Vai al contenuto

Ci è stato fatto notare che alcuni utenti hanno problemi con un numero troppo alto di notifiche che arrivano dal forum, ricordiamo che ciascuno può decidere e configurare gli avvisi e le email in funzione di cosa preferisce, il link per configurare gli avvisi è il seguente:

notifications/options/?type=new_comment

 

Grazie

horusbird horusbird
VR-News
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.
  • IMAGE HOST


querida-presencia

Babbo Natale fuori stagione, motore VLB1M ricevuto in regalo, cosa ci fareste?

Recommended Posts

Altro ciclo di pulitura anche stasera, questa volta con diluente e paglietta, alla fine ho anche voluto provare a far ri-combaciare i carter:

20181113_230118.thumb.jpg.eecfe9fbfd5a908603241b205a816900.jpg

combaciano perfettamente.

Ogni volta che li guardo trovo un angolo in cui c'è ancora un piccolo deposito, tuttavia penso di essere quasi a posto.

Ho dato anche una sgrossata a tamburo e parapolvere:

20181113_230550.thumb.jpg.d0beb02bfe023d7c25a268bd17d032fd.jpg

20181113_230924.thumb.jpg.a698a9a1a60c97a41b08e282f12213ac.jpg

anche in questo caso le condizioni sono ottime secondo me, la pista interna aveva solo un lieve velo di ruggine a zone che è venuta via rapidamente.

Secondo voi è un tamburo affidabile "vecchia scuola" o un ricambio recente?

Un dubbio, la parte interna del tamburo, esclusa la pista, è alluminio tal quale o è verniciata?

Ho anche rimosso il silent block più piccolo, con un paio di bussole ed uno strettoio da falegname, per quello grande devo farmi prestare una chiave a tubo di misura adeguata da usare come estrattore.

Notte

Modificato da querida-presencia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, il tamburo è messo molto bene e pare originale dal marchio all'interno, internamente non va verniciato solo all'esterno, ma c'è ancora qualche residuo tra le alette, comunque hai fatto un buon lavoro. Buon divertimento col silent block grande è un bel canchero da togliere....

Francesco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sul tamburo c'è ancora molto da fare e resto indeciso sull'idea di farlo sabbiare perchè sverniciarlo in garage sarà problematico per motivi di "convivenza", già la nube tossica del diluente ieri sera ha suscitato malumori.

Sembrerebbe simile in tutto a quelli descritti da Marben in queste due discussioni:

soprattutto per il logo a rilievo (e non punzonato) ed i prigionieri visibili dall'interno, ma volevo una conferma perchè non sarebbero certo qualche decina di euro da spendere in un ricambio affidabile a fare la differenza e la sicurezza deve essere uno dei punti fondamentali di questa revisione.

E' il male di non conoscere a fondo la storia del motore, non posso sapere quali parti siano state sostituite in precedenza ed a quale periodo risalgono.

Ho dato abbondante WD-40 nel silent block grande, spruzzandolo anche dall'interno, spero che con il metodo della chiave a tubo non mi faccia sacramentare.

Ciao

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
STAFF

Il tamburo è originale, e direi originale di questo motore, ancora con le nervature "vecchio tipo"; tienitelo stretto.

Sia dentro che fuori in origine era sabbiato, non verniciato. Col tempo l'alluminio imbrunisce e pertanto una passata leggera di alluminio ruote - meglio se per alte temperature - lo renderebbe più gradevole nell'aspetto.

I silent block erano così malmessi da richiedere una sostituzione? Nei limiti del possibile, sono da preferire gli originali anche se non perfetti ai cosiddetti "imboccolati".

Per la deformazione della chiocciola del carter, non dovresti avere grosse conseguenze; probabilmente ha subito un urto abbastanza violento, eviterei di tentare qualsiasi intervento, col rischio di aprire qualche crepa.

Per il cilindro che intenzioni hai? Il pistone è stato oggetto di qualche intervento, aprendolo sotto alla finestra del terzo travaso; prenderei in considerazione la sostituzione del GT con un 150 PX originale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Marben dice:

Il tamburo è originale, e direi originale di questo motore, ancora con le nervature "vecchio tipo"; tienitelo stretto.

