Jump to content
VR News
  • IMAGES HOSTING
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.


Kaliningrad

Contachilometri PX 150 Euro 3

Recommended Posts

42 minuti fa, Kaliningrad dice:

L'Emporio dello Scooter va lodato per la celerità della spedizione e per l'immacolatezza della merce inviata.

Senonché....lo strumento, prodotto nel settembre 2019 (addio Veglia) e imballato nel dicembre:

1) aveva (ovviamente) le lancette rosse, ma soprattutto:

2) si comporta come il mio primo: tutto bene fino agli 85 kmh, dopodiché la lancetta del tachimetro reagisce in modo inversamente proporzionale alla velocità: all'aumentare di questa essa infatti regredisce fin sotto i 60 kmh !

3) Lo scarto del tachimetro è dei soliti 7 kmh segnati di troppo.

4) Unica notizia buona: lo scarto dell'odometro si è ridotto dal 20% al 6,5%: su 100 km effettivi percorsi il precedente strumento (=il secondo) ne indicava 120, quello nuovo "solo" 106,5 ...

@Marben  se per caso t'imbatti in un Veglia quale da te descritto, posso pregarti di prendermene uno?

ciao,

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
STAFF

Alessandro, tengo gli occhi aperti.
Ti consiglio comunque di fare qualche domanda ai vari venditori, magari sei fortunato e da qualcuno lo trovi.

 

Paolo, il problema dell'accuratezza non è esclusivamente dipendente dallo strumento. Per ragioni che non mi sono chiare, Piaggio ha cambiato il rapporto del rinvio col passaggio al freno a disco: l'elicoide sul mozzo, quello coassiale all'asse ruota, ha un "dente" in più, 17 anziché 16.

Questo ovviamente incide sulla precisione di quanto indicato dallo strumento, e per la velocità, e per la distanza percorsa.

Io ho il tachimetro SIP ed ho provveduto ad inserire un adeguato rapporto di correzione, diverso da quello indicato dalle istruzioni di SIP che probabilmente ha trascurato la modifica relativa al mozzo del PX "disco".

Share this post


Link to post
Share on other sites

ll precedente strumento, chi sa cosa significhino quei simboli ... i contatti elettrici erano ridotti della metà (su quello nuovo avvolgono tutto il muretto di plastica)

IMG_1207.jpg

IMG_1208.jpg

IMG_1209.jpg

IMG_1210.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
STAFF
1 ora fa, FedeBO dice:

io ho tachimetro arcobaleno e mozzo a disco ... segna almeno 10 km/h in più e il 10% minimo di distanza in più

A dimostrazione che è il rinvio nel mozzo a compromettere l'attendibilità della misura.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Marben dice:

A dimostrazione che è il rinvio nel mozzo a compromettere l'attendibilità della misura.

ciao Marco, non lo so. e ti spiego il perché

Sul mio primo px che nel 1984 a causa della rottura del vetro  il tachimetro l'ho sostituito e messo sullo scaffale incredibilmente era rimasto dove era stato messo 36 anni prima.Questa primavera l'ho mandato a revisionare e ripristinare da un signore che di professione riparava e tarava  strumenti dai tachimetri ai contagiri ecc ecc, ormai in pensione .

Quando me l'ha rispedito,ho tolto il tachimetro dal 125 che ho e ho montato quello revisionato senza sostituire cavo e rinvio,la differenza la vedi nella foto allegata,

differenza di precisione tachimetro Vespa.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, paletti dice:

ciao Marco, non lo so. e ti spiego il perché

Sul mio primo px che nel 1984 a causa della rottura del vetro  il tachimetro l'ho sostituito e messo sullo scaffale incredibilmente era rimasto dove era stato messo 36 anni prima.Questa primavera l'ho mandato a revisionare e ripristinare da un signore che di professione riparava e tarava  strumenti dai tachimetri ai contagiri ecc ecc, ormai in pensione .

Quando me l'ha rispedito,ho tolto il tachimetro dal 125 che ho e ho montato quello revisionato senza sostituire cavo e rinvio,la differenza la vedi nella foto allegata,

differenza di precisione tachimetro Vespa.jpg

Buongiorno a tutti,

Bella differenza...Immagino che sia il 125 originale. Non so come fanno sti PXE ad andare così ahahahah...io col P125X mi fermo a 87 km/h. Sarebbe molto interessante capire quali interventi sono stati eseguiti.

