Vai al contenuto

Ci è stato fatto notare che alcuni utenti hanno problemi con un numero troppo alto di notifiche che arrivano dal forum, ricordiamo che ciascuno può decidere e configurare gli avvisi e le email in funzione di cosa preferisce, il link per configurare gli avvisi è il seguente:

notifications/options/?type=new_comment

 

Grazie

horusbird horusbird

Ricorda ogni tanto di cliccare su uno dei banner sparsi nel forum , con questa semplice operazione che ruba solo qualche attimo del tuo tempo puoi dare un contributo alla crescita di VR. 
Grazie mille :ciao:

VR-News
  • RESTYLING
  • Abbiamo effettuato un upgrade importante, qualunque problema segnalato ci aiuterà a rendere VR sempre più fruibile!

Marben

Utenti Registrati
  • Numero contenuti

    16.223
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    23

Marben è il vincitore del Settembre 22

Marben Ha avuto il maggior numero di like!

Reputazione Forum

47 è veramente in gamba

Su Marben

  • Livello
    Moderatore
  • Compleanno 17/08/1988

Informazioni Personali

  • Città
    Provincia MI
  • Le mie Vespe
    VNB5, ET3, P120X senzafrecce, P150X senzafrecce, 50L, PX150 Euro2, 2x Bajaj Classic SL
  • Occupazione
    -

Visite recenti

680 visite nel profilo

Social Info

  1. Buoni ragazzi, non è sede per considerazioni su trattative private. Grazie e buon proseguimento (ma non delle considerazioni!). Inviato dal mio Siemens S62
  2. Diciamo che se il rumore che descrivi è il classico scampanamento da gioco di montaggio abbondante, è assai salutare (se non eccessivo). Tutti i vecchi Polini in ghisa che ho sentito manifestano questo rumore e quelli di cui conosco la storia so essersi rivelati molto affidabili (l'unico che ha avuto danni al pistone è per via di una rottura di un paraolio con frammenti vaganti). In qualche caso hanno pure girato per migliaia e migliaia di chilometri senza raccordature (te pensa!) e con cambio originale 125 Arcobaleno, lascio immaginare a che giri abbiano trascorso gran parte della loro vita (a manetta). I Polini in ghisa più recenti sono ben più silenziosi, ma questo non è proprio un pregio, considerando che più facilmente (non dico necessariamente) scaldano. Dire che sono da evitare? Non credo. Guarderei con maggiore diffidenza ai Pinasco in ghisa di produzione recente, visto che quelli scaldano sistematicamente, diversamente dagli ottimi predecessori degli anni '80. Quanto a rumore di scampanamento, poi, il DR non è secondo a nessuno; quelli più recenti (io ne ho uno inscatolato Olympia), da questo punto di vista sono osceni, e mi chiedo se il gioco non sia davvero eccessivo.
  3. "Testo Unico" sul DR 177

    160+BE3+107 oppure 105. E da lì si valuta.
  4. restauro vespa VNA 1957

    Se è indubbio il fascino delle VNA senza strumento, questa Vespa ha una storia "di famiglia" e la modifica è ben eseguita, specie considerando l'epoca. Quello strumento è parte di questa storia, praticamente dagli inizi e... merita di essere conservato così, in barba all'eccessivo e talvolta stupido rigore imposto dai registri storici. Che voglia di vedere ben dritta questa scocca!
  5. Valvola gas SI (Ghigliottina)

    Presumo tu ti riferisca a questo: Però quello già scritto io non lo trovo (strano); anzi altri post dello stesso giorno facevano pensare che tu non avessi provato altro, in attesa di testare la valvola SIP. A che pro dover provare la valvola SIP, se già il test con la Dell'Orto (INC) avrebbe identificato una sicura colpevole? Cose che a me portano a dubitare, in amicizia, ma criticamente. La mia personalissima ed opinabilissima impressione è che ci si voglia sedere su una teoria che non ha alcun fondamento tecnico, per e con il compiacimento di chi l'ha propagandata senza argomentarla. In passato sul mio 200 (originale, con mix) ho provato sia Dell'Orto, sia Spaco, sia un corpo dell'Orto attrezzato con pezzi di Spaco non mix (compresa la valvola gas 04), e non ho notato alcuna differenza. Ma con ogni probabilità è una mia scarsa capacità di avvertire differenze sensibili su lavorazioni apparentemente di poco conto. Tuttavia per quanto mi riguarda ho poca fiducia verso variazioni eclatanti che non trovino una spiegazione efficace. Penso qui di aver detto quel che sentivo di osservare, ognuno poi è libero di provare e sperimentare, e trarre le proprie conclusioni.
  6. Il fatto che con la batteria nuova il funzionamento dei servizi in CC sia ripreso, mi porta a pensare che il fusibile non sia interrotto. Dalla descrizione che hai dato parliamo di una Elestart di prima generazione, con statore a sette fili e regolatore tipo "A A G +B Massa". In questo caso valuterei una prima verifica alle connessioni, sia quelle al regolatore, sia quelle nella scatola sopra al carter motore. In questa, se scolleghi il connettore cilindrico, col tester devi rilevare continuità fra i fili rosso e giallo provenienti dallo statore ed inseriti nel connettore stesso. Se non hai continuità, il problema è imputabile ad un'interruzione nello statore, diversamente occorre andare oltre. Verifica anche che vi sia continuità fra gli i capi estremi degli stessi cavi, ovvero fra la scatola sopra al carter ed il vano del regolatore (il giallo va al regolatore, il rosso al portafusibile). Effettuate queste prime verifiche, credo sia sensato porre l'attenzione sul regolatore, che deve essere sostituito. Attento a non comprare il regolatore sbagliato: deve avere la marcatura dei contatti come ho indicato sopra, coi primi due contatti contrassegnati come A A e non G G. Inviato dal mio Siemens S62
  7. info sostituzione pignone px 150 2011

