Vai al contenuto

Ci è stato fatto notare che alcuni utenti hanno problemi con un numero troppo alto di notifiche che arrivano dal forum, ricordiamo che ciascuno può decidere e configurare gli avvisi e le email in funzione di cosa preferisce, il link per configurare gli avvisi è il seguente:

notifications/options/?type=new_comment

 

Grazie

horusbird horusbird
VR-News
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.
  • IMAGE HOST

Cerca nel Forum

Showing results for tags 'restauro'.



More search options

  • Cerca per Tag

    Tag separati da virgole.
  • Cerca per Autore

Tipo di contenuto


Forums

  • Generale
    • Avvisi e Comunicazioni dallo Staff
    • Off Topics
    • In Piazzetta
    • Melacompro?
    • Pratiche
    • Le nostre Vespa
    • Come eravamo
    • Viaggi e ....
    • Vesparaduni
    • eBay's news
    • Emergenze
  • Tecnica
    • Officina Smallframe
    • Restauro Smallframe
    • Officina Largeframe
    • Restauro Largeframe
    • Officina Wideframe
    • Restauro Wideframe
    • Piaggio Cosa ... Ricordando Leo
    • Sidecar
    • Tuning Smallframe
    • Tuning Largeframe
    • Vespa Faidate
  • Mercatino utenti
    • Mercatino vendo - scambio
    • NonsoloVespa vendo
    • Mercatino compro
    • NonsoloVespa compro
  • LML Star
    • LML Star general forum
    • LML Star Club
  • Non solo Vespa
    • NonsoloVespa Fiat 500
    • NonsoloVespa 2 ruote
    • NonsoloVespa 4 ruote
    • NonsoloVespa
  • International Forums
    • English Forum
    • Deutsches Forum
  • I Toscanacci's Discussioni
  • I Toscanacci's I Toscanacci Topics

Categorie

  • Tutorial
    • Generale
    • Elettrica
    • Meccanica
  • Punto di Vespa

Categorie

  • Manuali uso e manutenzione
    • Smallframe
    • Largeframe
    • Wideframe
  • Manuali Officina
    • Largeframe
    • Smallframe
    • Wideframe
  • Cataloghi ricambi ed esplosi
    • Largeframe
    • Smallframe
    • Wideframe
    • Cataloghi Ricambisti
  • Impianti Elettrici
  • Schede Tecniche di omologazione
  • Schemi Carburatori
  • Brochure e pagine pubblicitarie
  • Bajaj ed LML
  • Burocrazia
  • Riviste e pubblicazioni tecniche
  • Ape
  • Varie

Product Groups

  • Tesseramento
  • Supporter
  • Pubblicità
  • Crediti
  • hosting

Cerca risultati

Cerca risultati che


Data di creazione

  • Start

    End


Ultimo Aggiornamento

  • Start

    End


Filter by number of...

Iscritto

  • Start

    End


Gruppo


Città


Le mie Vespe


Occupazione


Skype


Facebook

Trovato 24 risultati

  1. Buongiorno a tutti! ho diversi problemi nella chiusura del blocco motore vs5: ho notato che chiudendo il motore la ruota posteriore fatica molto a girare, sforza molto sul cuscinetto più esterno (quello scomponibile) A motore aperto sembra che gli ingranaggi del cambio siano un pò distanti dal primario, è come se l'albero del cambio fosse leggermente inclinato da una parte. Ho cambiato la bussola del gruppo avviamento, i cuscinetti e controllato le loro sedi e mi sembra apposto, non capisco perchè sforza cosi tanto a girare. ho dovuto cambiare lo stelo originale e il selettore del cambio del cambio perchè erano entrambi da buttare. Ho preso un ricambio ma, chiuso il motore, ho notato che le marce non si inserivano correttamente: il selettore nella prima e quarta marcia non andava fino in fondo ma bloccava prima come in foto. Ho pensato che magari fosse colpa della rondella di fermo troppo spessa, puo essere? a qualcuno è capitato? Se a qualcuno è capitato o ha qualche idea mi faccia sapere! Grazie
  2. Ogni giorno ce n'è una nuova, Oggi stavo finendo gli ultimi lavoretti della mia bimba, cioè ho montato e regolato le cordine del cambio e della frizione. Okay, tutto a posto, regolato tutto ed è tutto okay. Il portaceppi (si chiama così? ) è avvitato con i suoi 3 nuovi bulloni M8 in acciaio inox antiruggine e relative ranelle in inox .La ruota gira in foll e le marce entrano perfettamente. Poi dopo mi sono accorto che il paraolio sul portaceppi era ancora quello vecchio allora ne ho messo uno nuovo. Smonto tutto e rimetto al suo posto, solo che adesso non sò perchè, quando faccio girare la ruota in folle fa un rumoraccio che prima non faceva. tac tac tac... Si sente bene nel mini video in allegato. https://www.youtube.com/watch?v=q0t5tux7g00 VID_rumore dopo avere montato ceppo e stretto le viti.mp4
  3. Jacopo1976

