Jump to content
VR News
  • IMAGES HOSTING
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.


matteodic

Condensatore: 'mo basta!

Recommended Posts

Ciao a tutti ragazzi,

sono appena tornato da uno stupendo viaggio a Senigallia per il Jamboree, partito da Pescara, in tutto quasi 350km con la mia VNB3T tutta originale.

favoloso, un'esperienza da ripetere assolutamente, anche perchè è stato il mio primo viaggio lungo in vespa.

Le cose però non sono andate "proprio" come speravo: l'andata è stata formidabile, vespa carica di bagagli davanti e dietro, io e la mia ragazza, una media più o meno di 55 km/h, una sola tappa quasi alla metà del tragitto, tutto perfetto, l'ho parcheggiata in albergo ed era ancora un orologio.

il ritorno invece è andato di lusso fino più o meno a 80km da casa... quando s'è fermata. 5km prima ha iniziato a borbottare, scoppiettava e strappava, aveva i classici vuoti "elettrici" che tanto temevo e che tanto mi hanno fatto dannare, che speravo di risolvere con la bobina esterna che ho montato ma solo fisicamente, ho lasciato comunque la bobina AT interna nuova che non mi ha tradito.

non volevo trarre conclusioni affrettate, così ho montato il cavo della candela sulla bobina esterna e l'ho collegata, faccio 1km e i problemi son sempre li... m&%)a, cambio la candela, sapevo che non avrei comunque risolto ma ho voluto provarci... niente da fare.

insomma: s'è fottuto di nuovo il condensatore!

Mi fermo in un'area di servizio dell'IP, l'unica di domenica con l'omino presente, ovviamente non avevo con me la pistola pneumatica per smontare il volano, così l'ho chiesto al ragazzo (spiegandogli che a casa mia c'erano ancora 80km da fare) che, poco sveglio, non "poteva darmela". bene... alla fine son riuscito lo stesso a smontarlo con la mia "officina mobile". la necessità aguzza l'ingegno.

poi è stata la volta per la pinza per i seeger (maledetto a me che non me la son portata), anche quella chiesta all'omino ma stessa storia, e anche qui ho dovuto far da solo con quel che avevo.

tra l'altro iniziava a farsi tardi e buoi, e non volevo tornare a casa di notte, in più lo stronzo stacca, e senza venirmi neanche a chiedere se avevo bisogno di una mano, un num di telefono, qualcosa insomma, sale in macchina e se ne va. maledetto.

insomma fatto tutto, cambiato col condensatore nuovo comprato il giorno prima di partire grazie ad una premonizione, rimonto e la ciospa riparte.

80 km tutti tirati a 60km/h senza mai fermarmi, ma sempre un po col cuore in gola e l'orecchio attento...

 

vabbè, scusatemi l'excursus-sfogo, ma è stato parte anche questo della fantastica esperienza!

ad ogni modo, ora più che mai voglio iniziare davvero a sfruttarla, ma dico NO al condensatore, o almeno al sistema col cond. interno.

che dite, come alternativa è valido il famoso condensatore esterno della 500? altre alternative a me estranee?

e se monto il vespatronic o similari? affidabilità...manutenzione... come funziona?

sti cazzi l'originalità, voglio tornare semplicemente a casa senza patemi d'animo!

allora, cosa potete dirmi di queste soluzioni qui?

grazie a tutti!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao, purtroppo i candansatori nuovi sono dei veri e propri traditori!!!!

alla tre mari ho avuto anch'io problemi con condensatore nuovo (sempre debitore verso nicoGtr ) , comprato alla piaggio , mbe' almeno tu sei previdente a portarne dietro uno di scorta , e sei fortunato che non ti abbia lasciato in panne come e' successo a me dopo pochi km !

Share this post


Link to post
Share on other sites

Azitutto complimenti per il viaggetto, per le nonnne non è roba da poco.

