Vai al contenuto

Ci è stato fatto notare che alcuni utenti hanno problemi con un numero troppo alto di notifiche che arrivano dal forum, ricordiamo che ciascuno può decidere e configurare gli avvisi e le email in funzione di cosa preferisce, il link per configurare gli avvisi è il seguente:

notifications/options/?type=new_comment

 

Grazie

horusbird horusbird
VR-News
  • RESTYLING
  • Abbiamo effettuato un upgrade importante, qualunque problema segnalato ci aiuterà a rendere VR sempre più fruibile!

Marben

Utenti Registrati
  • Numero contenuti

    16.728
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    54

Marben è il vincitore del Gennaio 15

Marben Ha avuto il maggior numero di like!

Reputazione Forum

166 è avvolto di luce gloriosa

Su Marben

  • Livello
    Moderatore
  • Compleanno 17/08/1988

Informazioni Personali

  • Città
    Robecco sul Naviglio
  • Le mie Vespe
    VNB5, ET3, P120X senzafrecce, P150X senzafrecce, 50L, PX150 Euro2, 2x Bajaj Classic SL
  • Occupazione
    Tecnico

Visite recenti

1.814 visite nel profilo

Social Info

  1. Problema luci vespa

    Gli statori ricambio di questo tipo, di solito indiani, sono di pessima qualità. Conviene mantenere sempre gli originali, difficilmente danno problemi e le bobine luci in particolare non hanno praticamente mai perdite di isolamento. Possono capitare interruzioni dovute a manovre non ortodosse nello smontaggio del volano, tuttavia anche queste riparabili con un po' di pazienza.
  2. Fra cuscinetto e paraolio c'è la gola per un altro anello seeger. Questo deve risultare aderente al cuscinetto stesso. Quindi ti conviene applicare il seeger e poi spingere il cuscinetto verso la camera di manovella, sino alla battuta sul seeger. Così sarai sicuro del corretto posizionamento.
  3. Premetto che non ho mai fatto la prova di cui parli, quindi prendi il tutto con i dubbi del caso. A memoria mia il passaggio del tubo dell'olio sulla Star è leggermente spostato rispetto alla PX, dunque potrebbe essere necessario rimodellare un po' il tratto rigido che si collega alla pompa. La mia sensazione è che sulla PX il tubo si mantenga più vicino alla pompa, sulla Star è più "centrale". Qualche foto dei manubri da fuori sembrerebbe confermare. Comunque ti consiglierei, più che comprare il coperchio LML, di acquistare quello PX Arcobaleno, lavorandolo poi per il corretto collocamento del gommino in base al punto di passaggio del tubo (la guaina coi cavi dell'interruttore è ovviamente più gestibile, ma il tubo rigido maneggiato con cautela). Intanto auguri per il gommino LML, la cui durata potrebbe essere alquanto ridotta. Cerca di passarci un po' di olio di silicone e di cospargerlo di borotalco, per rallentare l'inesorabile decomposizione Puoi anche valutare l'adozione del gommino dei primi PX freno a disco (1998), anche se esteticamente meno gradevole di quello LML. Il suo codice (originale Piaggio) è 580810.
  4. È la versione in ottone cromato, in apparenza, comunque va bene.
  5. impianto elettrico GTR

    No. È un dispositivo elettronico in corrente continua (CC in italiano, DC in inglese). Il clacson nel tuo caso, se non monti una batteria, è in corrente alternata.
  6. Di nulla Per ulteriore riscontro, una foto della L di un amico, conservatissima (non che questo conti molto, in questo caso). È del 1969 da libretto (non ricordo il numero di telaio) ed ha la punzonatura nei pressi del portaoggetti. Niente di strano, dunque.
  7. La risposta è proprio nella Scheda Tecnica Omologativa, a pagina 6 del file PDF di cui al link in area Download. Riporto: Ne consegue che quanto riportato sopra non è esatto: Infatti: La STO certifica la variazione delle misure fondamentali (segnatamente lunghezza e passo) proprio in concomitanza col cambio del logo sullo scudo e nella punzonatura; L'incremento è per entrambre le misure di 25 mm; Necessariamente questo comportò l'estensione dell'omologazione, e dunque la nota di cui sopra nella STO; non sarebbe potuto essere altrimenti. Posso inoltre aggiungere che la mia 50 L, telaio 5589**, certificato originale del 7 marzo 1968, ha anch'essa la punzonatura nei pressi del vano portaoggetti. Il tappo del contachilometri che vi era montato aveva il logo a scudetto, ma se ben ricordo non era quello originale, avendo sotto ai vari strati un colore diverso dall'azzurro metallizzato col quale la Vespa è nata.
  8. Prima radiata poi demolita?

    Peccato... È un'auto meravigliosa!
  9. proma omologata???

    Dici bene, nel tuo caso è così; il punto è che non tutti i tecnici della MCTC sono ugualmente scrupolosi. Non dubito affatto del tuo racconto, ma quello che contesto è la convinzione che l'esaminatore abbia davvero operato secondo legge. Capisci che se domani qualcuno andasse a collaudo con la Proma e si vedesse bocciata la Vespa, avrebbe giustamente di che ridire rispetto a quanto letto qui. Resta valido il consiglio di sottoporre a collaudo esclusivamente veicoli del tutto conformi alle caratteristiche d'omologazione, ovvero con riscontro sulle schede tecniche omologative e sui documenti di omologazione dei ricambi approvati per lo stesso modello. Diversamente, come è ovvio, lo si fa a proprio rischio e pericolo.
  10. Bancata virtuale 177DR