    P200e senza frecce del 81

    Ciao a tutti e grazie per avermi accettato in questo forum, ho una vespa p200e, senza frecce, che stranamente è stata immatricolata nel 1981, probabilmente un invenduto dato che i senza frecce non erano così di moda in quegli anni, fatto sta che il suo colore originale è biancospino ed io ho deciso di iniziare un restauro, dopo averla smontata per benino e sabbiata mi è venuto in mente che forse mi sarebbe piaciuto cambiarle colore. Mi piacerebbe farla color tabacco, ho visto che non è facile trovare senza frecce di quel colore e qualcuno addirittura sosteneva che fosse un colore mai usato sui senza frecce ma ho visto che proprio in un pubblicità d' epoca , appare una foto con un px senza frecce proprio di quel colore, secondo voi può andare o è inammissibile? ringrazio fin d' ora chi vorrà darmi una risposta, a presto, ciao jacopo
  4. ransa63

    VM2T del 54 prima e dopo

    Ecco la mia farobasso, come si presentava prima e dopo il restauro che ho portato a termine in un anno e mezzo. La tentazione di limitarmi a un restauro conservativo era tanta ma la carena, anche se apparentemente a posto, presentava delle bolle e sotto era tutta ruggine. Poi era necessario smontare tutto comunque per cambiare le guarnizioni di gomma, cavi e impianto elettrico. Li la decisione di rivolgermi ad un carozzeria specializzata per sabbiare e riverniciare tutto. Sotto il risultato con l'evidenza di alcuni dettagli. Che ve ne pare ?
  5. Salve a tutti, avrei bisogno del vostro gentile supporto. Ho iniziato il restauro di una Special 50 di mio Zio, al momento non trovo il libretto, ma dal telaio (grazie al database) sono riuscito a risalire a molte info utili: V5A2T - 925XX => 1972 Tuttavia sono molto confuso sul colore... La vespa vorrei farla Rossa (com'era in origine). 1. Dal DB ritrovo che nel 1972 c'era solo Rosso Tenerife (che personalmente non mi entusiasma), 2. In alcune discussioni (http://www.vesparesources.com/12-restauro-smallframe/74670-colori-originali-vespa-50-special-1-serie-del-1972) trovo Rosso PIA 847 3. Navigando in rete ho trovato anche Rosso Corsa e Rosso Corallo AIUTOOOO Grazie in anticipo
  6. amalu

    sabbiare o carteggiare?

    Carissimi, ho da restaurare questo px e sono indeciso se sabbiare o carteggiare. In molti punti la vernice è ben conservata, mentre in altri c'è ruggine anche se non mi sembra passante. il dilemma è: sabbiare? e come? corindone, sabbia di cava, bicarbonato? carteggiare mantenendo ove possibile il fondo originale? poi vorrei farla azzurro met invece che rosso fed, dite che me la passano lo stesso all'ASi o FMI? sono entrambi colori dell'85-86. che marca di vernice? MAX MEYER o LECHTLER? Suggerimenti?? Grazie a tutti!! Alberto
  7. Vespistalametino

