Jump to content
VR News
  • IMAGES HOSTING
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.


  • Posts

    • ciao,pur non avendo esperienza condivido la tua opinione,MA,mi domando: il DR si monta perché costa poco,perché è affidabile,perché ha prestazoni oneste. Quale è la differenza in euro per avere un gruppo termico alternativo,performante e affidabile?
    • Io al tuo posto la farei sabbiare.. Inviato dal mio ONEPLUS A5010 utilizzando Tapatalk
    • Altro dubbio nelle foto si vedono tracce di ruggine che sembra superficiale, la sabbiatura la eliminerebbe a fondo oppure solo in modo superficiale? Se la eliminasse in modo superficiale per effettuare un intervento risolutivo cosa dovrei fare?
    • Perché il 177 originale esiste? Il 102 originale esiste? L'84 esiste? Ecc..   Non dà molto, ma è pur sempre un motore elaborato e le differenze si sentono eccome rispetto all'originale. Ps: L'hai mai provato uno di questi motori? Troveresti risposta a tutte queste domande.   Manuel            
    • fra 1 settimana o al massimo due avrò tempo per carburare un pò meglio il mio stelvio e avrò qualche dato in più per dirti quanto "ciuccia" in rodaggio sembra ancora accettabile...

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation since 03/08/2019 in all areas

  1. 3 points
    sono scritte di fabbrica fatte con la penna elettrica per codificare i pezzi, viste le condizioni de cono albero motore lato volano controlla bene lo stato de cono del volano.t5rosso
  2. 3 points
    Che sia pieno di Vespe truccate è scontato, sappiamo come vanno le cose. Il punto sta in quanto dichiarato, qui e altrove, con possibili ricadute, nel tuo interesse e di quanti agissero nello stesso modo. Per la stessa ragione, ovvero nel tuo esclusivo interesse, avrei evitato la sfilza di scansioni dei documenti, che peraltro poco attengono alla discussione. E forse anche il centro revisioni, visto il preambolo, te ne sarebbe grato [emoji23] Detto questo, buon divertimento! Inviato dal mio Redmi Note 7 utilizzando Tapatalk
  3. 3 points
    Certo che tu riesci a vedere la polemica ovunque. Il mio era solo in consiglio. Se fossi l'organizzatore di in evento simile e se dovessi leggere un post simile di in partecipante, il giorno del evento non lo farei partire. Tutti lo fanno, penso che non ce ne siano di mezzi originali a questi eventi ma mi sembra una leggerezza scriverlo cosi apertamente su in forum pubblico. Vol.
  4. 3 points
  5. 2 points
    Quando viene consigliato il Dr è perché è l'unico cilindro che risponde alle richieste di chi in quel momento sta chiedendo un supporto. Sarà banale ma è così. Non vedo nulla di strano. Va bene, quindi non vedo cosa ci sia di strano...se ha un po di bava sulla fusione della testa....che c'è di male? Ne ho montati diversi, qualcuno mi ha chiesto di toglierle, altri non se ne sono interessati e sono sempre li che girano...se n on ti va un dr, metti un rms , non arrivi dal cortile al tabacchino😆
  6. 2 points
  7. 2 points
    Ciao a tutti! Ho sistemato altre due cosette..la prima è il perno che comanda il freno posteriore..e la seconda la pedalina avviamento..il perno come spesso capita era consumato nelle due zone dove strofinano le ganasce..in questo caso era molto consumato..e le possibilità erano 2..la prima comprarlo nuovo..il problema è che non si trova.. c'è solo quello tipo px.. più lungo..la seconda era recuperare il suo facendo un riporto di saldatura.. rifare i piani e poi..non so se andava fatto ma io l'ho fatto.. temprarlo..la pedalina invece era molto storta..e rigata..ma ho deciso di recuperare pure quella..scaldandola e trovando la giusta geometria.. ma ecco le foto.. il risultato è molto soddisfacente.. Inviato dal mio ONEPLUS A5010 utilizzando Tapatalk
  8. 2 points
    Numerosi Vristi presenti ......😎 eccone un paio
  9. 2 points
    Io leggo 81000, che guardando il catalogo ricambi e' il codice ricambio dell'albero. Quelle scritte fatte a mano sono presenti anche sui pezzi del mio motore, ma nel caso dei pezzi di cui ho le foto non corrispondono al codice ricambio. Vol.
