Jump to content
VR News
  • IMAGES HOSTING
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.


Sign in to follow this  
andreao

Smontaggio e Revisione Motore PX125

Recommended Posts

Come promesso comincio a postare un po' di foto dello smontaggio del mio motore. Spero di riuscire a dare un'idea un po' chiara del lavoro a chi come me era assolutamente a digiuno di meccanica (a parte le operazioni base tipo pulizia carburatore): se avete domande o volete vedere più in particolare un pezzo non dovete fare altro che chiedere!

Ai più esperti chiedo un po' di commenti e tanto aiuto, soprattutto per correggermi quando scrivo o faccio qualche cappellata! :-)

 

Allora, cominciamo!

18__motore__particolare_motore_smontato_completamente_4_182.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho anche una domanda: quando è meglio rettificare il cilindro e cambiare il pistone? Premesso che il motore monta un'espansione polini 177, e da quel che ne so non ha mai grippato (io ce l'ho da due anni e non ho mai avuto nessun problema)..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non cambiare assolutamente il gt! Gasolio (o petrolio bianco) e spazzola di metallo e torna come nuovo! Verifica solo lo stato della canna interna: non deve essere rigata.

Fotografa e posta delle foto dell'interno della canna e dei segmenti del pistone.

Comunque a prima vista mi sembra in buone condizioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

di sicuro non è il gt originale del 125...è un doppia alimentazione "castrato" nel senso di avere la luce sul cilindro chiusa da una piastrina (si vede chiaramente...)

per "bloccare il volano" secondo me il modo che hai adottato NON va bene...o meglio, è molto alto il rischio di danneggiare la sede all'interno della quale ruota la gabbietta a rulli...

io faccio così: lascio il gt montato ed inserisco dal foro candela dello spago fino a quando facendolo risalire il pistone non si blocca premendo contro la testa...

lo stesso quando devo serrare il dado.

questo sistema l'ho trovato sulle dispense che erano allegate ai primissimi numeri di Motosprint...sul finire degli "anni '70"

Share this post


Link to post
Share on other sites

bravissimo Andreao!!!

 

io non userei quel sistema per bloccare il volano, secondo me rischi di rovinare la biella

 

esiste un altro sistema "sicuro" ma bisogna costruirsi una specie di gancetto, con un buco, lo avvitti dentro il buco in basso a dx dove si mettono le viti del coprivolano, e praticamente appoggiandosi sulle alette bloccano il volano ..... e piùfacile a farsi che a spiegarsi.

 

restiamo in attesa di altre foto (devo rifare il mio 200 :D )

Share this post


Link to post
Share on other sites

se riesci fai una foto al pistone e alla superficie laterale.. non sembra rigata ma non riesco a distinguere se la parte scura sotto le fasce è dovuta ad un eccesso d'olio o a un ritorno di fiamma (cioà è incrostato o e cotto il metallo della superficie laterale..?). in quest'ultimo caso almeno le fasce sarebbero certamente da cambiare, cosa che potrai controllare inserendole nel cilindro e vedendo in chiusura quanto spazio resta tra le estremità.

belle le foto e la descrizione.

sul sistema di blocca per togliere il volano onestamente io evitarei e cercherei altra strada, all'interno del piede di biella gira la gabbia a rulli e la superficie non deve rovinarsi..se svitando prende leggermente gioco il perno o flette tende a rigartela e non è bene.. quindi se proprio vuoi o usi altro fermo oppure togli quel tappo nero sul volano (che serve a regolare le puntine) e ti costruisci un arnese che blocchi il volano entrando in quel punto e abbia un foro per consentire l'inserimento della chiave.. in rpatica puoi usare una sbarra con saldato un pezzo e squadra che si inserirà nella finestra e un foro all'altezza del dado, così facendo con la sbarra tieni fermo il volano e con la chiave a croce o da 19 sviti il dado.

ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
Possibile che sia un pinasco doppia alimentazione? O anche la polini faceva cilidnri del genere?

 

beh...forse se postasse una foto della testata potremmo avere la risposta...di solito c'è scritto il nome del fabbricante...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora, il GT è Pinasco, non Polini come mi aveva detto il precedenete proprietario.. le fasce le avevo già comperate, vedo se posso farmele cambiare!

