Jump to content
VR News
  • IMAGES HOSTING
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.


sergio_s

PX 150 e2 - Perdita di olio sul lato dx

Recommended Posts

Buongiorno ragazzi,

 

Sin da quando ho acquistato questa vespa 5 anni fa, ho notato una perdita di olio sul lato destro all'altezza del carter.

 

Questo avviene a caldo, me ne accorgo sempre dalle piccole macchie che lascia per terra, una volta spento il motore.

Sono veramente un paio di gocce.

 

Ora, sarà che sono a 350km da casa, però vorrei accertarmi della natura di queste perdite ascoltando un vostro parere.

 

Aggiungo che, quando sono arrivato a destinazione (il viaggio in questione) avevo la ruota abbastanza imbrattata, uniformemente. Da qui la mia preoccupazione.

 

Vi posto le foto.

 

Grazie!

 

46742e4107b88d045dd74e03d319533d.jpg

 

0f42342e640c5e7cdf456aad3eecf243.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

molto probabilmente si è rotto il paraolio asse ruota interno, con conseguente fuoriuscita dal piccolo foro di scarico che troverai vicino al mozzo. Pulisci bene e verifica se perde proprio da lì.

Tempo fa io aprii una discussione dedicata per una perdita identica, risolta inserendo nel foro, previa maschiatura, un grano filettato con frenafiletti e pasta nera, e installando un paraolio esterno al tamburo, come nei vecchi PX, operazione relativamente semplice.

Share this post


Link to post
Share on other sites
:mah: Dalle foto la perdita si direbbe che imbratti il motore dal lato volano. Sulla mia €2 del 2007 sono stato a lungo afflitto da perdite dal serbatoio dell'olio miscela, l'olio si depositava nel sottoscocca poi, camminando o lasciando la Vespa parcheggiata in pendenza scolava lungo il motore imbrattandolo, sia sull'attacco marmitta scolando poi sulla marmitta stessa che, dall'altro lato, quindi fino alla parte sotto il selettore del cambio. :-( Una volta si era allentato il bicchiere spia e perdeva da li, sistemato quello iniziò a perdere dalla guarnizione sopra il rubinetto dell'olio, ben rognosa da sostituire.

Share this post


Link to post
Share on other sites

devi verificare se l'olio esce da sotto il volano oppure dal tappo del coperchio frizione oppure se arrvia da sotto la catola carburatr ( troppo pieno del carburatore)

non dovrebbe essere il paraolio ruota posteriore perchè hai il parapolvere pulito.

verifica pure come suggerito il serbatoio olio miscela.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bene, grazie a tutti ragazzi. Come rientro a casa verifico il tutto.

 

Sono in viaggio adesso, ritorno verso casa.

Vi posto anche la ruota imbrattata per dare un'idea. Ora che sto viaggiando da stamattina presto si vede meglio.

 

cf3d6ec7cc09874e1976b39163866c5e.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche la mia fa lo stesso.. Motore chiuso e riaperto 2 volte negli ultimi anni.. L ho portata anche alla Piaggio a revisionare ma continua a imbrattare , forse è il troppo pieno...

Seguo con interesse !!

 

 

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
MODERATOR

Anche il mio motore ha lo stesso problema. Mi sono arreso lo pulisco spesso ma non cerco più la perdita. Credo sia nel carburatore

 

 

 

 

 

:ciao::ciao::ciao:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dunque, ho il sospetto che sia la rondella del tappo dell'olio motore che si è consumata.

 

Il tappo stesso non era avvitato del tutto e già stringendolo un po' la perdita si è quasi azzerata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anch'io ho un'euro 2, di perdite ne ho perso il conto (quelle citate in questa discussione, naturalmente, le ha avute), ma quando la ruota si è imbrattata come la tua avevo sostituito l'olio del cambio; evidentemente ha buttato fuori quello in eccesso (nonostante abbia inserito la quantità come da manuale) e una volta pulita la ruota non è più successo. Per risponderti, se fosse il serbatoio dell'olio miscelatore te ne accorgeresti subito, arriverebbe anche sulla marmitta e vedresti le fumate, il paraolio della ruota lo escluderei , o è lo sfiato del coperchio della frizione o il carburatore. La goccia che si raccoglie in fondo al carter (la tua seconda foto), almeno la mia, arriva dal carburatore, ma un motore pulito non esiste, non sarebbe una vespa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
no rondelle ma guarnizione in cartone.

le rondelle metalliche a meno che non siano in rame mrbido o alluminio non piegandosi permettono copiose perdite..

