Vai al contenuto

Ci è stato fatto notare che alcuni utenti hanno problemi con un numero troppo alto di notifiche che arrivano dal forum, ricordiamo che ciascuno può decidere e configurare gli avvisi e le email in funzione di cosa preferisce, il link per configurare gli avvisi è il seguente:

notifications/options/?type=new_comment

 

Grazie

horusbird horusbird
VR-News
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.
  • IMAGE HOST


Willis

Restauro Vespa 150 GL 1963

Recommended Posts

Ciao a tutti

Volevo aprire questo topic per documentare e chiedere informazioni sul restauro che andrò a fare di un GL del '63 che ho appena preso.

La vespa è in buone condizioni sia di motore che di carrozzeria, ma se il motore per il momento non voglio toccarlo, funziona senza problemi, farò solamente cambio olii e filtri, la carrozzeria seppure in buono stato è stata riverniciata di blu, quindi per ora l'intervento riguarda un ritocco estetico. (a breve posterò alcune foto).

Pensavo quindi di procedere in questo modo

1_Smontaggio del motore dal telaio

2_Smontaggio dell'impianto elettrico, voglio sostituirlo

3_Smontaggio cavi e guaine dei comandi

4_Smontaggio di manubrio + forcella

5_Rimontaggio 

Prima domanda, dato che praticamente verrà completamente smontata, quali parti mi conviene sostituire fin da subito? (guarnizioni, cuscinetti...) o quali parti sarà facile che si rompano nello smontaggio?

Per chi sarà interessato volevo anche documentare passo passo i lavori con foto etc...

Modificato da Willis

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Willis!
Ho anche io una GL del 1963 da poco, seguirò questo restauro con interesse!
Per i componenti da sostituire lo deciderai man mano smontando e verificando le condizioni di ogni singolo pezzo.
Se il motore non è mai stato rifatto è quasi d'obbligo aprirlo per sostituire cuscinetti, paraoli e componenti frizione. Questo we la devi utilizzare nell'immediato.
Ci saranno anche altre cose che dovrai sostituire, e altre che vale la pena recuperare.
Ma questo lo saprai solo smontando.

Vito

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No non la userò a breve, ormai andrà alla prossima primavera, intanto posto alcune foto fatte appena scaricata, ci sarà da lavorare di carrozzerie e dettagli, ma non mi sembra messa male come base, anche di ruggine ne vedo poca; sotto al blu, ho provato qua e la, è stato messo un fondo bianco.

2r7vp01.jpg

o0nubt.jpg

69jfox.jpg

2em0w03.jpg

1qh53t.jpg

281yjog.jpg

qpgz9d.jpg

zyadyf.jpg

30w1ipt.jpg

 

Vespa 01.jpg

Vespa iniziale (1a).jpg

Vespa iniziale (3).jpg

Vespa iniziale (4).jpg

Vespa iniziale (5).jpg

Vespa iniziale (9).jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sembra messa molto bene.

Peccato sia stato forato il posteriore per il portapacchi e la pancia sx per la pedana poggiapiedi.

Il fanale posteriore è il suo Siem originale, come unici particolari non suo per ora noto solo il gancio portaborse e la scritta Vespa.

Lavoro da fare ce n'è comunque.

 

Vito

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
MODERATOR
Il 19/9/2018 at 14:27, Willis dice:

Ciao a tutti

Volevo aprire questo topic per documentare e chiedere informazioni sul restauro che andrò a fare di un GL del '63 che ho appena preso.

La vespa è in buone condizioni sia di motore che di carrozzeria, ma se il motore per il momento non voglio toccarlo, funziona senza problemi, farò solamente cambio olii e filtri, la carrozzeria seppure in buono stato è stata riverniciata di blu, quindi per ora l'intervento riguarda un ritocco estetico. (a breve posterò alcune foto).

Pensavo quindi di procedere in questo modo

1_Smontaggio del motore dal telaio

2_Smontaggio dell'impianto elettrico, voglio sostituirlo

3_Smontaggio cavi e guaine dei comandi

4_Smontaggio di manubrio + forcella

5_Rimontaggio 

Prima domanda, dato che praticamente verrà completamente smontata, quali parti mi conviene sostituire fin da subito? (guarnizioni, cuscinetti...) o quali parti sarà facile che si rompano nello smontaggio?

Per chi sarà interessato volevo anche documentare passo passo i lavori con foto etc...

Non togliere dal telaio l'impianto elettrico e le guaine, ti serviranno in futuro durante il rimontaggio come guida. Se decidi di rimuoverle, prima di farlo passa un filo di ferro che ti faccia da guida. 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
MODERATOR



come unici particolari non suo per ora noto solo il gancio portaborse
 
 


Dipende dall'anno. La GL ha montato quel gancio dal 1964 circa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si i cavi li lascio dentro fino a fine verniciatura se non danno fastidio, ma non dovrebbero.

