Vai al contenuto

Ci è stato fatto notare che alcuni utenti hanno problemi con un numero troppo alto di notifiche che arrivano dal forum, ricordiamo che ciascuno può decidere e configurare gli avvisi e le email in funzione di cosa preferisce, il link per configurare gli avvisi è il seguente:

notifications/options/?type=new_comment

 

Grazie

horusbird horusbird
VR-News
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.
  • IMAGE HOST


deca1981

Ci mancava pure questa!

Recommended Posts

Citazione dall'articolo: Costo stimato: A tendere l’obbiettivo è di contenere il prezzo in 1.300 euro per il kit di trasformazione del cinquantino con una sola batteria al litio, 1.900 per la Vespa 125, con un doppio accumulatore. Bisognerà però pazientare ancora fino al 30 aprile per avere i prezzi definitivi. Anche se all’inizio, trattandosi di una piccola pre-serie, è probabile che i l costo si aggiri sui 3.000 euro. Più il costo della ri-omologazione alla Motorizzazione Civile, perché cambiano le caratteristiche tecniche dello scooter.

conclusione: un plauso ai tre ragazzi ma nel mio lontano ricordo di vespa 50 avevo sempre associato la vespina al pratico ed economico... e qui non mi sembra proprio il caso... 3000+costi omologazione...

Per ora credo sia la solita operazione adatta ai fighetti da bar, ottimo gadget per la stagione estiva in viale Ceccarini appunto a Rimini... città natale dei tre brillanti ingegneri.

Mi spiace per loro ma con un terzo di quei soldi mi prendo un frullo 4t euro 3 o superiore che credo abbia un impatto ecologico simile alla vespetta elettrica oltre che essere più sicuro.

Saluti a tutti!

Modificato da pulun

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A parte i prezzi assurdi, della serie "tutto su può fare, basta pagare (caro)", vi immaginate l'inconfondibile suono delle nostre amate sostituito da un ronzio che su una nuova Vespa può starci...ma sulle nostre nonnette diventano mezzi senza anima!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
42 minuti fa, deca1981 dice:

A parte i prezzi assurdi, della serie "tutto su può fare, basta pagare (caro)", vi immaginate l'inconfondibile suono delle nostre amate sostituito da un ronzio che su una nuova Vespa può starci...ma sulle nostre nonnette diventano mezzi senza anima!

ci metteremo ancora la cartolina a strusciare sulla ruota

22045992_1576942562349396_7094926908524926494_n.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
STAFF
6 ore fa, paletti dice:

ci metteremo ancora la cartolina a strusciare sulla ruota

... almeno avviseremo gli ignari pedoni, che con questi veicoli sibilanti rischiano grosso.

Io comunque sono abbastanza rigido: sono convinto che i veicoli storici siano un patrimonio da preservare e tramandare, quindi la loro elettrificazione (che termine ferroviario!) è a mio avviso da evitare.

Peraltro passa il messaggio che questi veicoli possano in misura significativa aumentare l'inquinamento, mentre sappiamo che non è così: sia per il parco effettivamente circolante, sia perché negli anni abbiamo assistito ad una sproporzionata demonizzazione funzionale alla promozione del "nuovo". Emblematico il nuovo caso diesel: e pensare che sotto processo sono oggi quei veicoli che una decina d'anni fa ci sono stati pressoché imposti dall'oscura e prepotente lobby dell'ecologia. Ho capito solo una cosa: a dar retta a questi si producono sempre più rifiuti, e l'inquinamento nelle nostre città rappresenta sempre un'emergenza.

Ovviamente non c'è da prendersela con dei ragazzi intraprendenti, i quali forse sono stati mossi anche dal desiderio di recuperare in parte un vecchio veicolo. Resto però dell'idea che sia opportuno preservare integralmente i veicoli storici.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Marben dice:

 

 negli anni abbiamo assistito ad una sproporzionata demonizzazione funzionale alla promozione del "nuovo". Emblematico il nuovo caso diesel: e pensare che sotto processo sono oggi quei veicoli che una decina d'anni fa ci sono stati pressoché imposti dall'oscura e prepotente lobby dell'ecologia. 

ciao Marco,non cadere anche tu nel tranello che la responsabilità sia di qualche oscura lobby di ecologisti(tra l'altro gli ecologisti mi stanno sullo stomaco)

Qui purtroppo si sfocia nel discorso politico,la farò breve per non inquinare il post

La storia dell'euro sia monetario sia riguardante la classificazione delle emissioni,non è imposta da lobby eco,ma dalla germania

Loro stanno in piedi con la produzione di autoveicoli e al momento con la menata della classificazione di emissioni stanno riuscendo a imporre la sostituzione ogni 5 anni,ma il loro scopo è far sostituire l'automobile ogni 2 anni.