    Colore numeri marce vespa 50 special

    Salve a tutti, sono nuovo di questo sito e vorrei chiedervi un piccolo problema che ho con il restauro della mia vespa 50 special. Non so il colore con cui devo verniciare i numeri delle marce presenti sullo sterzo. La vespa è di colore azzurro metallizzato... Perfavore aiutatemiiiiiiiiiiii....
  8. salve, sono un visitatore ma raramente un risponditore data la mia poca esperienza, ho appena coprato un vespino 50 come da titolo, e` smontata, da riverniciare e pulire , motore funzionante e con tutti i pezzi, naturalmente per quanto riguarda i pezzi li restauro io , il telaio lo fara un carrozziere di fiducia, ma mi assillava la domanda dati i pochi fondi a dispozione , quanto puo` costarmi il restauro dei pezzi , comprar manopole....ecc ecc. magari chi ci e` giapassato puo` darmi una mano, grazie a tutti per le risposte che darete , spero di tornare a scrivere su questo forum, infine , che ne pensate del colore originale Rosso - 1.298.5850 ? grazie di tutto:ciao:
  9. Buona serata a tutti:mrgreen:. Da un anno che lavoro sulla mia vb1t e mi si è presentato un grosso problema con la sella, sulla mia vespa c'era montata una sella con una staffa fatta con dei bulloni sotto marcati DEA. visto che con queste vespe la piaggio faceva quello che voleva come ad esempio il fondo antiruggine all'inizio utilizzavano il rosso e poi nel 58 il nocciola fino a fine serie, i rubinetto serbatoi prima utilizzavano quello traverso come la faro basso e dal telaio 86421 utilizzavano quello piccolino senza bicchiere di vetro come le vespe 50 mi viene da pensare che avranno fatto la stessa cosa con la sella:-(.Qualcuno sa dirmi se posso montare la sella che ho trovato nella vespa o dovrò comprare quella con i bracci allungati??!!
  10. lorenzodaniele

    Come verniciare (una vespa)

