Jump to content
VR News
  • IMAGES HOSTING
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.


horusbird

ASI vs FMI

Recommended Posts

ADMIN

Articolo trovato su internet su ASI ed FMI

 

L'A.S.I., Automotoclub Storico Italiano, è una federazione di club di appassionati di veicoli storici e rappresenta istituzionalmente il motorismo storico italiano presso tutti gli organismi nazionali ed internazionali competenti.

L'A.S.I. promuove la conservazione ed il recupero di qualsiasi veicolo a motore che abbia compiuto vent'anni (autoveicoli, motoveicoli, ciclomotori, veicoli militari, macchine agricole e industriali, veicoli commerciali, natanti e aeroplani).

I veicoli iscritti all'ASI usufruiscono di benefici fiscali e facilitazioni per la circolazione, che il Legislatore ha loro riconosciuto per la valenza storica e culturale che rappresentano. Molte compagnie assicurative riservano inoltre polizze agevolate ai veicoli che posseggono certificati rilasciati dall'Ente.

L'ASI fa parte della FIVA, Federation Internationale Vehicules Ancienes, Organismo che si occupa a livello internazionale della tutela del motorismo storico.

La qualità dei veicoli certificati è molto alta, perché il Regolamento Tecnico dell'Ente Federale, posto a base di tale certificazione, viene applicato in modo assai rigoroso: l'autenticità e l'originalità dei veicoli diventano elementi essenziali per ottenere il Certificato di identità che l'ASI rilascia quale corredo storico dei veicoli esaminati dalla propria Commissione Tecnica.

Per iscriversi all'ASI è necessario contattare uno dei club federati presenti sul territorio nazionale, attraverso i quali avviene l'iscrizione. Sul sito ufficiale ASIFED - Automotoclub Storico Italiano trovate l’elenco dei club sul territorio nazionale.

La quota associativa annua dell’ASI corrisponde a 41,32 Euro, da versare obbligatoriamente tramite un Club Federato ASI; a questa cifra si deve aggiungere la quota del club, che varia da uno all’altro, sulla base delle singole esigenze.

Sono iscrivibili all'ASI tutti i veicoli a motore (ciclomotori, motoveicoli, autovetture, autobus, autocarri, autotreni, macchine agricole, veicoli militari, aeromobili e natanti d'epoca) che abbiano compiuto i vent'anni.

L'ASI rilascia ai propri tesserati i seguenti documenti:

Attestato di Storicità

Certificato d'Identità

Certificato Sostitutivo delle Caratteristiche Tecniche

Carta FIVA

 

F.M.I.

La Federazione Motociclistica Italiana è la Federazione dei moto club, degli enti e delle associazioni a carattere nazionale aderenti alla Federazione stessa.

Essa è la sola rappresentante in Italia della Fédération Internationale Motocycliste (FIM)

La FMI è l'ente morale che tutela e sovrintende all'attività motociclistica professionistica sul territorio italiano organizzando i campionati nazionali e le prove italiane dei campionati internazionali. Ma fra i compiti della FMI rientrano anche la promozione della pratica sportiva del motociclismo e l'incentivazione dell'avviamento allo sport dei giovani.

Tra le tante attività del FMI è utile ricordare che cura ed assiste i proprietari di moto storiche tutelandone i diritti ed istituendo e conservando anche un apposito registro delle moto stesse

Per richiedere l’iscrizione al Registro Storico F.M.I. occorre:

· essere tesserati F.M.I. (è possibile tesserarsi solo presso i motoclub: la lista di tutti i Moto Club italiani è pubblicata in nel sito ufficiale FMI - Moto, Gare, Epoca, Turismo, Educazione Stradale )

· compilare il modulo per la richiesta di iscrizione

· allegare: pagamento € 30,00 (tramite assegno circolare non trasferibile intestato a Federazione Motociclistica Italiana); 6 fotografie a colori formato 10 x 15 del motociclo su sfondo neutro (ad es. un muro) e senza accessori (quali borse, bauletto, parabrezza, portapacchi): 2 del lato destro, 2 del lato sinistro, 1 anteriore e 1 posteriore; fotocopia libretto di circolazione (per motocicli targati)

 

 

Scelta:

Personalmente tutt’ora sono incerto su quale sia la migliore. L’ASI costa di più ma solitamente rispondono più velocemente e sicuramente le pratiche sono più veloci.

A seconda del club e degli esaminatori che troverete saranno più fiscali da una parte o dall’altra. Quando restauro una Vespa preferisco avere un controllo preciso, per chi invece non riesce a fare tutto a puntino può essere utile un controllo più alla leggera.

