Vai al contenuto
VR-News
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.
  • IMAGE HOST


glucas71

MARMITTA CATALITICA PX 150 EURO 2

Recommended Posts

Salve a tutti, possiedo un PX 150 del 2006 catalitico ma ovviamente scatalizzato, visto gli sviluppi delle normative ambientali e blocchi vari, pensavo sarebbe opportuno riacquistare la sua marmitta originale e averla da parte.

 il problema però è acquistare la marmitta giusta, in rete si trova un'unica marmitta catalitica per px 150 con codice 840186 indicata catalitica ma non specificando se euro 2 o euro3, mi chiedevo se tale scarico va bene sul mio px del 2006 (euro 2) oppure se è quello dedicato al modello successivo (Euro 3) insomma ci sono differenze tra gli scarichi euro 2 ed euro 3 oppure la marmitta è la stessa ma cambiano i getti e quindi la carburazione??

Speriamo di essere riuscito a spiegarmi

Grazie Gianluca

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
MODERATOR

Basta andare nella sezione download del forum, ci sono entrambi I cataloghi ricambi, infatti la  840186  e' quella giusta per gli Euro2.

 

Vol.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grazie 1000 per le risposte, un ultima cosa, ho trovato un amico che mi venderebbe una EURO 3 (uguale a quella della foto) praticamente nuova completa di tubazioni e filtro aria a 50 euro, se la montassi sul mio PX che è un EURO 2 mettendo i getti originali lo porterei ad avere delle emissioni atmosferiche similari ad un EURO 3 durante una verifica di revisione? oppure non si può fare e devo montare per forza la sua marmitta EURO2??

Lo chiedo perché mi sarebbe molto più conveniente acquistare questa visto il prezzo della marmitta nuova

 

grazie ancora

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La marmitta euro 3 nuova costa oltre 500€. Per 50€ la comprerei subito. Che io sappia, l'unica grossa differenza tra configurazione Euro 2 e Euro 3 è data dalla marmitta, dal momento che anche la Euro 2 aveva il SAS (assente invece nella Euro 1). Non so se ci siano differenze (minori?) tra Euro 2 ed Euro 3 a livello di :

a) getti (facilmente verificabile)

b) forma della valvola

Ritengo tuttavia che, adeguati i getti, potrai tranquillamente montare una marmitta Euro 3 su un PX Euro 2.

Modificato da Kaliningrad

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Volevo solo far notare che la marmitta in seconda foto del post di Kaliningrad (non me ne voglia....) è per PX Euro 1 (dal 1999 all'entrata dell'Euro 2), perchè è uguale a quella del mio PX Euro 1 e non ha il tubo per attaccare il condotto che va al filtro.

Cordialmente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
MODERATOR
23 minuti fa, glucas71 dice:

grazie 1000 per le risposte, un ultima cosa, ho trovato un amico che mi venderebbe una EURO 3 (uguale a quella della foto) praticamente nuova completa di tubazioni e filtro aria a 50 euro, se la montassi sul mio PX che è un EURO 2 mettendo i getti originali lo porterei ad avere delle emissioni atmosferiche similari ad un EURO 3 durante una verifica di revisione? oppure non si può fare e devo montare per forza la sua marmitta EURO2?? 

Lo chiedo perché mi sarebbe molto più conveniente acquistare questa visto il prezzo della marmitta nuova 

 

grazie ancora

Non so se sia vero ma la leggenda narra di in cilindro in ghisa speciale che supporta meglio le alte temperature del motore euro3

 

Vol.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
STAFF

Aggiungo che la Euro 2 si distingue al volo dalla Euro1 per la presa del SAS (Sistema Aria Secondaria, con tubazione e filtro) e da quella Euro3 per l'assenza della flangia a tre viti sul collettore.

Se devi acquistare la marmitta per "essere in regola", conviene cercare quella giusta, che recherebbe il giusto codice di omologazione.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, casabis dice:

Volevo solo far notare che la marmitta in seconda foto del post di Kaliningrad (non me ne voglia....) è per PX Euro 1 (dal 1999 all'entrata dell'Euro 2), perchè è uguale a quella del mio PX Euro 1 e non ha il tubo per attaccare il condotto che va al filtro.

 

Giusto. Solo che il venditore la spaccia per modello codice 840186

 

https://www.kijiji.it/annunci/accessori-e-tuning-auto/caserta-annunci-mondragone/marmitta-vespa-px/68330332

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vado leggermente off topic... se bastasse la marmitta euro3 per "aggiornare" una px euro2 a euro3 io lo farei al volo... oltre alle cifre in gioco però il problema (insormontabile) sarebbe la visita e prova in motorizzazione civile...

Modificato da pulun

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
STAFF

Credo sarebbe necessario anche un nulla osta della Piaggio; diversamente non sarebbe solo "visita e prova", ma un più complesso iter di omologazione.

Quanto alla sostanza, invece: da Euro 2 ed Euro 3 cambia veramente poco. Oltre allo scarico col SAS c'è soltanto una diversa configurazione del carburatore, attuata peraltro senza inventare nulla perché set di getti e ghigliottina esistevano già prima della Euro 3. Anch'io ero al corrente della storia della "diversa ghisa": la voce arriva da ambienti Piaggio, tuttavia mi chiedo se sia davvero così rilevante. Sicuramente i cilindri originali di produzione recente sono assai robusti, ma non di meno lo erano quelli vecchi (e io credo che pure quelli sopporterebbero bene temperature molto elevate).

L'accensione invece non dovrebbe essere parte del discorso: le prime Euro 3 uscivano ancora col caro vecchio impianto Ducati.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Son felice di avere ricevuto tutte queste risposte, il che mi fa pensare che la questione emissioni ormai sia divenuto argomento importante per molti vespisti, tornando alla mia domanda forse mi sono spiegato male, la mia intenzione è quella di avere l'impianto di scarico in regola per la revisione biennale, nessuna intenzione poi di girare veramente con quella "roba" montata, quindi la domanda non era se montando una marmitta euro 3 trasformo la vespa in euro 3, ma se con tale marmitta (ripristinando i getti, il filtro aria, l'anticipo, la valvola ghigliottina) tutto come da fabbrica, in revisione la vespa passera' come emissioni per quello che è nata e cioè euro 2, personalmente mi verrebbe da pensare di sì,in fondo la marmitta catalitica più recente come normativa dovrebbere abbattere i fumi maggiormente.

Lasciamo perdere il codice omologazione stampigliato, ammesso che si riesca a leggerlo (scompare in tutti gli scarichi appena invecchiano un po') non è scritto sul libretto e nessun revisionatore delle officine autorizzate di metterà mai a cercarlo, quei tecnici durante il test guardano solo che le analisi dei CO e degli NOX corrispondano al livello relativo alla normativa di riferimento del mezzo e quindi per la mia PX del 2006 l' EURO2.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
STAFF

Molto dipende dallo stato di usura dei catalizzatori, che perdono efficienza con l'utilizzo.

Non a caso le nuove normative di prossima attuazione introdurranno criteri di mantenimento nel tempo (per meglio dire: coi chilometri) dell'efficacia dei dispositivi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×