Jump to content

Boschetto

Utenti Registrati
  • Posts

    26
  • Joined

  • Last visited

Personal Information

  • Città
    Prata Camportaccio
  • Le mie Vespe
    Primavera 125
  • Occupazione
    Studente (universitario)

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

Boschetto's Achievements

Rookie

Rookie (2/14)

  • Dedicated Rare
  • First Post Rare
  • Collaborator Rare
  • Conversation Starter Rare
  • Week One Done Rare

Recent Badges

0

Reputation

  1. un po OT ma non vale la pena aprire una nuva discussione per ogni domanda che mi viene 😅 nel mentre che aspetto la gabbia a rulli per la leva della frizione sto lentamente ripulendo tutto (ripulito collettore, carburatore, cambiando l'interruttore del freno... ), ieri ho notato che sotto, nel vano motore la vernice è increspata e in alcuni punti manca del tutto. essendo che è nascosto e che al momento non conto di riverniciare la vespa (succedera, ma non prossimamente), volevo provare a limitare l'espansione della ruggine. da notare che sono in (quasi) montagna e generalmente non piove molto, senza contare che la vespa la uso "per piacere" (quindi non se piove), è una brutta idea dare una leggera carteggiata alla ruggine e dare qualche mano di zinco spray? la cosa mi alletta particolarmente perche ho gia tutto qua a casa
  2. la parte conica è quella nell'immagine allegata. al posto che essere piatta (in basso) è leggermente conica (in alto), questo probabilmente è in parte il perche della frizione staccava male. e i 4 dischi. e la molla storta. e un disco rigato... inizio a stupirmi che funzionasse proprio. per ora ho preso un cavo cambio e uno frizione, un set di "stringicavo" qualche candela e alcuni gommini. poi divesi pezzi che cambio sono ancora in condizioni decenti, è giusto che almeno la prima volta voglio rimetterla in sesto bene per capire come dovrebbe andare. rullino ha risolto mio padre, credo che in ditta abbia gli estrattori giusti, quelli per fori cechi. un altra domanda (senza contare le altre che mi verranno mentre assemblo il tutto), il cuscinetto di banco dell'albero motore lo devo mandare a battuta o lascio 1mm di spazio stile px? e poi, monto prima sull'albero e poi metto sul carter o prima monto sul carter e poi infilo l'albero dentro il cuscinetto?
  3. okok, prendo anche una molla standard, se slitta ho comunque la rinforzata pronta. i dischi che ho io sono da 1mm, poco male, li sostituisco. ho paura di essermi spiegato male! il problema è che la parte di contatto su cui scorre il sughero è leggemente conica! da quanto leggo va abbastanza male come cosa, e visto che prima non staccava mi sento di sostituire tutto il disco. eccolo! il primo è il rallino a 1, il secondo a due. dagli esplosi sembra corretto il primo, ma monto il secondo e onestamente mi ispira piu fiducia. su yt purtroppo non ce nulla se non "ah si, quest non vanno cambiati" 😅 anche se ringraziando dio, mio padre è riuscito a estrarlo, quindi per ora siamo a cavallo. la prossima volta ci farò mooolta piu attenzione. qualche consiglio su cosa avere di scorta? al momento ho comprato giusto qualche cavo e morsetto per cavi
  4. perdonate il titolo criptico ma finalmente ho smontato il blocco della mia primavera e sto trovando un po di problemini... prima di tutto, io ho un motore 125 originale, ho trovato dentro il blocco una frizione a 4 dischi ma avevo sempre grossissimi problemi a staccare. mi confermate che una frizione a 3 dischi basta per il motore che monto? inoltre, se metto 3 dischi di che spessore devono essere i dischi metallici da mettere in mezzo a quelli di sughero? 1mm? anche comprimendo la molla della frizione un disco di sughero non girava libero. ho controllato e il disco "chiudi frizione" (per intenderci questo : questo) è leggermente storto, parliamo di circa 0.4mm tra dove inizia il "vuoto" centrale e la parte piu esterna. va sostituito? se si, va bene quello linkato? la molla dentro al pacco frizione contavo di montarne una nuova, di colore scuro "rinforzata". ci sono controindicazioni? il rallino della frizione, quello che monto attualmente è a "2", vedo che pero ne vendono anche da "1". voi cosa consigliate? e infine la vera star, che non mi lascia dormire la sera. essendo che il "meccanico" che ha restaurato la vespa prima che arrivasse a ma ha fatto un lavoro da cani, il blocco internamente era pieno di melma. stavo pulendo a fondo anche i cuscinetti a rulli dentro al carter frizione e quello "con l'o ring" (nel foro che porta all'esterno, in cui scorre la leva della frizione) mentre lo pulivo ha perso i cilindri. poco male no? basta sostituirlo. qui inizia il dramma, perche al momento è mezzo rotto dentro alla sua sede. mio padre è meccanico (manutentore in fabbrica) e lo ha portato al lavoro per vedere che riesce a fare, nel caso non riuscisse a fare nulla voi che consigliate di fare? prendere un altro carter per un cuscinetto bloccato mi pare eccessivo inoltre, voi avete idea di che modello sia la gabbia a rulli? grazie in anticipo!