Poi, dovresti essere soddisfatto per l'operazione a bordo strada che sei riuscito a compiere:applauso:

Per il condensaotre, cambiare le caratteristiche vorrebbe dire modificare il tempo di scocco scintilla e potrebbe darti problemi d'anticipo, non stò dicendo che quello della 500 non va bene, ma bisognerebbe informarsi bene da chi lo ha già fatto. Penso che sia meglio spostare tutto all'esterno, sempre con il suo condensatore originale, si tratta solo di due fili, anzi uno, poichè il rosso fa solo lo spegnimento, ed è quello che arriva dal comando, quindi devi solo allungare il giallo che va sulle puntine.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma guarda, sono PIU' che soddisfatto, le ho fatto fare un rodaggio molto scrupoloso, sempre al 2-2,5%, rispettando velocita' e non sforzandola mai.

il motore è terribilmente resistente, non mi ha dato nessunissimo tipo di problema, e poi i consumi: 2 pieni, uno a pescara e l'altro ad ancona che non è ancora terminato dato che non è entrata in riserva.

che mezzo pazzesco!

come ho detto all'inizio, anche questo inconveniente, che da un certo punto di vista mi ha fatto un po cag@£e in mano visto che ero solo (la mia ragazza, con cui ho fatto il viaggio di andata, se n'è andata in treno alle 5 terre), a quasi 100km da casa ed era tardi, ha messo quel sale in più alla vacanza, di per se bellissima. un'esperienza assolutamente da ripetere!

 

comunque, a chi dovesse servire, spiego brevemente come ho fatto a svitare il volano e rimontarlo: premetto che mi ero portato mezza officina tra chiavi inglesi, pinze, cacciaviti e bussole, ma tutto il lavoro è stato svolto con 2 giraviti a spacco, una pinza a becco, 2 forbicine per le unghie e la bussola da 14 per il dado volano. col copriventola montato sul motore, ho inserito la pinza a becco tra la fessura lunga che ha in basso (capito quale?) a fare contrasto con la ventola, e quindi sono riuscito a svitare, stessa cosa per il rimontaggio. per togliere il seeger mi sono aiutato con le due forbicine. ovviamente come molti di voi sapranno il mio volano me lo consente in quanto il dado va a battuta col seeger e senza bisogno di estrattori particolari lo estrae dall'albero. il copriventola si è naturalmente un po rovinato, ed ho rischiato di spezzare un'aletta della ventola (che però fortunatamente è rimasta intonsa), ma è stato il rischio da correre per tornare a casa.

 

invece torniamo al nostro discorso: dato che di motori ne ho due attualmente, ho deciso di lasciare un bel VNB3M originalissimo fino all'ultimo dado, ed elaborare a questo punto il VNB4M originale col quale tra l'altro ho fatto questo viaggio, con pinaschetto 177, bobina esterna e quindi, se possibile, condensatore originale ma esterno, bloccato con qualche staffa in qualche modo al carter, magari accanto alla bobina esterna, dato che alla fine oltre alla massa, trasmessa direttamente dal suo guscio metallico, il cavo principale va alle puntine e alla bobina, quindi allo spegnimento.

 

invece l'idea del vespatronic? me la bocciate in partenza?

Share this post


Link to post
Share on other sites
STAFF

a questo punto, cambiare per cambiare, monti un motore px 125 elettronico col cilindro che vuoi e l'affidabilità è garantita.....

Share this post


Link to post
Share on other sites
STAFF

la modifica è assolutamente fattibile, però ancora non l'ho fatta...dico ancora perchè ho una vnb che aspetta da un pò.....prova ad aprire un post specifico, so di molti che hanno fatto la modifica e possono darti i giusti consigli....Ciao, Sergio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un mio amico risolve il problema del condensatori montando oltre a quello difettoso anche uno dell'ape, il tutto lasciando tutto interno. Appena facciamo la modifica sul mio px (visto che da problemi) faccio delle foto e posto il tutto!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
cioè non ho capito, ne monta e ne USA 2 insieme (in parallelo o in serie?) oppure uno, quello interno, sta li solo a coprire il buco?

 

Io credo che ne monti due in parallelo, anche ora ne ho uno esterno in parallelo per risolvere momentaneamente il problema!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

beh, ma montare 2 condensatori insieme ne cambia il valore finale, a questo punto non so se questa cosa possa portare davvero a dei problemi di anticipo oppure no, io sarei più dell'idea di lasciarne uno fuori, ma solo uno.

nel frattempo mi sto informando sulla modifica con motore vnl3m per ruote da 8, dovrei cambiare i rapporti e fare altre modifichine varie, la cosa mi è un po antipatica perchè ci andrei a spendere diversi soldini e non va bene... ma soprattutto, questo motore, ovvero quello dei primi px fondamentalmente, che tutti consigliano di montare sulla vnb e sulle vecchie large, non ha anch'esso puntine e condensatore?? cosa cambierebbe in fondo?

