Vai al contenuto
VR-News
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.
  • IMAGE HOST


Orthovespa

Migliori ammortizzatori px arcobaleno

Recommended Posts

Ciao [ATTACH=CONFIG]166503[/ATTACH]sul loro sito risparmi un po.Monto da oltre 10000km questi[ATTACH=CONFIG]166504[/ATTACH].L'anteriore è un po rigido, mentre il posteriore "peso 110 kg" assorbe decentemente le buche ma sopratutto sul veloce tiene la ruota ben incollata al terreno senza tentennamenti.Il Bitubo da quanto leggo è un'altro pianeta.Comunque scarta quello economico senza regolazioni

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
... che buoni ammortizzatori e tubeless siano sprecati :roll: ..... detto poi da chi si vanta di andare a 120 di gps in città mi fa davvero pensare .... :mah:

 

 

:ciao: Gg

 

 

io ho tubess e gomme sportive gli ammo come detto me li setto da me, stanco di rompermi la schiena con i molla gialla ed i molla rossa.... solo che i nostri amici cercano il confort e non la tenuta a 110 in curva sulla provinciale!!!!

 

In quel caso si affidano come io facevo a questa e quella marca provandole un pò tutte..... scopriranno da loro che forse un TEKNOETRE và meglio e si meraviglieranno, davanti invece serve esperienza e smonta e rimonta.... ma sò di cosa parlo, molto bene.

 

Aggiungo che u ammo se è duro lo è oggi come tra due anni, nel caso è la vostra schiene che si abitua e non lui che cede!

 

Infatti e quasi purtroppo questi ammortizzatori di oggi non solo sono rigidi ma durano una eternità!!!

 

Se provasse la soluzione antiaffondamenteo da 20 centesimi che avevo proposta sulle small da 40 a 100 Km/h capireste di cosa parlo... anche lì inutili secchi di ammo ant dai 30 ai 120 euro , chi li fà secondo me non li prova in vespa, ma forse solo in pista e forse nemmeno lì.....

 

il cinese copiando a culo ci indovina e con 30 euro ti replica il miglior piaggio oggi irreperibile, anzi, lo supera, forse non c'è ingegneria in questo, ma sana casualità , chiappe e schiena ringraziano ed io ho problemi serii di reni quindi me la sono studiata molto bene!

 

Quindi a 120 in tangenziale affronto la curva senza paura, mentre a 20 nel caos cittadino la buca più dura nell'unica traiettoria possibile è affrontata senza stringere nè chiappe nè denti!

 

Troppi telai con l'attacco superiore ammo post sfondato, mi impongono di intervenire sull'argomento...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
MODERATOR

Paolo, quindi mi dici che se un ammortizzatore tiene i 120 in curva sulla tangenziale può non comportarsi bene con le buche in città e viceversa?

Cinesate e ammo di marca viaggiano di pari passo ed è solo questione di fortuna?

Insomma, secondo te è inutile spandere troppi soldi per gomme e ammortizzatori.

Io ho esattamente la visione opposta, gomme e ammortizzatori secondo stile di guida e senza lesinare sui soldi.

Prendere una buca con un originale o con un bitubo correttamente settato non è la stessa cosa, nemmeno lontanamente paragonabile.

Poi ogni testa un suo pensiero! ;-)

 

 

Gg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Riesumata questa discussione approfitto per chiedere lumi.

Ho una px 150 del '98 che è stata ferma per circa 2 anni. L'ho ripresa quest'anno e non ci ho fatto un granchè di manutenzione se non un cambio olio. Ora invece ho preso le gomme e cerchi tubeless che monterò a breve. Prossimo passo gli ammortizzatori. Quelli vecchi mi sanno, oltre che arrugginiti, di scarichi. Non mi danno molta stabilità in curva ne alle basse che e sopratutto alle alte velocità (70/80). Avevo visto su bay la coppia di ammortizzatori carbone simili a quelli originali (perchè ci tengo a mantenere l'aspetto originale) con il coprimolla grigio sull'anteriore per intenderci. Quì ho letto bene dei carbone, non so di quel modello in particolare, quindi pensavo a quelli che costano pure poco.. circa 50 € la coppia.

La domanda è... sono buoni? Qualcuno li ha provati?

 

http://www.ebay.it/itm/130871074620 (anteriore)

http://www.ebay.it/itm/400459840350 (posteriore)

 

Per la px vanno bene, mi è già stato confermato. Non vorrei qualcosa di estremamente rigido ma neanche molle che mi sbalzano a destra e manca :):risata:

E che vadano bene sia in 2 che da solo

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, volevo un'opinione sul funzionamento degli ammortizzatori Fournales [ATTACH=CONFIG]166507[/ATTACH].Inoltre se qualcuno sa se si trovano ancora gli Ohlins.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 8/1/2015 at 19:38, poeta dice:

Alzare di 1 cm dietro aiuta appena in curva, poi dipende da come sei rigido dietro e davanti, io uso un alzo da 52 perché amo settaggi molto morbidi della molla di sospensione, quindi con un rialzo più lungo compenso l'affondo maggiore dovuto ad una molla meno carica sul posteriore, rimane cioè invariata l'altezza con il conducente ma sulle buche l'ammo è più morbido ed attudisce meglio il colpo, è anche più morbido non solo nella compressione ma anche nell'estensione essendo la molla più scarica-morbida...