Il loro ambito progetto porterà l'utente medio a non potersi più permette l'acquisto e di riflesso la proprietà di un'automobile,se calcoliamo lo stipendio medio e il costo di un'auto media ogni 2 anni la cosa non regge,MA li intervengono le famose "formule" di noleggio,pagando ogni mese una rata con interessi camuffati dalle più svariate incomprensibili sigle.

Per contrastare il loro credo,bisognerebbe mettersi in clausura per qualche anno acquistando solo autoveicoli e motoveicoli Italiani,in modo tale da fargli risultare in negativo almeno 500.000 veicoli all'anno,nella nostra famiglia non acquistiamo auto tedesche dal 2001,rimane solo un residuato del 1997 la polo x 1,0 di mia moglie con 80.000 km e spero che la demolisca al più presto-

Mi congedo da questo OT con la foto della mia automobile alla faccia dei tedeschi

 

Dodge stemma vw.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolo non condivido praticamente nulla di quello che hai scritto e ti do' anche qualche spiegazione sul perché io credo che tu abbia scritto "di pancia" soltanto un tuo discutibile e personalissimo pensiero peraltro non sempre allineato con la realtà.

 

2 ore fa, paletti dice:

Loro stanno in piedi con la produzione di autoveicoli

Falso, la tua tanto odiata Germania non produce solo automobili anche perchè se stesse in piedi solo con l'automotive sarebbe ridotta come noi.

Dalla Germania arrivano un sacco di prodotti di siderurgia e meccanica in generale, probabilmente lo ignori ma facilmente ne hai un po' anche nella tua azienda.

2 ore fa, paletti dice:

l'utente medio a non potersi più permette l'acquisto e di riflesso la proprietà di un'automobile,se calcoliamo lo stipendio medio e il costo di un'auto media ogni 2 anni la cosa non regge

In Germania lo stipendio medio è molto più alto rispetto a quello di un operaio italiano... e il consumismo dell'automobile ti dico da fonti certe che in Germania non è tanto di moda come qui in italia.

La mia auto peraltro ha 6 anni ed è diesel Euro5 con Fap e per ora nessuno mi obbliga a cambiarla dato che passa indenne a tutti i blocchi in vigore qui in Lombardia.

2 ore fa, paletti dice:

bisognerebbe mettersi in clausura per qualche anno acquistando solo autoveicoli e motoveicoli Italiani,in modo

In modo da fare la fortuna di aziende come FCA che ogni tanto cambia sede e sempre rigorosamente all'estero... olanda, lussemburgo, canada ecc ecc

Non credo ci siano ancora aziende nel settore automotive che siano al 100% italiane, FCA per esempio lo è solo al 30% dato che sta dislocando la produzione in mezzo mondo e sempre meno in italia.

2 ore fa, paletti dice:

della mia automobile

Tanto bella quanto inutile e nociva per l'ambiente ma non solo per le emissioni di co2 o di riscaldamento globale ma quanto per i consumi esosi di benzina, autoveicoli con una potenza specifica di 10cv/lt e con soluzioni tecniche in uso sulle auto europee negli anni 80/90... Nella vita media di un'auto come la tua si fa in tempo a prosciugare un giacimento di petrolio solo per il carburante che consuma figuriamoci per tutto il resto.

Aggiungo anche che la tua Dodge fa parte del gruppo FCA che ha perso la causa del diesel gate per molti modelli diesel della gamma jeep ma dato che non fa parte del gruppo VAG la cosa non ha fatto nessun rumore.

Ti dico anche che ci sono nazioni che puntano forse di più della Germania sull'automotive, come per esempio la Francia che con il gruppo PSA e il gruppo Renault spazia dalle auto elettriche ai veicoli commerciali fino agli autotreni e credo quindi che il PIL della Francia possa contare molto di più sull'automotive rispetto alla Germania.

Un caro saluto.

Paolo.

P.s. non ho volutamente citato i Giapponesi che nell'automotive come in moltissimi altri settori sono indiscutibilmente il top, per farti un esempio il gruppo Toyota in Usa vende di sicuro più di FCA.

Modificato da pulun

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
29 minuti fa, pulun dice:

Paolo non condivido praticamente nulla di quello che hai scritto e ti do' anche qualche spiegazione sul perché io credo che tu abbia scritto "di pancia" soltanto un tuo discutibile e personalissimo pensiero peraltro non sempre allineato con la realtà.

 

Falso, la tua tanto odiata Germania non produce solo automobili anche perchè se stesse in piedi solo con l'automotive sarebbe ridotta come noi.

Dalla Germania arrivano un sacco di prodotti di siderurgia e meccanica in generale, probabilmente lo ignori ma facilmente ne hai un po' anche nella tua azienda.