 

Io la stavo cercando in rame.

Se trovo la guarnizione in cartone meglio ancora?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Si infatti.

Domani cerco la rondella nuova e con la scusa metto l'olio nuovo.

Anche se non aveva fatto più di 3000km dall'ultimo cambio...

 

Ti consiglio di usare l'olio prescritto dal manuale, non usare gli altri, chissà...un olio non adeguato alle temperature di un euro 2 potrebbe avere una vaporizzazione maggiore ed uscendo dalla valvola continuerebbe ad imbrattarti la ruota. Forse è un'idea stupida ma non si sa mai.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ti consiglio di usare l'olio prescritto dal manuale, non usare gli altri, chissà...un olio non adeguato alle temperature di un euro 2 potrebbe avere una vaporizzazione maggiore ed uscendo dalla valvola continuerebbe ad imbrattarti la ruota. Forse è un'idea stupida ma non si sa mai.

 

Il manuale riporta SAE 80W, c'è anche la marca consigliata che ora non ricordo, ma non penso sia rilevante, giusto?

Share this post


Link to post
Share on other sites

La marca Uso e Manutenzione è Agip Gear 80W/90 Formula Moto che ora si chiama Eni Rotra 80W/90 Bike Formula Moto, tecnicamente hanno cambiato il nome perché il brand Agip non c'è più, è stato fuso con ENI.

Ad ogni modo un qualsiasi 80W/90 minerale Estreme Pressioni API GL 4 va benissimo. Senza ammazzarsi per la marca.

:ciao:

Share this post


Link to post
Share on other sites
MODERATOR
La marca Uso e Manutenzione è Agip Gear 80W/90 Formula Moto che ora si chiama Eni Rotra 80W/90 Bike Formula Moto, tecnicamente hanno cambiato il nome perché il brand Agip non c'è più, è stato fuso con ENI.

Ad ogni modo un qualsiasi 80W/90 minerale Estreme Pressioni API GL 4 va benissimo. Senza ammazzarsi per la marca.

:ciao:

Tecnicamente l'Agip fa parte del gruppo Eni dal 1953, ora hanno deciso di usare il nome Eni al posto del nome agip, ma è solo una questione commerciale.

Comunque il marchio agip non è del tutto sparito dal territorio, proprio ieri ne ho visto uno in toscana in zona Campiglia marittima.

Vol.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Tecnicamente l'Agip fa parte del gruppo Eni dal 1953, ora hanno deciso di usare il nome Eni al posto del nome agip, ma è solo una questione commerciale.

Comunque il marchio agip non è del tutto sparito dal territorio, proprio ieri ne ho visto uno in toscana in zona Campiglia marittima.

Vol.

 

Volumexit, è sempre un piacere leggere i tuoi interventi :)

Prima o poi ti chiederò il codice colore del tuo px azzurro, dato che mi piacerebbe riverniciare (un bel giorno) la mia dello stesso colore.

Share this post


Link to post
Share on other sites
boh.. un bel sae 30 minerale e fine. quello della Strong per tosaerba in agraria o al brico

 

Il SAE 30 per le frizioni attuali del PX non va bene, le otto molle vogliono il minerale 80W/90 con specifica API GL-4.

Probabilmente il SAE 30 danni non ne farà ma accelera il logorio in termini di durata sulle frizioni 8 molle.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io la stavo cercando in rame.

Se trovo la guarnizione in cartone meglio ancora?

 

 

Non cartone, fibra, quelle rosse, io le ho trovate anche da un ferramenta (8X12X1 diametro internoXdiametro esternoXspessore), ma non è facile.

