Jump to content
VR News
  • IMAGES HOSTING
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.


All Activity

This stream auto-updates     

  1. Past hour
  2. ciao,pur non avendo esperienza condivido la tua opinione,MA,mi domando: il DR si monta perché costa poco,perché è affidabile,perché ha prestazoni oneste. Quale è la differenza in euro per avere un gruppo termico alternativo,performante e affidabile?
  3. Io al tuo posto la farei sabbiare.. Inviato dal mio ONEPLUS A5010 utilizzando Tapatalk
  4. Today
  5. Altro dubbio nelle foto si vedono tracce di ruggine che sembra superficiale, la sabbiatura la eliminerebbe a fondo oppure solo in modo superficiale? Se la eliminasse in modo superficiale per effettuare un intervento risolutivo cosa dovrei fare?
  6. Perché il 177 originale esiste? Il 102 originale esiste? L'84 esiste? Ecc.. Non dà molto, ma è pur sempre un motore elaborato e le differenze si sentono eccome rispetto all'originale. Ps: L'hai mai provato uno di questi motori? Troveresti risposta a tutte queste domande. Manuel
  7. fra 1 settimana o al massimo due avrò tempo per carburare un pò meglio il mio stelvio e avrò qualche dato in più per dirti quanto "ciuccia" in rodaggio sembra ancora accettabile...
  8. Yesterday
  9. Oggi ho lavorato sulla parte posteriore cominciando a togliere la parte marcia. Nella parte 1 c'è ancora ruggine mentre nella parte 2 no. Secondo voi nella parte 1 dovrei togliere ancora di più o mi devo fermare così? Per quanto riguarda la ricostruzione una volta fatta la forma con un cartoncino come si curva la lamiera in modo che combaci con il resto? Potete darmi qualche dritta? ho fatto delle foto del tunnel e della pedana secondo voi dovrei togliere la pedana per rimuovere la ruggine che penso si trovi tra tunnel e pedana.
  10. Quindi se il cavo bianco è ben fissato funge lui da massa? Sarà mia cura controllarlo periodicamente.. la mia paura è che mi parta la centralina da un momento all’altro causa sbalzi di corrente che possono capitare (specie ora che monto uno statore nuovo italiano ma non Ducati) come ho letto anche su questo forum.. ma mi fido più di quello che mi dici tu che quello che leggo 😌
  11. Ma allora perché non tenersi l’originale ?
  12. Grazie, molto interessante la discussione , il dubbio che avevo perché nello scudo ci sono più di 3 buchi per la scritta ,però non so se ci sono stati fatti in seguito. Ho controllato anche il motore è siglato V5A2M
  13. No, le originali Ducati hanno l'occhiello di sagoma squadrata e questo è proprio un dettaglio che permette di riconoscerle al volo. Il cavetto di massa deve essere giallo, tuttavia questo dettaglio le accomuna a molte porcherie asiatiche.
  14. Walla

    Mi presento

    Ciao Centauri! Sono Walla, ho 24 anni e la mia storia con le Vespa comincia quando avevo 15 anni con il restauto della carcassa di una 50 r trovata a casa di mio nonno. Adesso possego una lml 150 2t con la quale amo viaggiare: la scorsa estate un giro di 8000 km tra Spagna e Portogallo e tra qualche settimana parto per l'India!
  15. Ciao ragazzi! Chiedo a tutti i possessori di wmc stelvio 177: quanto consuma la vostra Vespa? Io e un amico abbiamo appena montato il suddetto GT, carburatore da 24 con getto max 130 e marmitta polini original su una lml star 150 2t. Il motore sembra essere carburato bene e guidarla é uno spasso, unico problema: fa 16 km/l! É normale? Quali controlli consigliate di fare e cosa potrebbe aiutarmi a consumare meno? Rimontassi il carburatore da 20?
  16. E' (in parte non del tutto) un modo di fare tutto "Italiano" . Trattamenti di favore (prezzi ,priorità etc) lasciano il tempo che trovano , ma preferisco non dilungarmi troppo . Ad ogni modo la vecchia Ducati nera nuova è moolto difficile da trovare , attualmente la Ducati proposta in vendita è in scatola blu e filo massa giallo come già scritto in precedenza . L'occhiello della massa mi sembra di ricordare sia circolare non quadrato , ma potrei sbagliarmi . Comunque una centralina di scorta in un motore elettronico rientra nei "must have" . Tra l'altro (sempre se ricordo bene) questi aggeggi elettronici hanno un funzionamento "binario" : o funzionano , o non funzionano . Nessun preavviso di futura rottura . Insomma un ricambio da avere , di qualsiasi marca ,pena l'immancabile spinta a piedi
  17. La Ducati azzurra, sia in busta Piaggio, sia in scatola Ducati, è la scelta migliore. Si trova online sotto i 25€. Comunque anche le vecchie Ducati, pure quelle di prima generazione (piatte, di fatto il case è un parallelepipedo) erano costruite come si deve, dimostrando una notevole longevità. Se funziona, non vedo motivo di sostituirla e non è esatta l'equazione cavo ammalorato = elettronica "finita". Purtroppo in quegli anni erano in commercio cavi con isolanti poco duraturi. Forse si sperimentavano materiali nuovi sottovalutando un invecchiamento estremamente precoce in particolari condizioni. La cosa è evidente con l'infame filo verde e coi cablaggi degli statori. Il cavetto di massa ha con ogni probabilità la funzione di prevenire guasti qualora dovesse venire meno il collegamento a massa mediante il cavo bianco (per esempio se il faston prendesse gioco). Se si previene questa eventualità, si può stare tranquilli. Meglio, ovviamente, se si riuscisse a giuntare il cavetto alla base, usando un cavo flessibile e di buona qualità, bloccando il tutto con un po' di silicone o di resina. Resta valido il consiglio di tenere sempre con sé una centralina di scorta. Male di certo non fa!
  18. Infili il cappuccio sul cavo per qualche cm. e poi avviti il cavo sulla bobina e quindi fai scendere il cappuccio sulla bobina. Ma che bobina è: Ducati? Perché quelle furono montate solo dal 1977. Ciao, Gino
  19. Walla

