Jump to content
VR News
  • IMAGES HOSTING
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.

Aragon

Utenti Registrati
  • Content Count

    14
  • Joined

  • Last visited

  • Points

    38 [ Donate ]

Community Reputation

0

Personal Information

  • Città
    Milano

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Il problema allora quale può essere?
  2. ma se metto il distanziale di 45mm proprio per px che vendono sul sito www.officinatonazzo.it riesco a riallienare il motore
  3. l'ammortizzatore precedente non so se era il suo originale, ma comunque ha la stessa lunghezza di quello montato ora, precedentemente il motore era quello della TS e pertanto ho dovuto acquistare un motore vlx1m. L'ammortizzatore che ho acquistato e quello della px 1 serie con frecce
  4. Si, l'ammortizzatore è il carbone. Inoltre ho visto che nel distanziale precedente c'erano due ranelle una tra distanziale e tampone e l'altra tra distanziale e ammortizzatore
  5. Ho sbagliato sezione, non riesco a spostarlo nella sezione giusta
  6. Dopo aver montato il motore sul telaio mi sono accorto che lo stesso guardandolo dal lato volano sembra abbassato. Per spiegarmi meglio il coprivolano non è perfettamente in orizzontale allenato al cofano (vedasi foto). Premetto di aver messo un distanziale ammortizzatori posteriore di 55,5mm in quanto precedentemente ne era montato ma la px montava il motore siglato vnl3m e non il vlx1m. Potrebbe essere quello il problema?
  7. Salve a tutti, sono alle prese con il restauro del mio px del 1982, dopo averlo portato a sabbiare con applicazione di fondo a polvere ( lavoro da spettacolo consigliato dal sabbiatore) ho portato il px dal mio carrozzeria. Lui non ha mai fatto le vespe e quindi mi chiedeva se i punti saldatura presenti nel telaio (zona nasello, zona bauletto, zona ruota di scorta e motore),che a sabbiatura avvenuta sono saltati fuori, devono essere stuccati.
  8. Il dubbio per la scelta del colore rimane sempre lo stesso, il blu marine non mi fa impazzire preferirei un biancospino, ma non so se posso farla di quel colore visto che neanche gli esaminatori FMI per il registro storico non sono in grado di rispondere quali sono le colorazioni per il px150 del 1982, a tal punto una domanda mi sorge spontanea se neanche loro sono in grado di rispondere a chi spetta la decisione per scrivere la Vespa al registro storico???
  9. Con tutte le informazioni che avrà fornito lo avranno cacciato dalla piaggio
  10. Sì qui di seguito ti giro il link che mi ha inviato la piaggio e la risposta per email del servizio clienti https://service.piaggiogroup.com/Vintage/richdetail.asp?L=IT&B=Piaggio
  11. Buon pomeriggio a tutti, In fase di restauro del mio px 150 del 1982 mi trovo nella scelta del colore, attualmente il mio px è un grigio antracite metallizzato, non so se è il suo colore originale o meno (qualcuno ha info in merito a questo colore?) Comunque pensavo di verniciarla con i colori previsti per l'anno, facendo una ricerca ci sono varie informazioni discordanti, in alcuni siti internet vengono citati per quel modello e anno tre colorazioni (azzurro metallizzato, blu marine e sabbia) in altre parti viene compreso anche il biancospino, azzurro Cina e argento chiaro di luna Met. , anche gli esaminatori FMI hanno le idee confuse, contatti per chiarimenti uno mi risponde con tre colorazioni l'altro con le sei colorazioni sopracitate. Ricontattati nuovamente entrambi mi rispondono di rivolgermi direttamente in piaggio ( gli esaminatori cosa verificano se non sanno nemmeno che colori originali avevano le vespe?)costo dell'informazione in piaggio euro 40. A me piacerebbe farla biancospino, qualcuno di voi ha restaurato un px 150 del 1982 e con chi e colorazione?
