Vai al contenuto

Ci è stato fatto notare che alcuni utenti hanno problemi con un numero troppo alto di notifiche che arrivano dal forum, ricordiamo che ciascuno può decidere e configurare gli avvisi e le email in funzione di cosa preferisce, il link per configurare gli avvisi è il seguente:

notifications/options/?type=new_comment

 

Grazie

horusbird horusbird
VR-News
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.
  • IMAGE HOST

schimiro

Utenti Registrati
  • Numero contenuti

    328
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Points

    22 [ Donate ]

Reputazione Forum

2 è sulla buona strada

Su schimiro

  • Livello
    VRista
  • Compleanno 10/04/2010

Informazioni Personali

  • Città
    Nicotera
  • Le mie Vespe
    PX125E Arcobaleno - Super 150
  • Occupazione
    Impiegato

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

Social Info

  1. schimiro

    Referenti Nazionali Registro Storico FMI

    Ciao a tutti, allora gli esami li ho superati!!! Il 25 Settembre sarò a di nuovo a Napoli per il corso di referente del registro storico FMI. C'è qualcuno del forum che partecipa pure?
  2. schimiro

    Recensione VBC1T 150 Super

    Buongiorno a tutti, ultimamente sono stato parecchio assente dal forum e vorrei rimediare facendo una cosa curiosa e forse pure inutile... J La mia recensione della vespa che ho restaurato, la VBC1T 150 Super. Si leggono sempre recensioni di moto nuove o comunque quasi nuove, ma essendo in un forum dove la maggior parte delle moto hanno mediamente 40 anni di età, credo sia un’idea curiosa scrivere una recensione di una moto che ha (nel mio caso) 51 anni di età. Come ho scritto si tratta di una VBC1T 150 Super del 1967, completamente restaurata. Nessuna modifica particolare rispetto all’originale; al motore la rettifica al suo cilindro con prima maggiorazione, gli ammortizzatori nuovi (non originali) come gomme delle Vee Rubber con disegno retrò tacchettato. Fino ad oggi ho percorso circa 700 Km sia da solo che con il passeggero. Dovrete tenere conto che il termine di raffronto della mia recensione sarà il PX125E Arcobaleno (altra mia moto che uso da 22 anni). Inizio subito con il dire che la Super già sul cavalletto risulta essere più bassa, probabilmente per le ruote da otto pollici e forse per l’altezza degli ammortizzatori. Una volta saliti a bordo si ha la sensazione di una moto piccola (non certo come una small, ma una via di mezzo) complice sia la ruota di scorta avanti le ginocchia sia la sella corta che non permette di scivolare con il popò indietro (dietro ha il cuscino, sella corta che ha però la possibilità della regolazione della rigidezza tramite una vitona che stringe il mollone, una vera chicca… ). Se si è alti come nel mio caso 1 metro e 84, risulta scomodo stare seduti e riuscire a tenere le ginocchia dietro lo scudo, soprattutto per la gamba destra dove il piede è meglio che stia sempre sulla leva del freno. Meglio quindi stare con le ginocchia fuori dallo scudo e tenere il piede in prossimità del freno. Fatta scendere dal cavalletto si percepisce la rigidezza del telaio, scuotendola in modo deciso dallo sterzo a destra e a sinistra sembra di avere a che fare con un pezzo unico e rigido di ferro (tipo palanchino per fare i buchi nel terreno, il PX a confronto sembra meno rigido mi viene da dire “gommoso e goffo”) La moto parte subito, anche a freddo (al massimo due pedalate) pochi secondi e poi si può togliere lo starter, anche a caldo non da nessun problema di avviamento. Unico neo, sono i contraccolpi della pedala d’accensione. Capita a volte che azionandola mentre si è a bordo, forse per la buona compressione ma sicuramente per la leva corta, la stessa restituisca dei sonori e poco graditi contraccolpi al piede destro. Il minimo è molto regolare, i comandi scorrono tutti facilmente specialmente quello d’acceleratore, la leva della frizione nel mio caso non è che sia dura ma non è scorrevole (forse è solo questione di corretto ingrassaggio). Il borbottio è quello di una moto di 50 anni fa, deciso e netto (somiglia parecchio e quello dell’APE 400 ve la ricordate?). La prima marcia entra con