Come al solito, visitare entrambi i siti e qualche club di persona potrebbe schiarirvi le idee.

Share this post


Link to post
Share on other sites
STAFF

Mah, riguardo la velocità, ho i miei dubbi che quelli dell'A.S.I. siano più veloci, anzi, visto che devono esaminare molte più pratiche e, se oltre alle auto si aggiungono le moto, è facile intuire che i tempi si allungano. Io, mi sono trovato bene con la F.M.I., in tre mesi ho avuto l'omologazione. Certo, agli inizi, quelli della F.M.I. hanno fatto tutto in 30 giorni, ma poi le richieste sono aumentate, e allora anche i tempi si sono allungati. Comunque, l'A.S.I. è anche più cara, a partire dalla tessera, per finire ai versamenti per l'omologazione. Comunque, per la F.M.I., non c'entra nulla il Club per l'omologazione. La pratica, dopo essere stata visionata dal responsabile della propria regione, va a finire a Roma e poi è Roma che decide il tutto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
STAFF

..anche io, devo dire che con la tanta bistrattata fmi mi son trovato bene, ho aspettato tre mesi, mi hanno dato perfino la targhetta in ottone e mi sono pure reiscritto la mia beneamata 180 rally giallo cromo, se vi interessa, sono disposto a descrivervi le procedure e i costi; ho attualmente finito la parte relativa al pubblico registro, cioè ho il certificato di proprietà: devo ancora ottenere la striscetta da applicare al vecchio libretto...

Share this post


Link to post
Share on other sites
ADMIN

Si grazie, procedura e costi se hai il tempo di descriverli sono certamente interessanti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
STAFF

procedura e costi li ho postati in altro loco, più sotto.....non so come si mette il link.....

Share this post


Link to post
Share on other sites
STAFF

L'iscrizione di un veicolo ai vari registri storici prevede che il mezzo stesso sia in condizioni di ottimo conservato oppure di restaurato come all'origine. Questo implica che la cosa più evidente (il colore) sia tra quelli che il modello preso in considerazione prevedeva per quell'anno (o giù di lì).

 

Per capirci: una 150 GL potrà essere solo di colore avorio perché è l'unico colore usato per quel modello, mentre una 50 Special potrebbe essere di uno dei molti colori usati per il modello all'incirca in quell'anno (ma certamente NON, per esempio, nera, perché qusto colore non è mai stato usato per la Special).

 

Ciao, Gino

Share this post


Link to post
Share on other sites
STAFF
ma per iscrivere all'fmi bisogna avere la vespa (o qualsiasi altro mezzo d'epoca) del colore originale?

Considerata la tua giovane età, considerato che tu hai un 50ino, prima che tu decida qualunque cosa in merito alla tua iscrizione a VR+FMI, ti consiglio di parlarne a fondo con Horus, per sviscerare al meglio tutto quello che ti riguarda. Per esempio, l'assicurazione convenzionata potrebbe anche decidere di non assicurare la tua vespina; a te potrebbe essere più utile la tessera young, e via dicendo. Con questo, non voglio scoraggiarti, ma solo spingerti a chiarire bene la tua posizione prima di agire. Per il resto, non c'è alcun problema.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ADMIN

Ho visto vespe iscritte FMI e ASI di colori quanto meno estrosi....

Perche' non metti qualche foto della tua tanto per rendersi conto di cosa stiamo parlando?

Share this post


Link to post
Share on other sites

hehe oggi se ci riesco faccio le foto! sapete, devo montare il filo del freno davanti e gli ingranaggi contakm, il bordoscudo e i listelli...non è che dona moltissimo con il nastro provvisorio per tenere il bordoscudo :D oggi se ci riesco a farle le posto!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Personalmente ho gia' omologato 3 Vespe con FMI , e mi sono trovato sempre bene .

Al massimo in tre mesi ti arriva a casa l' attestazione , e la targa in metallo se la Vespa e' ultratrentennale .

 

L' anno passato mi ero informato per omologare la macchina ( Renault 14 '78 ) con ASI , ma i costi erano proibitivi , e i tempi molto superiori a queli FMI .

Inoltre avrei dovuto portare il veicolo alla loro sede per la visione , e quindi ulteriori spese e perdite di tempo ....

 

 

CIAO

GUABIX

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alla motorizzazione mi hanno detto di fare l' iscrizione ASI per poter reimmatricolare la mia vespa... Sul sito ASI per ottenere l' attestato di iscrizione mi vengono richieste alcune foto, tra le quali la foto della targhetta in alluminio riassuntiva... Quale è la targhetta?