    Mauro, facciamo un esempio pratico. Io e te compriamo due biciclette identiche, senza cambio, poniamo a scatto fisso. Decidiamo di fare un giro insieme e marciamo alla stessa velocità. Tu sei più forte e preparato di me, ma sarai d'accordo che, sino a quando terremo entrambi la stessa velocità, faremo lo stesso numero di pedalate al minuto. Prendi questo esempio ed applicalo al motore della Vespa: al nostro posto metti il motore, più o meno potente che sia, e la trasmissione della bicicletta è il cambio, che resta invariato. Sono un po' in imbarazzo ad esemplificare in questo modo, ma spero che aiuti a comprendere. Diversamente non saprei come spiegare meglio, essendo di per sé un concetto piuttosto banale. Inviato dal mio Siemens S62
  8. Versione 1.0.0

    1 download

    Schema elettrico Vespa PK 50 (versione senza indicatori di direzione). Statore a quattro poli, impianto a 6V. File .PDF
  9. info sostituzione pignone px 150 2011

    Mauro, ma stai scherzando, vero? Il rapporto fra numero dei giri della ruota e numero di giri del motore, a parità di marcia, è legato esclusivamente al rapporto definito fisicamente dagli ingranaggi (numero dei denti). Se la frizione è correttamente in presa, nient'altro può alterare questo rapporto. Rifletti bene su ciò che hai scritto.
  10. Valvola gas SI (Ghigliottina)

    Se dovessi parzializzare ed occludere quel foro, otterresti risultati paragonabili alla riduzione - o eliminazione - dell'unghiata nella parte inferiore della ghigliottina; l'esistenza stessa dell'unghiata non può prescindere da quel condotto, comunicante col filtro dell'aria. Di certo esso non interferisce con le due "sacche", che eventualmente comunicherebbero col venturi e non col carter pompa; in realtà non comunicano nemmeno col venturi, perché, con la vite del minimo inserita, esse stanno al di fuori, e non a caso - a mio avviso - sono profilate per non interferire con la sezione del venturi stesso. Comunque, visto che la ghigliottina è stata posta immediatamente sul banco degli imputati, io a questo punto non la terrei come ultima spiaggia.
  11. Mah, io che monto il DR ti dico... Dai una telata al tuo pistone e in rettifica fagli dare 3 centesimi di gioco di montaggio. Vedrai che non avrai problemi di affidabilità ed avrai prestazioni decisamente migliori, anche P&P.
  12. Valvola gas SI (Ghigliottina)

    Paolo, se hai problemi di battiti al minimo, dubito che con una torretta a passaggio maggiorato tu possa risolvere. Non è questione di convincersi, ma questione di fisica e sino ad ora nessuno ha argomentato in maniera credibile il presunto influsso delle "sacche"; piuttosto è stato confutato, in primo luogo da un tecnico della Dell'Orto. In tutto questo, però, mi sembra di capire che non monterai la ghigliottina SIP e che non si abbia, sin qui, un confronto fra ghigliottine su un carburatore che non manifesti strani problemi (come per esempio il tuo vecchio). Se poi uno vuole convincersi, o farsi convincere da qualcuno, che per forza le sacche influiscano... buon pro gli faccia.
  13. Significa che il gioco fra pistone e cilindro è troppo ridotto, con possibili ripercussioni sull'affidabilità. È quello che, impropriamente, viene spesso chiamato "tolleranza". Penso anch'io che il problema sia quello, i segni di grippaggio sono diffusi su gran parte del mantello; grippate da carburazione magra o da rottura del film lubrificante di norma sono più localizzate. Non a caso sui Polini recenti si suggerisce l'aumento del gioco. Cresce la rumorosità (come del resto sui vecchi 6-7 travasi), ma migliora l'affidabilità.
  14. Il rosso in uso nella gamma PX in quegli anni è il Rosso Lacca PIA 895 (1.298.5895).

Banner Pubblicitari

Nel sito sono presenti alcuni banner pubblicitari che, con la collaborazione dei nostri utenti,  potrebbero aiutare a coprire una parte delle spese di gestione del server e le spese di aggiornamento del software.
Chiediamo comprensione per il disturbo visivo che i banner possono dare e ricordiamo che con qualche semplice click sui banner interessanti potete in parte e con minimo impegno contribuire ai costi che vesparesources.com sostene.
Grazie a tutti! :ciao:

×

Important Information

Per utilizzare il nostro sito devi accettare il regolamento Terms of Use e la Privacy Policy Privacy Policy