Sia dentro che fuori in origine era sabbiato, non verniciato. Col tempo l'alluminio imbrunisce e pertanto una passata leggera di alluminio ruote - meglio se per alte temperature - lo renderebbe più gradevole nell'aspetto.

Lo metterò in cassaforte!

Farò un tentativo di sverniciatura in una zona circoscritta, se il risultato sarà accettabile farò così anche il resto, altrimenti lo farò sabbiare.

2 ore fa, Marben dice:

I silent block erano così malmessi da richiedere una sostituzione? Nei limiti del possibile, sono da preferire gli originali anche se non perfetti ai cosiddetti "imboccolati".

Ho rimosso solo quello lato ammortizzatore per il momento, la gomma appariva screpolata già nella parte visibile e dopo la rimozione si è staccata in vari punti in scaglie simili a pezzetti di liquirizia.

L'altro è fessurato sicuramente da un lato, si vedono come delle spire che partono dal centro, ero in dubbio se mantenerlo perchè avevo letto anche in questo caso della scarsa qualità di certi ricambi, ma dopo aver visto quei segni e le condizioni di quello estratto avevo deciso di cambiarlo senza chiedere ulteriore consiglio a voi.

2 ore fa, Marben dice:

Per la deformazione della chiocciola del carter, non dovresti avere grosse conseguenze; probabilmente ha subito un urto abbastanza violento, eviterei di tentare qualsiasi intervento, col rischio di aprire qualche crepa.

Lo terrò così.

2 ore fa, Marben dice:

Per il cilindro che intenzioni hai? Il pistone è stato oggetto di qualche intervento, aprendolo sotto alla finestra del terzo travaso; prenderei in considerazione la sostituzione del GT con un 150 PX originale.

Non mi era parso un intervento intenzionale, le foto che ho postato non inquadrano direttamente quella parte del pistone, le superfici sono irregolari e frastagliate.

Pensavo di portare in rettifica in GT perchè albero, cilindro e testa mi sembrano in buone condizioni, se l'impressione venisse confermata e bastasse una lappatura ed un pistone manterrei questo.

Ricorrerei alla sostituzione del GT solo se la situazione fosse più grave e complessa.

Che pensi del mio piano?

Approfitto per chiedere:

- revisione completa della frizione esistente, quindi cambio dischi (newfren? surflex? altro?), bronzina, rasamento, molle e scodelli, o compro una frizione completa (quale)?

- quali ganasce freno posteriore ? (piaggio? newfren? surflex? lisce o scanalate?)

- gabbie a rulli, quali sono le migliori?

Ciao e grazie

 

 

Modificato da querida-presencia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il ‎14‎/‎11‎/‎2018 at 22:14, querida-presencia dice:

Lo metterò in cassaforte!

..........................

Pensavo di portare in rettifica in GT perchè albero, cilindro e testa mi sembrano in buone condizioni, se l'impressione venisse confermata e bastasse una lappatura ed un pistone manterrei questo.

Ricorrerei alla sostituzione del GT solo se la situazione fosse più grave e complessa.

Che pensi del mio piano?

Approfitto per chiedere:

- revisione completa della frizione esistente, quindi cambio dischi (newfren? surflex? altro?), bronzina, rasamento, molle e scodelli, o compro una frizione completa (quale)?

- quali ganasce freno posteriore ? (piaggio? newfren? surflex? lisce o scanalate?)

- gabbie a rulli, quali sono le migliori?

Ciao e grazie

 

 

Ciao, Il tuo piano va bene! La cassaforte è un po' troppo per un tamburo....

Per la frizione mi sono sempre trovato bene con i ricambi della Ferodo così pure per le ganasce dei freni. Per i freni quando cambi le ganasce devi prima con della carta vetrata grossa eliminare lo spigolo vivo di questa altrimenti quando freni la vespa fa parecchio rumore ( fa come un barrito ), poi una grattata veloce anche alla parte piana in modo da renderla ruvida, e una grattata anche alla pista del tamburo.