    Walla

  20. Ma non è questione di italia o no, è normale che ci relazioniamo diversamente con amici e conoscenti .. è nella natura umana. Comunque anche io mi trovo a dover decidere se cambiare o meno la centralina. Ho quella originale Ducati energia prima versione nera (o seconda?) solo che il cavo di massa completamente cotto e spezzato. So che la centralina funziona comunque ma so anche che se è stato messo servirà pure a qualcosa e che se è cotto quello chissà la matrice interna elettronica (vecchia di 40 anni) in cui ci passa corrente molto alta. Stavo pensando di sostituirla con una nuova sempre Ducati visto che lo statore è stato cambiato. Però non si trova più quella nera ma solo quella azzurra di terza generazione (sempre Ducati)..
  21. grazie del chiarimento gino!
  22. I mezzi storici (cioé iscritti ad un registro storico riconosciuto dallo Stato, vedi art. 60 del CdS) ante '60 devono fare la revisione presso la motorizzazione, così è specificato nel decreto ministeriale e relativa circolare che regolano la materia. E' vero anche che, in alcune provincie, la motorizzazione locale chiude un occhio se ci si rivolge alle officine autorizzate, ma questa non è la norma. E' inoltre vero che il dipartimento dei trasporti terrestri per il centro Italia aveva emesso una circolare che autorizzava espressamente la possibilità di fare le revisioni nelle officine autorizzate, ma tale circolare è stata annullata in attesa che il ministero ne faccia una analoga che valga per tutto il territorio nazionale. Pertanto, attualmente, ci si deve rivolgere alle sedi di motorizzazione. Ciao, Gino
  23. recentemente ho fatto fare la revisione a una V31 -presso un centro revisioni, tutto ok...... ma nessuno mi ha chiesto se la Vespa fosse o meno iscritta ad un registro storico
  24. Dabon

    Dabon

  25. per usare la pistola si puo usare anche un compressore piccolo. però va cambiata la valvola di apertura chiusura che spesso ha internamente fori troppo piccoli. pensa che cosi riesco a usarla con un compressore da 6 litri. ovviamente parlo di svitare dadi non problematici . se hai la ventola smontabile devi usare una leva per lavorare bene .io me la feci con due pezzi di ferro
  26. Confermo, la circolare riguardava solo i mezzi non iscritti ad un registro storico. Quelli iscritti vanno in motorizzazione. Vol.
  27. Il tuo problema è svitare il dado o sconare il volano? In questo modo, a parte il rischio di fare dei danni, risolvi solo il primo dei due problemi. Un bloccavolano costa una decina di euro, il metodo di mettere il dado in tiro sul seeger scaldare e dare dei colpetti funziona bene ed è abbastanza rapido. Io ho cambiato volano, stufo di questa maletta con un adattatore crimaz ho potuto montare un volano per PX a puntine filettato, in modo da poter usare un estrattore ed ho messo il suo volano scomponibile che prevedeva il seeger tra i ricambi in una scatola. Non è gratis ma è comodo e funziona. Ciao Edit: nel mio caso l'uso dell'adattatore crimaz era praticabile, ho voluto portare una esperioenza diretta non proporla come soluzione universale.
  1. Load more activity
×
×
  • Create New...