    salve, certamente verniciare una vespa non è come verniciare un cancello! non scendo in particolari e ne cito marche di prodotti (ognuno è libero di usare quello che vuole!) quello che vi consiglio è un metodo abbastanza economico (si fà per dire) e facile nel reperire i materiali, se poi si vuole restaurare in modo maniacale occorrono gli stessi prodotti dell'epoca, come vernici alla nitro, antiruggini, stucchi, etc... con questo post volevo riassumere in modo semplice quali sono le fasi di lavoro per ripristinare la verniciatura di una vespa. bisogna avere un locale o uno spazio ben areato, un compressore di almeno 100 lt. ,un' aerografo discreto, spatole, etc etc... iniziamo! dopo aver ripristinato il telaio da eventuali ammaccature, saldature o addirittura ricostruzioni di parti mancanti, si può passare alla fase successiva, ovvero a quella della verniciatura. si inizia con la preparazione del supporto, successivamente si passa all'applicazione dei fondi, dello smalto, ed in fine alla finitura. ora parliamo della preparazione del supporto. se ci si trova a che fare con un telaio con più verniciature o con ruggine abbastanza rilevante, è consigliata la sabbiatura. questa operazione permette di eliminare le ossidazioni in modo più profondo oppure a togliere la vernice esistente in modo più veloce, ma ha un certo costo. appena ritirata la vespa dal sabbiatore vi consiglio comunque di ripassare il tutto con della carta da 120 per eliminare i residui di sabbia che possono penetrare nei pori del lamierato (potete aiutarvi anche con delle spazzole a mano o applicate a qualche attrezzo), ed eventuali tracce di vernice o ruggine che comunque possono sfuggire dall'attenzione di chi sabbia. se le condizioni del telaio sono buone può bastare anche una semplice carteggiatura comunque accurata fino al metallo. cosa importante è la pulizia e lo sgrassaggio del supporto prima di passare alla fase successiva. si può utilizzare dell'antisilicone, del diluente, oppure lavare con acqua e sapone.quest'ultima opzione è consigliata quando si ha a disposizione una temperatura alta che permette di far evaporare il prima possibile l'acqua. la fase successiva è quella dell'applicazione dei fondi. appena terminato la fase precedente è buona cosa proteggere il tutto il prima possibile dall'umidità, dallo sporco e da tutte quelle condizioni che possono permettere di riformare delle ossidazioni. vi consiglio di informarvi leggendo la scheda tecnica del prodotto, qui sono riportate le temperature di applicazione e i tempi di appassimento ed essiccazione, come diluire, ecc. ecc... per prima cosa si applica sulla lamiera 2 o3 mani di primer epossidico bi-componente, tra una mano e l'altra si aspetta il tempo consigliato del produttore. perchè 2 o 3 mani? questo dipende dalla "mano" di chi esegue la spruzzatura. se vi capita di colare non fà niente! ora bisogna aspettare che il tutto asciughi bene in profondità, quindi conviene continuare dopo qualche giorno. si passa adesso alla carteggiatura (per il 90% a mano) a secco usando carta da 120 a 240 (passaggio graduale tra le varie carte, io vi consiglio fino alla 180) così da eliminare la bucciatura. sicuramente in qualche punto, tipo dove è stata effettuata una saldatura o dove è stata ribattuta la lamiera, occorre stuccare con dello stucco poliestere o volgarmente chiamato "metallico". vi ricordo che occorrono delle spatole! va applicato a strati un pò alla volta, ma se gli spessori sono alti si può usare anche un fondo poliestere a spruzzo (più elastico). se vi capita di scoprire in qualche punto, ricopritela di nuovo con l'epossidico precedente. dopo aver pulito e sgrassato va applicato l'isolante. vi consiglio di usare uno bi-componente perchè hanno una buona aderenza, una buona elasticità e soprattutto non vengono intaccati dalla finitura (vernice finale). fate essiccare bene il fondo! aspettate qualche giorno. ora ricontrollate tutto, e se c'è qualche piccola imperfezione si può usare uno stucco rapido alla nitro, vendono dei comodi tubetti tipo dentifricio, per intenderci. un trucco che uso e quello di applicare una "spia". prendete una comune bomboletta di un colore contrastante a quello del fondo (es,. hai un fondo grigio chiaro utilizza una bomboletta nera)e spruzzate tutto senza coprire, così in fase di carteggiatura quando il nero sparisce riesci a capire dove hai lisciato. si ri carteggia ad umido con carta da 400 fino alla 800, (sinceramente io mi fermo alla 400, meglio non esagerare, sempre per ottenere un buon ancoraggio). ora si pulisce e sgrassa o con dell'antisilicone consigliato per quel prodotto, oppure, come faccio io, lavo il tutto con acqua e sapone (quello da bucato a mano) con scotch brite grigio che nello stesso tempo mi continua a levigare ulteriormente la superficie (per questo mi fermo alla 400) una volta asciugato bene si può passare alla finitura. possiamo dire che è la fase più importante è l' applicazione della finitura, perchè è quella che si vede alla fine! dopo aver scelto la tinta giusta per voi, vi consiglio di utilizzare degli smalti bi-componenti alto o ultra solido. se si utilizza una tinta pastello va bene un "lucido diretto" così non necessita del trasparente, per il lucido diretto basta catalizzare il prodotto, diluirlo, ed applicarlo seguendo la scheda tecnica che vi consiglia la viscosità, gli spessori, i tempi di intervallo, la pressione dell'aria, temperature,etc etc... per le finiture metallizzate e micalizzate si da prima la base e poi il trasparente, per questo si chiamano a "doppio strato", e si può utilizzare anche per i colori pastelli. lo smalto si applica in diverse passate intervallate (dai 15 ai 30 minuti), bisogna aspettare che il prodotto si dilati da fare in modo che il solvente evapori del tutto. c'è chi interviene dopo qualche giorno levigando il tutto con la 800 o 1000 ad umido per avere una superficie ancora più liscia ed eseguire un'ulteriore spruzzata di tinta(un paio di mani) ma questa volta molto diluita. ora, se occorre, si passa alla lucidatura finale, che può servire a togliere eventuali imperfezioni dovute dalla polvere moscerini ed altro. vi consiglio di effettuarla dopo un po’ di tempo, addirittura dopo alcuni mesi. prima cosa si lava il tutto, poi si passa una pasta abrasiva se occorre, per togliere sfumature dovute ad una cattiva mascheratura, o dove si è effettuato un ritocco, o bucciature leggere, per esempio. successivamente invece, una pasta lucidante. per effettuare queste operazioni occorre un tampone di lana. se lo si effettua prima del montaggio (consigliato) si può usare la macchina, altrimenti dopo il montaggio a mano, per non rischiare di sporcare il bordoscudo, le scritte etc etc.. è un passaggio che non faccio quasi mai, un pò per la fretta di rimontare, un pò perchè lo ritengo esagerato, perchè comunque ritengo la vespa un' oggetto di uso e consumo destinato all'usura.... l'ho scritto in modo non presuntuoso,non voglio insegnare niente a nessuno. mi vengono chiesti consigli da altri utenti, sono e sarò sempre disponibile a darli. sicuramente ci saranno dei, e ma! secondo me se... forse è meglio... ricordo che ognuno è libero di fare e usare quello che vuole! spero che possa servire a qualcuno…. :ciao:
  11. Mircoo

