Jump to content
VR News
  • IMAGES HOSTING
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.


matteodic

Condensatore: 'mo basta!

Recommended Posts

La modifica dovrebbe funzioa anche per le accensioni con bobina interna, il principio di funzionamento dell'accensione e' priticamente identico. Non so dirti perche non funziona.

Ma hai lasciato sia il condensatore interno che quello esterno?

 

CIao,

 

VOl.

grazie per l'interessamento, il condesatore interno l'ho asportato, onde evitare annullamenti con il condensatore esterno, almeno cosi mi avete insegnato!!!:lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites
MODERATOR
S7400 sei sempre molto esaustivo, una domanda però...la bobina interna 1* la scollego dalle puntine, 2* non la posso togliere fisicamente?

 

La bobina interna non la puoi tolgiere, serve per alimentarre quella esterna. L'unica sarebbe di trovare una bobina interna di quelle apisite che si usano con le bobine esterne, quindi non una bobina interna mista AT/BT ma una solo BT. Per esempio quella della GL/VBB/Sprint/TS etc dovrebbe fare al caso tuo.

 

Ciao,

 

Vol.

Share this post


Link to post
Share on other sites
La bobina interna non la puoi tolgiere, serve per alimentarre quella esterna. L'unica sarebbe di trovare una bobina interna di quelle apisite che si usano con le bobine esterne, quindi non una bobina interna mista AT/BT ma una solo BT. Per esempio quella della GL/VBB/Sprint/TS etc dovrebbe fare al caso tuo.

 

Ciao,

 

Vol.

quindi la dovrei lasciare collegata alle puntine e tagliare solo il filo della candela! giusto?

Share this post


Link to post
Share on other sites
S7400 sei sempre molto esaustivo, una domanda però...la bobina interna 1* la scollego dalle puntine, 2* non la posso togliere fisicamente?

 

Ciao Nicola,

no, la bobina interna non la devi scollegare dalle puntine, la lasci collegata e quindi di consegunza non la puoi togliere.

La bobina interna ha due funzioni, la prima è quella di generare tensione sul circuito primario che permette alle puntine, nel momento in cui aprono, di generare la extra tensione che alimenta il circuito secondario per l'AT (seconda funzione della bobina)

bene, lasciandola collegata sfrutti solo la prima delle due funzioni, la seconda la fai fare a quella esterna.

 

quindi la dovrei lasciare collegata alle puntine e tagliare solo il filo della candela! giusto?

Giusto, ma devi scollegare anche il condensatore ricordatelo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao Nicola,

no, la bobina interna non la devi scollegare dalle puntine, la lasci collegata e quindi di consegunza non la puoi togliere.

La bobina interna ha due funzioni, la prima è quella di generare tensione sul circuito primario che permette alle puntine, nel momento in cui aprono, di generare la extra tensione che alimenta il circuito secondario per l'AT (seconda funzione della bobina)

bene, lasciandola collegata sfrutti solo la prima delle due funzioni, la seconda la fai fare a quella esterna.

 

Ok ci sono vediamo se ho capito:

lascio collegato la bobina interna alle puntine

il filo giallo dalle puntine alla bobina esterna collegato con quello rosso che va allo spegnimento e un filo che va al condesatore esterno, quindi faccio un "faston" unico con tre fili. Puo Andare?

ps il filo bobina interna e puntine è leggermente spelato... è meglio rifarlo?

Grazie !

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ok ci sono vediamo se ho capito:

lascio collegato la bobina interna alle puntine

 

OK, va bene

 

il filo giallo dalle puntine alla bobina esterna collegato con quello rosso che va allo spegnimento e un filo che va al condesatore esterno, quindi faccio un "faston" unico con tre fili. Puo Andare?

 

Non ho capito quale filo giallo intendi.

sulle puntine dovrebbe arrivare il filo che viene dalla bobina interna e il filo rosso che esce e va alla morsettiera esterna, la scatolina dove è collegato l'impianto della vespa.

Il filo giallo qual'è?