 

Prima posto le foto dell'interno del cilindro e del pistone:

86__motore__interno_cilindro_4_175.jpg

86__motore__interno_cilindro_11_107.jpg

86__motore__interno_cilindro_12_108.jpg

87__motore__pistone_1_766.jpg

87__motore__pistone_2_567.jpg

87__motore__pistone_3_148.jpg

87__motore__pistone_4_342.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

poi sentite che è successo per rimuovere il tamburo posteriore: sono stato dal gommista, e quando mi ha "sparato" fuori il dado il motore ha avuto come un colpo (c'ero comunque io che lo tenevo): adesso sulla filettatura dell'albero ingranaggi cambio è presente un taglio molto evidente, immagino che sia da cambiare no?

90__motore__particolare_albero_ingranaggi_145.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per togliere il coperchio della frizione è bastato rimuovere i dadi, e per togliere il coperchio sul dado (anche questo a castelletto) è necessario alzare con delicatezza i due fermi (attenzione a non piegarli)

63__motore__coperchio_frizione_192.jpg

69__motore__frizione_2_199.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
poi sentite che è successo per rimuovere il tamburo posteriore: sono stato dal gommista, e quando mi ha "sparato" fuori il dado il motore ha avuto come un colpo (c'ero comunque io che lo tenevo): adesso sulla filettatura dell'albero ingranaggi cambio è presente un taglio molto evidente, immagino che sia da cambiare no?

 

nel dubbio cambialo, ma io ne ho spezzato uno camminando quindi potrei essere esagerato..

cmq sto motore era rimasto sotto l'acqua, perchè per farsi quel danno o era già danneggiato il filetto ed è stato stretto a morte, oppure si era saldato con la ruggine.. oppure il gommista non sa usare la pistola e svitando è partito dalla coppia massima e ha mosso troppo la pistola. cmq secondo me era già danneggiato.

per il resto una curiosità che olio usava il proprietario su questo motore? saranno le foto ma mi sa che o usava olio fetente o andava al 3 %, ci sono tantissimi residui belli incrostati e le fasce erano da fare, i segni delle sfiammate sotto le fasce ci sono (o almeno così mi pare). quanti km ha? il cilindro all'internio presenta rigature o si è segnato nel punto il cui è rimasto fermo il pistone?

ciao e belle le foto e il reportage.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ed ecco adesso lo smontaggio dei due carter: in rosso sono segnati i prigionieri e i dadi da rimuovere. Per aprire poi i carter, con delicatezza e con un cacciavite a punta piana cercate una fessura e fate leva: ripetete la cosa per più punti del carter, e dovrebbe aprirsi senza troppi problemi (almeno io non ho avuto nessun problema).

Appena aperto attenzione perchè vi scivoleranno fuori un ingranaggio che collega la pedivella a uno degli alberi.

 

E riguardo a questo ho un problemino: quando accendevo la mia Vespa, capitava un po' di volte che la pedivella affondasse, rischiando lo sfracellamento del tallone sull'asfalto. Però mi sembra che gli ingraggi a vista siano a posto... qualche idea?

88__motore__smontaggio_carter_2_180.jpg

89__motore__apertura_carter_217.jpg

89__motore__apertura_carter_10_565.jpg

89__motore__apertura_carter_1_676.jpg

89__motore__apertura_carter_3_206.jpg

89__motore__apertura_carter_4_610.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

chilometri ne aveva 45000.. e penso che il motore non fosse stato aperto da un bel po'.

Ma quindi dici che devo cambiare il pistone o basta pulirlo?

Cosa intendi per righe nel cilindro? Sono visibili delle rigature, ma molto molto leggere! Non ho toccato ma penso che al tatto non si senta!

 

Riguardo allo sporco hai assolutamente ragione.. non hai idea di quanto sia imbrattato! E pensa che all'esterno ce n'era così tanto che la bobina era sommersa dalla morchia! :-)

 

L'interno come vedi anche... per caso consigli di smontare tutto e pulire tutti i pezzi con del petrolio bianco/gasolio o è un'operazione che non serve?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un'ultima cosa: mi dite secondo voi una lista della spesa da fare? Io ho comperato guarnizioni, fasce, dischi frizione, crocera e paraolii.. consigliate altro da cambiare?

Domani vado a fare compere!

Un'ultima domanda.. come procedo lo smontaggio dei vari alberi?

 

PS purtroppo da domani per tutto questo fine settimana sarò via, quindi basta vespa fino a lunedì! :-(

Share this post


Link to post
Share on other sites
Per aprire poi i carter, con delicatezza e con un cacciavite a punta piana cercate una fessura e fate leva: ripetete la cosa per più punti del carter, e dovrebbe aprirsi senza troppi problemi (almeno io non ho avuto nessun problema).