il solito CLANK!!! Ma più rumoroso e deciso rispetto al PX, la partenza è molto facilitata soprattutto dal cambio molto corto, credo sia umanamente impossibile spegnerla durante le partenze. Le marce scorrono molto facilmente sino alla quarta sia a salire che a scalare (onestamente mi aspettavo peggio). La moto risulta molto, ma molto, ma molto più agile e stabile del PX, che ha confronto sembra un goffo carrozzone e sembra avere lo sterzo duro a girare. Vien da pensare che nelle gimkane non abbia rivali…. Questo fino a quando le velocità rimane sotto i 60-70 Km/h, il manto stradale liscio come il pavimento di casa e si deceleri frenando normalmente… Quanto sopra perché, anche se una sola di quelle tre variabili venga a mancare, arrivano dal passato a gran voce tutta una serie di fenomeni cinetici che ti ricordano che stai guidando un qualcosa pensato nel 1967, mi riferisco a: ondeggiamenti da circo, affondamenti della forcella anteriore con il classico fondo corsa ferro su ferro, saltellamenti sia dell’anteriore ma soprattutto del posteriore nelle frenate a fondo irregolare. Il piccolo ammortizzatore anteriore sembra una pompa a stantuffo, praticamente il suo effetto di frenata è quasi nullo…. e la strizza aumenta, aumenta a dismisura… Si, tutto questo… tutto questo è la VBC1T 150 Super se non rispetti le tre variabili… Sicuramento merito delle ruote da otto pollici, merito dei super ammortizzatori e merito della forcella che di Super non ha nulla… Se invece decidi sin da subito di rispettare le tre regole, magari perché hai letto questo messaggio o magari perché hai imparato sul campo… la VBC1T 150 Super è: facilissima da guidare, docile, riprende con qualsiasi marcia, riesce ad avanzare in quarta a passo d’uomo senza uno strappo. Il motore è davvero un vero mulo, trasmette sicurezza nel macinare i chilometri, nelle salite decise magari in seconda marcia uno attende che salga forte di giri per passare alla terza invece non lo fa, non sale di giri, ma la cosa curiosa è, che se in quelle condizioni metti la terza lei va senza fare una grinza, stessa cosa se passi alla quarta… tipo motore a quattro tempi per intenderci. Comunque (ma non so come) riesce a raggiungere i 90 Km/h. Nelle passeggiate domenicali è veramente godibile, anche il passeggero sta comodo sul cuscino (un optional) se rimani dentro le tre regole ti godi il viaggio più del px proprio per la sua facilità di guida e per il motore molto flessibile. Risulta un po’ scomodo fare rifornimento, questo perché il tappo del serbatoio è un po’ difficile da raggiungere con l’imbuto, perché si trova troppo in basso, tra la sella anteriore e il cuscino. Poi c’è anche la maniglia della sella a dare fastidio. Per semplificare la manovra ho dovuto comprare un imbuto con il tubo molto lungo…. Come accessori consiglio di usare un copriruota di scorta, uno di quelli in finta pelle vintage, questo per due buoni motivi: 1) si rischia continuamente di macchiare i pantaloni quando con le ginocchia si tocca sulla ruota di scorta (anche se nuovissima come nel mio caso), 2) la tasca che si trova nel copriruota è comodissima come portaoggetti, mentre risulta un po’ scomodo (anzi proprio scocciante) il dover aprire il bauletto del cofano laterale sinistro per forza con la chiave che normalmente sta nel bloccasterzo e doverlo fare per forza dopo essere scesi dalla moto o addirittura con la moto sul cavalletto... Personalmente all’inizio mi sono trovato male con il fatto che non ha le frecce… mi sentivo (e mi sento ) insicuro nelle svolte a sinistra… ok a segnalare con il braccio, ma non sempre si può fare. Ecco, tutto questo è secondo me la VBC1T 150 Super. PRO: -Motore Super per davvero -Linea elegante (anche se in molti la reputano non bella a causa delle ruote e del faro piccolo) -Avviamento sempre facilitato -Facilità di guida (ma ricordate le tre regole) -Rigidezza del telaio (ma solo di quello però) CONTRO: -Non molto spazio per le gambe dei giganti -Mancanza indicatori di direzione -Ciclistica che va presto in crisi (ancora occhio alle tre regole) - Ammortizzatori solo di nome… Spero di aver fatto cosa gradita. Saluti.
  3. schimiro