    Restauro VBB1T

    Bene ciao a tutti. Questo può definirsi il mio primo post serio da quando vi seguo (3 annetti circa). Passiamo al dunque, ecco cosa ho trovato: quindi tutti mi darete del matto ma se una cosa è li li per rovinarsi allora anzichè lasciarla allo sbando preferisco metterla a posto. Ora vi prometto che posterò foto e foto ma richiedo il consiglio e l'aiuto di tutti perchè io le VBB le ho semre viste solo in foto:mrgreen: (datemi del matto:crazy:) Bene in alcuni punti la vernice col CIF sarebbe perfetta ma.. dato il marrone delle pedane missa che.. non voglio nemmeno dirlo al lavoraccio che ci sarà da fare. spero di non doverle cambiare ma.. bhe oltre non dico. ciao a tutti spero che mi seguirete e che mi aiuterete. Ah dimenticavo.. VBB1T ✩ 312 _ _ ✩ è del 61 vero?
  12. kuba

    conservato a tutti i costi

    buongiorno ragazzi!!! mi accingo a sistemare la mia vespa vba del 1959. la moto è ferma da quasi 40 anni e per questo prima di metterla in moto vorrei almeno cambiare i cuscinetti, i paraoli ecc.. il mio vero dubbio, non essendo (ancora:mrgreen:) un esperto in materia vorrei un consiglio da voi saggi! ora vi descrivo un po' il mezzo: la moto è tenuta abbastanza bene vista l'età e ha percorso solamente 7400km, non ha ruggine passante ed è completa in tutto a parte la ruota posteriore(che mio nonno ha ceduto ad un conoscente secoli fa per costruire una carriola:orrore:) e il motore sembra girare senza problemi. la mia idea è sicuramente quella di fare un conservato in quanto credo sia proprio l'età la sua caratteristica principale e che le da carattere ma non so come trattare alcune parti come ad esempio una crepa sulla parte superiore dello scudo(vedi foto) che ho paura possa ingrandirsi con l'utilizzo. ps: ho sia il libretto del'epoca e il foglio complementare che la targa originale. attendo i vostri commenti e pareri
  13. NotNotTana

    Dubbi su 125 VNB1T del 1960

    Salve, sono nuovo del Forum e volevo avere qualche informazione/chiarimento sulla mia Vespa 125 del 1960 telaio VNB1T 058790 Motore VNB1M. Confrontando la mia Vespa (comperata da me di terza mano nel 1976) con alcune documentazioni tratte dal volume Vespa Tecnica Vol.2 di "Leardi, Frisinghelli, Notari" mi sono accorto di alcune "stranezze", probabilmente dovute ai proprietari che mi hanno preceduto con alcune "modifiche" : 1. Il manubrio originale dovrebbe essere il modello cosidetto a doppia conchiglia scatolata e sovrapposta, mentre la mia monta un manubrio che sembra essere uguale a quello della serie 1962 e seguenti in fusione unica di alluminio e faro maggiorato. E' possibile che "tecnicamente" sia stato montato questo ? intendo se le misure del piantone ed il resto lo consentivano ... e volendo ripristinare la situazione originale, ne vale la pena ? quanto è complicato reperire il manubrio e le varie parti della serie 1960 ? Il faro della mia dovrebbe essere un 105mm mentre quello originale dovrebbe essere un 105 ... Vi risulta ? Per maggior comprensione vedi foto allegate 2. Mentre sugli schemi elettrici si parla e menziona di batteria, la mia non la ha ... è possibile che sia stata effettuata una modifica all'impianto elettrico ? E visto che tutto funziona, avrebbe senso ripristinare la situazione originale, e quanto è complicato/costoso ? Grazie per tutte le info che mi darete Luciano
  14. Mino89

    Opinioni su officine per il restauro.