 

ps il filo bobina interna e puntine è leggermente spelato... è meglio rifarlo?

 

Direi di si.

 

perchè non posti qualche foto dello statore in modo da poerti consigliare meglio?

Grazie !

..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho una vecchia 500 e sono andato a controllare il condansatore che tengo di scorta: effettivamente vedo inciso: 0.25 Farad.

 

Dunque come si spiega che sia compatibile con il condensatoree della vespa ?(che e' di capacita' doppia)

 

Ha forse ragione et3 quando nel messaggio di prima ipotizza che in pratica si tratta dello stesso condensatore dove si calcola la capacita' in funzione del voltaggio (se 6 V = 0.50 F ; se 12 V = 0.25 F) ? :mah::mah::mah:

 

Vol. tu come la pensi? ;-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

all'ora la bonina interna è collegata alle puntine ok?

dalle puntine parte il filo giallo che va al condensatore ok?

dal condesatore parte il filo rosso che va allo spegnimento ok?

questa è la situazione originaria

adesso mantengo la bobina vecchia collegata alle puntine con filo nuovo non spelato,

poi collego le puntine alla bobina esterna con un filo qualsiasi, giallo,e assime unisco con il filo rosso che va allo spegimento e un filo che dalla bobina esterna va al condensatore esterno .

Share this post


Link to post
Share on other sites
all'ora la bonina interna è collegata alle puntine ok?

 

OK.

 

dalle puntine parte il filo giallo che va al condensatore ok?

dal condesatore parte il filo rosso che va allo spegnimento ok?

questa è la situazione originaria

 

Ah, adesso ho capito, tu hai il condensatore dal quale partono due fili il giallo e il rosso.

bene, li stacchi entrambi dal condensatore e li unisci insieme saldandoli.

Li isoli per bene e diventa un unico filo. Fissalo in qualche modo.

A questo punto sullo statore non devi fare nint'altro.

adesso mantengo la bobina vecchia collegata alle puntine con filo nuovo non spelato,

poi collego le puntine alla bobina esterna con un filo qualsiasi, giallo,e assime unisco con il filo rosso che va allo spegimento e un filo che dalla bobina esterna va al condensatore esterno .

 

Il filo che va alla bobina esterna e al condensatore esterno lo devi collegare sul rosso della scatolina di bassa tensione, quella fissata sul carter.

Lo fai uscire dalla scatolina attraverso il gommino dove passa l'impianto della vespa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ho una vecchia 500 e sono andato a controllare il condansatore che tengo di scorta: effettivamente vedo inciso: 0.25 Farad.

 

Dunque come si spiega che sia compatibile con il condensatoree della vespa ?(che e' di capacita' doppia)

 

Ha forse ragione et3 quando nel messaggio di prima ipotizza che in pratica si tratta dello stesso condensatore dove si calcola la capacita' in funzione del voltaggio (se 6 V = 0.50 F ; se 12 V = 0.25 F) ? :mah::mah::mah:

 

Vol. tu come la pensi? ;-)

 

cerco di risponderti io, poi se volumexit vuole aggiungere qualche precisazione ancora meglio.

La capacità del condensatore non dipende dalla tensione di lavoro del condensatore stesso ma è una sua caratteristica.

Anche se il cond. della 500 è di capacità inferiore a quello della vespa, poco importa per la funzione che deve svolgere. deve solo estinguere l'arco che si forma tra le puntine per evitare che questo, perdurando, le bruci creando dei crateri sulle puntine stesse.

Spero di essermi fatto capire.

Share this post


Link to post
Share on other sites
MODERATOR
cerco di risponderti io, poi se volumexit vuole aggiungere qualche precisazione ancora meglio.

La capacità del condensatore non dipende dalla tensione di lavoro del condensatore stesso ma è una sua caratteristica.

Anche se il cond. della 500 è di capacità inferiore a quello della vespa, poco importa per la funzione che deve svolgere. deve solo estinguere l'arco che si forma tra le puntine per evitare che questo, perdurando, le bruci creando dei crateri sulle puntine stesse.

Spero di essermi fatto capire.