  12. Grazie per la risposta Il fatto di non aver forse creato nessun danno con il martello di gomma mi rincuora parecchio (speriamo bene), l'albero non entrava sicuramente perchè utilizzavo un dato non suo (ovvero quello lato volano) forse dovevo utilizzare quello a castello, guardando ieri i vari metodi di inserimento albero motore c'era la tecnica con il dado a castello, se solo avessi avuto pazienza nell'aspettare ed informarmi prima, comunque ormai è andata speriamo bene. Per il fatto che vi sia quell'impercettibile (meno di un mm) dislivello tra battuta dell'albero e cuscinetto, è normale? Per le chiavette ho provveduto a limarle per farle entrare perfettamente nella sede... Ho montato su una frizione polini 4 dischi, quali sono le opinioni?
  13. Buonasera a tutti, mi presento sono un felice possessore di un PX 150 E del 1982 da piu' di 15 anni, purtroppo a causa di un brutto incidente avuto nell'ottobre 2008 la vespa ha subito un pesante danneggiamento al motore ovvero, entrambi i carter si sono spezzati (braccio che va all'attacco del telaio e zona pedivella), ma fortunatamente non ha subito importanti danneggiamenti al telaio. Ho abbandonato un po le due ruote fino a quando mi decisi di acquistare un nuovo motore per poter riprendere nuovamente la mia amata vespa. Diedi l'incarico a mio fratello, in quanto io per lavoro non abitavo vicino dove lasciai la vespa, di cercare un nuovo motore anche con miscelatore, e cosi è stato e pertanto veniva montato un nuovo motore 150 cc con miscelatore facendo la c..ta di bucare il telaio per la famosa bolla dell'olio . Circa 3 anni fa decisi di portare la vespa dove vivo da ormai 10 anni (ovvero la regione Lombardia) e scopro con molto dispiacere le allora regole di restrizione per i motocicli 2T Euro 0 e pertanto iniziai ad adoperarmi per provvedere all'iscrizione al registro storico ma scopro con stupore che avevo su il motore VNX1M con gruppo termico 150 cc e per mancanza di tempo abbandonai il desiderio di circolare con la vespa. Quest'estate mi sono deciso a portare a termine il progetto "restauro" e pertanto da settembre ho iniziato a smontare la vespa, mi sono messo alla ricerca di un ormai introvabile motore vlx1m senza miscelatore, ne ho trovato uno sembrava in discrete condizioni e lo pagai 300 euro. A fine ottobre ho iniziato il restauro del motore e pertanto una volta aperto ho fatto l'amara scoperta ovvero cilindro arrugginito, pistone arrugginito e incastrato nel cilindro, albero motore arrugginito, per poter smontare il gruppo termico ho dovuto rimuovere i prigionieri ed aprire i carter. Non dico l'incaz..tura nello scoprire ciò ma ormai mi ero messo in ballo, e pertanto ho deciso di cambiare i pezzi a mio parere non recuperabili se non con operazioni da tornitori (ormai introvabili). Per non portarla alla lunga ho cambiato i cuscinetti ed un albero motore nuovo, ho preso un anticipato marca Jasil, perché ho intenzione di mettere i DR 177. Cuscinetto di banco inseriti nella sede come il burro, dopo aver scaldato per bene il carter, inserisco l'albero motore con il metodo del dado ma nulla il dado non si avvita, dopo innumerevoli tentativi e situazioni di snervamento decido di scaldare il cuscinetto in quanto l'albero motore era entrato a metà, ed esasperato prendo a martellate con martello di gomma l'albero (si lo so sono un macellaio, sicuramente mi verrà detto che ho distrutto tutto compreso il cuscinetto. Ormai provo a chiudere il blocco sperando che funziona, tanto non faro molti chilometri all'anno) l'albero è quasi arrivato a battuta c'è un piccolo dislivello meno di un millimetro, è normale? Provo ad inserire le chiavette che ho recuperato nell'albero motore arrugginito (chiavette smussate) e queste non entrano assolutamente nella sede ho provato leggermente a pulirle con una spugna abrasiva ma senza risultato, le chiavette non sono tutte universali o ci sono di varie misure? visto che devo acquistarle che misura devo prendere? Ringrazio in anticipo per le risposte
  14. Aragon

    Aragon

×
×
  • Create New...