Vai al contenuto

Ci è stato fatto notare che alcuni utenti hanno problemi con un numero troppo alto di notifiche che arrivano dal forum, ricordiamo che ciascuno può decidere e configurare gli avvisi e le email in funzione di cosa preferisce, il link per configurare gli avvisi è il seguente:

notifications/options/?type=new_comment

 

Grazie

horusbird horusbird
VR-News
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.
  • IMAGE HOST


Kaliningrad

Ritrovata Vespa PX200E Arcobaleno Elestart del 1996

Recommended Posts

Letto ieri sera del problema della traversa su cui poggia l'ammortizzatore posteriore che, se arrugginita, può anche cedere con ovvie conseguenze disastrose. L'avrò disarrugginita bene? Rismonta l'ammortizzatore e dai un'altra passata di Fertan sopra e sotto. Già che c'ero ho ripreso anche altre parti qua e là che non erano venute bene. Tanto è inutile voler finire alla svelta il lavoro: le strade in questo periodo sono bianche dal sale e la vespa è meglio lasciarla riposare (se poi piove e lava via tutto al limite c'è la sorella minore rossa...).

Un problemino minore ma che è diventato un vero e proprio grattacapo: lo specchietto retrovisore arrugginito non vuol saperne di venir via ad onta di tutto lo Svitol che gli ho già fatto ingurgitare. Il dadone nero di fermo si è lasciato sbloccare abbastanza facilmente, ma il braccio dello specchietto resta saldato. Ho un po' paura a forzare troppo perché penso che, se mi si spezza il braccio, poi, forse, sarà ancora più difficile estrarre il monconcino.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi dite per favore quali sono i cinque cavi completi di guaina inclusi in questo set:

 

http://www.scooter-center.com/de/product/7672499/Zugsatz+PIAGGIO+Vespa+PX+ab+Bj+1998?meta=?cat=C_V_VSX1TLUSSO&catmatch=CAT_ERSATZTEILE_ZUEGE

 

Gas, frizione, cambio (2) e freno ant.? 

 

Qual è la difficoltà nel cambiare i cavi completi di guaina? Ho letto che occorre assicurare la nuova guaina alla vecchia e sfilare la vecchia da sotto costringendo così la nuova a infilarsi nei giusti canali. Ma in che modo legare le due guaine?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
STAFF

Dovrebbero essere:

- frizione

- freno anteriore

-freno posteriore

- acceleratore

- aria

Non ho idea di come si infilino le guaine complete di cavi, io ho utilizzato un cavo lungo inserito in guaina nuova e vecchia e poi tirato il tutto.

Ciao, Gino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
STAFF

Il freno anteriore nel kit di Scooter Center non ci dovrebbe essere: è dato per PX dal 1998 in poi, quindi quelli con freno a disco.
Quello che non mi torna è che, stando alla foto, sembrerebbe mancare una guaina del cambio. Ce n'è una sola. Curioso, anche perché in un kit originale Piaggio, le due guaine del cambio dovrebbero avere colori differenti: una chiara, come tutte le altre, ed una in un grigio più scuro.

Certo che è costosetto, questo kit...

P.S. Ho notato che sui PX più recenti le guaine montate hanno la stampa "PIAGGIO" ripetuta ciclicamente. Alessandro, penso sia così anche sulla tua Euro 3. In tal caso, mi aspetterei di trovare lo stesso anche nei ricambi originali, se di recente produzione.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
STAFF

Mi pare che abbia ragione Marben: manca la guaina/cavo per il freno anteriore e ce n'è solo una per le marce. Bhò!

Ciao, Gino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
STAFF

Per collegare insieme due guaine, si può usare una vite autofilettante privata della testa ed avvitata metà nella vecchia, metà nella nuova.

Oppure il classico nastro o, come dice Gino, un filo lungo che le attraversi entrambe.

Ovviamente fa eccezione il cavo del gas, che è "prigioniero" della sua guaina; in tal caso, si potrebbe sollevare una spira della vecchia guaina ed agganciarla alla capocchia (lato carburatore) del nuovo cavo. La guaina dello starter francamente non starei a sostituirla.

Per la sostituzione della guaina del gas ritengo che difficilmente sarà effettuabile senza intoppi, se non asportando nuovamente il serbatoio.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie a tutti e due!

Marben ha ragione sul fatto del kit. Quello giusto per il mio modello Arcobaleno (in Germania "Lusso") è questo:

http://www.scooter-center.com/de/product/7672498/Zugsatz+PIAGGIO+Vespa+PX+Bj+1984+1997

MI permetto di riproporre la stessa domanda di cui sopra, e cioè quali sono i cavi e le guaine compresi in questo kit.