Per la cronaca sulle euro 2 uso il 10W40 (sintetico :orrore:) da anni senza nessun problema, l'importante è che sia per trasmissioni/frizioni a bagno d'olio, quindi senza additivi antiattrito.

:ciao:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il SAE 30 per le frizioni attuali del PX non va bene, le otto molle vogliono il minerale 80W/90 con specifica API GL-4.

Probabilmente il SAE 30 danni non ne farà ma accelera il logorio in termini di durata sulle frizioni 8 molle.

 

mmmh devo dissentire.

il materiale di attrito è della stessa mescola degli anni '60, sughero (alcune, rare base carta) e il materiale dei dischi è sempre quello, acciaio dolce.

pertanto non conta se sae 30 o 80w90

l'importante è che se inizi a usare un pacco dischi frizione con il sae 30 a sostituzione olio metti sempre il sae 30.

 

unici accorgimenti per la loro massima durata sono :

inserire almeno 270 ml anzichè 250ml

dopo aver accesa la vespa, lasciarla in folle una 30ina di secondi prima di tirare la frizione per avere una frizione ben lubrificata.

 

i dischi si consumano velocemente quando vengono usati asciutti, perchè si surriscaldano e l'attrito li consuma.

Share this post


Link to post
Share on other sites
mmmh devo dissentire.

il materiale di attrito è della stessa mescola degli anni '60, sughero (alcune, rare base carta) e il materiale dei dischi è sempre quello, acciaio dolce.

pertanto non conta se sae 30 o 80w90

l'importante è che se inizi a usare un pacco dischi frizione con il sae 30 a sostituzione olio metti sempre il sae 30.

 

unici accorgimenti per la loro massima durata sono :

inserire almeno 270 ml anzichè 250ml

dopo aver accesa la vespa, lasciarla in folle una 30ina di secondi prima di tirare la frizione per avere una frizione ben lubrificata.

 

i dischi si consumano velocemente quando vengono usati asciutti, perchè si surriscaldano e l'attrito li consuma.

 

Non entro nel merito perché è un discorso molto complesso però per Piaggio sul manuale Uso e Manutenzione dice di usare 80w90 che superi le specifiche API GL4. Se loro che la costruiscono la Vespa consigliano quello un motivo ci sarà. Ed ad ogni modo non capisco perché non seguirli visto che un 80w90 per cambi e trasmissioni lo trovi dappertutto.

:ciao:

Share this post


Link to post
Share on other sites

io mi limito al fatto che il materiale di attrito delle nostre frizioni è sempre il sughero. come nel 1952 tenendo conto, oltre alle esperienze passate, ai test di laboratorio.

gli olii additivati sono da valutare, il potere detergente degli additivi ( presente soprattutto nel sae 80w90) può essere deleterio per le ns frizioni.

stante il fatto che il materiale dei ns carters, ingranaggi, pacco frizioni e cuscinetti è lo stesso da 70 anni, il cambio di olio deciso dailla Casa.. sembrerebbe quasi una scelta commerciale ( ricordiamoci che anche la Casa fa parte assieme a Ducli, MMM, Brenbo, Agip, ecc della stessa famighia)

 

sae 80w90 Viscosità a 98.9° è di 7 mm²/s

sae 30 Viscosità a 100° è di 9.3 mm²/s

 

a 100° il sae 30 ha una viscosità superiore al sae 80w90

 

[TABLE]

[TR=bgcolor: #E0E0E0]

[TD]

API-GL-4 sae 30

[/TD]

[TD]

cambio manuale veicoli/ingranaggi ipoidi asse posteriore. Alta velocità/momento torcente ridotto o bassa velocità/momento torcente elevato

[/TD]

[TD]

oli per ingranaggi mediamente additivati

[/TD]

[/TR]

[TR=bgcolor: #FFFFCC]

[TD]

API-GL-5 sae 80

[/TD]

[TD]

cambio manuale veicoli/ingranaggi ipoidi asse posteriore. Alta velocità/sollecitazione d'urto, alta velocità/momento torcente ridotto, bassa velocità/momento torcente elevato

[/TD]

[TD]

oli per ingranaggi fortemente additivati

[/TD]

[/TR]