Saluti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gli strumenti Veglia Borletti (pre e) Arcobaleno erano molto precisi per un mezzo utilitario quale le Vespe sono sempre state. La qualità infima degli attuali fornitori indiani è un affronto indegno di un'azienda storica come la Piaggio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, FrancescoVespista dice:

Buongiorno a tutti,

Bella differenza...Immagino che sia il 125 originale. Non so come fanno sti PXE ad andare così ahahahah...io col P125X mi fermo a 87 km/h. Sarebbe molto interessante capire quali interventi sono stati eseguiti.

Saluti.

ciao,

 

ripeto per l'infinitesima volta la sua storia

px125e del 1982,da me acquistato a fine agosto 2018,ferma dal 1990,con il telaio in ottime condizioni targata MI ad un prezzo conveniente,non sapevo neanche se partiva e infatti l'ho tenuta in un angolo sino a novembre 2019

IMG_3721.JPG

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, paletti dice:

ciao,

 

ripeto per l'infinitesima volta la sua storia

px125e del 1982,da me acquistato a fine agosto 2018,ferma dal 1990,con il telaio in ottime condizioni targata MI ad un prezzo conveniente,non sapevo neanche se partiva e infatti l'ho tenuta in un angolo sino a novembre 2019

IMG_3721.JPG

Sisi, ho seguito la storia di questa Vespa, bel conservato. 

Mi riferivo ai lavori fatti sul contachilometri.

@Kaliningrad Concordo sulla precisione degli strumenti, sopratutto i pre-Arcobaleno.

Saluti. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, paletti dice:

ciao,

 

ripeto per l'infinitesima volta la sua storia

px125e del 1982,da me acquistato a fine agosto 2018,ferma dal 1990,con il telaio in ottime condizioni targata MI ad un prezzo conveniente,non sapevo neanche se partiva e infatti l'ho tenuta in un angolo sino a novembre 2019

IMG_3721.JPG

a novembre del 2019 ho smontato e sanificato il serbatoio perché al suo interno c'era del liquame residuo dalla benzina del 1990,sostituito il rubinetto e la cannetta benzina,smontato e pulito il carburatore sostituendo le guarnizioni e lo spillo,la torretta aveva il filetto del coperchietto spanato e l'ho sostituita con una che avevo in casa del SI 26 con i passaggi allargati,candela nuova e alla terza pedalata è partita.Ho fatto qualche km e ho sostituito l'olio,nei successivi 300 km l'ho sostituito 3 volte.Completamente originale con quasi 30.000 km e la polini a spillo degli anni 80 faceva poco più di 80 kmh di gps,dopo qualche km ho sostituito la polini con un serpentone vintage anni 80 e le cose non sono migliorate,poi ho montato una padella presa da Lavespadue e dai primi di dcembre scorso ho percorso circa 7000 km,completamente originale,priva di compressione (il volano lo fai girare velocemente con una mano),nonostante questo,nonostante io peso oltre 110 kg in mutande,ho dovuto montare un pignone da 21 in luogo del pignone da 20,perchéla 4à saliva troppo di giri.

Per tua curiosità,la velocità max in posizione rialzata è di oltre 90 kmh e 96,5 in posizione abbassata.

Se non ci credi contattami in privato e se ti capita di venire dalle parti di Milano,avvisami che te la faccio provare,eccola in tutto il suo splendore 

 

IMG_0896b.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 minuti fa, paletti dice:

a novembre del 2019 ho smontato e sanificato il serbatoio perché al suo interno c'era del liquame residuo dalla benzina del 1990,sostituito il rubinetto e la cannetta benzina,smontato e pulito il carburatore sostituendo le guarnizioni e lo spillo,la torretta aveva il filetto del coperchietto spanato e l'ho sostituita con una che avevo in casa del SI 26 con i passaggi allargati,candela nuova e alla terza pedalata è partita.Ho fatto qualche km e ho sostituito l'olio,nei successivi 300 km l'ho sostituito 3 volte.Completamente originale con quasi 30.000 km e la polini a spillo degli anni 80 faceva poco più di 80 kmh di gps,dopo qualche km ho sostituito la polini con un serpentone vintage anni 80 e le cose non sono migliorate,poi ho montato una padella presa da Lavespadue e dai primi di dcembre scorso ho percorso circa 7000 km,completamente originale,priva di compressione (il volano lo fai girare velocemente con una mano),nonostante questo,nonostante io peso oltre 110 kg in mutande,ho dovuto montare un pignone da 21 in luogo del pignone da 20,perchéla 4à saliva troppo di giri.