 

davanti l'Rms è decentemente morbido, direi perfetto....

 

aiutano anche le pressioni delle gomme, diciamo 1,4 ant e 2,0 al post, ovviamente con simili pressioni tendenti al basso è SCONSIGLIATO montare cerchi tubless che amano in vero pressioni sui 2,2 bar come minimo--- durette sulle buche, a simili pressioni potrebbero lavorare anche i tubless ma piegare un tubless da 50 euro sulla prima buca non è come abbozzare un cerchio da 12 euro però...

 

il discorso dei cerchi tubless sconsigliati su una vespa da città è anche in ragione del tipo di copertoni, i copertoni buoni per i cerchi tubless sono di solito molto sportivi e mal si abbinano alle scivolose strade cittadine (olio pioggia polvere basse velocità)... vero pure che c'è chi monta le S 83 con i Pinasco ma sono scelte personali....

 

Una cosa sono quindi ammo per la città, un'altra per la pianura padana, un'altra per la vespa da 120 km/h... dipende se cerchi rigidità, comodità o entrambe, nel primo caso sono 100 euro, nel secondo 150/200, nel terzo partiamo da 250-400.... in TUTTI i casi bisogna saperci fare, e settare quelle cavolo di vespe.

Poeta: ti attacco anche su questo punto. I copertoni.

Ho letto vari post e senza dubbio sei stato il più chiaro in questa tua risposta, al meno per i miei dubbi.

Come ti ho detto prima ho la PX150 elestart del 96 per un uso quasi esclusivo in città. A Rosario (la mia città in Argentina) l'asfalto è pieno di buchi, riparazioni, molte volte bagnato (piove molto, non nevica mai), e frequentemente porto un passeggero sui 50 a 70 kg, e io peso sugli 85kg.

Mi avevano consilgiato di mettere cerchi e copertoni tubeless, ma leggendo ciò che hai scritto mi viene il dubbio e ti chiedo quali sarebbero i copertoni ideali per l'uso che gli do io alla Vespa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
MODERATOR

Il vantaggio principale del tubeless sta nel fatto che non si sgonfia di colpo in caso di foratura.

Perchè ci dovrebbe essere differenza tra uso urbano e non urbano?

In città puoi pestare tranquillamente il muso mentre fuori è meglio di no?

Non capisco ... :mah:

 

Gg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, Echospro dice:

Il vantaggio principale del tubeless sta nel fatto che non si sgonfia di colpo in caso di foratura.

Perchè ci dovrebbe essere differenza tra uso urbano e non urbano?

In città puoi pestare tranquillamente il muso mentre fuori è meglio di no?

Non capisco ... :mah:

 

Gg

Gg, su questo penso non ci sia discussione, ma: comportamento sul bagnato, strade con il pavimento o asfalto irregolare , ecc. sembra siano diversi. Al meno io ho dubbi su questo aspetto e non avendo quasi nessuna esperienza mi vorrei informare bene prima di spendere soldi in cerchi o copertoni nuovi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, Echospro dice:

Il vantaggio principale del tubeless sta nel fatto che non si sgonfia di colpo in caso di foratura.

Perchè ci dovrebbe essere differenza tra uso urbano e non urbano?

In città puoi pestare tranquillamente il muso mentre fuori è meglio di no?

Non capisco ... :mah:

 

Gg

Personalmente ho avuto 2 esperienze di foratura con il tubeless,tra l'altro a velocità di spessore.Ho avuto il tempo della percezione di un problema e tutto il tempo per fermarmi in corsia di emergenza.

secondo luogo,abitando in provincia,quando per motivi di lavoro vado a milano centro,impressionante.Sembra di essere tra una gara di motocross e una prova speciale di enduro.Troppo frenetico e pericoloso.Inoltre alla guida,tutti fanno di tutto,tranne guardare davanti,sempre inebetiti al iphone.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
MODERATOR
3 ore fa, Diegoitalo dice:

Gg, su questo penso non ci sia discussione, ma: comportamento sul bagnato, strade con il pavimento o asfalto irregolare , ecc. sembra siano diversi. Al meno io ho dubbi su questo aspetto e non avendo quasi nessuna esperienza mi vorrei informare bene prima di spendere soldi in cerchi o copertoni nuovi.

Sul discorso "pneumatico" in funzione alla tenuta ci qui su VR sono pagine e pagine di impressioni, se invece parliamo di tubeless, ti posso assicurare che la sicurezza aumenta.
La tenuta la fanno le sospensioni ed il tipo di pneumatico, il tubeless non so quanto possa incidere in tenuta ma solo il fatto che non ti trovi a gomma completamente sgonfia in un secondo la dice tutta.