Per il portapacchi vedrò di chiudere i due fori fatti per tenerlo, mentre per la pedana poggiapiedi...ok che la vespa usciva senza, ma non era un accessorio del tempo? 

Per la carrozzeria invece pensavo di rimuovere vernice e fondo senza sabbiare, visto che c'è poca ruggine e per ora sembra solo superficiale, in quei punti volevo passare il convertitore fertan per poi andare di antiruggine

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per lo smontaggio completo, in ordine cronologico da cosa si inizia? Ho già smontato faro e tachimetro poi la sequenza è giusta?

1_Ruote

2_Serbatoio

3_Carburatore

4_Motore

5_Sterzo, forcella 

Modificato da Willis

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
STAFF

Mhmmm, se quell'adesivo ASI significa che ha avuto l'iscrizione al registro storico dell'associazione, mi convinco sempre più che all'ASI di Vespe e Lambrette non gliene frega un cavolo! :roll:

Ciao, Gino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
STAFF

Meglio così, sarebbe stata una forzatura, a dir poco.

Ciao, Gino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
22 ore fa, Willis dice:

Per lo smontaggio completo, in ordine cronologico da cosa si inizia? Ho già smontato faro e tachimetro poi la sequenza è giusta?

1_Ruote

2_Serbatoio

3_Carburatore

4_Motore

5_Sterzo, forcella 

 

visto  che il peso del  motore  non indifferente svincola  prima lui,  il telaio poi risulterà leggero e maneggevole per sfilare per ultima forcella.

1- togli: sella  serbatoio e  cofani  DX + SX

2. togli marmitta

3. togli il blocco  motore ( ruota post e carburatore li puoi lasciare lì dove sono).

4. manubrio

5. ruota ant

6. forcella

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ieri piccolo intoppo con la marmitta, ho svitato il dado che la tiene al telaio e un dado che la tiene al collettore, ma non riesco neppure a muoverla, è normale che si debba usare un po di forza o dovrebbe sfilarsi agevolmente?

Forse devo riuscire ad allentare di più la "fascetta" che la tiene al collettore dopo aver rimosso il dado?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
STAFF

Dagli qualche colpo leggero col martello e, come già scritto, apri bene la fascetta.

Ciao, Gino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alla fine l'ho tolta dopo aver smontato il motore, quella fascetta mi aveva rotto, comunque a parte questo per ora filato tutto liscio, tra le parti "grosse" mi manca solo la forcella e per finire tutti i dettagli, fregi etc 😄

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dato che nel giro di qualche giorno finirò lo smontaggio sto cominciando a pensare quale vernice prendere, il colore finale sarà il suo originale max meyer avorio.

Quindi dopo aver tolto tutta la vernice blu e grattato il fondo bianco, se fosse ben ancorato alla lamiera pensavo di non portarla a nudo vorrei procedere in questo modo:

1_Le parti arrugginite, fin'ora ne ho viste poche e con sola ruggine superficiale le tratto col convertitore fertan

2_Prima mano primer epossidico bicomponente "lechler epofan primer r-ec" poi carteggiare con P220/240

3_eventuale stuccatura con stucco poliestere "Lechler polydur zinc" poi carteggiare con P220/240

4_Seconda mano con isolante bicomponente "lechler green ti-filler" (se ho ben capito l'isolante originario era il max meyer marroncino giusto? è bicomponente? vorrei fare un lavoro che duri ecco perchè sto pensando all'isolante lechler) poi carteggiare con grane da 150 fino alla 800.

5_Verniciatura con vernice max meyer avorio...

cosa dite? so che alcuni storceranno il naso dato che non è il processo identico all'originario.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 se fai un restauro integrale onestamene non vedo il motivo per non  sabbiare e portare tutto  a lamiera e partire sul pulito.

Sei assolutamnete sicuro che sotto quel blu  non ci siano magagne stuccate alla buona ?

Se procedi  come descritto sopra, alla prima fioritura maledirai il giorno in cui non l'hai sabbiata.

"Quindi dopo aver tolto tutta la vernice blu e grattato il fondo bianco": hai idea di quante ore occorrano per fare un lavoro manuale del genere?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Allora, sono praticamente arrivato alla fine dello smontaggio, metto un paio di foto del sottopedana, ho provato a sverniciare un po e la lamiera sotto sembra sana, (non sono ancora convinto di farla sabbiare, volevo provare a scartavetrare un pezzo con rotorbitale e carta vetro prima per provare) tra l'altro credo che abbiano messo dell'antirombo che adesso viene via, sembra quasi fango, si vede si è cotto col tempo. C'è una piccola saldatura da fare nell'angolo in alto a sinistra della foto dove un traversino si è un po staccato dalla pedana dove tra l'altro ne è già stata fatta una in passato.