[/TABLE]

 

il grado di viscosità sae 80w90 prevede un ambiente di lavoro "caldo" mentre uno 30 ne prevede uno freddo ( 20-50e oltre)

pertanto un sae 70-80w90 necessita di temperature di esercizio ottimali ambientali nella scatola cambio di +- 80-100°.

ora, pensate ai gradi termici nel cambio vespa.. in pratica, immettendo un sae 70-80w90 avrete un olio denso per l'80% dell'esercizio del motore, mentre il sae 30 è fluido sempre infatti è eato nelle macchine da lavoro ( decesp. e tagliaerba e motoseghe ) dove il carico di lavoro è repentino ( bassi--alti giri) e fortemente stressante..

 

http://www.engineerplant.it/dtec/viscosita-cinematica.php

Edited by massits
collegamento

Share this post


Link to post
Share on other sites
io mi limito al fatto che il materiale di attrito delle nostre frizioni è sempre il sughero. come nel 1952 tenendo conto, oltre alle esperienze passate, ai test di laboratorio.

gli olii additivati sono da valutare, il potere detergente degli additivi ( presente soprattutto nel sae 80w90) può essere deleterio per le ns frizioni.

stante il fatto che il materiale dei ns carters, ingranaggi, pacco frizioni e cuscinetti è lo stesso da 70 anni, il cambio di olio deciso dailla Casa.. sembrerebbe quasi una scelta commerciale ( ricordiamoci che anche la Casa fa parte assieme a Ducli, MMM, Brenbo, Agip, ecc della stessa famighia)

 

sae 80w90 Viscosità a 98.9° è di 7 mm²/s

sae 30 Viscosità a 100° è di 9.3 mm²/s

 

a 100° il sae 30 ha una viscosità superiore al sae 80w90

 

[TABLE]

[TR=bgcolor: #E0E0E0]

[TD]

API-GL-4 sae 30

[/TD]

[TD]

cambio manuale veicoli/ingranaggi ipoidi asse posteriore. Alta velocità/momento torcente ridotto o bassa velocità/momento torcente elevato

[/TD]

[TD]

oli per ingranaggi mediamente additivati

[/TD]

[/TR]

[TR=bgcolor: #FFFFCC]

[TD]

API-GL-5 sae 80

[/TD]

[TD]

cambio manuale veicoli/ingranaggi ipoidi asse posteriore. Alta velocità/sollecitazione d'urto, alta velocità/momento torcente ridotto, bassa velocità/momento torcente elevato

[/TD]

[TD]

oli per ingranaggi fortemente additivati

[/TD]

[/TR]

[/TABLE]

 

il grado di viscosità sae 80w90 prevede un ambiente di lavoro "caldo" mentre uno 30 ne prevede uno freddo ( 20-50e oltre)

pertanto un sae 70-80w90 necessita di temperature di esercizio ottimali ambientali nella scatola cambio di +- 80-100°.

ora, pensate ai gradi termici nel cambio vespa.. in pratica, immettendo un sae 70-80w90 avrete un olio denso per l'80% dell'esercizio del motore, mentre il sae 30 è fluido sempre infatti è eato nelle macchine da lavoro ( decesp. e tagliaerba e motoseghe ) dove il carico di lavoro è repentino ( bassi--alti giri) e fortemente stressante..

 

http://www.engineerplant.it/dtec/viscosita-cinematica.php

 

Ti posso assicurare, essendo un possessore, che una euro 2 (non scatalizzata) è da annoverare come "ambiente caldo", su questo non ci sono dubbi.

Edited by gam11
Correzione

Share this post


Link to post
Share on other sites

io con l! 80w-90 da manuale per la mia euro3 ho sempre avuto problemi di trascinamento a freddo, ho quindi messo un Motul per trasmissioni 10w-40 con specifica GLI 4 ed ho risolto ampiamente il problema. La vespa va benissimo da temperature sottozero al caldo torrido estivo.

 

Aggiungo che quando sono andato ad esporre il problema del trascinamento al concessionario mi ha interrotto finendo lui stesso la frase e porgendomi subito il 10w 40.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...