Vai al contenuto

Ci è stato fatto notare che alcuni utenti hanno problemi con un numero troppo alto di notifiche che arrivano dal forum, ricordiamo che ciascuno può decidere e configurare gli avvisi e le email in funzione di cosa preferisce, il link per configurare gli avvisi è il seguente:

notifications/options/?type=new_comment

 

Grazie

horusbird horusbird
VR-News
  • Nuovo servizio di VR .. Hosting di immagini gratuito sino a 40 mega per utente.
  • IMAGE HOST

MrOizo

Utenti Registrati
  • Numero contenuti

    5.505
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    11
  • Points

    123 [ Donate ]

Tutti i contenuti di MrOizo

  1. MrOizo

    Importazione Vespa storica

    vedo sempre più di frequente annunci di vespe provenienti dal mercato spagnolo, vendute a Genova; i prezzi sono allettanti e non nascondo di averci pensato anch'io, ma il problema è l'immatricolazione, che , almeno per i px più datati, potrebbe risultare difficoltosa, perché la verità è che queste vespe somigliano alle nostre ma non sono le stesse: di solito hanno lo statore ed il volano diversi, spesso irreoperibili da noi, e non so se e quale spesa occorre affrontare per adattare i nostri componenti; altra questione potrebbe essere rappresentata dall'omologazione: dubito che a quei tempi potesse essere uguale tra spagna e italia, per cui occorre procurarsi il documento spagnolo ed in base a quello, tradotto, iniziare le procedure di immatricolazione qui: alla fine della fiera, i costi, come vedrete non sono così favorevoli; diverso discorso per le millennium, che dovrebbero già avere una sorta di omologazione unica per il mercato europeo, anzi ci farebbe cosa gradita chi sa qualcosa dell'argomento, così approfondiamo: non vi nascondo che mi piacerebbe acquistare all'estero uno degli ultimi 200 disco prodotti e portarlo qui in italia...
  2. MrOizo

    Centralina rally 200

    Dopo tanti anni ho risolto l'arcano:c'erano delle centraline con aspetto esterno tipo ape ma col codice elc 1_7 funzionano col rally solo quelle le elc 1 barra 7
  3. MrOizo

    ABS nel 2016...la fine della Px!!!

    ..Requiescat in pacem….
  4. MrOizo

    ABS nel 2016...la fine della Px!!!

    ..ecco, basterebbe che gli acuti manager della piaggio vedessero quale dei due giocattoli è di gran lunga il più venduto…..pare che i px siano richiestissimi mentre i frullovesp rimangano invenduti...
  5. ...ma...guardando bene le foto, ho notato che non c'è traccia delle molle sotto le spazzole….spero che tu le abbia tolte per altri motivi...se no si spiegherebbe tutto...le spazzole devono stare in leggera pressione sull'indotto...
  6. ok, a questo punto, concordo con te che tutto sembra in ottime condizioni, ma le opzioni non sono molte: se le spazzole funzionano bene(comunque al posto tuo darei una bella pulita all'indotto) il guasto è da ricercare o in una saldatura fredda o in un cavo interrotto; ma per me il primo indiziato è sempre il regolatore fasullo...vedi che i ricambi che fanno adesso sono al limite della vergogna….siccome sanno che quella dei mezzi d'epoca è una passione in cui non si bada a spendere e purtroppo talvolta neanche alla qualità di ciò che si acquista, ti propinano roba che in tempi passati non avrebbero avuto il coraggio di mettere in commercio...
  7. ...giusto, la corrente esce in continua...comunque a mio avviso occorre controllare bene le saldature poste sul retro del gruppo, se non ricordo male ve ne sono diverse, e neanche tanto bene isolate, dovresti fare attenzione da quelle parti...
  8. ..a mio avviso la corrente dovrebbe uscire alternata e sui 15-18 v; smonta tutto il gruppo dinamotore e controlla che non ci sia alcuna interruzione nelle saldature dei fili sul retro(potrebbe esserci qualche saldatura "fredda")..vedrai che risolveremo...forza!!!
  9. ...allora, andiamo per ordine….il dinamotore ha queste due funzioni, inverse: ti fa avviare il motore da un lato e ti ricarica la batteria dall'altro; la corrente per l'accensione viene data dalla batteria, quindi è giusto sia che staccando il dinamotore a motore acceso la vespa non si spenga sia che staccando la batteria la vespa si spenga; se dopo aver staccato i cavi del dinamotore lo strumento continua a segnare dati sballati io proverei a cambiare strumento, anche se non escludo che qualche corrente di disturbo possa tornare dalla bobina e rendere un segnale "pulsante" alla batteria, pur col dinamotore staccato; quindi, per me, sei giunto ad una conclusione: il circuito grande del dinamotore, quello con gli avvolgimenti grandi sotto il rotore, funziona, se no il motore non partirebbe: non funziona il circuito di ricarica che è quello cui sono collegati i due carboncini all'interno del rotore...comincia a controllare per bene quello...e cambia multimetro...
  10. ..in effetti correnti così elevate non sono normali...potrebbero essere causate da un guasto da qualche parte dell'avvolgimento...non c'è altro in questo caso che farlo rifare ex novo...potresti informarti con qualcuno che rifà gli avvolgimenti degli statori per moto, il lavoro è lo stesso...su Facebook ce ne sono diversi….
  11. Penso che si tratti di correnti spurie che passano attraverso la massa sempre partendo dal regolatore, quindi togliendo la massa diretta del regolatore togli anche tali elementi di disturbo.... Ancora unna volta devi trovare un regolatore diverso tipo l'originale e provare se no non se ne viene a capo
  12. MrOizo