  10. 2 points
    NEWS IMPORTANTE: allora ragazzi ho parlato col Tosa di Torino, gentilissimi, i quali mi han dato il numero di un signore - antonio Di Lario- che lavorava per loro in quegli anni e mi ha detto che sono andati a Pontedera a prendere un certo quantitativo di vespa primavera amaranto - CHE HANNO REGALATO AI GIOCATORI DEL TORINO F.C NEL 76 PER LO SCUDETTO! questo è quello che mi ha saputo dire, poi mi ha detto che comunque in officina ne vedeva parecchie in centro a Torino. bhe insomma, il "cerchio si stringe" 😄
  11. 2 points
    Qui la suddetta vespa Era dal mio carrozziere per una ripresa non ho capito se le 3 vespe conservate che hai visto avessero già il fanale post tutto in plastica in ogni caso anche con questa versione in alluminio verniciata è contemplata proprio fino ai primi esemplari 76 "-fanalino posteriore con corpo in alluminio verniciato in tinta carrozzeria (montato fino al telaio 0140161- inizio 1976)" Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
  12. 2 points
    Faccio un re-tag di quanto già detto. Inutile fare i moralisti, inutile far polemica tra noi che abbiamo la stessa passione. Di vespe originali Domenica ne ho viste gran poche. E le originali, sopratutto tra i farobassi, erano quelle in difficoltà con i tempi di trasferimento. Anche se di gara di regolarità si tratta, un po' di brio in più fa sempre comodo, e chi fa quelle gare lo sa. E lo sanno anche gli organizzatori. Credo che Paolo sia adulto e vaccino per aver deciso di partecipare con un motore così, che alla fine ritengo un bel motore da turismo veloce, dato che con un motore simile un ragazzo si è fatto il giro d'Italia lo scorso anno.
  13. 2 points
    Buongiorno a tutti, rieccomi qui dopo tanto tempo (punteggio reputazione ultra dimezzato..prego ) sono arrivato a una conclusione-teoria interessante. in questo periodo di "assenza" ho trovato 3 primavera amaranto originali conservate tutte targate con province piemontesi (TO -AT) e prodotte in un'annata particolare che non sapevo potesse esistere nel vocabolario "vespa primavera amaranto", il 1976!! io credevo che l'amarato fosse "prodotto" in concomitanza della 50 R a cavallo 73/74. ma perchè il 76? telaio 145*** e telaio 147***??! perchè amaranto con faro posteriore SIEM TRIOM del 76? perchè proprio in quel del piemonte o al max al confine??!?? e allora tutto mi si fa più chiaro quando, cercando di trovare una soluzione plausibile al binomio "amaranto-piemonte 1976", mi fermo ci penso ci ripenso ci rimugino su e sbaaam!!! la lampadina mi si accende su un particolare "estraneo" al mondo vespa ma che forse potrebbe avere un nesso interessante che probabilmente accomuna molti di noi vespisti ..iL CALCIO! il Torino, il secondo grande Torino capeggiato da quel burlone di ciccio Graziani, vince lo scudetto nel 1975-76! che sia stata proprio una gentil " riconoscenza o volgarmente riproposta colore" al tifoso granata da parte di mamma Piaggio dopo "l'insuccesso amaranto del 73/74 ???! a voi la Vs interpretazione. io la mia l'ho voluta dare. Buona Primavera a tutti !!!!!!!!!!!
  14. 2 points
    No, la Nuova 125 aveva uno scudo piu largo. Vol.
  15. 2 points
    Strana domanda da uno che ha già restaurato vespe (?)