In Germania lo stipendio medio è molto più alto rispetto a quello di un operaio italiano... e il consumismo dell'automobile ti dico da fonti certe che in Germania non è tanto di moda come qui in italia.

La mia auto peraltro ha 6 anni ed è diesel Euro5 con Fap e per ora nessuno mi obbliga a cambiarla dato che passa indenne a tutti i blocchi in vigore qui in Lombardia.

In modo da fare la fortuna di aziende come FCA che ogni tanto cambia sede e sempre rigorosamente all'estero... olanda, lussemburgo, canada ecc ecc

Non credo ci siano ancora aziende nel settore automotive che siano al 100% italiane, FCA per esempio lo è solo al 30% dato che sta dislocando la produzione in mezzo mondo e sempre meno in italia.

Tanto bella quanto inutile e nociva per l'ambiente ma non solo per le emissioni di co2 o di riscaldamento globale ma quanto per i consumi esosi di benzina, autoveicoli con una potenza specifica di 10cv/lt e con soluzioni tecniche in uso sulle auto europee negli anni 80/90... Nella vita media di un'auto come la tua si fa in tempo a prosciugare un giacimento di petrolio solo per il carburante che consuma figuriamoci per tutto il resto.

Aggiungo anche che la tua Dodge fa parte del gruppo FCA che ha perso la causa del diesel gate per molti modelli diesel della gamma jeep ma dato che non fa parte del gruppo VAG la cosa non ha fatto nessun rumore.

Ti dico anche che ci sono nazioni che puntano forse di più della Germania sull'automotive, come per esempio la Francia che con il gruppo PSA e il gruppo Renault spazia dalle auto elettriche ai veicoli commerciali fino agli autotreni e credo quindi che il PIL della Francia possa contare molto di più sull'automotive rispetto alla Germania.

Un caro saluto.

Paolo.

P.s. non ho volutamente citato i Giapponesi che nell'automotive come in moltissimi altri settori sono indiscutibilmente il top, per farti un esempio il gruppo Toyota in Usa vende di sicuro più di FCA.

ciao, se lo dici tu ne riparliamo tra un lustro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, paletti dice:

ciao, se lo dici tu ne riparliamo tra un lustro

Ok, se ci sarò, ben volentieri! :ok:

Nel frattempo per tener fede al tuo pensiero, vendi quel "coso" di sei metri per sei e seimila di cilindrata e compra una Fiat Freemont oppure una Alfa Romeo Giulia oppure una 500L o... una 500X o... boh... insomma una vera auto italiana! :mrgreen:

P.s. come al solito siamo Off Topic di brutto! :azz:

Modificato da pulun

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche io condivido tutto quanto scritto da Marben.
La Vespa è un nostro patrimonio storico, e in quanto tale deve rimanere completa e originale in ogni sua parte. Snaturarla con un motore elettrico lo trovo controproducente, quanto a mio avviso si toglie tutto il piacere di guida che solo questo mezzo può dare.

Vito

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
STAFF

L'operazione è discutibile per vari motivi, non ultimo il fatto che si sta snaturando un veicolo storico tra i più desiderati dagli adolescenti italiani (e non). Non avete idea di quante vespe 50, soprattutto Special, vedo girare per Lecce con alla guida dei ragazzini.

Comunque, se l'operazione l'avessero fatta con un frullo di 10-15 anni, non avrei avuto nulla da obiettare. 😜

Ciao, Gino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
MODERATOR

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
L'operazione è discutibile per vari motivi, non ultimo il fatto che si sta snaturando un veicolo storico tra i più desiderati dagli adolescenti italiani (e non). Non avete idea di quante vespe 50, soprattutto Special, vedo girare per Lecce con alla guida dei ragazzini.
Comunque, se l'operazione l'avessero fatta con un frullo di 10-15 anni, non avrei avuto nulla da obiettare.
Ciao, Gino
Beato te Gino, che vedi in giro un po di Vespe...qui in Brianza i ragazzini per essere 'in' devono avere o un plasticone o un motard...per vedere in giro qualche Vespa devo aspettare raduni in zona e (forse) qualcuna la si incrocia!
W i ragazzini con la Vespa!!!

Vito

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
STAFF

Devo dire che sono rimasto anch'io un po' sorpreso ma, a dire il vero, sembra che il fenomeno sia in crescita.

Ho persino aiutato un mio cugino a trovare una vespa PX per il figlio 16enne che la voleva a tutti i costi! :banana:

Ciao, Gino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, volumexit dice:

Di pregevole lì c'è solo la gnoc... ehm... la bella ragazza in sella alla primavera et3 bianca... :mrgreen:

Modificato da pulun
punteggiatura

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×