    ABS nel 2016...la fine della Px!!!

    Secondo me invece uscirà proprio il 4 tempi a marce su scocca px per il salone di Milano: da più parti si era scritto che avevano rimandato al 2018...il fatto che non ci siano prototipi in giro né nulla a Pontedera potrebbe essere un chiaro indicatore che verrà prodotta a Baramati, come l'ape....
  13. Ok altra conferma che l'impianto è a posto e si tratta del regolatore...
  14. ...ho dimenticato di chiederti: quindi la spia resta accesa, o no?Questo può essere un indicatore importante: se giri la chiave la spia deve accendersi, durante l'avviamento lampeggia e dopo l'avviamento, tranne che al minimo, deve spegnersi... indica proprio il verso della corrente, quando la corrente di carica supera quella fornita dalle batterie, si spegne, quindi nel tuo caso dovrebbe restare accesa….
  15. ...appunto...ne hai due di questi nuovi che non valgono un fico secco….dovresti provarne uno buono...a mio parere, al 99 per cento escludendo qualche altra fesseria tipo il portafusibili o qualche cavo fallato, è quello...
  16. ….purtroppo ho brutte esperienze coi ricambi moderni...resto convinto che al 99 per cento è il regolatore che hai montato a non funzionare bene...vedi se riesci a fartene prestare uno funzionante magari da qualche appassionato guzzi e vedrai che tutto si risolve….ho visto che hai fatto un buon lavoro, tenderei quindi ad escludere un problema di collegamenti….sempre in tema di ricambi rifatti prova ad escludere il portafusibile volante, potrebbe essere anche quello che non fa un buon contatto...ma guarda, sono abbastanza sicuro che sia il regolatore...la qualità dei ricambi rifatti oggi è penosa...basta smontare un ricambio vecchio e paragonarlo al nuovo….se si paragonano i condensatori odierni a quelli di un tempo si capisce subito perché quelli nuovi non funzionino….i materiali sono troppo scadenti…..non dovrebbero neanche metterli in commercio….
  17. ...mi sa che ho trovato qual è il tuo problema…..quei regolatori non vanno bene….vedi se puoi procurartene uno originale…..e comunque le masse controllale bene...i ricambi moderni sono penosi...al 99 per cento è questo il tuo problema…..mi pare sia uguale a quello delle vecchie guzzi v7 ma non ne sono sicuro….
  18. la corrente dovrebbe uscire proprio in alternata e non regolata prima del regolatore, ma occorrerebbe un oscilloscopio e non un comune tester per controllarne bene la qualità….comunque, è di sicuro un problema di massa, se puoi escludere un malfunzionamento o un malcollegamento del regolatore...tieni presente che nella elestart c'è un punto importante di messa a terra nel piantone del motore dove nel motore della special c'è la scatoletta dei fili di bassa tensione...addirittura nei primi modelli elestart la messa a terra del motore era realizzata con una treccia di rame, nelle versioni più recenti è stata sostituita da un bel cavetto spesso...dagli schemi elettrici non si capisce bene...vatti a guardare un paio di foto su internet della parte bassa del motore...dovrebbero esserci...la elestart è piena di masse….
  19. mumble mumble….teniamo presente che nel sistema rotore-statore della elestart 50 sono implementati due circuiti differenti, con due funzioni differenti: da un lato il motorino di avviamento e dall'altro l'erogazione della corrente necessaria da un lato per il funzionamento dell'accensione e per la ricarica della batteria: lo stesso avvolgimento che fa funzionare in un senso il motorino di avviamento viene poi utilizzato per la ricarica, va da sé che se ci fosse un problema all'avvolgimento, non funzionerebbe neanche l'avviamento quindi il problema sta più a valle...io, al tuo posto, mi ricontrollerei ben bene tutte le masse, che sono diverse e molto importanti , dell'impianto elettrico, a maggior ragione del fatto che spesso quando si vernicia la carrozzeria, si tende a coprire con la vernice delle zone che dovrebbero invece consentire la messa a terra dell'impianto...controlla che ogni messa a terra abbia continuità col negativo in ogni suo punto...il danno, a rigor di logica, se si esclude il regolatore può essere solo lì….
  20. MrOizo

    ABS nel 2016...la fine della Px!!!