    Parto da questo spunto proprio per osservare come le sezioni Tuning siano perennemente critiche, vere fucine della discordia. Colpa delle elaborazioni? No, con rispetto parlando, la colpa è della testa della gente. Estreme conseguenze della competizione esasperata, tornano ciclicamente e degenerano in discussioni come questa dalle quali, alla fine, si ricava solo il vuoto. Premessa assolutamente opportuna, peccato che sia stata del tutto ignorata. Perché è tabu? Ovvio: perché ogni volta arriva qualcuno che stila classifiche senza alcun dato a riguardo, esse stesse non possono che diventare delle provocazioni, siano esse consapevoli o meno. E questa è un bell'esempio di quanto ho detto sopra. Pochi elementi ed effetti che possono suonare strani, eppure è una classifica abbastanza lapidaria, peraltro già letta in passato e già allora accese qualche miccia; naturale accendere ancora un dibattito potenzialmente aspro. Mi sembra poco sensata tutta la discussione: chiedere una bancata virtuale (che di per sé è una contraddizione evidente), presupponendo un qualche rigore scientifico, ma allo stesso tempo già dando una precisa (?) collocazione del prestazioni del motore. Quindi? E perché no?! Su potenze sommariamente basse, come nel caso delle nostre Vespe, l'incremento di pochi cavalli può essere ottenuto con modifiche non particolarmente sofisticate. L'esempio ci viene direttamente da Piaggio. Basta pensare al cospicuo aumento di prestazioni intercorso fra la VBA e la PX 150. Da dati ufficiali Piaggio, un incremento del 63%. Frutto di migliorie graduali ma non radicali. E che dire della ET3 rispetto alla sorella Primavera? 27% in più con siluro, travaso frontescarico, accensione elettronica. Questo sempre stando ai dati Piaggio. E mi fermo qui, perché se facessimo delle bancate - reali! - di più Vespe simili ne vedremmo delle belle. Proprio perché bastano pochi elementi a variare le prestazioni di un motore e poiché motori apparentemente uguali possono avere prestazioni ben diverse, è quanto mai fuori luogo dire "cilindro x con marmitta y va di più di cilindro a con marmitta b". Ovviamente ci vuole buon senso nel formulare ipotesi e nel ponderare certe affermazioni. Per restare in tema: molte "ricette" di DR-missili, viste anche qui su VR, lasciano il tempo che trovano. In conclusione, vi prego ancora una volta di evitare frasi di questo tipo. Su VR non si è soliti bannare con tale leggerezza e sono tollerate anche posizioni di scontro duro, se dalla loro sintesi può derivare un minimo arricchimento per la comunità degli utenti. Non solo: sono sopportati anche i non pochi celolunghismi, per dirla con un neologismo, e come avrete potuto notare si è ricorso ad interventi drastici solo dopo innumerevoli richiami di fronte a reiterate violazioni o, peggio, di fronte alla sistematica diffusione di indicazioni oggettivamente infondate e pericolose. Invocare continuamente il ban è forse un modo per esorcizzarlo a qualsiasi costo, ma mi sembra poco rispettoso verso chi, quotidianamente, si ritrova a dover dare degli ampi argini ad un fiume che ogni tanto conosce pericolose piene. Anche questa discussione è ahimè degenerata e sarà chiusa, pur nell'auspicio che sia utile a prevenire ulteriori derive in futuro. Per qualsiasi chiarimento, siamo sempre a disposizione via contatto privato. Buona serata a tutti.
  11. Sella vespa 50L

    Per i link nessun problema. La sella come detto è uguale a quella della Primavera, ma senza cinghia. Targhetta "AQUILA MADE IN ITALY", copertura in vipla blu scuro (finitura oggi introvabile), belle le Spaam/Soft, eviterei le Dieffe nere.
  12. CHETAK Bajaj , Cugina o Zia?????

    Nella battuta è ricavata la gola per la guarnizione (rame/fibra).
  13. CHETAK Bajaj , Cugina o Zia?????

    Più simile ad un collettore small (la flangia è fissa) Inviato dal mio Siemens S62
  14. proma omologata???

    In ogni caso avrebbe dovuto verificare l'idoneità dello scarico, partendo dal numero di omologazione e verificando, nei documenti depositati presso la MCTC, che questo scarico è effettivamente approvato per il montaggio sulla tua Vespa. L'ha fatto? Pensa che, paradossalmente, lo scarico delle 50 faro tondo e delle Special prima serie non è omologato per le successive Special, sebbene sia costruttivamente identico. Il codice di omologazione è diverso e, perciò, se non vi fosse corrispondenza nelle schede tecniche omologative, il veicolo potrebbe essere bocciato al collaudo e soggetto a sanzione in un controllo su strada. So di altri episodi simili, nei quali certi elementi molto importanti non sono stati verificati in sede di collaudo. Ad esempio l'omologazione dello scarico o, addirittura, il tipo-numero motore. Così come so che, invece, in altre situazioni il collaudatore si è accanito oltre il lecito, probabilmente col mal celato scopo di indirizzare il povero cittadino verso intermediari opportunamente agevolati. Purtroppo è un mondo vario, anzi... variopinto, e "pesi e misure" non sono gli stessi in tutte le sedi.

Banner Pubblicitari

Nel sito sono presenti alcuni banner pubblicitari che, con la collaborazione dei nostri utenti,  potrebbero aiutare a coprire una parte delle spese di gestione del server e le spese di aggiornamento del software.
Chiediamo comprensione per il disturbo visivo che i banner possono dare e ricordiamo che con qualche semplice click sui banner interessanti potete in parte e con minimo impegno contribuire ai costi che vesparesources.com sostene.
Grazie a tutti! :ciao:

×

Important Information

Per utilizzare il nostro sito devi accettare il regolamento Terms of Use e la Privacy Policy Privacy Policy