Jump to content
VR News
  • IMAGES HOSTING
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.


ilbintar

Disastro Carter

Recommended Posts

Saluti al forum…

Dopo circa 30 anni di scorribande la mia vespetta (un PX125 con GT DR177 a 7 travasi), a mollato….

Mai avuto il ben che minimo problema, in pratica un orologio svizzero!

Il dramma è iniziato con un strano rumore metallico come se qualcosa di metallo rotolasse nel motore, ma visto che la vespa continuava a camminare normalmente (sebbene con una modesta perdita di potenza) sono arrivato a casa percorrendo circa 4 km.

Lasciato raffreddare il motore ho provveduto a rimuovere la testa e di conseguenza il cilindro che internamente era integro, ma alla base si presentava una crepa e la mancanza di un frammento, il pistone era rigato su di un fianco ma scorreva normalmente nel cilindro e le fasce erano in ottimo stato.

Quando ho notato la presenza di olio motore nel carter mi sono venuti i brividi; ho provveduto a smontare il motore e montarlo sul banco da lavoro e aprirlo, il risultato del rumore lo si può vedere dalle foto sottostanti, da notare la rottura del paraolio lato frizione, le bruciature dell’olio motore e le rigature nel carter, ma quelle più preoccupanti sono all’imboccatura del foro di aspirazione del carter che precludono la tenuta e se non visibile è da tenere anche in considerazione che il cuscinetto lato volane presentava in leggerissimo gioco.

Ora la prima domanda è Qualè la possibile causa, il paraolio vecchio che ha ceduto, il basamento del cilindro difettoso oppure il cuscinetto che a causa del gioco ha strappato il paraolio?

 

Visto i danni e dato per scontato che il motore viene rimesso a nuovo sostituendo le parti danneggiate, ho dei dubbi sul gruppo termico da montare, tenendo conto l’affidabilità ed il fatto che non ho voglia di apportare ulteriori modifiche salvo un’espansione al posto della marmitta; la seconda domanda è:

Polini, Pinasco o DR (sempre 177 e in ghisa)?

E che espansione?

  Buona gnespa

Biella 01.jpg

Biella 02.jpg

Carter 01.jpg

Carter 02.jpg

Carter 03.jpg

Carter 04.jpg

Cilindro.jpg

Pistone 01.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

dalle foto che vedo, il problema mi pare meno grave di come tu possa pensare. Intanto diciamo che il GT si sostituisce e non ci pensi più...e per quel che riguarda il carter, in particolare modo alla valvola, non mi pare che, pur graffiata, sia davvero compromessa. Non posso passare l'unghia del dito sullo schermo, ma a vedere non è un disastro come pensi. Ho già lavorato su motori con lo stesso problema, paraolio rotto nel solito modo. dopo aver illustrato le possibilità del da farsi ai rispettivi proprietari, nel bene e nel male, non hanno seguito la strada eventuale del rifacimento della valvola. Quindi, motore ricondizionato o no, paraolio nuovo, una bella pulita a tutto, GT nuovo...o rettificato (scelte libere di ciascun proprietario) e via.

sulla scelta del GT mi orienterei nuovamente sul DR,resta affidabile, economico, ma anche qui ognuno ha le proprie idee..

 

N.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si hai ragione, altri vespisti mi hanno consigliato il DR; per quanto riguarda la valvola purtoppo cè un bel solco e la tenuta è compromessa.

Buona Gespa

Share this post


Link to post
Share on other sites

Diversi vespisti/meccanici hanno commentato quale causa abbia provocato quelle bruciature d'olio all'interno del caster.

Tenendo in considerazione che la vespa girava come un orologio svizzero, un minimo regolare e basso di giri, e una candela nocciola indice di buona carburazione, insomma tutto OK!

Spiegazione 1 - ritorno di fiamma.... ( monta un DR177)

Spiegazione 2 - fessurazione del paraolio con relativo trafilamento d'olio (in seguito rottura dello stesso con danni....)

Spiegazione 3 - troppo olio nella miscela....?

Spiegazione 4 - temperature alte....

Secondo voi (e la vostra esperienza..) cosa ne pensate; avete qualche altra soluzione al dilemma?

 

Buona gnespa

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come prima cosa scarterei la spiegazione 3. La spiegazione 4 è, ovviamente, la più plausibile e dovrebbe essere la causa della spiegazione 2 (mi successe tanto tempo fa una cosa simile). Per la spiegazione 1 non saprei dirti ... (cos'è in realtà il "ritorno di fiamma"?)