    Sabato 25 settembre 2018…..ore 16:54: sulla home Facebook di vespa.it prodotto barra servizio appare tale inquietante pubblicità(vedi poster sopra): con su scritto: Rivoluzionario è chi sa andare contro corrente. ora, escludendo che il management piaggio sia passato alla politica, questa pubblicità può essere interpretata in due modi diametralmente opposti: modo ottimistico, al limite della dabbenaggine, tipico del fanciulletto che crede alla fatina e a babbo natale, ma molto affascinante: ad eicma avremo una nuova vespa px euro 4; oppure altra interpretazione, intrisa di un misto tra pessimismo cosmico, rassegnazione consumistica, veganesimo anti motori a scoppio e mancanza di fiducia verso un management piaggio che utilizza una foto evocativa per trasmettere il messaggio che si può partire all'avventura anche con un frullatore con su scritto vespa a patto di riempirlo e riempirsi di adesivi a 10 euro uno venduti sullo store; trovo personalmente più affascinante la prima ipotesi….
  21. MrOizo

    ABS nel 2016...la fine della Px!!!

    ..in the meantime…..
  22. MrOizo

    ABS nel 2016...la fine della Px!!!

    Eccoli là...i soliti discorsi triti e ritriti; guardate, quando uscì, nel lontano 1977 la vespa px mi sembrò così sgraziata rispetto ai modelli precedenti che mai mi sarei sognato che in un futuro avrei desiderato che venisse rimessa in produzione, ma la vita è strana, e a volte fa questi scherzi; forse a molti di voi non è chiaro cosa significhi che la nuova presunta vespa(solo per la piaggio) non sia una vespa: intanto non sono così tanto convinto che sia un mezzo così remunerativo: ogni anno se ne vendono sempre meno, nonostante si sforzino di fare nuovi modelli che poi sono sempre la solita minestra riscaldata; la prima, indiretta conseguenza del fatto che non verrà più commercializzata la px è che questo forum e altri come questo andranno lentamente a spegnersi, cosa che sta già avvenendo a causa dei social, ma che viene ulteriormente accelerata pure da questo; infatti i siti dedicati alle vespe non vespe sono pochi e, perdonatemi, con poco senso, perché non è che ci sia molto da fare un forum esclusivo per un mezzo che ha più affinità con un beverly che con una vespa….; finirà quindi il fenomeno vespa, inteso come mezzo sui generis da portare ai raduni: già vi ricordo che ai raduni molti tentano di portare le frullovespe da quando sono uscite, ma poi, chissà perché quasi si nascondono e poi le vendono dopo un paio d'anni….molti ai raduni portano le vespa px, perché sono ancora mezzi freschi con i quali poter viaggiare in sicurezza, e quando le px smetteranno di essere fresche, a mio parere, il fenomeno vespaclub si ridimensionerà di molto….conosco molti vespisti che non si fidano a viaggiare con mezzi d'epoca e viaggiano solo perché hanno il px seminuovo….(io non la penso così, ma posso assicurarvi che molti invece sono di questo parere…)..quindi anche per questo la piaggio si sta dando delle sonore martellate sulle parti basse...probabilmente in un futuro ci ripenseranno, e cercheranno di correre ai ripari, ma potrà essere tardi...
  23. MrOizo

    ABS nel 2016...la fine della Px!!!