    Salve a tutti volevo chiedervi informazioni su un'officina che fa restauri di moto e auto d'epoca. Ho iniziato un topic su un restauro di una vnb6t un po di tempo fa, ma per problemi in famiglia ho abbandonato la cosa. Ora che la situazione si è normalizzata volevo provvedere a restaurare la vnb. Cercando dalle mie parti, Roccamonfina e dintorni, non ho trovato nessuno di competente a cui affidare la vespa. ho deciso così di cercare su internet e mi sono imbattuti in un officina specializzata in restauri che si trova a Napoli, si chiama Il vespaio italia. Ho cercato feedback per capirne di più e ho anche chiamato, devo dire cortesi e disponibili in chiamata. Gli ho spiegato un po la situazione della mia vespa, tramite un book foto, e mi hanno fatto un preventivo approssimativo di 1800 euro. La mia domanda che vorrei sottoporvi è: qualcuno conosce questa officina? avete avuto a che fare con loro? In più se voi conoscete qualcuno in grado di farmi un restauro per le mie zone non esitate a dirlo. Grazie in anticipo e spero che non sia un off topic tra gli off topics . P.S. vi allego l link del sito e della pagina fb. https://www.facebook.com/ilvespaioitalia?fref=ts http://www.ilvespaioitalia.com/chi-siamo-about-us/
  15. gianresta

    50 special terza serie

    Buongiorno, da qualche tempo mi sto dedicando (finalmente) al restauro della mia special, che ormai da troppo rimandavo. L'ho acquistata 5 o 6 anni fa, forse ancora troppo giovane e immaturo per rendermi conto dell'originale bellezza di questi scooter. Ora, però, mi sono deciso a ripristinarla al suo stato originale, o quasi; so già che non sarà una cosa facile, sia per il dispendipo di tempo che di soldi, ma ci tengo veramente. Purtroppo credo che questa vespina sia stata, come tante altre sue colleghe, una vittima delle barbarie degli anni 80, quando io ancora non ero nato. Per barbarie intendo customizzazioni estetiche di cattivo gusto, vari strati di vernice l'uno sull'altro, elaborazioni estreme... Questo l'ho immaginato fin dal primo giorno in cui l'ho vista, ma ieri, dopo aver ritirato il telaio dalla sabbiatura ho avuto la conferma di quel che temevo. Ora chiedo a voi utenti e restauratori più esperti, per risanare il telaio in modo serio (fare un lavoro ben fatto) e perchè no, anche magari evitando di gonfiare ingiustificatamente il conto dal carrozziere, mi conviene trovare un bravo lattoniere e/o carpentiere che me la saldi? o faccio fare tutto direttamente a un carrozziere? GRAZIE
  16. Eaholoy

    Vespa 125 Primavera "Ereditata"

    Ciao a tutti,volevo qualche consiglio da voi esperti di vespe in quanto ho ereditato una bellissima,ma ridotta malissimo,vespa 125 primavera del 1974. Mio padre mi ha dato circa duemila euro di budget per prendermi un 125 nuovo o restaurare il primavera. Io preferirei la seconda scelta ma ci sono due principali problemi a mio parere: 1) Penso che un fattore importante per le moto sia la sicurezza e non sono sicuro che quelle ruotine del primavera lo siano,secondo voi? 2) La vespa è messa davvero maluccio: Bisogna rifare motore,impianto elettrico e tutta la carrozzeria,ho calcolato di spendere 2.246 euro per restaurla da me e farla verniciare dal meccanico,il problema è che io non ho mai restaurato nè riparato moto,ho anìvuto un 50 enduro ma ho fatto solo riparazioni superficiali. Non so cosa fare,cosa ne pensate?
  17. AlePK