Share this post


Link to post
Share on other sites
beh, ma montare 2 condensatori insieme ne cambia il valore finale, a questo punto non so se questa cosa possa portare davvero a dei problemi di anticipo oppure no, io sarei più dell'idea di lasciarne uno fuori, ma solo uno.

nel frattempo mi sto informando sulla modifica con motore vnl3m per ruote da 8, dovrei cambiare i rapporti e fare altre modifichine varie, la cosa mi è un po antipatica perchè ci andrei a spendere diversi soldini e non va bene... ma soprattutto, questo motore, ovvero quello dei primi px fondamentalmente, che tutti consigliano di montare sulla vnb e sulle vecchie large, non ha anch'esso puntine e condensatore?? cosa cambierebbe in fondo?

 

La modifica che fà il mio amico funziona benissimo, è già stata montata su due vespe px che avevano problemi con il condensatore, ad oggi vanno benissimo e non hanno problemi! :ciao:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao matteodic,

io ho usato il condensatore della 500 esterno, eliminando quello interno, sul mio PX e devo dire che ho eliminato tutti i problemi. Forse quelli del 500 hanno una tensione di lavoro superiore o sono di qualità migliore. Prova la modifica e vedrai che risolverai.

Per i due condensatori in parallelo, quello interno e quello esterno, pur sommandosi le capacità non dovrebbero influenzare l'anticipo in quanto questo è dato solo dal momento di apertura delle puntine. Il condensatore serve solo ad eliminare l'arco elettrico che rimarrebbe tra le puntine al momento dell'apertura se non ci fosse il condensatore, arco che provocherebbe la craterizzazione delle puntine stesse.

Per contro potrebbe verificarsi che se uno dei due andasse in corto annullerebbe anche l'effetto dell'altro.

Dal mio modesto punto di vista l'utilizzo di un solo condensatore, di buona qualità e non cinese, risolve il problema. Inoltre se viene montato esterno in caso di guasto, 5 miniti di lavoro e si sostituisce senza smontare nulla.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ottimo non sai quanto mi rincuori, quindi il condensatore della 500 sembrerebbe la soluzione definitiva e più facilmente adattabile, tra l'altro dovrebbe trovarsi abbastanza comunemente in quasi tutti i ricambisti d'auto e da quello che vedo sul web ha un costo relativamente ridotto.

penso che punterò su questa soluzione!

inoltre sono sicuro che restando chiuso dentro al volano, senza ricambio d'aria e col calore prodotto dal cilindro, la vita di un componente di qualità di per se già bassa si riduce notevolmente, quindi che esterno sia.

ne vado a comprare uno, non appena effettuo la modifica vi posto le foto.

grazie!

Share this post


Link to post
Share on other sites
ma guarda, sono PIU' che soddisfatto, le ho fatto fare un rodaggio molto scrupoloso, sempre al 2-2,5%, rispettando velocita' e non sforzandola mai.

il motore è terribilmente resistente, non mi ha dato nessunissimo tipo di problema, e poi i consumi: 2 pieni, uno a pescara e l'altro ad ancona che non è ancora terminato dato che non è entrata in riserva.

che mezzo pazzesco!

come ho detto all'inizio, anche questo inconveniente, che da un certo punto di vista mi ha fatto un po cag@£e in mano visto che ero solo (la mia ragazza, con cui ho fatto il viaggio di andata, se n'è andata in treno alle 5 terre), a quasi 100km da casa ed era tardi, ha messo quel sale in più alla vacanza, di per se bellissima. un'esperienza assolutamente da ripetere!

 

comunque, a chi dovesse servire, spiego brevemente come ho fatto a svitare il volano e rimontarlo: premetto che mi ero portato mezza officina tra chiavi inglesi, pinze, cacciaviti e bussole, ma tutto il lavoro è stato svolto con 2 giraviti a spacco, una pinza a becco, 2 forbicine per le unghie e la bussola da 14 per il dado volano. col copriventola montato sul motore, ho inserito la pinza a becco tra la fessura lunga che ha in basso (capito quale?) a fare contrasto con la ventola, e quindi sono riuscito a svitare, stessa cosa per il rimontaggio. per togliere il seeger mi sono aiutato con le due forbicine. ovviamente come molti di voi sapranno il mio volano me lo consente in quanto il dado va a battuta col seeger e senza bisogno di estrattori particolari lo estrae dall'albero. il copriventola si è naturalmente un po rovinato, ed ho rischiato di spezzare un'aletta della ventola (che però fortunatamente è rimasta intonsa), ma è stato il rischio da correre per tornare a casa.