È importante saperlo per poi vedere quali altri elementi extra aggiungere. Per quanto riguarda la guaina del gas, non essendo soggetta alla stessa usura di quelle della frizione e del cambio, forse non vale neanche la pena cambiarla, ma basta sostituire il cavo. Idem, direi per lo starter. Anzi per lo starter non sostituirei neanche il cavo finché non si spezza da solo (va da sé che la Vespa si riesce a metterla in moto anche senza). Il cavo del freno posteriore è di grosso diametro e non so quanto sia soggetto a rotture (non credo di averne mai sentito parlare). Se siete d'accordo con questa impostazione, sostituirei il cavo del gas da solo e i cavi di frizione, cambio e freno anteriore completi di guaine. In questo caso, calcolerei se conviene ordinare i pezzi singolarmente anziché tutto il kit più gli extra. Per la sostituzione delle guaine mi son visto il video di Mauro (l'emiliano). Previa estrazione del vecchio cavo, lui fissa, con molti giri di nastro isolante, la vecchia guaina a un cavo di plastica e lo tira per tutta la lunghezza,  dopodiché fa la stessa cosa tra il cavo di plastica e la nuova guaina che viene così messa a dimora.

Ho ancora qualche giorno di tempo per riflettere se avrò il coraggio di affrontare anche questa sfida ....

Modificato da Kaliningrad

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Di 'Lusso' su quel sito vedo principalmente i prezzi ! :orrore:
Valuta compatibilmente con le tue coordinate geografiche anche qualche altro lido , se puoi .
Prendi in considerazione (ma attendi pareri più esperti ) che esistono oggigiorno delle guaine più 'tecnologiche' , in teflon se ricordo bene .
Non ricordo bene i vantaggi , motivo per cui ti ho consigliato di attendere mostri sacri del forum .
Con il filo del freno posteriore credo si possa trainare anche un camion per quanto è sovradimensionato . Ad ogni modo la sua guaina ed il filo sono in una zona poco felice della vespa , un'occhiata male non fa (leveraggio freno compreso) ..ingrassa e lubrifica come se non ci fosse un domani ! (ganasce a parte ovviamente :mrgreen: ) Grasso è bello ! [cit]

Considera inoltre che la sostituzione delle guaine oltre a non essere tanto agevole può avere come grosso inconveniente futuro un'usura precoce dei cavi se il percorso delle guaine non sarà quello ottimale (curve strane che aumentano l'usura , per intenderci)

I video di (San) Mauro ? beh che dire .. pure addiction !
Ci vorrebbero più Mauro nel mondo vespistico

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per sostituire guaina e cavo ho scoperto che esiste anche questo sistema:

1) Estrarre il vecchio cavo

2) Infilare un nuovo cavo di lunghezza doppia nella nuova guaina e, a seguire, nella vecchia

3) Tirare il cavo dal basso finché la vecchia guaina non sia uscita e la nuova non sia entrata completamente

4) Gettare la vecchia guaina, togliere il cavo-rimorchiatore e inserire un nuovo cavo (il cavo rimorchiatore lo si tiene per le successive operazioni)

Mi sembra un sistema ancora più semplice. Qualcuno l'ha provato?

Modificato da Kaliningrad

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
STAFF

Beh, è esattamente il metodo citato da Gino prima e da me poi. ;-)

Tuttavia anche questo non è applicabile (salvo, forse, con un filo assai sottile) con la trasmissione del gas, che è fornita col cavo già inserito ed intestato ad entrambe le estremità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 ore fa, Marben dice:

è esattamente il metodo citato da Gino prima e da me poi.

Giusto, mea culpa che mi ero perso tra una discussione, un video e un sito tedesco...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

IMG_1944.jpg

^ Pronta per aprire la testa e disincrostare.

 

Piccolo aggiornamento: ho dato tre mani di vernice trasparente sul sottopedana e nei passaruota. Così dovrebbe essere "protetta" ancora per qualche anno almeno. Sto "ingrullendo", come direbbero in Toscana, col vecchio tampone cilindrico alla base dell'ammortizzatore che non vuol saperne di venire via. Svitol, cacciavite e martello ieri sera e ancora oggi in pausa pranzo e poi spero di riuscirci. Una volta rimossi i resti del tampone:

1) Monto il nuovo tampone e l'ammortizzatore completo, a seguire, nell'ordine,

2) il cavalletto

3) la marmitta

4) le ruote

5) il serbatoio (con la sua nuova guarnizione)

6) i tubi della benzina e dell'olio (spia dell'olio e guarnizione nuove)