  16. 2 points
    Aggiungo uno spunto di riflessione ulteriore alla discussione, legato alla possibilità o meno di produrre un motore 2T in grado di essere in regola con le norme sull'inquinamento Euro5... https://www.motociclismo.it/motori-moto-2t-euro-5-tecnica-72288
  17. 2 points
    Passiamo alla forcella, purtroppo ci siamo accorti che di questa fase, abbiamo fatto poche foto dei dettagli, le mani erano perennemente sporche di grasso. Le sedi dei rullini sono state inserite usando una morsa in modo da evitare di dare colpi che potevano anche non finire nel posto giusto Poi abbiamo inserito i rullini e successivamente i due spallamenti nuovi compresi nel kit. Il feltro di tenuta della rondella di ottone è stato sostituito. Eccolo finito avevo comprato anche la rondella in fibra nuova(in foto) ma alla fine abbiamo deciso di montare la sua originale girata per mettere la parte più consumata verso il mozzo. Sembrava comunque più spessa della nuova. Il mozzo montato sulla forcella. Poi abbiamo montato la molla Ed infine anche l'ammortizzatore, e' quello di Pascoli per VN, lui dice che monta sulla VNA ma non e' originale, come ho potuto verificare di persona su un certo numero di conservati, e dal catalogo ricambi Piaggio, l'ammortizzatore e' lo stesso delle VN. Po siamo passati alla camma del freno, Cuscinetti,e distanziali e tappo del perno ruota Ganasce ed alberino montati Tamburo freno Infine il rinvio contachilometri Ed eccola pronta Vol.
  18. 2 points

    Version 1.0.0

    139 downloads

    Tavole esplosi corredati di codici delle parti di ricambio per Vespa PX 125 T5. File .PDF
  19. 1 point
    Sei decimi di gioco di montaggio (ma dove?) significano sicura distruzione del pistone nel giro di poco tempo. Per cilindri di questo genere stiamo senz'altro al di sotto dei tre decimi misurando il pistone nei primi millimetri sotto la fascia inferiore. E quando si parla di gioco di montaggio è essenziale specificare questo dettaglio altrimenti sono numeri sparati grossolanamente e senza la minima cognizione di causa, ovvero proprio ciò che non occorre in una discussione oggettiva ed edificante. Personalmente ho dissuaso più di una persona dall'acquisto di un DR (per esperienza) proprio alla luce della notevole rumorosità dei prodotti recenti. Ma bollarlo come inaffidabile perché rumoroso non gli rende giustizia ed è una considerazione che sul piano logico non può certo essere convincente (confutata peraltro di innumerevoli esperienze in tal senso). Inviato dal mio Redmi Note 7 utilizzando Tapatalk
  20. 1 point
    Ciao a tutti mi chiamo Davide, mi scuso anticipatamente se ho sbagliato sezione ma non ho trovato linee guida per i nuovi iscritti, dal telefono mi risulta un po' difficile. Ho 24 anni e una brutta malattia, mi piacciono le vecchiette 😅. Queste sono le mie, che con il tempo sto sistemando. Per ora sono concentrato sulla vnb che ho preso da poco. La 50r invece è stata sempre in casa e ci tengo molto. Non appena riuscirò a capire come pubblicare le foto a dimensione ridotta dal telefono seguiranno altre foto, per il momento link da Instagram 😆.
  21. 1 point
    Stamattina ho usato la tecnica del fiammifero..e ho pulito la sede dello spillo..ma vedevo che il galleggiante aveva degli impuntamenti... allora ho passato con carta abrasiva da 1200 su un piano i due lati del galleggiante dove passa il pernetto.. provato. Funzionava bene. Ma bisogna centrare perfettamente il coperchio sul corpo carburatore.. comunque.. montato..per il momento non perde..ma c'è un'altro problema..non parte..nel senso che la scintilla c'è.. candela nuova..ma dopo 3 spedivellate..la candela è bagnatissima.. cosa mi consigliate? Provo con un'altra candela? Può ancora essere il carburatore? quando provo.. esce benzina da sopra il carburatore. Da dove entra l'aria del filtro.. può essere che butta troppa benzina? Inviato dal mio ONEPLUS A5010 utilizzando Tapatalk
  22. 1 point
    tamburi PIAGGIO solo se NOS (vecchia scuola) o cmq un buon usato, altrimenti FA ITALIA vanno benissimo. I piaggio nuovi sono gli RMS (made i taiwan ) ripunzonati , ovvero logo PIAGGIO non a rilievo come i vecchi , con il piccolo problemino sotto riportato (questo giusto per riprendere il discorso sull' odierna qualità dei ricambi Piaggio).