    Assicurazione px150 1988 senza Fmi o sai

    Ciao a tutti, anche alla Allianz, serve solo la tessera ad un vespaclub. http://www.ageallianz.it/noci739/article/378/IT
  4. schimiro

    Restauro VBC 150 Super del 1967

    qui sembra che uno ci metta dieci minuti, ma come ben sapete la strada è lunga
  5. schimiro

    Restauro vespa VNA2T 1958

    Ciao, io ho restaurato (meglio dire fatto restaurare) una Super del 1967, e come te ero partito dalla sabbiatura. Solo che su consiglio del meccanico e del carrozziere le parti in alluminio (sulla mia sterzo e manetta del cambio) ed anche il volano non le ho fatte sabbiare. Secondo loro la sabbiatura poteva consumare l'alluminio, il volano il meccanico lo ha più volte lucidato con la spazzola rotante e poi lo immergeva in dell'olio, alla fine è venuto di un colore vitreo.
  6. schimiro

    Restauro VBC 150 Super del 1967

    Vero... è un bell'oggetto comuqnue. Ciao Gino, accidenti 175.000 Km!!! Quindi è un motore affidabile? Io ho iniziato ad avere qualche dubbio, perché sentendo qua e la (fuori dal forum) molti addossano la non affidabilità al fatto che è a puntine. I miei amici mi conoscono come macinatore di chilometri, infatti l'arcobaleno lo uso per il tragitto casa lavoro (circa 70 Km al giorno) e non sono mai rimasto a piedi. Loro sapendo l'uso che ne faccio, mi hanno subito detto "non pensare di andare al lavoro tutti i giorni con la Super come fai con il px, questa è a puntine e sicuramente di darà delle noie..." speriamo bene...
  7. schimiro

    Restauro VBC 150 Super del 1967

    Buongiorno a tutti, stamani pagati i tre bolli alle poste: 3 x (13€ X 1,5) = 58,5€ più il costo dei tre bollettini. Domani mattina dovrei concludere tutto al PRA. Ma la bella notizia è che è arrivata la targa oro FMI
  8. schimiro

    Restauro VBC 150 Super del 1967

    Buongiorno a tutti, stamattina ho fatto la revisione alla MTCT. In pratica, a parte la documentazione, sulla moto hanno controllato: la targa, il numero di telaio, la matricola del motore, la stampigliatura sulla marmitta, l'omologazione dello specchietto, la misura delle gomme. Poi hanno controllato le luci, il clacson, i freni le emissioni e chiaramente lo stato generale della moto. Ho aspettato un pò e poi mi hanno ridato il libretto con il classico talloncino dove dice che l'esito della revisione è regolare. Hanno aggiunto che le prossime revisioni le potrò fare anche in altri centri senza la presenza della MCTC. Insomma, esattamente come ha scritto extreme... Ora tocca pagare i tre bolli maggiorati e poi vado al PRA.
  9. schimiro

    Referenti Nazionali Registro Storico FMI

    ciao Zichiki96, no non erano solo giapponesi, le domande da quel punto di vista erano ben distribuite . Su cinquanta in totale, circa dieci erano sul mondo vespa, la restante parte suddivisa tra giapponesi, italiane (Moto Guzzi, Gilera, Moto Morini ecc ecc) mi pare anche qualche domanda sulle americane.
  10. schimiro