 

Questo e' vero solo in parte, un condensatore di valore inferiore favorisce comunque l'arco tra le puntine quindi con un condensatore di valore piu piccolo le puntine dovrebbero durare meno in quanto la tensione ai capi del condensatore cresce con velocita doppia e quindi raggione una tensione tale da sfiammare piu velocemente.

 

Vol.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Questo e' vero solo in parte, un condensatore di valore inferiore favorisce comunque l'arco tra le puntine quindi con un condensatore di valore piu piccolo le puntine dovrebbero durare meno in quanto la tensione ai capi del condensatore cresce con velocita doppia e quindi raggione una tensione tale da sfiammare piu velocemente.

 

Vol.

 

 

Perfetto, grazie del chiarimento ;-)

 

questo e' un argomento che mi interessa in quanto vorrei fare la modifica sul mio farobasso (da circa 10 anni e' stato modificato con la bobina esterna).

Dato che le puntine risultano da registrare con troppa frequenza, sospetto che i guai dipendano dal condesatore (interno): se pero' quello della 500 ha una capacita' bassa che ne compromette la durata ...allora andro' alla ricerca di qualche altro condensatore da 0,50 F, di qualita', da installare sempre esternamente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il filo che va alla bobina esterna e al condensatore esterno lo devi collegare sul rosso della scatolina di bassa tensione, quella fissata sul carter.

Lo fai uscire dalla scatolina attraverso il gommino dove passa l'impianto della vespa.

ciao !

stò pensando al collegamento :

all'ora:

ho i due fili rosso e giallo che vanno al condesatore interno ok ?

li stacco e da quanto mi dici devo unire il rosso e il giallo assime in modo che diventino un filo unico, esce dal motore e va alla scatolina estena, da li mi parte un filo che mi mi torna indietro va alla bobina esterna, poi faccio partire unaltro dilo che va condesatore esterno?giusto cosi ?? non ci sto capendo più nulla ! grazie in anticipo addesso provo a postarti delle foto!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ho una vecchia 500 e sono andato a controllare il condansatore che tengo di scorta: effettivamente vedo inciso: 0.25 Farad.

 

Dunque come si spiega che sia compatibile con il condensatoree della vespa ?(che e' di capacita' doppia)

 

Ha forse ragione et3 quando nel messaggio di prima ipotizza che in pratica si tratta dello stesso condensatore dove si calcola la capacita' in funzione del voltaggio (se 6 V = 0.50 F ; se 12 V = 0.25 F) ? :mah::mah::mah:

 

Vol. tu come la pensi? ;-)

 

aspetta non facciamo confusione....la capacità è FISSA, idem la tensione di lavoro (tensione di isolamento tra le armature interne). Se è da 0,5 rimane da 0,5uF. Sulla 500 lavora a 12V, sulla vespa a 6, ma non cambia niente. Non so sinceramente quanta tensione di isolamento abbia di per se, facciamo 50V? son più che sufficienti

 

comunque la modifica non dovrebbe creare problemi, unica cosa attenzione perchè anche ultimamente i condensatori delle 500, fanno letteralmente pena (come quelli della vespa, alcuni durano qualche decina di km)

Share this post


Link to post
Share on other sites
ciao !

stò pensando al collegamento :

all'ora:

ho i due fili rosso e giallo che vanno al condesatore interno ok ?

li stacco e da quanto mi dici devo unire il rosso e il giallo assime in modo che diventino un filo unico, esce dal motore e va alla scatolina estena, da li mi parte un filo che mi mi torna indietro va alla bobina esterna, poi faccio partire unaltro dilo che va condesatore esterno?giusto cosi ?? non ci sto capendo più nulla ! grazie in anticipo addesso provo a postarti delle foto!