  5. lho fasata io, è fasata attorno ai 19/20 gradi. riguardo il condensatore non so, perche a freddo ha capacita corretta (0.32uF) ma al momento non ho modo di verificare a caldo 🙃 lo statore ho risaldato io i cavi, la vespa quando mi è arrivata due mesi fa aveva problemi all'impianto elettrico, smontato lo statore i cavi mi si sono polverizzati tra le dita. riguardo al volano hai ragione, non ci avevo pensato. ora ho smontato il motore, nei prossimi giorni lo revisione e vediamo se riparte. per il momento ho trovato il collettore di aspirazione molle, gia quello bene non faceva.
  6. ho una vespa 125, e sembra sia un ibrido primavera/et3. ho il cilindro et3 (con appunto 3 travasi) ma l'accensione a puntine di una primavera. la vespa in questione dopo aver trottato allegramente 700km da quando mi è arrivata (e da quando l'ho rifasata/pullito il carburatore) ha smesso di accendersi. gli ultimi 50km li ha fatto scoppiettando e spegnendosi ed ora non fa nulla. la vespa monta tutti componenti che credo siano originali (non elaborati), ma come faccio a verificarlo? il carter è stato cambiato (infatti non ha piu su il seriale corrispondente al telaio), pero il fatto che non abbia le tacche di riferimento tra carter e statore mi lascia perplesso. visto che al moment non so bene dove mettere mano (era uscita di fase ma anche dopo averla rifasata non parte) sto cercando di capire se ce qualche componente sbagliato. in allegato alcune foto: https://imgur.com/a/DfDqBcx (non riuscivo a caricarle tutte qua) da notare che la tacca sul carter non corrisponde a nessuna sullo statore. come faccio a verificare che le bobine siano giuste? inoltre, come verifico che il volano sia quello giusto? si innesta quindi immagino che non sia sbagliatissimo, pero riguardo a poli e peso? l'unica cosa scritta sul volano è il simbolo piaggio e un 3 sotto. grazie in anticipo! PS: la scintilla la fa
  7. ho una primavera dell'80 e vivo in una zona montuosa. generalmente con la macchina vado tranquillo di freno motore e via cosi, ma una macchina è 4t, una vespa no. visto che parliamo di displivelli importanti (1km su 20km di percorso), è sicuro farlo anche su vespa? il motore è gia rodato, il tachimetro aveva 16mila km quando mi è arrivata e dopo avergli cambiato le fasce ne ho fatti altri 500. grazie!
  8. ok alla fine ho leggermente piegato il raccordo e leggermente modificato la staffa della plancia e la marmitta in qualche maniera è entrata, abbastaza da fare qualche prova almeno. posto che non ho regolato la carburazione del minimo e non era perfetta, la marmitta non ha cambiato nulla. ho fatto scaldare il motore per qualche minuto e poi ho fatto circa un km a bassa velocita, infine ho accellerato al massimo per circa un altro km, ma nulla, non mi sono schiodato dai 60-65 kmh. leggermente meglio di prima ma parliamo di 2-3km/h. che sia il cilindro/pistone/carter? il cilindro ha qualche leggera striatura e il pistone ha preso una leggera scaldata, ma nulla di grave. le fasce sono nuove, mentre del carter non so nulla, non lho ancora aperto, so solo che non è originale (come abbiamo visto qualche giorno fa non ha il modello motore stampato sopra). bho, sono sempre piu perplesso
  9. minchia che velocità! il problema è che montato il collettore, se infilo la staffa della marmitta nel dado che sta sulla cerniera che attacca il telaio al motore, l'altro lato della marmitta non si aggancia al collettore. realizzo che non si capisce nulla, quindi in allegato le foto del problema.
  10. dopo qualche giorno di inattivita rieccoci! finalmente mi è arrivata la proma, ma non riesco a montarla perche ha il collettore troppo lungo, mi viene il dubbio che quella che ho io abbia il collettore per i 50. a questo punto non ho molta voglia di tirare fuori la fiamma ossidrica e modificare il collettore giusto per una prova, quindi stavo pensando di prendere una marmitta nuova e farla finita li. proma o siluro? quali sono le differenze di prestazioni tra le due? la siluro è silenziata? e soprattutto, la siluro è omologata o no?