 

35 minuti fa, paletti dice:

Personalmente ho avuto 2 esperienze di foratura con il tubeless,tra l'altro a velocità di spessore.Ho avuto il tempo della percezione di un problema e tutto il tempo per fermarmi in corsia di emergenza.

secondo luogo,abitando in provincia,quando per motivi di lavoro vado a milano centro,impressionante.Sembra di essere tra una gara di motocross e una prova speciale di enduro.Troppo frenetico e pericoloso.Inoltre alla guida,tutti fanno di tutto,tranne guardare davanti,sempre inebetiti al iphone.

Milàn l'è un grand Milàn  :ok:

Gg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno,

io con le sospensioni stavo per diventare matto, pur ammettendo che a volte vedo i problemi anche dove non ci sono, ho 2 px, primo tipo ed arcobaleno, entrambe con forcella da 20, una originale con sella fondo rigido plastica e l'altra con biposto.

Le due vespa sono allestite con coppie ant e post carbone e montano michelin s 83 fresche ed ho uniformato le altezze complessive della sospensione pos, montando i finali superiori della lunghezza giusta. Verificati e sostituiti i sylent sospensioni e motore ad entrambe.

Risultato? I mezzi avevano, hanno ed avranno comportamenti diversi; la PE è accomodabile e permette correzioni in ogni situazione (forse per la seduta più bassa della sella, mentre l'arcobaleno sbacchetta in rilascio ed anche -a volte ed impercettibilmente -in accelerazione, risentendo persino del cambio grip in caso di attraversamento strisce pedonali nuove, quelle fatte con la vernice che lascia la superficie dell'asfalto rialzata e ruvida,

Ho eliminato anche le Michelin citigrip che, come suggerito da molti quando mi venne la paturnia di montarle, alle mie latitudini non servono e, con il caldo pre estivo, in frenate di emergenza, possono essere di gestione più complicata rispetto alle S 83.

Alla fine che fare? A seconda del peso, dello stato di manutenzione del mezzo, del fondo stradale abitualmente percorso, dello stile di guida, se sedete più avanti o arretrati.. ecc ecc ecc, trovate il settaggio più adatto e sicuro e buona passeggiata.

Buona Vespa a tutti   

 

 

 

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 21/10/2017 at 04:27, Diegoitalo dice:

Poeta: ti attacco anche su questo punto. I copertoni.

Ho letto vari post e senza dubbio sei stato il più chiaro in questa tua risposta, al meno per i miei dubbi.

Come ti ho detto prima ho la PX150 elestart del 96 per un uso quasi esclusivo in città. A Rosario (la mia città in Argentina) l'asfalto è pieno di buchi, riparazioni, molte volte bagnato (piove molto, non nevica mai), e frequentemente porto un passeggero sui 50 a 70 kg, e io peso sugli 85kg.

Mi avevano consilgiato di mettere cerchi e copertoni tubeless, ma leggendo ciò che hai scritto mi viene il dubbio e ti chiedo quali sarebbero i copertoni ideali per l'uso che gli do io alla Vespa?

I cerchi molto solidi sono quelli in massello di alluminio  scomponibili ma NON TUBLESS seppure identici, le gomme consiglio le SC 30 Pirelli molto più solide di carcassa delle michelin s83 e comunque ottime come disegno del battistrada (ogni uso),  per altro sono un pelino più alte e la cosa aiuta....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, poeta dice:

le gomme consiglio le SC 30 Pirelli molto più solide di carcassa delle michelin s83.

Sbaglio però o le Pirelli le fanno solo con indice di carico di 51 (anziché 59)? E ne approfitto per chiedere: per uso non gravoso, e soprattutto senza passeggero, l'indice di carico 51 (mi pare corrisponda a 190 kg) può bastare?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
STAFF
2 ore fa, Kaliningrad dice:

Sbaglio però o le Pirelli le fanno solo con indice di carico di 51 (anziché 59)? E ne approfitto per chiedere: per uso non gravoso, e soprattutto senza passeggero, l'indice di carico 51 (mi pare corrisponda a 190 kg) può bastare?

L'indice di carico 51J basta ed avanza.

A me le SC30 non dispiacciono; come disegno stanno benone su un PX prima serie, richiamando nel disegno gli pneumatici montati prima dell'avvento delle S83. Le ho uno dei miei senzafrecce e come tenuta non sono cattive, anche se ritengo che le S83 siano senza dubbio superiori, anche quanto a rigidità, seppure le S83 non siano affatto rigide in assoluto, le SC30 specie a centro battistrada sono molto, molto cedevoli.

Durate simili. Immagino che dove vivi tu le piogge siano piuttosto frequenti, io per questo ti consiglierei comunque le S83. Io ho fatto anche qualche prova esotica... Ma alla fine sono tornato alle S83 senza se  e senza ma: per viaggiare e per l'uso utilitario anche con pioggia restano un eccellente compromesso.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Marben. In effetti qui piove spesso e d'autunno, anche quando non piove, la mattina c'è sempre guazza (salvo nel raro caso in sui soffi la tramontana). Con le S83, che ho montato al posto delle ineffabili Mitas, mi trovo molto bene. Magari le Pirelli le proverò in primavera/estate.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×