    chi mi legge, di tanto in tanto, sa come la penso: la vespa px era un simbolo, cui la piaggio deve la sua fortuna, e non andava toccato; la porsche è stata costretta a rimettere in produzione la 911 che aveva incautamente sostituito con la 928, più razionale ma neanche lontanamente paragonabile e anche se la 911 odierna ha dovuto rinunciare, ad esempio, al raffreddamento ad aria/olio, che era una sua caratteristica fondamentale, mantiene pur sempre il suo caro vecchio motore a sbalzo, il cambio trans-axle rovesciato e molte altre delle peculiarità che hanno reso Porsche un marchio ambito e rispettato in tutto il mondo; perdere il motore 2 tempi mantenendo i fondamentali della vera vespa cioè ruota intercambiabile, freno a pedale, scocca autoportante vera, non fasulla, sarebbe stato accettabile, a mio avviso, pur di mantenere vivo il mito vespa , quello cui la piaggio deve il successo che ha avuto in tutto il mondo: persino la Honda non dimentica il super Cub, un motorino in verità dalle linee un pò sgraziate ma al quale deve il fatto che è l'azienda motoristica numero uno al mondo….Piaggio cosa fa, invece? Spinge a manetta su progetti che le fanno perdere soldi, di continuo….lo scooter a doppia ruota anteriore, ad esempio, vorrei tanto conoscere le cifre (reali!) del suo sviluppo paragonate ai dati di vendita, per non parlare dello scooter gilera gp 800....ora insiste nel voler fare concorrenza a bmw col marchio Guzzi….ma perché qualcuno dovrebbe acquistare una california 1400 ipertrofica e dal costo esagerato quando i motivi del successo internazionale della vecchia cara "goose", come la chiamavano gli americani affettuosamente furono, all'opposto, il basso peso, le ottime prestazioni e i costi ridotti rispetto agli omologhi modelli Harley? D'altronde, a conferma di quanto dico, basta dare un occhio ai prezzi dell'usato: sui mercatini si trovano guzzi di pochi anni a cifre basse, vespe modello monomarcia a variatore che rimangono invendute nonostante i pochi km e il prezzo basso, a dispetto delle antenate, i cui modelli meno fortunati continuano a vedere le quotazioni in continuo rialzo...tra poco anche le pk si troveranno a costi elevati….non accorgersi di tutto questo è pura miopia….ancora oggi, quando entro in un motoricambista della mia città, se dividi i clienti per due, vedrai che la metà ti chiede i pezzi per restaurare una vecchia vespa e l'amore deve essere fortissimo se la metà dei ricambi che si acquista è di scarsa qualità e ti obbliga a continue sostituzioni….ma il vero vespista sopporta questo ed altro pur di camminare con un mezzo unico, che si distingue dalla massa; non è difficile preconizzare che se la piaggio adesso, al salone di milano uscisse con due modelli della px a 4 tempi, con lievi ritocchi e venduta ad un prezzo decente, ritornerebbe a vendere da far paura a tutti i suoi concorrenti...io personalmente aspetto una riedizione del px 200 da quando è uscito di produzione….avrei dovuto acquistarlo nuovo nel 1999, avevo procastinato l'acquisto a quell'anno per motivi di budget e mi rifiutai di acquistare il 150..e, maniaco come sono, di sicuro ne avrei acquistato uno nuovo ogni tot anni, il tempo di consumare quello vecchio….
  24. Eccoci qua, mi va di condividere con voi quanto appurato questo pomeriggio: ho confrontato il commutatore a chiave della px col rarissimo commutatore della 50 elestart ed ho scoperto delle cose interessanti; premetto che questo commutatore l'ho trovato semplicemente ancora montato sul manubrio di una 50 elestart da me acquistata lustri fa col motore di una 125 et3; il commutatore era totalmente bloccato e senza chiave; allora l'avevo dato ad un amico che mi rifece la chiave e lo sblocco, ma non seppe rimontarlo in maniera corretta, tant'è che la posizione avviamento non tornava indietro; dopo tanti anni, questo pomeriggio mi sono messo di buona lena a smontarlo e non solo sono riuscito a montarlo correttamente, ripristinandone il funzionamento, ma ho potuto fare anche un paragone con un commutatore px e mi sono accorto che ha moltissime parti in comune; il frutto ad esempio, è intercambiabile, come indicano le foto, ma anche il boccolo dentro il quale scorre il frutto è esattamente identico, con l'unica differenza data dal fatto che in quello elestart c'è un anello elastico interno che consente appunto di far ritornare indietro la chiave dalla posizione di avviamento; in pratica, le due uniche parti diverse sono il corpo esterno, per intenderci quello dove vanno collegati i faston, e la linguetta di rame che serve ad assicurare i contatti tra i circuiti, per il resto tutto è intercambiabile con quello px; questo significa che se si trova un commutatore elestart anche in condizioni pessime, si può perfettamente ripristinare sacrificando un comunissimo commutatore px; chi conosce questi commutatori sa che la plastica di cui sono fatti col tempo viene rigata dalle lamelle della serratura colrisultato di un funzionamento difficile e non scorrevole, con questa guida è possibile ripristinare anche un rarissimo ed introvabile commutatore elestart, anche se è stato completamente sfondato: basta che si possa recuperare il corpetto, la lamella dei contatti e l'anello elastico, per il resto è tutto uguale... nella foto sopra potete notare nel corpetto a sinistra la presenza dell'anello elastico che fa da molla di ritorno dalla posizione avviamento… confronto visivo fra i due commutatori a chiave già qui si notano i pezzi uguali fronte commutatore elestart frutto commutatore elestart, del tutto identico ed intercambiabile con quello px ibrido da me ottenuto montando il frutto e chiave px su boccolo e portaboccolo elestart retro commutatore elestart unici pezzi differenti tra i due commutatori, tutto il resto è intercambiabile
×