Ricordati di revisionare anche il parastrappi. Riguardo alle gabbie a rulli non ricordo l'ultima volta lo ha fatto il meccanico, credo che abbia montato tutto SKF.

Francesco

 

Modificato da franzpero
ortografia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho sondato il terreno presso una officina di rettifica di Forlì che mi hanno consigliato, me ne hanno parlato come di una delle ultime officine di una volta, vista da fuori l'effetto "Brigadoon" c'è tutto.

Per una verifica delle condizioni generali, eventuale lappatura, pulizia di travasi e scarico, spianatura siamo tra i 30 ed i 40 euro che mi sembra un prezzo onesto; pistone Asso Werke esluso che, se andasse bene di misura standard,  si trova sulla baia a 38 euro spedito; con meno di 80 euro farei tutto.

Sono aperto a riconsiderare il ragionamento se mi fornite gli strumenti per capire, da una botta di conti un GT nuovo mi costerebbe più o meno il doppio, se poi nel conto dovesse finirci anche un nuovo albero si salirebbe ulteriormente. Non ne faccio una questione strettamente economica, questa non è una revisione al risparmio (nei limiti del ragionevole) anche perchè il motore non mi è costato niente ed un motore raffazzonato ce l'ho già......... purtroppo.

Il parastrappi è una delle mie preoccupazioni principali, non tanto aprirlo quanto richiuderlo ribattendo efficacemente i chiodini, ma penso che il reparto manutenzione che ho in azienda potrà tornare utile anche in questo.

Se insisto così tanto sulle gabbie, o astucci, a rulli è perchè ho letto varie volte che si tratta di elementi difficili da sostituire per via della qualità non sempre accettabile dei ricambi, se ne è parlato anche nella discussione di rablo sul restauro di "Fiona", quelli che ho rimosso non sono in condizioni tali da essere riutilizzati ed è anche per questo che avevo il timore di sbagliare rimuovendoli.

Ciao

 

 

 

 

 

 

Modificato da querida-presencia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
STAFF

Per il cilindro, il discorso è semplice. 

Molte rettifiche lavorano in maniera alquanto dozzinale, con giochi di montaggio scelti arbitrariamente, disattendendo le prescrizioni del costruttore che sono di estrema importanza. Il rischio è quello di ritrovarsi con un gioco di montaggio inferiore a quello indicato da Piaggio, con possibili ripercussioni sull'affidabilità del motore.

I gruppi termici originali sono invece ancora piuttosto affidabili, salvo cambiamenti degli ultimi giorni (non credo). I pistoni sono ancora Asso, anche se non marchiati (ma questo accade anche coi pistoni di ricambio in scatola Asso).

Per la mia esperienza sono una scelta azzeccata ed oggi li trovi in vendita on line a prezzi molto appetibili. Un esempio: https://www.ebay.it/itm/GRUPPO-TERMICO-ORIGINALE-PIAGGIO-VESPA-PX-150-244172/121499577313?hash=item1c49f06be1:g:FsAAAOSwaNBUdeVL:rk:1:pf:0

 

Per le gabbie a rulli, non temere. Il discorso affrontato circa il restauro di Rablo riguarda il vecchio cuscinetto scomponibile. Con quelli più moderni nessun problemna, i ricambi di solito sono di buona qualità. Prediligi Nadella, SKF e simili.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A Bologna c’è Balestri che fa solo moto e da una vita . Diversi miei amici vanno da lui, prova a sentire . Per il nuovo quoto Marco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie davvero a tutti, a queste condizioni non c'è gara tra un gt "rigenerato" ed uno nuovo di pacca anche perchè io non sarei assolutamente in grado di valutare la qualità del lavoro fatto in rettifica.

Sentirò  Ballestri di Bologna poi prenderò la mia decisione.

Buona Domenica a tutti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, querida-presencia dice:

Grazie davvero a tutti, a queste condizioni non c'è gara tra un gt "rigenerato" ed uno nuovo di pacca anche perchè io non sarei assolutamente in grado di valutare la qualità del lavoro fatto in rettifica.

Sentirò  Ballestri di Bologna poi prenderò la mia decisione.

Buona Domenica a tutti!