  23. 1 point
    Anche la mia 23-24 li fa andando in ufficio (città + tratto extraurbano). In viaggio consuma meno.. Ciao
  24. 1 point
    lo statore si può recuperare cambiando tutti i cavi rovinati dal tempo, consigliabile usare fili con guaina isolante al silicone, quella dei fili elettrici dei ferri da stiro se cerchi qualche guida c'è. questa è la sezione x le small frame e tu hai una large frame (px) la scatoletta nera o blu.... se intendi quella da dove parte il filo candela... è la centralina elettronica dell'accensione, quella più sopra che hai aperto serve per fare il collegamento tra impianto elettrico del telaio e motore, il filo che è stato isolato porta alimentazione alla centralina elettronica e viene collegato anche alla chiave, quando la giri x spegnerla viene messo a massa, così facendo si fa un cortocircuito togliendo alimentazione alla centralina ovvero niente più scintilla alla candela, puoi lasciarlo così, ma se vuoi si può fare una riparazione meno spartana tagliando il pezzo di filo rovinato, sostituendolo con uno nuovo, saldandoli a stagno e ricoprendo la saldatura con guaina plastica termorestingente, difficilmente lo fa un meccanico, vai da un elettrauto e in 5minuti ti fa il tutto.
  25. 1 point
    vanno da 4500 a 6500? diciamo che chiedono quei prezzi, ma dubito che le vendino...
  26. 1 point
    Se la targa non è piu presente, devi comunque reimmatricolare con targa europea. Vol.
  27. 1 point
    Potresti usare l'altra sede, ma dovresti adattare lo statore per tornare in fase... Non so manco se sia possibile, ma di certo non conviene. Consiglio da un bischero (come si dice in maremma) prenditi una strobo.... si trovano anche a prezzi veramente bassi... E' importante impostare il giusto anticipo, sia per le prestazioni, che per la durata del motore. Considerando che i riferimenti sul carter/statore non sono mai giusti ed aggiungendo che la sede della chiavetta del tuo volano è stata fatta dopo, con tutte queste approssimazioni, rischi di avere un anticipo completamente sballato....
  28. 1 point
    Sto ricondizionando una vespa 50 special del 1978, e, avendo cercato in internet la lunghezza delle guaine dei cavi comando ho trovato delle misure talvolta discordanti. Così posto quelle delle guaine che nel frattempo ho smontato per sostituirle e che paiono originali. Forse, un giorno, queste misure potrebbero servire a qualcuno. Va tenuto conto che una certa deformazione di quelle dell’acceleratore e della frizione potrebbero averne cambiata la lunghezza di una manciata di mm. GUAINE MARCE Ø 5,2 mm (una grigia ed una nera) lunghezza 1560 mm, bloccate da un morsetto in alluminio lungo 22 mm posizionato a 124 mm dall’estremità delle stesse al manubrio. Dalla parte opposta 400 mm di guaina Ø 10 mm interno (non del tipo termo restringente e più spessa di questa che normalmente si trova). Potendo questa scorrere lungo le guaine stesse non ne conosco l’esatto posizionamento, ma ovviamente è in corrispondenza del passaggio all’interno della scocca. GUAINA FRENO POSTERIORE Ø 7 mm (grigia) lunghezza 680 mm GUAINA ACCELERATORE Ø 5,2 mm lunghezza 1350 mm GUAINA FRIZIONE Ø 5,2 mm lunghezza 1530 mm
  29. 1 point
    Penso che cambi anche lo stelo, e' quello che ti da la lunghezza insieme alla molla. Vol.
  30. 1 point
    Alla fine ti sei fatto persuaso anche tu che quella Vespa così impennata non poteva essere normale... Devi procurarti il distanziale cod. 70634, misura 42 mm. Vedi questo mio post.
  31. 1 point
  32. 1 point
  33. 1 point
    Ho una certa difficoltà a datare questa foto. I mezzi sono degli anni 50 e, forse, anche di qualcosa in meno, vista la Topolino, ma l'abbigliamento delle donzelle, mi pare troppo avanti!!!
  34. 1 point
    Il carburatore è il medesimo SI 20/20, ma con configurazioni di getti differenti. Oltre al cilindro, meccanicamente cambia anche la rapportatura del cambio. Puoi adottare un cilindro 150 sul tuo 125, adeguando semplicemente la carburazione. Questo gli darà un po' di brio in accelerazione e qualcosa di più in coppia e potenza, il guadagno in velocità massima e quasi trascurabile per via della rapportatura.