 

invece torniamo al nostro discorso: dato che di motori ne ho due attualmente, ho deciso di lasciare un bel VNB3M originalissimo fino all'ultimo dado, ed elaborare a questo punto il VNB4M originale col quale tra l'altro ho fatto questo viaggio, con pinaschetto 177, bobina esterna e quindi, se possibile, condensatore originale ma esterno, bloccato con qualche staffa in qualche modo al carter, magari accanto alla bobina esterna, dato che alla fine oltre alla massa, trasmessa direttamente dal suo guscio metallico, il cavo principale va alle puntine e alla bobina, quindi allo spegnimento.

 

invece l'idea del vespatronic? me la bocciate in partenza?

 

Se succede un altra volta puoi montarlo volante esterno anche quello da vespa, bloccandolo tra il copiventola e il carter tramite la linguetta di fermo che circonda il condensatore stesso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ne vado a comprare uno, non appena effettuo la modifica vi posto le foto. grazie!

Molto bene, ho sempre da imparare...

Farò anch'io la modifica...sulla mia VNB4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se può interessare, questa è la soluzione che ho adottato con il condensatore della 500.

La sua aletta si presta molto bene ad una installazione molto discreta e definitiva.

Il cappuccio in gomma è un classico cappiccio per la morsettiera di bassa tensione. L'ho riemito di silicone per evitare che le vibrazioni potessero rompere il filo.

Ciao a tutti

condensatore.jpg

condensatore1.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao!!

ho il tuo stesso problema con una p125x, se compro un condensatore da fiat 500, devo togliere quello interno giusto???col filo del condensatore hai fatto una giunta e ti se attaccato direttamente sulle puntine???? grazie in anticipo!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buon Giorno!

devo ringraziare s7400dp21957 per l'ottimo consiglio!

Grazie a te sono riusicito a risolvere il problema dei vari cali di tensione della mia p125x. Ho effettua una giretto di 50 km ed è andato tutto liscio! Spero continui cosi! Grazie grazie grazie!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ho da tre mesi un condensatore "d'annata" Bosch per fiat 500 sul mio p125x, montato esternamente. Non ho avuto più noie. Sono convinto che i condensatori cinesi in commercio oggi mal digeriscono le vibrazioni indotte dalla pistola pneumatica, nello smontaggio/rimontagggio del volano, vanno immediatamente in corto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma si puo usare anche al posto di quelli a 2 fili??

 

... mettendo l'unico filo del marelli al posto del giallo originale .. e per il filo rosso che va alla scatolettta?? dovrebbe essere quello che va al contatto del pulsante di massa.. bisogna collegare la carcassa del marelli all occhiello rosso che va al pulsantino al manubrio per avere il collegamento? oppure portare lo stesso filo oltre che alle puntine anche all occhiello sulla scatola ?

 

cmq il mio autoricambi mi ha detto che secondo lui non è fattibile e che avrebbe 1 valore(o ha parlato di impedenza?? boh nn ricordo...) esagerato rispetto a quello del vespa e mi bucherebbe le puntine in dopo qualche centinaia di km???

 

ma l'elettronica non ci puo venire in soccorso? nessuno conosce il valore esatto del condensatore vespa? ormai ne fanno di molro affidabili per apparecchiature elettroniche metterei un bell' elettrolitico in alluminio da 600v e chi mi ferma +?:mrgreen::mrgreen: ma bisognerebbe conoscere il valore in uF dell' originale

 

EDIT:

ho trovato qualcosa su ET3:

http://lnx.et3.it/Forum/viewtopic.php?f=14&t=17435

 

sembra l'originale sia da 0,54uF e che ci voglia un poliestere, non elettrolitico... boh! chi ne sa di + ci illumini!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Buon Giorno!

devo ringraziare s7400dp21957 per l'ottimo consiglio!