 

la cosa è molto semplice. Rimuovi il condensatore interno. Parti con un unico filo che si aggancia alla vitina delle puntine (alla quale arriva il filo caldo della bobina d'accensione). Tiri il filo che hai messo (che prima era il rosso del condensatore) alla scatoletta esterna. Da qui parti con un filo che va alla bobina, al quale dovrai collegare un faston ad occhiello (se hai la bobina a 2 capi). A questo punto alla bobina colleghi 1) il filo col faston, 2) l'occhiello del filo del condensatore. Colleghi poi il condensatore a massa su una vite della bobina

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buon Giorno ....

sono quasi arrivato alla risoluzione del probelma, ma però mi sorge un dubbio:

se metto la bobina esterna come descritto considerando che la bobina interna ha sempre una sua funzione ( come descritto in precedenza)e questa non funziona è possibile che la vespa non si accenda?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Buon Giorno ....

sono quasi arrivato alla risoluzione del probelma, ma però mi sorge un dubbio:

se metto la bobina esterna come descritto considerando che la bobina interna ha sempre una sua funzione ( come descritto in precedenza)e questa non funziona è possibile che la vespa non si accenda?

 

diciamo che la possibilità c'è che non funzioni ma solo se si fosse interrotto l'avvolgimento primario della bobina.

Se il malfunzionamento è dovuto ad un'avaria dell'avvolgimento secondario, quello dove era attaccato il vecchio cavo della candela, non dovresti avere problemi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao!

grazie per la risposta, il dubbio mi è sorto perchè dopo che avevo fatto la modifica condesatore e bobina esterna,la vespa era partita, teneva il minimo sembrava si fosse risolto il problema la spengo. Alche mi metto a sistemare tutti i fili in modo da chiudere tutto, fatto ciò la vespa non va più. All'ora ritorna in modalita provvisoria e la vespa non parte all'ora ho supposto che mi abbia mollato del tutto la bobina interna.

quidi adesso penso di cambiare la bobina interna e spero di risolvere, voi cosa ne pensate???

Share this post


Link to post
Share on other sites

..io con l'elettronica proprio non ci vado d'accordo... :mrgreen::mrgreen::mrgreen:

 

dunque, altra grana:

 

ma se volessi collegare in parallelo due condensatori da 0.25 (ed ottenere cosi' la fatidica Capacita' da 0.50 che tanto piace alla Vespa) .. .come ca....volo si fa??? :mah::mah:

 

Cioe', fare un colegamento in parallelo in teoria e' semplice ..ma occorre che ciascun condensatore abbia due poli ...invece, nel caso di un condensatore "automobilistico", come si deve procedere a fare il collegamento?

 

Mi spiego:

 

principio del collegamento in parallelo di due condensatori:

 

coll-11.JPG

 

 

I due consensatori da 0.25 che vorrei collegare hanno invece queste fattezze: come faccio a collegarne due in parallelo? :mah::mah::mah:

 

condensatoreoz7.jpg

 

Come si fa ad individuare la polarita'?

Share this post


Link to post
Share on other sites
ciao!

grazie per la risposta, il dubbio mi è sorto perchè dopo che avevo fatto la modifica condesatore e bobina esterna,la vespa era partita, teneva il minimo sembrava si fosse risolto il problema la spengo. Alche mi metto a sistemare tutti i fili in modo da chiudere tutto, fatto ciò la vespa non va più. All'ora ritorna in modalita provvisoria e la vespa non parte all'ora ho supposto che mi abbia mollato del tutto la bobina interna.

quidi adesso penso di cambiare la bobina interna e spero di risolvere, voi cosa ne pensate???

 

verifica che non si sia staccata qualche filo della bobina, magari quello che va sulle puntine oppure quello che è collegato a massa vicino alla vite di fissaggio della bobina al piatto dello statore.

Share this post


Link to post
Share on other sites
..io con l'elettronica proprio non ci vado d'accordo... :mrgreen::mrgreen::mrgreen:

 

dunque, altra grana:

 

ma se volessi collegare in parallelo due condensatori da 0.25 (ed ottenere cosi' la fatidica Capacita' da 0.50 che tanto piace alla Vespa) .. .come ca....volo si fa??? :mah::mah:

 

Cioe', fare un colegamento in parallelo in teoria e' semplice ..ma occorre che ciascun condensatore abbia due poli ...invece, nel caso di un condensatore "automobilistico", come si deve procedere a fare il collegamento?

