Vai al contenuto

Ci è stato fatto notare che alcuni utenti hanno problemi con un numero troppo alto di notifiche che arrivano dal forum, ricordiamo che ciascuno può decidere e configurare gli avvisi e le email in funzione di cosa preferisce, il link per configurare gli avvisi è il seguente:

notifications/options/?type=new_comment

 

Grazie

horusbird horusbird
VR-News
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.
  • IMAGE HOST


alfred

vespasprint 150 anno 1967

Recommended Posts

Mi hanno proposto questa sprint 150 del 1967.

Vespa con doc. ok, pronta al trapasso, terzo proprietario,  pochi chilometri ,  partita la terzo colpo. 

Alcune ammaccature dovute al fatto che è stata parecchio in un magazzino di un artigiano.

E quindi,  sposta un attrezzo quà, ripostalo là ecc. ecc.    ..... la vespa era sempre nel mezzo ..:azz:..:azz:

Originale in tutto, mai riverniciata o ritoccata. libretto intonso, senza sgualciture,  mi pare ci sia pure il libretto di uso e manutenzione.

Secondo voi un prezzo giusto per il modello in questione ??     2500 son troppi ???  

Essendo del 67 , la sella lunga era già  di serie, oppure era un optional ??

 

 

 

1967 sprint 1.jpg

1967 sprint 2.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

2.500 mi sembra un ottimo prezzo.

Non  sono convinto che la vernice sia  la sua originale, cosi' come altri particolari tipo le guarnizioni dei cofani che dovrebbero apparire ingiallite dal tempo, o come la scritta sullo scudo il cui colore blu sembra troppo ben conservato.

a proposito nel 1967 la scritta sullo scudo sei sicuro che era cosi'? 

 io ricordo che Vespa S in Blu era solo per la prima serie

Inoltre nel 1967 era già in uso lo scudetto Piaggio esagonale

:ciao:

 

Modificato da vespabaddyno

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

anche fosse restaurata in maniera imprecisa 2.500 euro non è male... anzi!

ovvio se riesci a tirare giù qualcosina va tutto a tuo vantaggio, ma almeno dalle mie parti un px a meno di 2000 fai fatica a trovarlo, 2.500 per una sprint, anche se con qualche bozzo li do più che volentieri!

 

ah... ho pagato 2500 la mia fatta bianca e male :roll: 

 

ma ancora in vita e libretto a pagine :ok:

 

prima o poi la restaurerò, ma adesso deve portarmi in giro 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L’unica risposta che di darti è che la sella lunga era un optional. Per il resto lascio ai più esperti la parola.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
STAFF

La sella lunga era sì un optional, ma assai richiesto, ed è verosimile che la Sprint in questione abbia lasciato la concessionaria già con la sella biposto. Che comunque pare originale ed in buono stato: sono ben visibili le cuciture in filo bianco.

Anch'io ho qualche perplessità riguardo la vernice, anche perché tipicamente nei conservati in questa tinta capita di notare qualche ingiallimento.
Sicuramente qualcuno ci ha messo mano, è molto pulita, i cerchi sono sicuramente riverniciati, i dadi zincati nuovi...

Io cercherei di abbassare un po' il prezzo, perché, anche se fosse davvero conservata, temo che non sia proprio sanissima, vedi tunnel.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ecco altre foto.  La vespa, mi ha confermato il proprietario, che non è mai stata riverniciata.

Unico intervento di verniciatura  : i cerchi delle ruote . Ha circa 22000 km e praticamente  è sempre stata in garage al riparo da sole e acqua

È di aprile 1967 telaio vlb1T 043XXX num. Motore vlb1m 043995 con uno scarto di circa 500 num.  in + rispetto al n. telaio.

 Le guaine delle pance laterali sono belle bianche sembrano quasi nuove, ma, al tatto si sente che sono molto secche, quasi da rompersi solo a toccarle.

 Le scritte allo scudo “vespa S” e posteriore “vespa sprint”, da quanto ho letto dovrebbero già essere del tipo “cromate” e non in “blu anodizzato”.

Non potrebbe essere che sia già stata assemblata con le scritte in blu in quanto in Piaggio volessero prima smaltire i fondi di magazzino ???

 Sella di tipo lungo con scritta posteriore aquila made in italy da sistemare due molle del telaio e forse l’imbottitura, ma la copertina è ancora in ottimo stato senza strappi o rotture.

