metallici sui quali inizialmente non era presente!) che dite? Non mi fido nemmeno a salvare i due gusci e la molla. Approposito di molle,  ho sentito parlare di frizioni a sei molle per small frame (Polini, può essere), suggerite di adottarle anche su motore non elaborato? 
La campana è invece in buono stato e terrò quella, salvo prima averla revisionata e aver cambiato le molle del parastrappi ( a me sembran tutte intatte, ma le cambierò, anche solo per evitare che nella loro sede si annidino detriti metallici vari, che in marcia possono spostarsi e finire chissà dove...visto che ne ho trovai parecchi aprendo i carter...). 

Gianluca

IMG_20200830_145257.jpg

IMG_20200830_145237.jpg

IMG_20200830_145230.jpg

IMG_20200830_153639.jpg

IMG_20200830_153645.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

la ruggine potresti toglierla facilmente mettendo i pezzi a bagno in acido muriatico(se non sbaglio) con le ovvie precauzioni, le 6 molle le monta anche la frizione x vespa 50hp, e con piattello spingidisco su cuscinetto, non l'ho mai montata, ma da quel che ho capito potrebbe grattare sui parastrappi, che l'hp non ha, va montata con il carterino hp che non spinge il nottolino con una camma ma con la cremagliera, e il relativo nottolino a cuscinetto, rende la frizione piu morbida.

il problema della frizione monomolla è proprio la molla, che quasi sempre è storta, quando si comprime, tirando la frizione il primo disco non scende dritto ma inclinato, e i dischi perdono pressione prima da una parte e poi dall'altra,con la possibilita che non ti stacchi  bene, con le 6 molle questo non avviene, ma se prendi quelle per motori modificati poi ti ritrovi una frizione dura da azionare

Share this post


Link to post
Share on other sites

la frizione a sei molle del pk non entra neicarte antecedenti,i pk sono lamati diversamente, tieni la campana con parastrappi il resto sostituiscilo vistomle condizioni e il prezzo modesto, se revisioni il parastrappi( consigliato) attento assieme ai ribattini ci sono delle boccoline che non forniscono nel kit recupera le sue se non letrovi nuove servono come distanziale per non schiacciare le lamierine raccogli molle.t5rosso

Share this post


Link to post
Share on other sites

riniziamo a raccogliere i pezzi disseminati per la Lombardia....

Oggi ho recuperato il GT: è stata necessaria solo una lucidatura, non è stato opportuno rettificare. Ottimo. Volevo comunque cambiare il pistone, visto che non si tratta nemmeno di un originale Piaggio. Andato da un ricambiasta specializzato qui nella mia zona, mi si dice che del tipo primavera a due travasi non se ne trovano  che quello che può propormi è il pistone di una et3 a tre travasi. a me non sembra possibile...su internet qualcosa trovo? voi che ne pensate? e cosa suggerireste di fare? dare retta al ricambista e montare comunque il pistone di una Primavera ET3? Quali potrebbero essere i rischi? se ci sono....

Share this post


Link to post
Share on other sites
MODERATOR
2 ore fa, Gianluca102 dice:

riniziamo a raccogliere i pezzi disseminati per la Lombardia....

Oggi ho recuperato il GT: è stata necessaria solo una lucidatura, non è stato opportuno rettificare. Ottimo. Volevo comunque cambiare il pistone, visto che non si tratta nemmeno di un originale Piaggio. Andato da un ricambiasta specializzato qui nella mia zona, mi si dice che del tipo primavera a due travasi non se ne trovano  che quello che può propormi è il pistone di una et3 a tre travasi. a me non sembra possibile...su internet qualcosa trovo? voi che ne pensate? e cosa suggerireste di fare? dare retta al ricambista e montare comunque il pistone di una Primavera ET3? Quali potrebbero essere i rischi? se ci sono....

Puoi montare tranquillamente un pistone ET3.

Dove sei andato?

Vol.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, volumexit dice:

Puoi montare tranquillamente un pistone ET3.

Dove sei andato?

Vol.

Grazie Luca!
Sono andato qui nella mia zona "lavorativa" (Cernusco sul Naviglio), a Rodano, più precisamente. Si chiama Scafuto pistoni.
Consigli diversamente? Non ho acquistato ancora nulla....

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
MODERATOR
8 minuti fa, Gianluca102 dice:

Grazie Luca!
Sono andato qui nella mia zona "lavorativa" (Cernusco sul Naviglio), a Rodano, più precisamente. Si chiama Scafuto pistoni.
Consigli diversamente? Non ho acquistato ancora nulla....

 

Prova a sentire la Meteor piston di baranzate.

Di che marca e' il pistone che ti ha proposto?

 

Ciao.

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, volumexit dice:

Prova a sentire la Meteor piston di baranzate.

Di che marca e' il pistone che ti ha proposto?

 

Ciao.

In effetti quello montato su GL mi era stato procurato dal centro rettifica, ed era un METEOR, vintage line. 

Per quanto riguarda questo del primavera, non ne aveva disponibilità al momento in magazzino e mi avrebbe fatto sapere domani di quale marche avrebbe disposto.  

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...