Per tua curiosità,la velocità max in posizione rialzata è di oltre 90 kmh e 96,5 in posizione abbassata.

Se non ci credi contattami in privato e se ti capita di venire dalle parti di Milano,avvisami che te la faccio provare,eccola in tutto il suo splendore 

 

IMG_0896b.jpg

Ci credo eccome, Paletti...conosco il mezzo. Ho un amico con un PXE che mi dà filo da torcere nonostante lui abbia il motore spompato e io tirato a nuovo, sempre originale. 

Per il discorso del pignone ti dò ragione perchè in effetti con la 20/68 risulta cortina, poi con la marmitta più sprintosa poi...

Ciaooo

Share this post


Link to post
Share on other sites
STAFF

Paolo, però, non confondiamo problemi diversi. Nel tuo caso direi che l'artigiano che ha revisionato lo strumento non ha riposizionato con la dovuta perizia la lancetta, così dopo l'intervento la velocità indicata è risultata superiore. 
Io quando ho dovuto sistemare qualche tachimetro dei miei mezzi, mi sono avvalso di un avvitatore ricaricabile a batteria completamente carica. Ho così una velocità certa in giri/minuto (ovviamente con ragionevole approssimazione): poniamo 1000 rpm. Per il tachimetro 1 giro = 1 metro; 1000 rpm sono 60 km/h.
È giusto fare in modo che l'indicazione superi di qualche chilometro orario quella reale, come previsto in origine. 
Poi per maggiore sicurezza confronto con un tachimetro CEV ex Gilera abbastanza preciso.

Comunque c'è chi ha ottenuto ottimi risultati anche su strada, al confronto col GPS. prima di chiudere lo strumento.
 

Mi sento di dire che i tachimetri PreArcobaleno e Arcobaleno anni '80 siano simili per precisione, adottando un movimento quasi identico. Ovviamente le molle di contrasto sotto alla lancetta posso avere piccole differenze, le une dalle altre, per cui può accadere che strumenti identici diano indicazioni non del tutto congruenti.
Certi tachimetri anni '80 (come quello del mio P150X) mostrano la tendenza a segnare di meno del reale dopo una certa velocità (es. circa 80 km/h). Altri, pur identici, non lo fanno.


***
 

Per tornare al discorso mozzi/rinvii, come dicevo ho anch'io ho il SIP per Arcobaleno.
Come ho scritto, ho settato un diverso fattore di correzione rispetto a quello consigliato da SIP: il rinvio del disco ha 17/12 denti, mentre i PX col tamburo hanno 16/12.
Eppure per tutti SIP indica di impostare il fattore a 0.75 (12/16). Io ho inserito 0.71 (12/17 = 0.705), recuperando una buona attendibilità.

Il problema resta relativo al mozzo, perché sui "disco", come ho scritto, è imprecisa anche la distanza percorsa. Questa - ovvero quella indicata dall'odometro - non è "tarabile", dal momento che è definita unicamente da un rapporto fisso determinato dai vari ingranaggi che compongono la catena cinematica. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Marco, secondo te come si spiega che il mio primo e terzo strumento indiano presentano lo stesso identico difetto, e cioè che, superati gli 85 km/h, la lancetta va all'indietro? Che cosa provoca questa stranezza e, soprattutto, il difetto è rimediabile?

Share this post


Link to post
Share on other sites
STAFF

Se a parità di cavo e rinvio con un terzo strumento il problema non si verifica, secondo me è difettoso qualcosa nel gruppo molla a spirale - tazza - magnete all'interno del movimento. Non mi pare facilmente rimediabile.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
MODERATOR
Marco, secondo te come si spiega che il mio primo e terzo strumento indiano presentano lo stesso identico difetto, e cioè che, superati gli 85 km/h, la lancetta va all'indietro? Che cosa provoca questa stranezza e, soprattutto, il difetto è rimediabile?
Io avevo un problema simile con il mio vecchio strumento arcobaleno. Nel mio caso era dovuto alle vibrazioni del 200. Infatti tirando le frizione e mollando il gas la lancetta saliva.

Vol.

Share this post


Link to post
Share on other sites
MODERATOR
^ e sei riuscito a ripararlo?
Ho cambiato il meccanismo. Sono il folle che ha fatto la taratura su strada usando il GPS per posizionare la lancetta prima di chiudere lo strumento.