7) il filtro dell'aria opportunamente lavato (laverò anche i getti già che ci sono)

8 ) la batteria

9) la nuova sella (devo ancora trasferirvi il vecchio cilindro della serratura)

10) poi disincrosto cielo del pistone e testata

11) monto il nuovo copriventola e la cuffia opportunamente lavata

dopodiché la Vespa dovrebbe essere più o meno pronta per essere messa in moto ... senonché ... c'è un problema con lo specchietto che non sono ancora riuscito a togliere. Ho sì svitato il dadone, ma sotto non c'è un altro dado da tener fermo con la chiave, solo un cilindro liscio emerso facendo ruotare lo specchietto in senso antiorario (così facendo pensavo di svitarlo). Non solo è emerso questo cilindro, ma più svitavo e più sentivo che qualcosa dentro andava a premere sul coprimanubrio (che a un certo punto si è anche leggermente fissurato). Spero di non aver fatto danni irreparabili. Dopo pranzo posterò delle foto per spiegare meglio la situazione. Buona giornata ai miei fidati consiglieri!

.  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Aggiornamento:

Sono riuscito a togliere il tampone cilindrico dell'ammortizzatore posteriore e ad inserire il nuovo. Dopodiché ho collocato a dimora il nuovo ammortizzatore.

Ho poi montato, con un po' di fatica, il cavalletto nuovo e, molto più agevolmente, la nuova ruota anteriore. Pian pianino la Vespa sta assumendo un aspetto più normale.

Ma poi, colpo di scena, mi accorgo che la manopola del cambio è completamente bloccata. Intuisco che si tratta del problema dello specchietto e già mi vedo a dover chiamare il carro attrezzi per farmi portare la Vespa in officina. Insomma, stavo veramente per perdermi d'animo quando mi sono detto  che dovevo affrontare anche questa sfida. Apro quindi il coprimanubrio (tre viti al posto di quattro, una mancava ...) e sfilo il cavo del contachilometri per dare spazio, anzi letteralmente "corda", allo strumento in modo da sollevare il coprimanubrio il più possibile. Riesco quindi ad estrarre lo specchietto con tutta la minuteria attaccata e ben saldata.

IMG_1948.jpg

^ Spero di non aver danneggiato il tubo del cambio

 

IMG_1949.jpg

^ Il sottopedana col nuovo cavalletto montato

Modificato da Kaliningrad

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
STAFF

Per lo specchietto, meno male che hai risolto.

Il braccio come hai osservato non ha alcun filetto alla sua estremità, ed è inserito nella "cravatta" che lo stringe sino al bloccaggio. Non di rado la ruggine salda i due pezzi. Il problema è che la cravatta (la stessa dei PX successivi, sino all'ultimo) è avvitata nella fusione ed è rastremata per non interferire col tubo del comando del cambio. La rimozione della cravatta senza sfilare il tubo è rischiosa, perché si potrebbe danneggiare la filettatura ricavata nella fusione del manubrio.

Premurati ora di separare lo stelo della specchio della cravatta: se hai a disposizione una morsa non dovresti incontrare grosse difficoltà. Aiutati con Svitol e calore, se necessario.

Al rimontaggio, ingrassa per bene le superfici di contatto: questo non ostacolerà il bloccaggio a dado serrato, ma eviterà la formazione di nuova ruggine.

 

Vedo che hai montato il proiettore alogeno: dovrebbero averti fornito anche un cuffiotto di gomma che calza sulla lampada HS1. Se lo hai, montalo, limita un po' l'ingresso di polvere nel gruppo ottico.

Per i getti, tienili immersi nel diluente nitro e soffiali con aria compressa, se possibile. Evita lavaggi di altro genere se c'è il rischio che trattengano sporcizia.

Non lesinare col grasso: è un potente alleato contro la corrosione, oltre a limitare l'usura. Quindi ingrassa il cavalletto dove esso sfrega le staffe; ingrassa i filetti più esposti affinché non si blocchino per la ruggine; applicane nel selettore del cambio ed infine ingrassa bene i passaggi dei cavi nel manubrio, così come le sedi dei tubi. Per quest'ultima operazione, puoi permettere piccoli movimenti assiali ai tubi (comunque imprigionati dalle guaine che li attraversano) togliendo le due rotelle alle loro estremità, trattenute da un'apposita spina elastica. Ingrassa anche il punto di contatto fra il cablaggio del devioluci ed il tubo del gas.