Edited by Kaliningrad

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho visto paraoli rotti in quel modo anche su vespe usate da vecchietti per brevi tragitti...quindi credo di poter dire con una ragionevole certezza, che non è sempre per le alte temperature che si puù verificare ciò.

l'analisi che risulta interpretabile e che darei al 50 e 50 è questa: s'è rotto prima il paraolio o prima il basamento cilindro? credo che il divertimento sia argomentare le varie opinioni, ma tanto alla fine della fiera il danno è ormai fatto...prossimo cilindro ancora DR.

 

N.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Con molta probabolità prima si è staccato il paraolio che è andato a danneggiare il GT, ma non capisco l'olio bruciato nel carter!

Quelle bruciature di solito le si trova sul fianco del pistone dovute alla combustione della Mix, non si spiega che cosa abbia provocato la combustione dell'olio! E lì era bruciato!

Buona gnespa

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si chiama "oil sucker" quando una tenuta non perfetta della guarnizione del carter lascia trafilare un po' di olio del cambio all'interno della camera di manovella altrimenti il tutto è iniziato con una piccola fessurazione del paraolio che ha lasciato trafilare all'interno della camera di manovella l'olio del cambio finché la fessurazione si è trasformata in rottura... o una o l'altra o entrambe...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si questo sono d'accordo, è per il momento la cosa più plausibile, ma non capisco come si sia bruciato e  per briciarlo in quel modo o è andato a fuoco o li era tutto rovente.....

Che mi dite?

Buona Gnespa

Share this post


Link to post
Share on other sites

Aggiornamento su probabili cause del danno:

Da delle ricerche fatte nella rete, diversi vespisti si sono lamentati di rotture al basamento del cilindro del DR177, qualcuno fortunato se le cavata con solo una fessurazione, altri con il distacco di frammenti. La causa, sarebbe causata da materiale o lavorazione scadente......

Ho rimontato un DR177....incrociamom le dita!!!!

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io starei attento anche alla benzina,ora ha il 5% di etanolo e scalda di più lubrificando meno, fa meno depositi, va bene che sulla vespa si va a miscela, ma oltre ai diffetti elencati secca le guarnizioni, e questo tipo di benzina dopo meno di due mesi degrada ,inoltre l'etanolo assorbe umidità.....mi sono un po informato e sono corso ai ripari con additivi sui miei mezzi...staremo a vedere che problemi causerà , ora è un po presto....su youtube trovate informazioni in merito anche in rete.

 

Edited by Andor

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sicuramente, una percentuale di olio in più non fa male a breve tempo,ma lo scoppio peggiora e le incrostazioni aumentano e non fanno bene perché causano battiti in testa con suriscaldamenti....non sono rari gripaggi anche usando miscele grasse e getti grossi di numero ,fasce incollate, in rete nei vari forum molti casi , con un additivo che riporta uno scoppio più potente e pulito si hanno maggiori vantaggi, su un quattro tempi meglio ancora,ricordo molto bene che con la vecchia benzina con piombo le tubazioni in gomma , valvola galleggiante e paraolio duravano di più ....e c'era olio nella benzina.... È dal 1998 che uso additivi sui miei mezzi e non ho avuto problemi , la benzina col piombo lubrificava meglio anche i due tempi .

Le fasce incollate lasciano passare i gas caldi che scaldano la camera di manovella e i paraolio ,quando vedi i carter  neri.......è quella la causa, per ovviare  bisogna non solo pulire il cielo del pistone ,ma anche controllare se le fasce sono bloccate,se togli il pistone dopo 8000 km  e guardi sulla gola delle fasce trovi uno strato di carbone...che può bloccare il lavoro che devono fare ...una combustione  pulita da vantaggi  come una buona lubrificazione ,se la benzina solamente lubrifica bene si può lasciare la percentuale di olio  al due%  con meno residui,se guardi alcune foto di cilindri e pistoni grippati li vedrai belli incrostati segno che olio ne hanno ricevuto...

Edited by Andor

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao, ha aspirato olio dalla fessurazione del paraolio frizione, poi staccatosi, che ha danneggiato il resto. Se leggi le macchie, noti che una si apre a ventaglio esattamente dal buco sul paraolio, rimasta visibile, nonostante il lavaggio dei gas freschi che cadono dall'aspirazione. Dal lato volano, non essendoci la doccia dall'aspirazione, è rimasta evidente traccia di olio trafilato. Te ne saresti accorto controllando spesso l'olio cambio o, prima ancora che questo si consumasse, da immediata eccessiva fumosita'. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...