Ciao, consultare Balestri è forse la soluzione ideale, se il gruppo termico è in buone condizioni vale la pena rettificare questo, oltretutto con un notevole risparmio di pecunia. Se ti venisse risposto in maniera negativa seguirai la strada consigliata da Marben.

Buona Domenica.

Francesco

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Oggi ho tolto dall'ammollo in gasolio e pulito con diluente alcuni pezzi:

20181118_193514.thumb.jpg.774fefc8b38210e3e6566dbcc801921e.jpg

la campana esternamente è perfetta, all'interno ci sono questi segni evidenti anche se non marcatissimi

20181118_193525.thumb.jpg.7252e606399d0f17cb237632b3279218.jpg

anche il piatto è segnato

20181118_193533.thumb.jpg.573f22f2c03feb20badf93a790e56be7.jpg

il materiale è tutto pulito ma macchiato in modo apparentemente indelebile, per quanto abbia insistito le macchie non sono venute via.

Almeno tre delle sei molle sono gravemente deformate, ovviamente la sostituzione di queste e dei bicchierini è già in preventivo.

L'albero del cambio mi sembra messo bene:

 

20181118_193601.thumb.jpg.30dbb4f760043a7e5f514ec4a2ae73f5.jpg

Buona serata

Modificato da querida-presencia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho fatto un elenco dei cuscinetti / astucci da comprare, gradirei avere un riscontro perchè se è vero che ho i campioni di quelli vecchi è necessario che sia sicuro del tipo e delle misure nel caso volessi acquistarli online.

Per fare ciò ho già confrontato i cataloghi ricambi presenti nell'area download, incrociando fra loro quello della Sprint Veloce 1974 con quello della prima serie PX, non mi pare di aver visto altro di più specifico per il mio motore.

image.png.c835473bbe546e3c959e3af9371c4072.png

Vi torna?

Ciao e grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
STAFF

Tutto bene tranne quello del multiplo: controlla il tuo campione, dovresti avere un 12x40x12 cod. 97718.

Cfr. P125X del 1978 col medesimo cambio:

image.png.d501b5ea695030be1441399051987399.png

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Marben dice:

Tutto bene tranne quello del multiplo: controlla il tuo campione, dovresti avere un 12x40x12 cod. 97718.

Cfr. P125X del 1978 col medesimo cambio:

image.png.d501b5ea695030be1441399051987399.png

Ho fatto casino, fortuna che ho chiesto conferma!

Aggiorno subito la mia nota, naturalmente la misura del pezzo che ho smontato corrisponde a quella del ricambio che tu hai indicato, grazie

Ho una curiosità da chiedere, che poi sono due:

l'astuccio 133068 che ho rimosso ha una scanalatura centrale (ed un foro di lubrificazione, credo) che non ritrovo in nessuna immagine dei ricambi vista in giro

20181119_140541.thumb.jpg.8b75533544d56ec8c2e90af52ae42f33.jpg

inoltre l'anello centrale è rimasto attaccato all'albero quando l'ho smontato

20180930_173528.thumb.jpg.a57d7e2b004582620dedba5e6cd7bbe2.jpg

è un problema? Nel caso come si rimuove?

Ciao

Modificato da querida-presencia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
STAFF

Molto curioso! Mai visto l'astuccio con fori e scanalatura. Si tratta di una delle prime applicazioni di questo cuscinetto, ed evidentemente alcuni accorgimenti sono stati poi abbandonati.

Hai una foto del carter dall'imbocco del cilindro?

 

Per la ralla interna, Piaggio prevedeva un apposito attrezzo, con due adattatori a mezzaluna, pensato per la rimozione dell'anello dall'albero.

 

Se prevedi di reimbiellare l'albero - cosa raccomandabile perché non ne conosci la storia - ti conviene chiedere la rimozione della ralla all'officina rettifiche.

La nuova ralla dovrà essere montata lasciando uno spazio di 1 mm dalla battuta.

 

Inviato dal mio Siemens S62

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
14 ore fa, Marben dice:

Molto curioso! Mai visto l'astuccio con fori e scanalatura. Si tratta di una delle prime applicazioni di questo cuscinetto, ed evidentemente alcuni accorgimenti sono stati poi abbandonati.