Fanalino posteriore senza tegolino.   Cuffia motore già del tipo in plastica se non erro, modifica introdotta proprio nel 1967

 L’ho guardata per quello che si poteva vedere nel magazzino costipato di altri mezzi e con poca luce.

Non sembrerebbe riverniciata; Anche nel sottosella, dietro il fanalino posteriore e dove ci sono i segni delle varie bottarelle, non vi sono tracce di altro colore (a meno che sia stata portata completamente a lamiera nuda).  

Resta solo il fatto che vi sono alcuni piccoli segni di strisciate e bottarelle (il più evidente è quello sul parafango anteriore e le ammaccature sul laterale del tunnel centrale.

Manca lo scudetto sullo scudo e vi sono segni di due adesivi rimossi

Contrattato x 2200.

 

conta ckm.jpg

fanale ant..jpg

ftonte.jpg

libretto 1.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
STAFF

La foto del numero di telaio sembra convincente. Strano per le scritte, si è sempre pensato che nel 1967 fossero certamente cromate, ma forse non c'è stato un passaggio netto, bensì solo due distinte forniture. E questo spiegherebbe il fatto che il catalogo ricambi le indichi entrambe senza specificare un numero di telaio come linea di confine. Questo ovviamente può valere sino al passaggio alle nuove scritte a fine 1967, in concomitanza col nuovo logo.

 

Alfredo, congratulazioni per il nuovo acquisto. ;-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bel pezzo. E bel colpo.
Sembrerebbe originale, non vedo perché non possa esserlo.... i dettagli... sono dettagli. Le date perse negli annali di scritti e trascritti.
La realtà è che neanche alla piaggio ci hanno capito niente e montavano pezzi che uscivano da una scatola. Finisce una e comincia l’altra.... poi finiscono... e te ne mancano tre o quattro... ed è quasi ora di andare a casa, vai a frugare nelle scatole vecchie... ;)

Solo tu puoi saperlo quando ci metti le mani sopra.


Il tappetino deve essere la prima cosa che tocchi la prossima volta che vedi la vespa, per me è pronto per il secchio ma tuttavia se è in buone condizioni qualcuno te lo compra pure. Io sulla vespa non ce po terrei.
A maggior ragione a intravvedere quel tunnel, non è nelle migliori condizioni, ma forse non disperate, da vedere più da vicino. Se ci tieni un occhio di riguardo magari qualche anno ti dura. Anche se, inevitabilmente, arriverà il giorno che si dovrà operare...
Per il momento però una bella revisione e piazzala su strada quanto prima.



Sent from my iPhone using Tapatalk

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
STAFF

A 2200 euro è da prendere al volo, avrai tempo per renderla perfetta, però anche a me pare che la vernice sia troppo "fresca", anche se gli anni al chiuso possono averla conservata.

Hai scritto che è il terzo proprietario, quando lo è diventato? Tieni presente che anche un proprietario unico a volte ha ricordi imprecisi, figurati se puoi fidarti di quel che dice uno che non è l'unico ad averla posseduta. :roll:

Ciao, Gino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il venditore lo conosco è il mio idraulico, quindi se avrà magagne strane,  il prossimo conto lavori non lo pago  :Lol_5: 

Cmq, . è proprietario dal 2007 e lui l'avrà usata una decina di volte si e no.

Era di suo cognato che si era ammalato e non la usava più.  Il cognato tra l'altro la usava solo per andare al lavoro a 2 km da casa e durante le ore di lavoro è sempre stata sotto una tettoia al riparo da sole ed acqua.  Del primo proprietario non ho notizie. 

Quello che mi lascia  più perplesso sono quelle botte su laterale del tunnel centrale (dove le ho circolettate) non riesco a capire come possano averle fatte.

Nel sottoscocca, cmq non vi sono segni di marciume, crepe o rotture. Anche la marmitta, a batterla non suona di intasata,  ha solo la solita ruggine superficiale.-

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il libretto è intonso, senza una stropicciatura.  cosi pure il manuale di uso e manutenzione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Complimenti! Portala a casa! I colpi anomali in un'officina possono essere i più impensabili ma si tratta di cose recuperabilissime!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A quel prezzo una sprint in regola, funzionante e dalla storia conosciuta si prende e basta.

Io fossi in te comunque la prima cosa che avrei fatto sarebbe stata quella di sollevare e fotografare la pedana, che è la parte più sincera ed indicativa di una vespa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

pedana e sottopedana sono state la prima cosa che ho controllato. E mi sembrano in buono stato.