    Restauro vespa PK 50 XL RUSH

    Salve a tutti! Sono nuovo del Blog, volevo sapere dove posso far restaurare la mia piccola vespa a Benevento,Napoli o dintorni ? vorrei fare l'assicurazione come veicolo d'epoca quindi deve essere perfetta! Sono nelle vostre mani!! P.S:(Anche se non rispondete a quanto detto sopra) è ferma da 5 anni, dalle vostre esperienze quanto mi puo' venire a costare?
  18. vespistaro

    lucidatura alluminio

    ciao ....quali sono levostre esperienze sulla lucidatura dei componenti in alluminio?......leve..,pedale freno,etc. Io possiedo una piccola mola 220 volt,pensate sia sufficiente....? cosa ne pensate dei vari componenti acquistabili e promozionati ad ogni mercatino? ciao a tutti e grazie dell'attenzione...
  19. Ciao ragazzi, Mi trovo nella fase di restauro della mia p200e dell'82 e mi si è presentato il seguente problema che da quanto ho letto in giro non è poi così raro. Sul serbatoio all'altezza del perno dov'è fissato il tappo (quello principale) c'è un buco, probabilmente causato da una leva eccessiva causata dalla vite di bloccaggio nella parte opposta. Volevo evitare di cambiare serbatoio, dato il costo (è quello con il miscelatore), e avevo pensato di utilizzare la vetroresina per risolvere il problema(il carrozziere mi ha detto che di saldare non se ne parla), stando poi attento a non causare nuovamente il danno. So per certo che la vetroresina non viene corrosa dalla benzina, ed essendo inoltre la parte alta del serbatoio, il problema sarebbe marginale(andando poi a fare al serbatoio un eventuale trattamento isolante antiruggine con epossidica). L'unico mio dubbio rimane se la VTR attacca sul metallo del serbatoio. Un tentativo potrei sempre farlo, ma se qualcuno ha esperienze in merito, sono ben accetti pareri Grazie.
  20. luchinorompino

    Trasformare la gl da cc a ca

    Salve Qualcuno ha uno schema per far funzionare la vespa Gl da corrente continua (clacson e luci) in alternata permanente. Ho provato a staccare la batteria e in moto non suona più il clacson. Premetto che ho rimediato un clacson Gl dell'epoca e lo sto assemblando con uno della special per farlo suonare in alternata.
  21. pickyvullo

    Vesp molesta - canzone sulla Vespa

    Ciao, sono felice possessore di una Vespa Pk 50 ss (modello svizzero) del 85, appena restaurata con le mie manine. qui le foto: Facebook - colgo l'occasione per chiederVi come lucidarla dopo la verniciatura. non è ancora finita del tutto, ma per fine settimana si spera... ho anche una canzone da farVi sentire: Pussy Death Dolls - Vespa Molesta - YouTube l'abbiamo scritta pensando ai pezzi che ho montato sulla mia vespetta che ne pensate? secondo me è una bella idea rispetto alle canzoni sdolcinate sentite fino ad oggi... peccato per la registrazione...
  22. AndreaTeam