Se hai a disposizione del grasso spray, puoi usarlo in zone difficilmente raggiungibili: cuscinetti dello sterzo, perno del pedale del freno, ecc.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 20/11/2017 at 22:05, Kaliningrad dice:

Per sostituire guaina e cavo ho scoperto che esiste anche questo sistema:

1) Estrarre il vecchio cavo

2) Infilare un nuovo cavo di lunghezza doppia nella nuova guaina e, a seguire, nella vecchia

3) Tirare il cavo dal basso finché la vecchia guaina non sia uscita e la nuova non sia entrata completamente

4) Gettare la vecchia guaina, togliere il cavo-rimorchiatore e inserire un nuovo cavo (il cavo rimorchiatore lo si tiene per le successive operazioni)

Mi sembra un sistema ancora più semplice. Qualcuno l'ha provato?

Anzichè usare un cavo lungo il doppio, che ho avuto difficoltà a reperirlo, uso un filo di ferro armonico, in cima gli faccio un'uncino e procedo tirando. Ingrasso abbondantemente la nuova guaina

Ciao Lux

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
STAFF

Quello che sta venendo fuori è il cilindro filettato all'interno che dovrebbe essere solidale con la base pressofusa del manubrio ma che, evidentemente, si è staccato perché la ruggine lo ha reso più unito allo stelo dello specchietto che non alla base. A questo punto, svita le viti del coprimanubrio, in modo da non rischiare di spaccarlo, e fai uscire del tutto il cilindro. Una volta che lo hai a vista, potrai lavorarlo con più calma, magari scaldandolo o utilizzando una morsa.

Ciao, Gino

P.S.: Opssss! C'ho messo troppo a rispondere e ci ha già pensato Marben. ;-):mrgreen:

Modificato da GiPiRat
Aggiornamento

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 16.11.2017 at 23:42, Marben dice:

[...] le ganasce che agiscono sul fermo "a fungo"; su di esse insiste direttamente il cilindro chiave, che è trattenuto in sede semplicemente da una linguetta elastica.

La linguetta è quella più vicina alla coda del cilindro:
image.png.9cb80d5d8da722c1a77be9e8e53fa4a1.png


E, quando il cilindro è in sede, resta a vista, a filo del bordo interno del "bottone" della serratura:

image.png.10180642143dfdcf7edd4f768e26ff24.png


- Per liberare il cilindro chiave è sufficiente premere sulla linguetta con un piccolo cacciavite e nel contempo spingere fuori il cilindro stesso.

Essendo sicuramente una serratura originale Zadi (su sella Spaam di primo equipaggiamento) non dovresti trovare altri impedimenti.

Sì, si tratta d'una serratura originale ZADI, senonché il cilindro visto dal di dentro, dopo aver tolto il lamierino, è diverso da quello raffigurato nella foto e non vedo traccia di linguette laterali da sbloccare col cacciavite. 

Non so se la mia foto rende bene l'idea:

IMG_1950.jpg

IMG_1951.jpg

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
STAFF

Forse è leggermente incassata e non è facile vederla.

Fai così, allora: con un cacciavite sottile (tipo da orologiaio), fai saltare l'anello elastico calzato sul bottone di plastica nera. A questo punto il bottone può uscire dal corpo della serratura.
Col bottone libero dovrebbe essere più immediata l'identificazione della linguetta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
58 minuti fa, Marben dice:

Vedo che hai montato il proiettore alogeno

No, no è il suo originale. Che nel 1996 lo montassero sui modelli per alcuni mercati esteri? Dubito che il collega che l'avuta in questi ultimi anni abbia fatto montare un nuovo proiettore ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
STAFF

No, nel 1996 non esisteva affatto. Penso sia stato sostituito per qualche ragione. Magari per lo scollamento del vetro del vecchio (in questo caso il Triom con rifrattore in vero vetro e parabola in plastica), eventualità poi nemmeno tanto rara.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
STAFF

Anche qui, una goccia d'olio sulle linguette non può che fare bene: ti sporcherà per un po' la chiave, ma eviti indurimenti e, nel lungo periodo, che il corpo del cilindretto possa sbriciolarsi per ossidazione. Se hai del grasso siliconico, ancora meglio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 14.11.2017 at 15:14, Marben dice:

Più che disincrostare, io mi preoccuperei di togliere la testa per sigillarla qualora si notino perdite (cosa molto probabile).

Ciao Marben. Mi puoi consigliare un prodotto per sigillare la testa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
STAFF
Ciao Marben. Mi puoi consigliare un prodotto per sigillare la testa?
Vanno bene pasta rossa o nera (siliconiche). Mi raccomando, giusto un velo sottilissimo, di più non serve.

Inviato dal mio Siemens S62

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×