  35. 1 point
  36. 1 point
    Io saprei risponderti solo sulla candela: visto il motore un pochino 'pepato' ed evitare possibili scaldate, metti una candela abbastanza fredda. Una ngk b8hs o equivalente di altra marca (ottime anche le Bosch) andrebbero bene. Vito
  37. 1 point
    Certamente @paletti domattina se becco un attimo che non piove faccio un nuovo video con aggiornamento del rumore e la ripresa da più punti a motore in folle con la frizione tirata e motore in folle c'è una variazione minima anche in termini di vibrazioni immagino rallentino o quasi si fermino gli ingranaggi del cambio e con la prima innestata dove il rumore fastidioso viene praticamente eliminato completamente
  38. 1 point
    Anche io interessato all'argomento....e anche io sono al corrente di questi condensatori dotati, a quanto dice chi li vende, di componentistica elettronica, invece che dei classici approcci forse sicuramente datati, a carta di alluminio...sono seriamente tentato di procurarmente uno...per quello cercavo anche esperienze di chi li avesse già provati...
  39. 1 point
  40. 1 point
    Grazie Luca. C'è una cosa che ancora non ho detto, mio papà sapeva che avevo iniziato a restaurare la sua Vespa, ma non gli ho mai detto che era stata finita. Penso allora che piuttosto che arrivare a casa sua con la Vespa, sarebbe stato più bello vedere se la ricordava, era dal lontano 1984 che non la vedeva del suo colore originale. Allora mi viene in mente una cosa carina, parcheggiarla fuori dal concessionario dove la acquistò nel 1957 che si trovava sul lungo lago. Parte la macchina organizzativa. Porto la Vespa a Verbania, con una scusa faccio venire a Verbania pure i miei genitori. Quando sono li, mia moglie con la scusa che c'è una mostra di camelie e che i suoi genitori sono già sul lungo lago che la aspettano, invita i miei genitori ad andare alla mostra. A questo punto scatta la sorpresa, io parcheggio la vespa fuori dallo stabile dove c'era il concessionario e mi nascondo poco lontano per osservare la scena. Avviso mia moglie che siamo pronti e le dirige il gruppo verso la Vespa. Mio suocero attira l'attenzione di mio papa dicendo, "guarda quello dove ha parcheggiato, dovrebbero dargli al multa". L'allegro gruppetto che sta arrivando nei pressi della Vespa Mio papà appena la nota, parte in quarta, attraversa la strada e va ad osservare la parte anteriore della Vespa, poi gira dietro, fa segna verso la targa e dice che è la sua. I presenti iniziano a confonderlo, mia suocera gli dice che non è possibile perché io ci avevo fatto un incidente, mia mamma, avvisata qualche minuto prima gli dice che l'ha venduta… Mio papa', non convinto da quello che stanno dicendo gli altri torna i ritorna ad indicare la targa. A questo punto mia moglie cerca di metter ordine e propone di fare qualche foto della Vespa e di mandarmela per chiedere a me se è la sua Vespa. Qui il video di quando mio papa torna a fare segno verso la targa e mia moglie che inizia a fare le foto. Nel frattempo zitto zitto io esco dal nascondiglio e li raggiungo. Quando mio papa si gira verso il gruppo e mi vede capisce che ha ragione ed è contentissimo. Ha detto che e' andato a vedere la Vespa peche era uguale alla sua e voleva vedere se aveva un numero di targa vicino al suo. Quando ha visto la targa ha riconosciuto il suo numero. Qui la guarda e la riguarda per vedere come è venuta, mia anche fatto notare che c'era due errori rispetto a quando la usava lui, lui aveva fatto mettere il bordo scudo cromato ed aveva fatto mettere il copribiscotto. Io non ho messo quei due pezzi perché mi rovinerebbero la vernice dello scudo e del biscotto. Io e mio papa con la Vespa Mio papà e mia mamma Poi l'ho portato a fare un giro, Quando l'ho proposto, prima ha detto di no perché non aveva il casco, ma a quello ci avevo pensato io, ne avevamo uno in macchina. Mio papa' con la Vespa ed infine Grazie a Marben, per l'aiuto che mi ha dato nel restaurare la Vespa, nella realizzazione del video e della foto finale. Adesso me la godo un po. Vol.