Hai una foto del carter dall'imbocco del cilindro?

E' subito sembrato insolito anche a me, finalmente qualcosa che stimola la curiosità anche di voi super esperti! ;-)

Non ho foto che inquadrino la sede di quell'astuccio migliori di quelle che ho già postato, ma stasera ne farò altre e le posterò ancora "calde".

14 ore fa, Marben dice:

Per la ralla interna, Piaggio prevedeva un apposito attrezzo, con due adattatori a mezzaluna, pensato per la rimozione dell'anello dall'albero.

Se prevedi di reimbiellare l'albero - cosa raccomandabile perché non ne conosci la storia - ti conviene chiedere la rimozione della ralla all'officina rettifiche.

La nuova ralla dovrà essere montata lasciando uno spazio di 1 mm dalla battuta.

Avrei a breve affrontato anche il discorso albero, non so in cosa consista il reimbiellaggio né cosa costi, chiederò anche questo a Ballestri, nel frattempo la voce tra i miei conoscenti si è sparsa ed un amico di club mi ha proposto uno Jasil tipo originale nuovo di scatola a 50 euro, vale la pena di prenderlo in considerazione?

Ciao

 

Modificato da querida-presencia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho chiamato la rettifica di Bologna, ovviamente si tratta di indicazioni di massima, il costo effettivo lo scoprirei solo vivendo dopo la verifica delle lavorazioni necessarie.

I costi per il tipo di lavorazioni basic sul GT è più o meno quello che mi avevano indicato a Forlì, se si va a rettificare i costi salgono fino anche a superare quelli del GT nuovo suggeritomi da Marben.

Per il reimbiellaggio del mio albero  spenderei 80 euro  con biella meceur, non sono in grado di valutare se conviene oppure no e resta in piedi l'allettante proposta dello Jasil a poco più della metà di questo importo.

Passiamo al capitolo crocera, il dilemma non è se cambiarla oppure no, pur non avendo un campione con cui confrontare il livello di usura della mia mi sono reso conto che cambiarla è più o meno uno standard in questi casi, tuttavia non capisco come mai ci siano differenze anche molto sensibili su prodotti sulla carta identici, parlando di ricambi originali Piaggio:

Borrozzino CROCIERA CAMBIO ORIGINALE PIAGGIO VESPA PX 150 1 TIPO

12 euro + 5 di spedizione

RDV https://www.ricambi-v.it/ricambi-e-accessori/crocera-tipo-con-filetto.4265.html

39 euro (senza spese di spedizione perchè andrei a comprarla direttamente in negozio, altrimenti il costo sarebbe ancora più elevato)

Eppure il secondo rivenditore su molti altri ricambi, ad esempio i cuscinetti, è allineato se non addirittura più economico rispetto ad altri venditori online, SIP compreso, sempre a parità di prodotto e produttore.

Pura speculazione sul marchio, intento di indirizzare verso prodotti alternativi (maggiore marginalità ?) o sono io che comparo prodotti nella realtà non comparabili?

Ciao e grazie

 

Modificato da querida-presencia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
MODERATOR

Per l'albero, se non ha problemi o segni vari vai di Biella mec eur. Il cilindro prendilo nuovo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, per il discorso gruppo termico vai con i pezzi in rettifica e fatti fare un preventivo definitivo, il cilindro non mi pareva messo particolarmente male. Il prezzo del re imbiellaggio è corretto, personalmente se l'albero è a posto non farei nessuna sostituzione col Jasil  ( prodotto di cui non mi hanno parlato male )semmai spendendo un po' di più cercherei il Tameni a Sala Bolognese c'è un ricambista che li tratta ed è molto corretto sui prezzi e qualità dei ricambi ( ci sono andato pure io per l'albero motore, dopo la disavventura del Mazzucchelli della mia su consiglio anche di un paio di frequentatori di questo forum ).

Discorso crociera la Piaggio  ultimamente è cara appestata ma la qualità purtroppo è diventata una teoria, consulta quelli di Sala.

Se poi alla verifica della rettifica il cilindro risultasse inutilizzabile vale il consiglio di volumexit.