  11. ok, ho creato un bloccapistone serio, un bloccavolano decente, modificato l'aperura delle puntine e rifasato a 19. stretto a 50N/m il dado del volano e prossimamente dovrei mettere le mani su una proma. dai che mi sento vicino alla fine di questa avventura. per sentito dire mi pare di capire che cambiando la marmitta con una piu "aperta" la miscela si smagrisce e quindi devo aumentare i getti. è corretto? in tal caso partirei con il vecchio 85 che avevo gia montato, o avete altri suggerimenti? pensavo nche di fare un po di miscela al 3 giusto per andare sul sicuro. inoltre, al momento la marmitta me la sono giusto fatta prestare. qui siamo in una zona rurale in cui a parte gli scooter 50 dei 14enni il resto è modificato, quindi non sono particolarmente preoccupato delle omologazioni. se la proma mi rendo conto che spinge, voi cosa mi consigliate di prendere? sempre quella o ci sono altre marmitte piu adatte? idealmente mi piacerebbe montare un silenziatore, ma vorrei anche fare quei famosi 90km/h dichiarati dalla piaggio
  12. sisi, domani con calma prendo e tiro del filo nuovo, almeno riesco a spegnere comodamente il motore e do un occhio al colore della candela con sfiammate intendevo delle puntine, ora ho l'apertura attorno a 0.35mm e ogni tanto vedo delle piccole scintille ma appunto le vedo ogni tanto e a puntine quasi chiuse quindi credo siano normali. io effettivamente di tanto in tanto ho degli scoppi, e mi hanno detto che si vedeva la fiamma. questo pero quando c'era il filo rosso ballerino, ora non ne fa piu. è corretto escludere problemi di anticipo? comunque, per trovare il pms uso un dado di traverso nel foro della candela (bestemmia lo so) e facendo attenzione a non forzare trovo i gradi sul disco graduato. poi appunto, metto il disco in modo che la "media" dei due punti in cui il dado tocca il pistone sia 0 e li è il pms. poi faccio due segni sui carter e con il multimetro vedo quando si chiudono le puntine, e faccio in modo che sia 19 gradi prima del pms. inoltre, io qua sono in campagna, il traffico è molto scorrevole e ogni tanto ci andrei in montagna (mai sentito parlare di madesimo?), avrebbe senso ridrre un po l'anticipo, che so 16 17 gradi, per farla spingere di piu agli alti? anche se credo questo discorso vada affrontato dopo aver superato la barriera dei 60 km/h... continua a rimanermi il dubbio della marmitta pero. io ho quella in figura in alto, ma non so come valutare se sia buona o meno
  13. ok, non è lui. per altri motivi mi sono messo a controllare la bobina AT e tutto il filo fino allo spegnimento, è venuto fuori che tra la scatola a bassa tensione e il manubrio il filo rosso di tanto in tanto fa corto e per questo il motore va a strappi. staccando il cavo che va al manubrio funziona normalmente, mi sono fatto 5km e tutto ok, ho riattaccato e i problemi sono ricomparsi. domani con calma riguardo quel pezzo di cavo e risolvo. riguardo le sfiammate credo siano normali, le vedevo ogni tanto e con le puntine praticamente chiuse (bastava che mi spostassi di alcuni mm perche non le vedessi piu). il condensatore inoltre lho misurato a caldo e era a 0.32uf, come dovrebbe essere. in questo momento ho l'anticipo a 19, e ho un getto del max da 75, nonostante questo continuo a arrivare a max 65 km/h, cosa potrebbe essere? PS: giusto perche mi è venuto il dubbio anche a me, sono sicuro sia 125 perche gli ho cambiato le fasce prima di scrivere qua, e sono da 55mm 😅
  14. oddio, mi sembra strano sia lui, questo sia perche fino a qualche giorno fa andava, sia perche oggi non ha fatto in tempo a scaldarsi, dopo un minuto stavo smontando il volano e non era nemmeno tiepido. comunque, posso provare. come dicevo in un altro thraed sono anche elettronico e dovrei gia avere in giro dei condensatori adatti, mi sapete dire le specifiche? meglio ancora, vedo che la capacita è di 0.32uF, se abbondassi? ho in giro condensatori da 250V 1uf, se montassi quelli sarebbe un problema?
  15. ho smerigliato cono e albero, alla fine con una lima, ccarta vetrata fine, un indelebile e la pasta abrasiva ho fatto un ottimo lavoro, anche solo puntando il dado il volano non scappa. ho ancora acceso ed è partita bene, dopo aver alzato leggermente il minimo rimaneva accesa senza problemi. appena partiti il motore tirava fuori bene potenza, dopo 50 metri ancora prendeva vuoti fino a spegnersi. per scaramanzia ho controllato la chiavella ed era integra, nemmeno segnata. provo a lasciarla ferma qualche ora, dopo gli monto ancora il getto 85 e vedo che succede, adesso scusate ma devo studiare, domani ho un esame PS: ho ancora dato un occhio e faceva qualche sfiammata. dopo devo ricontrollare le puntine. che sia anche solo questa la causa di tutto?

Board Life Status


Board startup date: September 04, 2017 19:43:09
×
×
  • Create New...