  41. 1 point
  42. 1 point
    in 2 a 90 orari settimana scorsa ho fatto i 27... se tiro un pò di piu scendo a 24 25...
  43. 1 point
    Buongiorno raga! @ fefe: segui gli ottimi consigli di enrico (che è stato veramente esaustivo) e otterrai un ottimo risultato. Personalmente sulle parti alluminio preferisco la nitro, per la questione dell'originalità. Ho verniciato una sola volta forcella-mozzi con un doppio strato, senza usare un'opacizzante, e il risultato (visivo) non mi era piaciuto molto
  44. 1 point
    Roby, prova a sentire Zacchetti a Milano. Ha i banchi dima Piaggio e penso sia attrezzato anche per le PX. Qui su VR c'è chi si è rivolto a lui per esigenze simili alla tua. Non ti scoraggiare, si sistemano anche cose ben peggiori.
  45. 1 point
    dopo qualche pensiero, la butto lì, la chiavetta e il volano sono al loro posto giusto? se arriva la scintilla e riesci a vederla bene escluderei quella parte di casini, ma magari non la fa al momento giusto? ma vediamo se ti risponde qualcuno esperto...
  46. 1 point
    solitamente è un buon punto di partenza. poi bisogna andare a verificare situazione sulla tua specifica combinazione di motore e getti. svitando ingrassi e avvitando smagrisci. io ho studiato e riguardo sempre volentieri un video youtube per ascoltare il motore come cambia regolando quella vite provo a cercartelo
  47. 1 point
    La sella, Ecco la ferramenta della sella. La leva, la molla piccola, il bullone lungo, il dado e la rondella a coppa sono le originali recuperate e zincate. Molla e leva dell'aria montati, si intravvede anche il gommino nuovo. Come c'è qualche "regola" per registrare la tensione della molla? Eccola finita, all'inizio non capivo come si montasse la maniglia, gli occhielli erano più grandi dei fori nella copertura Eppure io ricordavo che gli occhielli erano nascosti dalla copertura. Poi mi sono accorto che uno degli occhielli era smussato, allora ho capito. Prima si inserisce l'occhiello senza smusso, poi quello con lo smusso. Eccola finita. Vol.
  48. 1 point

    Version 1.0.0

    67 downloads

    Esplosi motore e carrozzeria Vespa 50 V5A1T, 50S V5SA1T, 50SS V5SS1T, 90 V9A1T, 90SS V9SS1T, Nuova 125 VMA1T, 125 Primavera VMA2T. File .PDF
  49. 1 point
    Il paraolio marcato 30 va bene. Però quel tamburo ha un aspetto familiare... Guarda qui: http://www.vesparesources.com/13-officina-largeframe/71957-orrore-tamburo-posteriore A me pare sempre della stessa risma e, se così fosse, eviterei di rimontarlo. Puliscilo bene e guarda se ci sono segni strani.
  50. 1 point
    Una volta infilata la forcella ho montato il clacson, restaurato come dscritto qua. Quando vado a provare il bloccasterzo, noto che blocca molto il là, verso destra, la ruota mi risulta quasi dritta. Penso, sia il bloccasterzo che i fermi sulla forcella non erano stati sforzati o rovinati, poi ho scoperto che esistono due misure di "pala" del bloccasterzo, una più corta, per il 125 dal '51 al '57, mentre una più lunga per il GS, naturalmente io avevo montato quella più corta!! Quindi ho dovuto smontare la forcella, per farlo ho tirato via la ruota dietro e facendola appoggiare sull'ammortizzatore ho sfilato la forcella, qui da noi dicono "Fà e desfà gli'e mister dei frà", fare e disfare sono mestieri dei frati... quindi adesso la vespa si trova nello stato della foto... Ho approfittato della ruota posteriore smontata per montare le ganasce originali. Per trovare i ribattini in alluminio del 2.5 mm a testa svasata ho dovuto addirittura scomodare ebay.uk, qui da noi non li avevo trovati da nessuno!! Quando sono arrivati erano durissimi e di un orrendo colore viola, una passata di fiamma ha aggiustato entrambe le cose!! Quindi li ho ribattuti sulle ganasce precedentemente preparate e devo dire che fanno la loro figura!! Lo so, sono malato...
×
×
  • Create New...