    Restauro VNB1T del 1959

    Ciao a tutti, da poco ho acquistato una VNB1T del '59 con documenti in regola ma messa cosi cosi.. Volevo cimentarmi al restauro della stessa, avvalendomi di un carrozziere di fiducia e magari col vostro prezioso aiuto. Ecco qui le foto delle fasi di smontaggio: https://www.facebook.com/media/set/?set=a.4440632215617.2184753.1283658714&type=3&l=2e29eb8275
  23. Salve a tutti. Mi sono imbattuto in questa VBB del 1964 ed è diventata mia con l'intento di farne un conservato. La vespa ha mantenuto l'originalità e funzionalità fino ad oggi con tutte le sue botte e graffi. A suo tempo era stata passata della catramino o simile sulle pedane e sotto le pance che l'hanno salvato dalla ruggine. L'ultimo proprietario l'ha rimossa con del petrolio riportando le pedane al colore originale ed ha revisionato il motore, l'impianto elettrico e tutta la parte meccanica per cui a me tocca recuperare alcune parti di carrozzeria. in particolare vorrei chiudere i due buchi che erano stati fatti sopra il fanale posteriore per mettere il portapacchi, sistemare un paio di botte presenti sulla pancia destra (che risalgono al 1976 durante un trasporto dalla Germania ), una leggera botta sullo scudo e ripristinare il colore in alcuni punti dello scudo e del manubrio magari con una verniciata a tono su queste parti. Spero che la mia richiesta di aiuto venga presa in considerazione dagli specialisti del CIF e che giungano tanti consigli per salvare il salvabile. La mia idea è quella di procedere ad uno smorchiamento del motore passando inizialmente da un autolavaggio per poi procedere di fino a mano. Per quanto riguarda la carrozzeria andare di CIF laddove sono presenti ancora le tracce di catramina e poi chiedere al carrozziere di provare a raddrizzare le botte evitando stucchi ecc. e se riesce a dare una verniciata solo in quelle parti dove è saltata la vernice. Le mie domande quindi sono: -come posso chiudere i fori? - è fattibile fare queste piccole verniciature a tono senza che stonino con il resto della carrozzeria? - le pedane le lascio nelle condizioni in cui si trovano? La vespa è perfettamente funzionante e circolante e vorrei evitare, nei limiti del possibile, interventi radicali quali smontaggio totale sabbiature e via dicendo. Il bordo scudo è graffiato da una parte così come il faro presenta una piccola ammaccatura ma li lascerei così a testimonianza della sua storia, al momento monta il doppio sellino ma ho anche la sua sella lunga originale e ben conservata, sono solo indeciso se montare la piastra con il cuscino. un ultima domanda per gli esperti di pratiche burocratiche, la vespa in queste condizioni è iscrivi ile al registro storico vespa o FMI? grazie a tutti. P.S. Purtroppo le foto caricate vengono un po' grosse perché dal tablet non mi dà la possibilità di ridurle, pertanto chiedo ai moderatori se possono modificarle qualora risultassero ingombranti e di non facile visione. FORI DEL PORTAPACCHI DA CHIUDERE VERNICE DELLO SCUDO SALTATA A CAUSA RIMOZIONE ADESIVO DI UN SANTINO PEDANA ALTRA FOTO DELLA PEDANA SCUDO ANTERIORE CON PICCOLA BOTTA SUL LATO SINISTRO MANUBRIO CON VERNICE CONSUNTA BOTTE SULLA PANCIA DESTRA VISTA POSTERIORE VISTA LATERALE
  24. ciao a tutti, nei giorni scorsi ho aperto qualche post chiedendo informazioni per il bordo scudo e per un timbro che mi era sembrato sospetto nel libretto di circolazione. Ora apro un post perchè contenga tutto il restauro pezzo per pezzo comprensivo di tutti i vostri consigli per effettuare al meglio l'assemblaggio;-) ora posto qualche foto(se riesco)di quando era ancora nelle mani del vecchio proprietario: durante la cura rigenerativa: cura carrozeria diciamo "ultimata": ...dopo aver tirato qualche maledizione:rabbia:all'antirombo e al suo inventore....ho constatato che i danni erano limitati alla "sola" parte del vano motore...mm...almeno la pedana si è salvata...fiuu:mrgreen: ora iniziano le domande per rimontare la mia prima "cicciona":sbav: da dove inizio?? Io sarei per: PANCIONE -le decalcomanie laterali in modo poi da avvolgere le pancione nel pluriball e tenerle al sicuro da eventuali cacciaviti volanti:azz: -guarnizioni gommate intorno -e poi nei perni che vanno inseriti nella carrozeria ci vogliono dei gommini?? SERBATOIO: -tappo dell'olio -decalcomania:"non ostruire il foro" -cilindretto trasparente per controllo livello dell'olio con la giusta guarnizione -"fiorellino"nero stringitappo della benzina BAULETTO: -guarnizione tutta intorno -serratura -sportellino(ci va della gomma all'interno?come nel cassettino dell et3?!giusto per non far sfregar la vernicie con le vibrazioni! MANUBRIO: -gemma verde -cilindretto chiave di accensione -conta km -manopole TELAIO: -bordoscudo -listelli -tappetino+listelli -scritte "vespa"e"rally200" lui suppongo non fosse verniciato...dato che quando era montato non esisteva gioco fra perno e il suo buco all'interno del pedalino del freno posteriore no? :mah::mah:
×