    Referenti Nazionali Registro Storico FMI

    male.... sicuramente male.... E' un test di 50 domande a risposta multipla (tre risposte di cui solo una corretta), bisogna rispondere correttamente almeno a 30 domande, si è tenuto a Napoli alla sede del CONI. Onestamente credevo che il test fosse basato sopratutto sul mondo del registro storico FMI: procedure, classificazioni, figure che lo compongono ecc ecc. Mi ero preparato veramente per bene, approfittate pure signore e signori!!! Il test invece era basato sul mondo delle moto d'interesse storico, di qualsiasi tipo/marca ecc ecc... Alcune domande facili; quanti cilindri ha un modello specifico di motocicletta, circa dieci domande sul mondo della vespa (quale modello ha il telaio con prefisso xyz, altre meno facili tipo quale casa motociclistica ha prodotto il modello vespa (chiaramente si trattava di modelli almeno per me, mai sentiti...). Per rispondere correttamente a tutte, o comunque alla gran parte, bisognava seguire il mondo delle moto da parecchi anni ed avere una buona memoria fotografica. Le correzioni e quindi l'esito arriveranno in seguito, ma non hanno dato una scadenza. La sensazione è che non l'ho superato, forse avrò risposto correttamente alla metà delle domande. Ad ogni modo mi sono fatto un giretto per Napoli, anche perché non c'ero mai stato, ero senza famiglia quindi libertà assoluta (chi ha bimbi piccoli capirà... ) p.s. come diceva il grande Domenico Modugno, e' proprio vero che "Ah, che bellu cafè, sulo a Napule 'o sanno fa' e nisciuno se spiega pecché è 'na vera specialità!
  11. schimiro

    Restauro VBC 150 Super del 1967

    Buongiorno ragazzi,ho una domanda da farvi. Dalla motorizzazione mi hanno fatto sapere che c’è la possibilità di avere una sorta di talloncino adesivo da incollare sul libretto che riporta la dicitura “Veicolo Storico”. Sapete di cosa di tratta? Che benefici avrei? Grazie
  12. schimiro

    Referenti Nazionali Registro Storico FMI

    crepi!!! ciao,in breve... il referente divulga il concetto del registro storico e dei benefici che ne conseguono, supporta chiunque vuole iscrivere la moto (ma non può dare pareri se la pratica verrà accettata o meno). Organizza eventi di carattere culturale sempre a tema di storicità nel club a cui appartiene. Si, probabilmente è il primo gradino per poi passare al ruolo di esaminatore. Quindi sono solo? Non c'è nessun altro?
  13. Buongiorno a tutti, c'è qualcuno di noi che partecipa alla selezione di referente registro storico FMI? Per me la selezione sarà a Napoli. Saluti.
  14. schimiro

    Restauro VBC 150 Super del 1967

    Extreme, ti devo una cena...... Ho controllato sul sito della regione Calabria e sono 13€ non 28,7€...... ecco cosa c'è sul sito: -Gli autoveicoli e i motoveicoli al compimento del 30° anno dalla costruzione: sono esclusi dall’esenzione i veicoli ad uso professionale (es. uso scuola guida, noleggio da rimessa, pubblico da piazza). Se i veicoli di cui al punto 3 vengono posti in circolazione sono soggetti al pagamento della tassa di circolazione annua per l’importo di € 30,00 (autoveicoli) e € 13,00 (motoveicoli). Ho chiamato al PRA e si sono giustificati dicendo che si erano confusi pensando che fosse un'auto... (anche se l'auto paga 30€)... quindi sono tre bollettini, ciascuno da 13x1.5=19,5€ p.s. se passi da Vibo Valentia, fammi un fischio! Ancora grazie
  15. schimiro

    Restauro VBC 150 Super del 1967

    Venerdì mattina sono stato al PRA, mi hanno detto di pagare i tre bolli precedenti maggiorati del 50%, quindi 28,6 x 1,5 x 3= 128,70 €. Donanda. un solo versamento o tre separati da 42,9€? Poi devo andare al comune è fare l'atto do vendita. Domanda: visto che c'è il foglio complementare, il formato per l'atto di vendita ce l'hanno al comune? O è meglio preparane uno qui a casa e poi l'autentifica della forma al comune? Grazie.
×