Francesco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
STAFF

Se la rettifica (coi suoi rischi) costasse più del cilindro nuovo, a mio avviso i dubbi non si dovrebbero nemmeno porre.

Per la crocera, i prezzi sono molto altalenanti. Molti grossi venditori praticano prezzi molto bassi, altri si attengono al listino (esorbitante). Il prodotto è lo stesso, per quella che è la mia esperienza.

Per l'albero, non ho esperienze con Jasil. Qualcuno ne parla bene. Reimbiellare con biella Mec Eur è una buona opzione.

Inviato dal mio Siemens S62

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Wow, il dibattito si infiamma! :bravo:

Ne sono lieto anche se ancora combattuto, sabato mattina dovrei passare da Ballestri almeno per l'albero da reimbiellare, stasera tardi però posterò delle foto di dettaglio per farvene vedere le condizioni, Volumexit parlava di segni e questi sono presenti, come vi ho detto (e forse si vede in una o due foto) il paraolio ha scavato un solco circolare sulla spalla, se non ricordo male ce n'è uno simile anche sull'altra spalla,  ma ci sono anche segni sulla valvola vera e propria.

Entro la stessa data deciderò anche sul GT, la tentazione di conservare l'esistente c'è ma spendere 80 euro a fronte di 100 per un GT nuovo non mi pare così ragionevole.

Terrò in caldo l'opzione Jasil (o Tameni) nel caso in cui l'albero non sia in condizioni tali da giustificare l'investimento per tenerlo in vita.

Grazie per le spiegazioni sulla crocera, Sala Bolognese non è distante da casa mia ma per per paradosso mi è quasi più complicato andare lì che venire a Forlì tutti i giorni per lavoro, quindi penso di prenderla online da Borrozzino visto il prezzo e nonostante le spese di spedizione. Hanno orari particolari (chiusura alle 17:30) e non sono mai aperti al Sabato, insomma per comprare da loro dovrei comunque ordinare online o prendere un giorno di ferie.

Ho un problema sul carburatore che ho smontato da Mafalda (che novità!), la vite della torretta che indico nello schema gira a vuoto:

2012717163813_cardel.JPG.2b83040e66398ff8b3427c0ec27009e4.JPG

se è spanata la sede e non la vite si può risolvere? E' un lavoro da rettifica?

La torretta di quel carburo è Spaco ma il resto dovrebbe essere originale Dell'Orto, anche questo ha il foro aria del minimo separato sul bordo del venturi, mi dispiacerebbe non poterlo recuperare.

Ancora grazie a tutti per la passione che mettete anche nel dare consigli ad un niubbo come me.

Ciao

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ci vuole una helicoil ma si ripara tranquillamente , non credo che passando il solo maschio tu risolva.
San Lazzaro - Forlì a certi orari è molto meglio di San Lazzaro- Sala , ti quoto !
Per la crociera ... io ho una Piaggio da 7 euro su un polini 221 che ha 20.000 km e funziona benissimo ; per un motore originale non mi preoccuperei affatto . Albero ... io per esperienza personale preferisco i Piaggio reimbiellati bene

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, FedeBO dice:

Ci vuole una helicoil ma si ripara tranquillamente , non credo che passando il solo maschio tu risolva.

Grazie Fede, è un lavoro da rettifica quindi porto anche questo a Ballestri o devo rivolgermi altrove?

13 minuti fa, FedeBO dice:

San Lazzaro - Forlì a certi orari è molto meglio di San Lazzaro- Sala , ti quoto !

Proprio così, credo che tu sia da quelle parti (S. Giovanni? Calderara? Sant'Agata?) nessuno può capirmi meglio di te.

16 minuti fa, FedeBO dice:

Per la crociera ... io ho una Piaggio da 7 euro su un polini 221 che ha 20.000 km e funziona benissimo ; per un motore originale non mi preoccuperei affatto . Albero ... io per esperienza personale preferisco i Piaggio reimbiellati bene

Vada per entrambi, ordinerò la crocera da Borrozzino e farò reimbiellare l'albero salvo le sue condizioni sconsiglino l'investimento.

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×