Dopo pasqua vado a ritirirala.  prezzo concordato a 2500 incluso passaggio e nel prezzo mi da anche un 50 meccanica Cf pesaro.-

Non vale niente, ma se c'è qualcuno patito del genere,  a cui interessa  rimetterlo a posto o come pezzi di ricambio...:).....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

domanda :  avevo letto  che per la sprint vi sono varie tipologie di ckm.  (se non erro  era un intervento di Gipirat)

dove si affermava che 

 1. le prime sprint (1965)  sino al  telaio 07299  :    ckm  scalato a 100 km/h con il guscio protettivo in alluminio e portalampada  tipo lungo

2.  dal telaio  07300  al  065745,  (1965-1968)    :   ckm   scalato a  100 km/h con guscio in lega  e  portalampada  tipo corto laterale

3. dal telaio 065746  a fine serie  (1968/1972)    :  ckm  scalato a  110 km/h con  guscio in lega  e portalampada tipo corto laterale

 

Ora la mia è del 1967 telaio VLB1T n. 0433XX   quindi dovrebbe essere scalato a km./h  e,......... non 110  (vedi foto sopra) (tra l'altro il logo è corretto)

Quindi prendendo per buono ciò che mi dice il precedente  propr.  (NON è stato eseguito  nessun intervento di sostituzione/riparazone del suddetto km)

è possibile  che sia una delle solite "ANOMALIE" della Piaggio in corso di produzione   ????  

Dove si montava  ciò che passava al momento lungo la catena di montaggio ????? 

 

ps. ho dato uno scorcio a quella che viene spacciata per vangelo (vespatecn)  e vi è una foto di una sprint (post67/logo esagonale)

con il ckm scalato a 120  ...... ??? :azz:

 

 

Modificato da alfred

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, alfred dice:

domanda :  avevo letto  che per la sprint vi sono varie tipologie di ckm.  (se non erro  era un intervento di Gipirat)

dove si affermava che 

 1. le prime sprint (1965)  sino al  telaio 07299  :    ckm  scalato a 100 km/h con il guscio protettivo in alluminio e portalampada  tipo lungo

2.  dal telaio  07300  al  065745,  (1965-1968)    :   ckm   scalato a  100 km/h con guscio in lega  e  portalampada  tipo corto laterale

3. dal telaio 065746  a fine serie  (1968/1972)    :  ckm  scalato a  110 km/h con  guscio in lega  e portalampada tipo corto laterale

 

Ora la mia è del 1967 telaio VLB1T n. 0433XX   quindi dovrebbe essere scalato a km./h  e,......... non 110  (vedi foto sopra) (tra l'altro il logo è corretto)

Quindi prendendo per buono ciò che mi dice il precedente  propr.  (NON è stato eseguito  nessun intervento di sostituzione/riparazone del suddetto km)

è possibile  che sia una delle solite "ANOMALIE" della Piaggio in corso di produzione   ????  

Dove si montava  ciò che passava al momento lungo la catena di montaggio ????? 

 

ps. ho dato uno scorcio a quella che viene spacciata per vangelo (vespatecn)  e vi è una foto di una sprint (post67/logo esagonale)

con il ckm scalato a 120  ...... ??? :azz:

 

 

Ciao, guarda che della vespa che citi è pure sbagliato il colore,.....

Francesco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao. la sprint è a casa.

Ora volevo mettere il portaruota posteriore  tipo questo che ho trovato in rete  (portapacchi con portaruota) per ovvie ragioni di gambe

(mettendo la ruota nel retroscudo  è sempre un  continuo cozzare  con le gambe e ci si sta a fatica.......

Chiedo agli esperti se x questo tipo di portapacchi/portaruota,  devo anche mettere le selle singole oppure  si riesce a mantenere la sella lunga.

 Ne caso debba mettere le selle singole che mi dite di queste ??? il venditore dice che erano su un px e non sa se montano anche sulle vecchie vespa.

Allego foto del portapacchi/portaruota e delle selle   grazie a tutti    

1213.jpg

A01.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Banner Pubblicitari

Nel sito sono presenti alcuni banner pubblicitari che, con la collaborazione dei nostri utenti,  potrebbero aiutare a coprire una parte delle spese di gestione del server e le spese di aggiornamento del software.
Chiediamo comprensione per il disturbo visivo che i banner possono dare e ricordiamo che con qualche semplice click sui banner interessanti potete in parte e con minimo impegno contribuire ai costi che vesparesources.com sostene.
Grazie a tutti! :ciao:

×