Vol.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Marben dice:

Paolo, però, non confondiamo problemi diversi. Nel tuo caso direi che l'artigiano che ha revisionato lo strumento non ha riposizionato con la dovuta perizia la lancetta, così dopo l'intervento la velocità indicata è risultata superiore. 
Io quando ho dovuto sistemare qualche tachimetro dei miei mezzi, mi sono avvalso di un avvitatore ricaricabile a batteria completamente carica. Ho così una velocità certa in giri/minuto (ovviamente con ragionevole approssimazione): poniamo 1000 rpm. Per il tachimetro 1 giro = 1 metro; 1000 rpm sono 60 km/h.
.
 

 


***
 

 

ciao,non credo proprio.Questo è un professionista,non è un restauratore improvvisato.

Nei vari siti di moto d'epoca è un riferimento

IMG_1534.JPG

IMG_1533.JPG

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, Kaliningrad dice:

Gli strumenti Veglia Borletti (pre e) Arcobaleno erano molto precisi per un mezzo utilitario quale le Vespe sono sempre state. La qualità infima degli attuali fornitori indiani è un affronto indegno di un'azienda storica come la Piaggio.

ciao, sono stati loro i primi a delocalizzare,se sui ricambi voglio guadagnare il 1000% vanno da chi fa pagare meno,però ricordati che questi se gli dai il grano giusto fanno manufatti di qualità

Share this post


Link to post
Share on other sites
35 minuti fa, paletti dice:

ciao,non credo proprio.Questo è un professionista,non è un restauratore improvvisato.

Nei vari siti di moto d'epoca è un riferimento

IMG_1534.JPG

IMG_1533.JPG

volevo chiudere questo OT in modo tale non creare discussioni inutili.

Parliamo di pxe prearcobaleno,in particolar modo dei 125,nel 1982/83 (24 dicembre 1982 ho compiuto 16 anni),i miei coscritti nati prima avevano già il px125e da mesi e tutti,sottolineo TUTTI con motore originale quello che indicava meno superava i 90 di strumento, chi pesava 60 kg in posizione abbassata senza vento contrario di strumento solleticava i 100 kmh,quindi non è un modo di dire,ma ho vissuto quel tempo e i fatti sono incontestabili,l'arcobeleno ha da sempre avuto il tachimetro generoso,

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 24/7/2020 at 16:45, Kaliningrad dice:

4) Unica notizia buona: lo scarto dell'odometro si è ridotto dal 20% al 6,5%: su 100 km effettivi percorsi il precedente strumento (=il secondo) ne indicava 120, quello nuovo "solo" 106,5 ...

Mi sta venendo un dubbio: non è che la riduzione dello scarto dal 20% al 6,5% non dipende dal cambio di strumento, ma dal cambio d'ingranaggio?

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, volumexit dice:

Io avevo un problema simile con il mio vecchio strumento arcobaleno. Nel mio caso era dovuto alle vibrazioni del 200. Infatti tirando la frizione e mollando il gas la lancetta saliva.
 

Incredibile ma vero: ho fatto la prova in una discesona superando il limite fatidico degli 85 kmh: ebbene, non appena ho tirato la frizione e lasciato il gas, la lancetta, magicamente, dai 65 KMH a cui era scesa si è posizionata sui 90 kmh (!!!!). Quindi capisco che si tratta del tuo stesso problema di vibrazioni ... nella tua risposta successiva hai detto che hai "cambiato il meccanismo": è qualcosa che si può fare anche nel mio caso con lo strumento indiano?

Edited by Kaliningrad

Share this post


Link to post
Share on other sites
MODERATOR
Incredibile ma vero: ho fatto la prova in una discesona superando il limite fatidico degli 85 kmh: ebbene, non appena ho tirato la frizione e lasciato il gas, la lancetta, magicamente, dai 65 KMH a cui era scesa si è posizionata sui 90 kmh (!!!!). Quindi capisco che si tratta del tuo stesso problema di vibrazioni ... nella tua risposta successiva hai detto che hai "cambiato il meccanismo": è qualcosa che si può fare anche nel mio caso con lo strumento indiano?
Non conosco lo strumento indiano, io l'ho fatto su un arcobaleno, l'avevo dovuto aprire per sistemare l'indicatore miscela, svevo un altro contachilometri con vetro rotto ed ho scambiato i due meccanismi dopo aver ripristinato i chilometri del vecchio.

Vol.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...