Ho ancora un paio di domande sullo smontaggio, la prima è che non riesco a togliere il pedale del freno posteriore, la seconda riguarda un coperchio di plastica che rimane sotto al serbatoio, praticamente in fondo al vano, la tolgo? probabilmente la rompo, come si chiama quel pezzo li?

 

01.jpg

02.jpg

Modificato da Willis

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
STAFF

Quello che credi sia antirombo, non è altro che sporco accumulato e basta. Occorrerebbe un energico lavaggio, magari con idropulitrice e magari con acqua calda, cosa possibile solo in un autolavaggio (per via dell'acqua calda). Secondo me, quello che tu credevi essere fondo bianco altro non è che il colore originale della vespa. 

Hai ragione a dubitare circa la sabbiatura, perchè la tua vespa non ne ha alcun bisogno. 

Per il pedale del freno, se proprio non riesci a toglierlo, in ultima analisi, dovresti forare il "chiodo" che tiene il pedale in sede. Prova però, prima di arrivare all'estrema soluzione, ad inondare la parte di W 40 e poi costruisciti un attrezzo ad angolo retto per far leva sulla punta del "chiodo", tipo la punta di un cacciavite normale piegata a squadro. In questo modo, puoi sperare che la punta del cacciavite possa far presa sotto la testa del "chiodo" e la piega a 90° ti permette di fare leva sul pedale per consentire la fuoriuscita del "chiodo".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Credo che sulla vernice tu abbia ragione, ho provato a dare una passata con rotorbitale e grana 120 sullo scudo (1° foto) e sotto al blu c'è quello che sembra avorio messo sopra ad un antiruggine rosso. Detto questo devo sverniciare comunque fino alla lamiera? immagino di si.

Ho provato a smontare il freno, ho preso una pinza con dei becchi fini, ma anche se riesco a prendere il perno non riesco a tirarlo fuori, ho messo un bel po di wd40. Ho provato anche con un pezzo di metallo piegato a 90°, ma anche con quello niente, metto una foto per vedere se me la sto prendendo col perno giusto (foto 2 freccia rossa).

Infine non so come smontare la cresta del parafango anteriore, è avvitata da sotto con delle rondelle piatte (foto 3) come si toglie?

1.jpg

2.jpg

3.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
STAFF

Il fondo che si intravede sotto agli strati di vernice, è il fondo originale ed è nocciola, non rosso.

Per il pedale del freno, se il pezzo di metallo piegato a 90° non ha la punta piatta e sufficientemente "affilata", in modo da insinuarsi sotto la testa del "chiodo", dubito che riuscirai ad estrarre il "chiodo". Comunque, se tutti i tentativi per estrarre il "chiodo" dovessero risultare vani, non ti resta che forare la testa del chiodo in modo farla saltar via e poi far uscire il chiodo dalla parte opposta, picchiando sul chiodo con un tondino della giusta misura e non appuntito. 

La cresta sul parafango è tenuta da quei fermi circolari che tu hai visto, ma non sono avvitati. I fermi hanno tre "artigli" che fanno tenuta sul tondino della cresta che attraversa il parafango. Pulisci la zona e ti renderai conto come meglio fare per smontare il tutto.

Una domanda: ma ti occuperai tu del lavoro di carrozzeria, dall'inizio alla fine? Se non te ne occuperai tu, lascia stare e fai decidere il lavoro da farsi a chi dovrà occuparsene. Rimuovere completamente tutto lo strato di vernice sino ad arrivare alla lamiera, non è sempre una scelta giusta. La decisione, va valutata volta per volta. In alcuni casi, se la vecchia vernice è bene ancorata, è sufficiente carteggiare adeguatamente, ma senza arrivare alla lamiera, per ottenere una superficie uniforme destinata ad accogliere la nuova vernice. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
STAFF

Segui i consigli di senatore!

A me pare che non ci sia bisogno di arrivare alla lamiera.

Per quel che riguarda i fermi a pressione del fregio sul parafango, in genere si tolgono facendo leva con un giravite piatto della giusta misura.

Ciao, Gino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cresta tolta, il pedale del freno non ancora, proverò ad affilare un po "l'uncino", ma ho poche speranze.

Per la vernice, si volevo farla tutta io, il fondo nocciola e il suo colore sono ben ancorati alla lamiera, per ora ho carteggiato e portato a lamiera la pedana, dato che c'erano qua e la segni di ruggine superficiale, almeno questa la voglio portare a nudo per essere sicuro di togliere tutta la poca ruggine che c'è, il resto valuterò man mano.

Nell'ultima foto si vede il suo stemma frontale, messo non molto bene, voi cosa fareste? tengo o sostituisco? L'idea di avere il suo stemma originale anche se non messo molto bene non mi dispiace. Anche se non so come rimuoverlo senza romperlo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×