Jump to content
VR News
  • IMAGES HOSTING
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.


  • Posts

    • Grazie ragazzi per questi racconti, è proprio vero che la passione della Vespa "non ha prezzo" Dalla mia non ho imprese epiche da raccontare come di chi è intervenuto. A 20 anni, in procinto di partire per l'Erasmus a Barcellona e non avendo nessuno che mi custodisse la Vespa a Padova dove stavo studiando, decisi di partire in solitaria alla volta della Liguria, mia regione Natale. Furono due giorni di assoluto silenzio, con in sottofondo solo il rumore rassicurante del motore della mia VBB2. Sosta a Modena in ostello, e poi volata verso il mare del golfo dei Poeti. Presi un paio di calde, me ne fregai. Mi aspettava la vita! Grazie ancora, davvero bei ricordi.
    • Ganzi!! Stasera cerco le foto di quell'evento per noi "epico"
    • ... mi fate venire le lacrime agli occhi ... 1983 .. riviera ligure ... 7 o 8 vespe partite da Milano (i più lontani da Brescia) destinazione Francia (Hyères) per incontrarci con altri amici (in macchina) a fare windsurf ... Secondo me ci siamo incrociati!!! io avevo un GS 160 bianco, ma c'era anche il mio vespino 50. A quell'epoca aveva ancora il colore originale blu guidata da uno alto 1,80, faceva impressione
    • ciao,la Vespa per farti tornare mentalmente giovane ma per davvero,la devi usare sempre e sopratutto in inverno con i geloni e le giornate di nebbia,perché quando non hai l'età della patente e il tuo mezzo è la Vespa o il dito per fare l'autostop (ndr i miei mezzi di trasporto del primo lustro degli anni 80),ricordo quando si andava al paese x perché ci sono le "fighette",oppure al Celebrità a Pavia il sabato sera,in Vespa ci si andava con qualsiasi condizione meteo per di più senza l'ausilio del casco.Quello che è certo è che anche se la Vespa era eleaborata,i viaggi si facevano con più calma,moolta calma e senza molte paranoie che ci prendono in questa era.Ricordo nel 1983 siamo partiti con destinazione San Remo,in 4 Vespe e uno con il Laverda 125lz. Ogni 50 km ci fermavamo a farci i convenevoli facendo girare  a cerchio delle misteriose sigarette che emettevano un sapore mistico,in 12 ore siamo arrivati a Varazze,mentre ora facendo la medesima strada al massimo ci impieghi 3 ore /3 ore e mezza,il giorno dopo invece siamo stati più veloci,ci abbiamo messo 3 ore ad arrivare a destinazione.   Infine noto che in alcune zone in Italia,i ragazzini di 14 anni invece di seguire la massa dei loro coetanei nell'obrobrio mondo virtuale,hanno per le mani dei 50 special sui quali si sporcano le mani e imparano ad impennare.A questi un plauso e un caloroso GRAZIE ,a questa rara specie dovremmo dare oggettivi contributi a 360°

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation on 05/19/2020 in all areas

  1. 1 point
  2. 1 point
    Carissimi, con questo post vorrei proporvi una guida passo dopo passo per modificare, al fine di renderlo più performante, un'albero mazzucchelli "anticipato". Premessa: Con le parole e le foto presenti in questo intervento, ho intenzione di documentare, le lavorazioni che permettono di rendere più performante (e meno vibrante) il componente sopracitato; le operazioni di seguito riportate vanno effettuate con attenzione, perizia e prudenza a fronte della difficoltà dell'intervento. Si tratta sostanzialmente di due operazioni: flussaggio della spalla d'immissione e bilanciatura, ho pensato che condividere sul forum la mia esperienza, potesse essere utile a tanti utenti. Occorrente: Per effettuare il lavoro servono sostanzialmente 6 cose: - Un albero mazzucchelli "anticipato" - Una smerigliatrice angolare - Un disco da taglio per l'acciaio da 1mm o 0,8mm - Un disco lamellare per smerigliare di grana 80-100 - Uno straccio con cui proteggere la biella dai residui di lavorazione - L'energia elettrica per far funzionare l'elettroutensile Interventi: Si interviene soltanto in due punti ma in modo diverso: dalla parte della frizione si opera per abrasione mediante il disco lamellare, mentre dalla parte del volano si esegue prima un taglio al fine di asportare una fetta di albero e poi si rifinisce con il disco lamellare operando piccole sottrazioni di materiale fino a portarlo esattamente ad ore 12. Scusandomi preventivamente per i colori usati, segnalo le aree da lavorare inserite nei cerchi rossi e la linea di taglio in giallo. Per stasera ci fermiamo qui, domani -a Dio piacendo- proseguo il post inserendo le operazioni pratiche.
×
×
  • Create New...