 

possibilmente fate sta cosa solo nei puntio predisposti in cui c'è una cva su un carter e un appoggio sull'altro, non fate questo gioco sulle superfici accoppiate che se si rovina l'alluminio all'altezza della camera di manovella vi servono due semicarter nuovi :-)

 

per il resto prima di montare devi preferibilmente dare una bella pulita a tutti gli alberi d ingranaggi interni del motore, usa benzina visto che dovrebbero essere sporchi solo di olio cambio.stessa cosa con l'interno dei carter, leggenda vuole che montando un motore vespa lo si possa fare con camicia bianca solo alzando le maniche... :-)

il pistone puliscilo lateralmente solo con la benza (come la canna del cilindro), sul cielo del pistone e sotto la testa puoi leggermente carteggiare con carte fine (mai sulla superficie laterale del pistone e sulla canna, mai

dopo aver dato una bella pulita capirai e vedrai se e che segni ci sono sul cilindro..

cmq 45000 non sono pochi e conta che a giudicare dalla morchia dietro al volano il paraolio lato volano soffiava non poco.. per cui forse per evitare o andava a olio al 3% oppure era grassissimo e ciò spiegherebbe tanti residui. cmq senza toccare con mano e vedere con occhio è difficile azzeccare certe diagnosi.

per il resto se ne parla in fine settimana

ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
STAFF

Io denuderei per bene i carter, tanto parastrappi e cuscinetti devi rifarli. Riterrei superfluo sgrassare gli ingranaggi, del resto ci vorrebbe il friol per incrostarli. Certo una pulita non fai mai male, specie se per caso qualche piccolo frammento di metallo dovesse vagare all'interno del comparto cambio.

Piuttosto pulisci bene i carter nell'area del manovellismo; per levare le incrostazioni del carter valvola puoi usare uno sverniciatore chimico, da applicarsi col pennello. E' un sistema molto efficace che permette di evitare operazioni poco simpatiche (data l'area interessata) come la raschiatura con spatole e simili.

 

L'asse ruota a mio avviso è da sostituire tassativamente, troppo rischioso camminarci: chissà che quella cricca non possa estendersi o che comunque il serraggio del dado sia problematico...

 

Bello il tamburo dipinto a pennello :D

 

 

Comunque vai avanti così, alla grande, con ordine e precisione, immortalando le varie fasi: è utile per te ed anche per noi tutti.

Buon lavoro!

Share this post


Link to post
Share on other sites
STAFF

Per gli alberi quoto Tormento. Ma non stare a sgrassarli, anzi rimontando ungili un po', in maniera da agevolare le varie operazioni.

 

Dimenticavo, l'ingranaggio circolare della messa in moto mi sembra un po' sofferente; non me ne stupisco, 45000km senza avviamento elettrico implicano una certa usura del pezzo.. Sostituire.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Per gli alberi quoto Tormento. Ma non stare a sgrassarli, anzi rimontando ungili un po', in maniera da agevolare le varie operazioni.

 

in effetti io quando richiusi il motore lasciai tutti gli ingranaggi a bagno per un pò e riempiti i carter con la benza per vedere se fossero lesionati (i miei si spaccarono su un marciapiede e quelli che ho sotto li avevo recuperati) a quel punto con un pennello diedi una pulita tanto ormai già il grosso si era sgrassato.per il resto l'asse ruota lo pulii bene per misurarlo ed esaminarlo mentre anche al primario una veloce pulita la diedi, giusto per controllare i segni dell'usura ed eventuali altre sorprese. secondo me vale sempre la pena pulire bene tutto e poi magari rioliare o ingrassare montando, ma sono cose soggettive, certi mecca cambiano la crociera senza manco smontare il motore dal telaio.. :-)

cmq concordo sull'ingranaggio, prima me ne sono scordato, cambialo, sicuramente è lui che sgrana.

cerca di capire come si sia rovinato l'asse ruota, secondo me era già così ed era stratto a morte per questo.

ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
Un'ultima cosa: mi dite secondo voi una lista della spesa da fare? Io ho comperato guarnizioni, fasce, dischi frizione, crocera e paraolii.. consigliate altro da cambiare?

 

aggiungi parastrappi frizione e cuscinetti, specialmente banco e gabbietta a rulli del piede di biella. Metterei anche nuovo il tampone fondocorsa dell'avviamento e l'ingranaggio come suggerito da Marben.

Controlla bene che la biella non abbia gioco.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...