Grazie a te sono riusicito a risolvere il problema dei vari cali di tensione della mia p125x. Ho effettua una giretto di 50 km ed è andato tutto liscio! Spero continui cosi! Grazie grazie grazie!

 

Ciao,

sono molto contento per te che hai risolto il problema.

Goditi la vespa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ma si puo usare anche al posto di quelli a 2 fili??

 

Certamente, lo puoi usare senza problemi

 

... mettendo l'unico filo del marelli al posto del giallo originale .. e per il filo rosso che va alla scatolettta?? dovrebbe essere quello che va al contatto del pulsante di massa.. bisogna collegare la carcassa del marelli all occhiello rosso che va al pulsantino al manubrio per avere il collegamento? oppure portare lo stesso filo oltre che alle puntine anche all occhiello sulla scatola ?

 

 

Per i condensatori a due fili, rosso e giallo, devi fare così:

  • togli il condensatore dallo statore tagliando i due fili direttamente sul condensatore
  • saldi insieme i due fili isolandoli per bene e sul volano hai finito
  • monti il condensatore all'esterno, come dalle foto che ho allegato, e connetti il filo del condensatore direttamente sil filo che va alla bobina AT
  • l'aletta del condensatore, che è poi la massa, la ancori ad una delle viti che regge la bobina AT

 

cmq il mio autoricambi mi ha detto che secondo lui non è fattibile e che avrebbe 1 valore(o ha parlato di impedenza?? boh nn ricordo...) esagerato rispetto a quello del vespa e mi bucherebbe le puntine in dopo qualche centinaia di km???

 

La capacità dei condensatori per vespa è normalmente 0,47 microF.

Quelli per la 500 hanno una capacità leggermente superiore ma questo non influenza minimamente il funzionamento anzi sopprime meglio le extratensioni che si formano tra le puntine allungandone la vita.

 

ma l'elettronica non ci puo venire in coccorso nessuno conosce il valore esatto del condensatore vespa ormai ne fanno di molro affidabili per apparecchiature elettroniche metterei un bell' elettrolitico in alluminio da 600v e chi mi ferma +?:mrgreen::mrgreen: ma bisognerebbe conoscere il valore in uF dell' originale

 

I condensatori elettrolitici non sono adatti a questo scopo in quanto sono per tensioni in continua e quindi polarizzati.

Se invece parli di condensatori in carta/alluminio, potrebbero anche andare bene ma con tensioni di lavoro decisamente più elevate. Considera che l'extra tensione che si genera tra le puntine al momento dell'apertura arriva anche a 1500V.

I condensatori cinesi, o di scarsa qualità, peccano proprio in questo hanno delle tensioni di esercizio molto inferiori a quelli buoni.

Per l'elettronica, l'unica cosa che si può fare è montare uno statore+volano per PX elettronici con la centralina CDI esterna al posto della bobina AT classica.

 

EDIT:

ho trovato qualcosa su ET3:

Et3.it - Squadra corse vespa • Login

 

sembra l'originale sia da 0,54uF e che ci voglia un poliestere, non elettrolitico... boh! chi ne sa di + ci illumini!

 

Spero di avervi aiutato.

Buona vespa a tutti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Spero di avervi aiutato.

Buona vespa a tutti.

 

grazie s7400dp21957 6 un grande! mentre tu scrivevi la tua risposta stavo leggendo Condensatori prorpio per cercare di capire quale fosse il + adatto... devo dire che la tua competenza ha sciolto ogni dubbio..

 

volevo fare la modifica alla mia vnb con bobina interna ma gia che ci sono credo che scollegherò pure quella e metto quella del ciao come ho visto fare da parecchi

 

 

 

a questo punto cerchero di procurarmelo ma quanto costa?? ce ne sono vari tipi?? hai mica 1 codice ricambi per prendere lo stesso ke monti te a colpo sicuro???

quel fetentone del ricambista aveva solo il kit con le puntine x 500 a 18 eur... mi sembra un po troppo e delle puntine 500 nn me ne farei nulla..!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Luca,

purtroppo non conosco il codice di quel ricambio.

Io l'ho acquistato alla fiat a Latina pagandolo 8,00 euro circa.

Questa sera posso guardare il mio e vedere se c'è stampigliato qualche numero e posso comunicartelo.

Mi dispiace non poterti auitare al momento.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...