Jump to content
VR News
  • IMAGES HOSTING
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.


  • Posts

    • Dopo aver sostituito l' ammortizzatore anteriore su vespa 50 special noto che il coperchio dell' ammortizzatore è praticamente appiccicato al parafango. Questo mi comporta che finita la marcia, o per frenata o per strada disconnessa, la parte di plastica (coperchio) che copre l' ammortizzatore mi lascia scoperto la molla. Manualmente abbasso il coperchio ma direi che non è la sua Ci deve essere un pò di luce tra l' ammortizzatore e il parafango o è corretto che sia cosi? Grazie Giulio
    • Diciamo che non tutti sono uguali ma rientrano nella tolleranza dei 2 gradi dichiarati da piaggio per quel che riguarda l'anticipo;visto che ho la stroboscopica spesso prendo i riferimenti e dò una controllata.Per quel che riguarda l'alzata della camma,dipende dall'usura,in alcuni casi ho trovato differenze di massimo 1/10 di mm di apertura puntine tra le mie camme che son praticamente nuove e quelle un pò piu vissute.Una controllata dopo aver montato il volano la dò sempre per scrupolo.
    • Ciao. Successe anche a me. Le soluzioni possono essere due: prova prima con il maschio se c'è ancora qualcosa da mangiare altrimenti porti il manubrio in rettifica e lo fai sistemare con l'helicoil Inviato dal mio Mi 9 Lite utilizzando Tapatalk
    • OK! Con una barra da quasi 1 metro e il mio vicino in sella a tirare il freno, il dado si è smollato e il tamburo smontato. Il paraolio era bellissimo e come nuovo, ma soprattutto montato nel verso giusto! Piatto ganasce al centro asciutto e pulito, senza segni di trafilaggi. Al 99% era grasso sciolto proveniente dai perni delle ganasce. Mannaggia a me e alla mia abbondanza coi lubrificanti. Una bella pulita a ganasce, piatto, pastiglie e tamburo con straccio e nitro. Monto su tutto e torna a inchiodare come si deve! Ora, per stringere il dado a torretta, prendo la chiave dinamometrica e disastro, clicca stretta a mano anche a 210Nm: fuori uso! Decido di stringere con una chiave a tubo convenzionale, a mano, con una stretta vigorosa, ma che faccia combaciare il foro sul mozzo e la fessura sul dado. Inserisco coppiglia, giro e chiudo. Dato che 8 Kgm, non sarebbero sicuramente sufficienti a far ruotare il dado abbastanza da portare il foro del mozzo sulla successiva fessura sul dado, mi posso fidare a lasciarlo così? Diciamo che è ragionevolmente stretto di modo che non balli e che non ci siano giochi. La coppiglia farà il suo lavoro no?

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation on 01/12/2019 in all areas

  1. 1 point
    Salve a tutti ragazzi, proprio leggendo questa discussione, mi sono deciso 6 mesi fa a comprare un 221 polini per la mia p200e, carter raccordati come frak (ma non ho toccato i travasi sul cilindro), fasi 116-75 per la valvola, 177 di scarico, 127 travasi laterali, albero polini, 23/64 polini, megadella v5cl3, carburatore 26 vrx pinasco, frizione 7 molle pinasco dischi drt con cestello originale con anello, squish 1.7 e cupola riprofilata. Il problema è che la vespa, che all'inizio dava solo piccoli problemi di ingolfamento ogni tanto e strappava la frizione, dopo averla portata da un noto preparatore di napoli, mi brucia sempre le candele e risultano sempre bagnate. Anche se ne metto una nuova, tempo 2 3 km si bagna dando problemi se spengo e riaccendo, agli alti nn da problemi ma pare proprio che sia grassissima al minimo, eppure ho provato anche cn il carburatore da 24 pinasco e quello spaco normale, con vari getti dal 55 al 62, ma nn va! Ora ho montato il min 55/160 e max 140 con be3-160, voi osa mi suggerite di fare?? Non so più come uscirne visto che il meccanico nn ha risolto nulla, anzi peggio...
×
×
  • Create New...