 

Mi spiego:

 

principio del collegamento in parallelo di due condensatori:

 

coll-11.JPG

 

 

I due consensatori da 0.25 che vorrei collegare hanno invece queste fattezze: come faccio a collegarne due in parallelo? :mah::mah::mah:

 

condensatoreoz7.jpg

 

Come si fa ad individuare la polarita'?

 

accoppi tra loro le due fascette metalliche, che devono essere fissate a massa, e tra loro i due fili con gli occhielli che devono essere collegati sul filo che arriva alla bobina esterna.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buon Giorno Ragazzzi! HO RISOLTO il mio problema vi spiego:

 

che già scritto sulla mia VNB1T mentre la sto provando, improvvisamente si spegne. Alchè comincio a fare tutti i controlli del caso ma niente da fare non và. All'ora dopo molte prove (bobina ausiliare esterna condesatore esterno), decido di portare il mio statore da un mio caro fornitore di pezzi di ricambio il quale ha un'apparecchio apposta per controllare tutti i tipi di stori. Risultato: la bobina interna AT che porta corrente alla candela è da buttare, mentre le altre due funzionano correttamente, il condesatore a due fili uno giallo e uno rosso funziona e da un'altro apposito test il volano risulta poco magnetico.

Risolti questi problemi rimonto il tutto ma facendo la modifica con condensatore esterno a 1 filo. LA VESPA NON VA'! :testate:

All'ora, dopo innumerevoli prove,l'illuminazione :azz: ho ripristinato il vecchio condensatore a 2 fili. LA VESPA PARTE:quote:

Morale della mia favola : come dicevate in precedenza ci sono 2 tipi di condesatori da fiat 500 quello a 1 filo oppure a 2 . Sullo statore della VNB1T serve un condensatore a doppio filo. Ringrazio per le risposte! :ciao:

Share this post


Link to post
Share on other sites
MODERATOR
Buon Giorno Ragazzzi! HO RISOLTO il mio problema vi spiego:

 

che già scritto sulla mia VNB1T mentre la sto provando, improvvisamente si spegne. Alchè comincio a fare tutti i controlli del caso ma niente da fare non và. All'ora dopo molte prove (bobina ausiliare esterna condesatore esterno), decido di portare il mio statore da un mio caro fornitore di pezzi di ricambio il quale ha un'apparecchio apposta per controllare tutti i tipi di stori. Risultato: la bobina interna AT che porta corrente alla candela è da buttare, mentre le altre due funzionano correttamente, il condesatore a due fili uno giallo e uno rosso funziona e da un'altro apposito test il volano risulta poco magnetico.

Risolti questi problemi rimonto il tutto ma facendo la modifica con condensatore esterno a 1 filo. LA VESPA NON VA'! :testate:

All'ora, dopo innumerevoli prove,l'illuminazione :azz: ho ripristinato il vecchio condensatore a 2 fili. LA VESPA PARTE:quote:

Morale della mia favola : come dicevate in precedenza ci sono 2 tipi di condesatori da fiat 500 quello a 1 filo oppure a 2 . Sullo statore della VNB1T serve un condensatore a doppio filo. Ringrazio per le risposte! :ciao:

 

 

Potresti mettere una foto del condensatore a due fili che non ho capito cosa sia.

I condensatori hanno sempre due terminali, uno di solito e' la cassa, e va messa a massa, l'altro terminale va alle puntine.

 

:ciao:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo che Nicola si riferisca a questo tipo di condensatore, che e' quello montato pure sulle large anni 70 (gt/sprint ecc)

 

37370_1.JPG37370_1.JPGcondensatore-vespa-px-1-serie-e-vespa-ts%7E20207644.jpg

 

Da quanto ho visto un po sul web, i condensatori per le Vespa dovrebbero essere non due, bensi' tre tipologia diverse:

 

- senza filo (probabilmente il filo va saldato all'estremita')

- ad 1 filo

- a 2 fili (quello in foto)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...