Spero qualcuno mi possa dare una risposta...

Grazie..

Share this post


Link to post
Share on other sites
STAFF

Le vespe vecchie non hanno la targhetta (che è quel rettangolo di alluminio con i dati omologativi impressi sopra, a duplicare quelli marchiati sul telaio). Fai una foto di sigla e numero di telaio, con la sigla d'omologazione.

 

Ciao, Gino

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tra le due preferisco la FMI all'ASI. Sinceramente non conosco pregi e difetti nè dell'una che dell'altra, ma mi ispira di più una federazione che si occupa soltanto di moto piuttosto che di auto e moto. Tutto qui.

Share this post


Link to post
Share on other sites
STAFF

Anch'io ti consiglio FMI, ho appena iscritto la mia ET3 restaurata e mi sono trovato molto bene.

Peraltro lo svolgimento della pratica ha richiesto solo due mesi, nonostante FMI ponesse tre mesi come tempo minimo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusa Gipirat il numero di telaio so dove è ma la sigla e la sigla d' omologazione dove si trovano?

Ma l' attestato d' iscrizione non è la stessa cosa del certificato che attesta il livello d' autenticità storica del veicolo? Se è così allora anche se il colore della mia vespa non è originale non ci sono problemi ad avere l' attestato di iscrizione?

Grazie tante per l' aiuto...

Share this post


Link to post
Share on other sites
STAFF

Il numero di telaio è solo il "numero", di 5, 6 o 7 cifre, subito prima c'è la sigla, che cambia da modello a modello e per la Vespa GL è: VLA1T.

 

La sigla alfanumerica di omologazione può essere di due tipi:

IGM 1234 OM

DGM 1234 OM

con i numeri che cambiano a seconda del modello.

Può essere posizionata subito prima,subito dopo o subito sopra la sigla ed il numero di telaio.

 

Ciao, Gino

Share this post


Link to post
Share on other sites

da quanto mi hanno riferito l'asi è mooolto fiscale (ecco xkè ci mette tanto)e che quindi x poter iscrivere il veicolo quest ultimo si deve trovare in una condizione quasi xfetta e senza alcuna elaborazione! x essere terra terra se la moto nn sta messa come dicono loro nn te la iscrivono :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Siiiii . . . ho visto vespe che sfoggiavano la targhetta di omologazione ASI che andavano rifatte da capo a piedi.

 

L'unico registro che è veramente fiscale è quello Vespa. Peccato che non serva a niente se non a regalare soldi al conservatore dai lunghi capelli.

 

Se devi iscrivere un veicolo ad un registro storico per usi fiscali, amministrativi, assicurativi o per reiscriverlo/reimmatricolarlo, l'unica che conviene è l'FMI.

 

Se si vuole avere la soddisfazione di sapere che il proprio veicolo è perfettamente conforme all'originale, non c'è registro che tenga!!!

Si cerca, si studia, si ricerca, si confronta e si conosce il proprio modello.

 

Poi . . . ognetuno face comu ole.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche io mi sono trovato veramente bene co FMI. Iscrizione ottenuta in poco più di 2 mesi. Un dubbio mi sorge, per il bollo, oltre a compilare il vecchio bollettino postale con l'indicazione della legge, devo fare una qualche comunicazione ad ACI o PRA?

Share this post


Link to post
Share on other sites
STAFF
Anche io mi sono trovato veramente bene co FMI. Iscrizione ottenuta in poco più di 2 mesi. Un dubbio mi sorge, per il bollo, oltre a compilare il vecchio bollettino postale con l'indicazione della legge, devo fare una qualche comunicazione ad ACI o PRA?

 

Se fai l'iscrizione al R.S. per avere le agevolazioni, sì, devi comunicare la cosa all'ufficio bollo dell'ACI (o all'ente che gestisce la tassa automobilistica per la tua regione), insieme ad una copia dell'iscrizione.

 

Ciao, Gino

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti!!!

Sono nuovo di qui e anche ti tutto il mondo vespistico.

Ho da qualche tempo iniziato a restaurare una VNB3T e devo dire che i vostri consigli mi hanno dato una grossa mano!

Sono quasi in dirittura d'arrivo e perciò stavo iniziando ad informarmi per tutta la questione burocratica.

Vorrei solo fare un paio di domande:

- Per l'iscrizione all'FMI è assolutamente necessaria l'iscrizione ad un Vespa Club?

- A cosa serve il Certificato delle Caratteristiche Tecniche?

 

Grazie a tutti!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...